mercoledì, Aprile 1, 2020
Home OPGT Episodio 545 – L’arrivo del Drago Celeste

Episodio 545 – L’arrivo del Drago Celeste

0
Episodio 545 – L’arrivo del Drago Celeste

L'arrivo del Drago CelesteAdattato da: capitoli 624-625 vol. 63
Gli ex-schiavi che facevano parte dei pirati del Sole fecero finalmente ritorno a casa grazie all’entrata di Jinbe nella Flotta dei 7. Alcuni, però, come Aladdin, decisero di rimanere nella ciurma. Un giorno, sull’isola degli uomini-pesce, fece naufragio la nave del Drago Celeste San Miosgard. Il Nobile mondiale si era diretto verso l’isola degli uomini-pesce nel tentativo di catturare i suoi schiavi fuggiti, ma la sua nave venne attaccata dai mostri marini e lui fu l’unico sopravvissuto. Miosgard sbraitò agli astanti di curarlo e portargli una maschera per non respirare la loro stessa aria ed ordinò che i suoi ex-schiavi facessero ritorno con lui in superficie. Questi ultimi, però, pieni di rancore, progettarono, invece, di ucciderlo insabbiando la faccenda come un incidente grazie all’aiuto della popolazione. Otohime, giunta sul posto, si frappose salvando la vita al Drago Celeste, convincendo poi i presenti a non ucciderlo. Miosgard ne approfittò per prendere la regina in ostaggio, ma ciò causò il risveglio del potere di Shirahoshi: numerosi Re del Mare vennero richiamati facendo svenire il Nobile nello sbigottimento generale. Vander Decken, presente sul posto, riconobbe il leggendario potere delle principesse sirene ricercato dai suoi antenati e decise di dover sposare Shirahoshi per poterlo controllare. I Re del Mare si dileguarono velocemente come erano arrivati ed Aladdin decise di curare il Drago Celeste su richiesta della regina. Alcune settimane dopo, Miosgard si apprestava a lasciare l’isola, guarito e con una nuova nave, minacciando gli uomini-pesce per avergli puntato una pistola contro; Otohime decise di andare con lui per parlare del suo progetto ai Nobili mondiali nonostante i pareri contrari di tutti.

In onda: in Giappone il 29 aprile 2012 e in Italia il 14 maggio 2014

Vai alla barra degli strumenti