Alabasta e l’Egitto – tra piramidi e moschee

442
Unisciti al nostro canale Telegram, ti basta cliccare qui

Alabasta, il paese governato da una delle famiglie più antiche del mondo di One Piece, e l’Egitto, la culla della prima grande civiltà

Nella saga di Alabasta, sono innumerevoli le citazioni all’antico Egitto, a partire dal nome della famiglia reale. Il palazzo reale stesso è simile alla moschea di Muhammad Ali, una delle costruzioni più imponenti de Il Cairo. Ad Alabasta non manca nemmeno il simbolo per eccellenza dell’antico Egitto: le piramidi.

Le origini delle piramidi

Sembra che la piramide più antica sia quella del faraone della III dinastia Zoser (o Djoser) la cui datazione risale tra il 2737 e il 2717 avanti Cristo. Si tratta di una piramide in calcare di circa 60m di altezza e costituita da gradoni, similmente ad una scala. In effetti, il significato simbolico delle piramidi era favorire l’ascesa del faraone verso il regno di Ra. Questo perché, secondo gli egizi, dopo la morte le persone raggiungevano il regno di Osiride, ma non il faraone. Il sovrano era il tramite tra il mondo terreno e quello degli dei; egli stesso aveva origini divine e divino doveva essere il suo destino una volta finita la sua vita terrena. Si sviluppò così la concezione che, dopo la morte, il sovrano ascendesse al cielo, per essere accolto dagli dei come loro pari e per continuare a vegliare per l’eternità sul suo popolo.

Una delle sette meraviglie del mondo

La maggior parte delle piramidi vennero costruite durante la III e la IV dinastia; a quest’ultima in particolare risalgono le piramidi del complesso di Giza. Tra di esse, la più antica e imponente è la piramide di Cheope. Con una base quadrata di circa 200m per lato ed un’altezza di 150m circa è l’opera antica più imponente al mondo. Purtroppo, però, al suo interno non è mai stato ritrovato nessun corpo. Seguono per datazione e per dimensioni le piramidi di Chefren e di Micerino.

Il palazzo di alabastro

Altra imponente struttura architettonica presente ad Alabasta è il palazzo reale, estremamente simile alla moschea di Muhammad Alì, detta anche “moschea di alabastro”. Si tratta di una struttura costruita tra il 1830 e il 1848 in memoria del primogenito morto di Muhammad Alì. La moschea si trova nella Cittadella de Il Cairo e, con le sue torri che superano gli 80 metri di altezza, domina l’intera città. Altra particolarità di questa struttura è la presenza di una torre dell’orologio che venne donata dal re di Francia Luigi Filippo; regalo che venne poi ricambiato con l’obelisco ora situato a la Place de la Concorde a Parigi.

La civiltà della sabbia

Quella degli antichi egizi è una delle civiltà più antiche e longeve della storia umana. Al contrario di quello che può far pensare il paese tipicamente desertico, l’Egitto è sempre stato uno dei paesi più fertili del mondo antico. Non a caso era considerato fondamentale per gli antichi romani per il rifornimento di grano. Probabilmente, Alabasta ricoprirà un ruolo altrettanto fondamentale nella storia di One Piece. Così, quello che ci era stato introdotto come un regno in rovina e sull’orlo della fine, potrà raggiungere lo splendore e la gloria riservata all’Egitto più di duemila anni fa.

Lascia un commento