Forum

Forum > Fan Fiction e Disegni > Una storia mai raccontata..
Devi eseguire il Login per rispondere!
827 messaggi
di richi.lion - 7 luglio

CAPITOLO 219

Onslaught

 

 

 

Dai porti del mondo: Riapre l'orfanotrofio Pony House. Chi sarà la nuova direttrice?

 

MARE AL LARGO DI DRESSROSA

Le due navi della Marina guidate dall'ammiraglio Bersani erano intervenute tempestivamente nel dare supporto alla nave del vice ammiraglio Raiser che era stata attaccata da un nemico misterioso. In poco tempo avevano circondato la nave colpita, Bersani aveva creato una grande bolla per fermare i prigionieri che tentavano di fuggire e aveva bloccato il tempo. Una volta che i marine erano riusciti a creare un cordone di sicurezza, la bolla sparì e al suo interno il tempo tornò a scorrere normalmente. Gli evasi si chiedevano come avevano fatto i rinforzi ad arrivare così in fretta e la maggioranza, vista la situazione, decise di arrendersi. In fin dei conti in mare aperto e con una nave colabrodo non potevano pensare di scappare. Qualcuno provò lo stesso a gettarsi in mare, ma fu prontamente ripescato. Finalmente, dopo che l'emergenza era terminata, il vice ammiraglio Raiser andò a fare rapporto all'ammiraglio

Bersani: Oooh vice ammiraglio, dico porco boia, che cosa è successo?

Raiser: Siamo stati attaccati da delle cannonate, ma non siamo riusciti a individuare il nemico. Sembravano provenire dal nulla, anche utilizzando il cannocchiale non abbiamo visto nessuna nave nemica nelle vicinanze

Bersani: Come nessuno? Oooh! Che io qua devo far rapporto al Quartier Generale! Siam mica venuti qui per trovare la nonna di Cappuccetto Rosso! Quanti prigionieri abbiam recuperato?

Raiser: 121...

Bersani guardò le carte di riferimento

Bersani: Oooh porco boia porco... Significa che abbiamo perso 6 prigionieri... Vice ammiraglio Raiser faccia pattugliare la zona, che possiam mica fare la torre Eiffel con le zollette di zucchero

Raiser uscì dall'ufficio chiedendosi cosa volesse dire l'ammiraglio con l'ultima frase... Bersani aveva già chiamato il vice ammiraglio Momonga al quale aveva lasciato il comando della nave fortezza, per fortuna lì era tutto tranquillo. Ad ogni modo, mentre le due navi superstiti si dirigevano verso la nave fortezza con il loro carico di prigionieri, avrebbe dovuto avvisare Akainu.

Il grandammiraglio era assorto nei suoi pensieri quando il lumacofono sulla sua scrivania iniziò a suonare. Suono di guai, lo sapeva riconoscere molto bene

Akainu: Pronto...

annuì un paio di volte, mentre imprecava mentalmente, per poi esplodere

Akainu: Come è possibile che ci siano sempre dei guai quando ci sei di mezzo tu? E cosa vuol dire "nemico sconosciuto"? Siete degli inetti! Controllate l'identità dei 6 evasi e soprattutto trovateli!

Akainu sbatté il lumacofono a terra senza aspettare la risposta dell'ammiraglio. Chi poteva essere questo nuovo nemico? si chiedeva. Avrebbe mandato al volo Kizaru se non fosse stato già impegnato, mentre Fujitora probabilmente non sarebbe arrivato in tempo. Maledetto Bersani! Non fosse stato per il suo frutto lo avrebbe cacciato a calci dalla Marina. Guardò la carta nautica per vedere se poteva mandare qualcuno in aiuto a Bersani.

Da parte sua l'ammiraglio guardò sconsolato il lumacofono svenuto a causa della rabbia di Akainu. A parte quel piccolo contrattempo la missione stava andando avanti senza intoppi, anche se probabilmente sarebbero tornati a Dressrosa quando il terzo girone era già terminato da tempo. Pazienza, Trebol avrebbe aspettato un po'. Ormai le due navi della Marina erano giunte in vista dell'anello di sette navi da guerra che circondava la nave fortezza. Per questi 121 prigionieri non c'era più speranza di evadere.

 

DRESSROSA - Colosseo

Bonney era tornata negli spogliatoi insieme agli altri qualificati. Era stata molto fortunata finora, non aveva praticamente dovuto combattere per passare il turno. Ma questo non significava che stesse bene. Aveva il morale a pezzi e sperava con tutta se stessa che al prossimo turno a eliminazione diretta avrebbe potuto incontrare Law per porre fine a tutta questa sofferenza. Contemporaneamente si chiedeva come stavano i suoi compagni e se... erano ancora vivi. Giuro che appena avrò finito vi verrò a cercare, dovessi affrontare Doflamingo, o Akainu stesso! Ma al momento poteva solo sperare che tutto andasse per il meglio. 

Sugli spalti AçeLaw si godeva il sole. Non temeva per Bonney perché pensava che era tutto interesse di Doflamingo che Jewelry arrivasse il più lontano possibile. Loro non erano lì per caso, ormai lo avevano capito tutti, Doflamingo aveva architettato tutto e probabilmente Bonney era il suo obiettivo, l'esca di Law lo lasciava presagire. A proposito, non vedeva l'ora di veder combattere lo spadaccino. Nel frattempo si chiedeva cosa stessero facendo gli altri, all'esterno del Colosseo pareva tutto tranquillo, ma i lumacofoni portatili che non funzionavano non era un caso. Per ora confidava nei suoi compagni, lei doveva stare vicina a Bonney.

 

PUNK HAZARD

Tanu si mise in cammino. Era certa di aver visto delle persone in lontananza, anche se Undertaker le aveva detto che l'isola era deserta... forse... in effetti non era stata molto attenta alla spiegazione.. Agitò le braccia

Tanu: Ehiiii! Genteeee!

finalmente qualcuno iniziò ad accorgersi di lei e la raggiunse

Tanu: Buongiorno buon uomo! Sto cercando una persona, forse l'avete vista...

ma l'uomo sembrava avere uno sguardo assente

Tanu: Ehm... tutto bene?

Abitante: Sì... scusate, ma capita raramente di avere ospiti qui...

Tanu: Ah già, comunque come le stavo dicendo...

l'uomo mise la mano sul braccio di Tanu come per fermarla e la ragazza fu percorsa da un brivido

Abitante: Lei non ha fame?

Tanu: Come?

Abitante: Voglio dire... dopo un viaggio così lungo per arrivare fin qui... Proprio stasera c'é una festa al villaggio, se vuole venire poi cercheremo d'aiutarla

Tanu sentì lo stomaco brontolare, inoltre al villaggio avrebbe avuto più opportunità di chiedere di Law

Tanu: Va bene, accetto, fammi strada

l'uomo s'incamminò, seguito da Tanu. Il viaggio proseguì in silenzio, così decise di cercare qualche altra informazione che poteva esserle utile

Tanu: Siete molti al villaggio?

Abitante: Non tanti, un centinaio circa...

Tanu: Capito... e cosa si mangerà di buono alla festa?

gli occhi dell'uomo parvero illuminarsi

Abitante: Oh siete fortunata! Siamo riusciti a ottenere della selvaggina per oggi! Sapete quest'isola è maledetta ed è molto difficile avere della carne

Tanu sorrise a tanta fortuna, aveva proprio voglia di una bella grigliata

Abitante: Ecco, siamo arrivati

il villaggio era proprio misero, sembrava esserci stata un'alluvione, ma Tanu temeva che quello fosse il suo aspetto normale. Doveva essere un inferno vivere in questo posto

Donna: Ehi Ran, chi è quella bella ragazza con te?

Abitante: Oh è venuta per la festa!

Donna: Bene!

nonostante le condizioni miserevoli, l'esigua popolazione sembrava in fermento, tutti si scambiavano occhiate e sorrisi

Tanu: C'é parecchia agitazione...

Abitante: Per la festa, come ti dicevo capita raramente di mangiare bene qui, tanto più della carne. Vieni, la festa si tiene in piazza

Tanu seguì Ran. Il villaggio era immenso per sole 100 persone e infatti molte case era abbandonate. Girato l'angolo arrivarono alla piazza, ovvero uno spiazzo in terra battuta. Al centro c'era una catasta di legna

Tanu: Vedo che i preparativi devono ancora iniziare

Ran: Oh, non preoccuparti, a noi la carne piace anche cruda

Tanu: Co... come?!

Ran: Non lo hai capito? Sei tu la portata principale della festa!

Tanu non credeva alle sue orecchie... sentì la folla mormorare Finalmente carne! Doveva fuggire, ma era circondata! Intravide un punto dove c'era un po' meno gente e ci si buttò. Gli abitanti, intuendo le sue intenzioni le si gettarono addosso. Lo spazio era troppo stretto per usare l'arco e Tanu iniziò a dibattersi con tutta la sua forza per fuggire, la forza della disperazione. Con i vestiti strappati riuscì a farsi spazio e mentre uno cercò di morderla gli mollò una gomitata in bocca. Era riuscita a scappare dalla presa di quella folla di... zombi o qualsiasi cosa fossero! Ma ora la stavano inseguendo e lei non sapeva dove scappare. Sentiva gli inseguitori gridare Carne! alle sue spalle. Provò a entrare in qualche casa, ma le porte erano sbarrate. Quando acquisiva un po' di vantaggio si voltava e scagliava qualche freccia, ma non sembravano sortire un grande effetto. Finalmente trovò una porta aperta e prima di entrare lanciò qualche freccia verso quei cannibali, sembrava di essere in una scena di Resident Evil

chiuse la porta dietro di sé, approfittando della proverbiale lentezza della folla inseguitrice e fece appena in tempo a chiudere le imposte, sbattendole in faccia agli assalitori, era in salvo, ma in trappola. Ben presto la folla iniziò a battere sulla porta puntellata da Tanu con un tavolo. Era solo questione di tempo prima che riuscissero a entrare. Ansimante, Tanu li aspettava con un paio di frecce incoccate nell'arco. Se quegli zombi erano immortali, poteva essere la sua fine. Ecco stavano per entrare, la porta era sfondata...

Ma un essere lì sorvolò

Grell: Eccomi signorina Tanuki! Al suo servizio!

Tanu gli mollò un pugno in testa

Tanu: Si può sapere dove diavolo eri finito?

Grell: Sono stato trattenuto, tra l'altro da un bel fustacchione!

si sventolò per placare i bollori

Tanu: Hai giurato di difendermi, quindi datti da fare!

Grell s'inginocchiò

Grell: Potrà mai perdonarmi per la mia mancanza padroncina?

Tanu: Non ti uccido solo perché mi servi! Ora alzati e smettila di fare l'imbecille

Grell: Brutto affare stavolta, questa gente non vuole saperne di morire

Tanu: Sono tipo degli zombi?

Grell: Un pò più carini magari... preferirei chiamarli non morti... ma non capisco cosa li muove e soprattutto come fermarli. Credo che per il momento dovremo limitarci a farci strada

Tanu: Molto bene, diamoci da fare da allora!

 

 

 

il prossimo capitolo sarà:

Counter Attack

Pirati del Sole: entra anche tu!

 

Ora Sei Libero...

 

 

 

 

La nostra chat:  http://xat.com/IPiratiDelSole

 

 

 

di richi.lion - 18 luglio

CAPITOLO 220

Counter Attack

 

 

 

Dai porti del mondo: parla la nuova direttrice del Pony House: "Bisogna stimolare la fantasia dei bambini, per questo i miei orfanelli passano quasi tutto il tempo a giocare con i mattoncini Nego"

 

DRESSROSA - Colosseo

Baby 5: In pochissimo tempo siamo arrivati alla fase calda del torneo, gli scontri a eliminazione diretta! Dalle tre Battle Royale sono usciti 12 finalisti che ora si scontreranno in duelli singoli, partendo dagli ottavi fino alla finalissima che mette in palio la spada di Law, una delle spade leggendarie! Vi ricordo i finalisti: dal primo girone, il misterioso Uomo Tigre, Bartolomeo, Axe e la rivelazione Ramos; dal secondo girone, che potremo chiamare il girone dei campioni, tre grandi favoriti per la vittoria finale, il flottaro Weeble, il re degli spadaccini Mihawk, l'ex capitano di Barbabianca Ryuma a cui si aggiunge l'outsider Bear King; infine dal terzo girone, l'imperatrice Bonney, Mummy, Bomberman e il giovane e promettente Edward Wolf. In questa fase, per completare il quadro degli ottavi ai 12 finalisti si aggiungono quattro campioni della Donquixote Family! Siete pronti a conoscere i loro nomi? 

il maestro di arti marziali

LAO G!

uno dei più giovani componenti della famiglia, famoso per la sua forza e velocità

DELLINGER!

e per la prima volta nella storia dei tornei di Dressrosa, non uno, ma ben due comandanti della Donquixote Family parteciperanno insieme! Il campione del Colosseo e comandante dell'armata dei Quadri

DIAMANTE!

e infine la grande sorpresa, la prima apparizione in un torneo per l'ufficiale di Cuori che proverà a difendere il suo tesoro

LAW!

il pubblico era entusiasta dei nomi annunciati, si prospettavano grandi duelli!

Baby 5: Vedo che il torneo vi sta piacendo sempre più! Ma non perdiamo tempo! Ora Buffalo porterà la scatola con i nomi e procederemo con gli accoppiamenti!

 

Palazzo reale

Doflamingo: Dunque?

come sempre il re di Dressrosa mostrava grande padronanza di sé, al contrario di Ed, il cui impeto iniziale si era spento. Il fenicottero lo fissava comodo dalla sua poltrona. Chissà se ha capito, si chiedeva Ed, ma ormai era lì, non poteva e non doveva ritirarsi

Ed Stalker: Il motivo per cui volevo parlarti... è che meriti di morire!

 

PROMONTORIO DELLE ISOLE GEMELLE - Circa due anni fa...

Ed Stalker stava partecipando a una ricerca scientifica insieme al suo amico Rose, un ricercatore appunto. La spedizione si proponeva di fotografare alcuni animali estremamente rari, per questo aveva chiesto a Ed, esperto fotografo, d'accompagnarlo

Rose: Ed tu sei di queste parti, vero? Del mare settentrionale

Ed: Sì, proprio di questa zona di mare

Rose: E ti è mai capitato di vedere i pinguini nordici? O gli elefanti volanti?

Ed: Veramente no, la mia gente ha sempre creduto che quei animali non siano mai esistiti

Rose: Pensa se riuscissimo a fotografarli! Che strano... nevica

Ed: Nel mare settentrionale è abbastanza frequente, anche se in genere nevica sulle isole e non in mare... strano

Rose: Ma questa non è neve, è... cenere?!

Ed: Cenere? Ma cosa...

Ed strappò il binocolo dalle mani di Rose e iniziò a scrutare l'orizzonte

Ed: Laggiù! C'é un grosso incendio! Il vento ha portato fino a noi la cenere

Rose: Credi che...?

Ed non rispose. Arrivati sul luogo, approdarono a un'isola letteralmente in fiamme. Provarono a dare un'occhiata in giro, ma non sembravano esserci sopravvissuti

Ed: Sono tutti morti carbonizzati. Chi può aver fatto una cosa simile?

Rose: Ma questa non è la tua isola natale per fortuna

Ed: No, io sono nato al promontorio delle isole gemelle, due isole uguali identiche, mentre questa è solo una, anche se assomiglia molto... un attimo!

preso da una improvvisa frenesia, Ed fece circumnavigare l'isola in fiamme

Ed: Vedi, se questo fosse il promontorio delle isole gemelle, lì ci sarebbe un'altra...

la voce soffocò nella gola di Ed

Rose: Ommiodio....

una delle due isole era stata spazzata via, non esisteva più, sotto il pelo dell'acqua si vedeva a malapena la sagoma della base. In seguito Ed Stalker scoprì che era stata una creatura di nome Kaido a distruggere le due isole del promontorio. Lo stesso Kaido che Doflamingo aveva liberato dalla cattura della Marina e che ora era in affari con lui.

 

DRESSROSA - Palazzo reale

subito Doflamingo non ebbe alcuna reazione, sembrava quasi che non avesse sentito, poi dopo qualche istante scoppiò a ridere. Rideva così forte che sembrava sul punto di cadere dalla poltrona

Doflamingo: Fufufufufu! Tu... Fufufufufufufu! Patetico insetto!

all'improvviso tornò serio, ma comunque divertito

Doflamingo: E come pensi di uccidermi? Con quella tua macchinetta per le foto?

Ed: So bene di non essere al tuo livello, per questo mi sono preso la libertà di invitare alcuni amici.

dalla giacca Ed tirò fuori una fotografia e la sventolò in aria. Dalla foto uscì una persona: Marco la Fenice!

Marco: Ma dove sono? Che cosa è successo?

Doflamingo: Notevole! Un vip! Anzi, un uomo molto ricercato..!

applaudì con un certo sarcasmo. Marco però riconobbe subito Ed Stalker e lo prese per la gola

Marco: Che cosa significa questo scherzo?

Ed: Lasci... ami... ti... spiego...

Doflamingo: Fufufufufu!

Ed: Quest'uomo, Donquixote Doflamingo, ha ucciso la mia famiglia e distrutto l'isola sulla quale sono nato. Mi sono infiltrato tra i suoi uomini fingendo di essere suo alleato, ma in realtà speravo che voi della ciurma di Bonney potevate aiutarmi a vendicarmi. Purtroppo ho dovuto fingere di catturarvi per non destare sospetti nei miei confronti. E ora mi sono accorto di aver commesso un errore. Pensavo di aver catturato anche Basil, ma mi sono sbagliato. Nella foto c'é solo una sua marionetta, deve essersi accorto che c'era qualcosa che non andava e ha eluso la mia tecnica. Mi dispiace di averti messo nei guai Marco, ma anche se dovessi morire mi prenderò la mia vendetta!

Doflamingo: Piantala! Sei ridicolo! Non hai ancora capito che della tua isola non frega niente a nessuno? Neanche dopo che è stata distrutta da Kaido la Marina si è presa la briga d'intervenire. Comunque, se proprio desiderate morire, cercherò di accontentarvi!

 

Colosseo

Baby 5: Ecco gli accoppiamenti nell'ordine in cui i combattenti si affronteranno. Bomberman vs Bartolomeo sul ring di Green Bit, poi Diamante vs Bear King a Dressrosa, Edward Wolf vs Ramos ad Apple Nine, Law vs Axe a Green Bit, Ryuma vs Dellinger a Dressrosa, Mihawk vs Mummy ad Apple Nine, Lao G vs Weeble a Green Bit e infine Bonney vs Uomo Tigre a Dressrosa. Avete pochi minuti a  disposizione, tra poco al colosseo di Green Bit inizieranno gli ottavi, chi vincerà tra Bomberman e Bartolomeo?

 

Spiaggia dell'isola

Sugar, di pessimo umore, era ormai arrivata a destinazione

Sugar: Accidenti a Trebol e accidenti a quella donna! Mandarmi qui da sola a fare una cosa che doveva fare lui! Vabbé vediamo di sbrigarci, così appena torno racconto tutto al padroncino!

si guardò attorno in cerca dei nuovi venuti

Sugar: Eccoli, devono essere loro

si avvicinò a tre persone ricorrendo al solito trucco della bambina smarrita. Si concentrò per piangere. Attirò l'attenzione di uno dei tre che venne verso di lei

???: Ehi bambina, che succede?

Sugar: Mi sono persa! Ero qua con i miei genitori, mi sono messa a cercare delle conchiglie per la mamma e all'improvviso sono scomparsi! E ora non so cosa fare!

???: Dai, non piangere, ti diamo una mano noi a ritrovarli, che dite?

gli altri due annuirono

???: Ti ricordi dove li hai visti l'ultima volta?

fingendo timidezza, Sugar rispose: Mi sembra da quella parte

e poi tese la mano verso la persona che le parlava. Avanti!, pensò, facciamola finita, prendimi per mano!

???: Bene, allora iniziamo a cercare là, andiamo!

e prese Sugar per la mano, accompagnandola e improvvisamente... non successe nulla. Sugar si bloccò

???: Qualcosa non va piccola?

Sugar si liberò dalla stretta e toccò l'uomo ancora una volta, nulla. Lo toccò ancora e ancora, ormai senza più preoccuparsi di passare per una bambina smarrita

Sugar: Non funziona! Perché? Perché non funziona? Trasformati!

Richi: Ah già, dev'essere a causa del mio frutto

Sugar: Del tuo...?

Richi: Si chiama zero zero e ha uno strano potere... riesce a far svanire i poteri degli altri frutti

Sugar: Fa svanire... vuol dire che la prigione...!

lo shock fu tale che Sugar svenne. Mi girai verso Aokiji

Richi: Avevi ragione ghiacciolo, Sugar è molto sensibile

 

Sotterranei dell'isola

Trebol: Come ti dicevo cara... ma che?

l'orsacchiotto in braccio a Boa diventò sempre più grande fino ad assumere la forma di Jawz, che franò addosso a Trebol

Boa: Jawz?

Jawz: Finalmente sono libero da questa strana magia!

Trebol: I giocattoli! Allora Sugar dev'essere stata sconfitta! Devo dare subito l'allarme, dopo aver messo a tacere questo invasore!

Boa: Fermo Trebol!

dalla ragazza partì un'ondata di haki che travolse Trabol spiaccicandolo contro il muro

Jawz: Sembra ko per il momento...

Boa: Jawz... stranamente non mi ricordavo di te

Jawz: Hai organizzato tu tutto questo?

Boa: In parte... grazie ai Tontatta ho potuto supplire alla mancanza dei lumacofoni, ma non perdiamo tempo, ti spiegherò strada facendo, ora dobbiamo andare a liberare dei preziosi alleati

Jawz: Devo ammettere di averti sempre sottovalutato!

 

 

 

il prossimo capitolo sarà:

F- Factory

Pirati del Sole: entra anche tu!

 

Ora Sei Libero...

 

 

 

 

La nostra chat:  http://xat.com/IPiratiDelSole

 

 

 

di richi.lion - 28 luglio

CAPITOLO 221

F-Factory

 

 

 

Dai porti del mondo: Il giornalista osserva le costruzioni dei bambini del Pony House. Ma quelle... sembrano armi?!

 

DRESSROSA - Palazzo reale

Doflamingo: Povero Ed... pensi davvero che qualcuno ti possa aiutare? Usare l'inganno non ti rende forse uguale a... me? Fufufufu! Che strana coincidenza!

in effetti Ed Stalker aveva dato per scontato l'aiuto della ciurma di Bonney

Marco: Non preoccuparti. In effetti mi sono sempre chiesto chi fosse più forte tra di noi. Sto arrivando Doflamingo!

 

Spiaggia dell'isola

Richi: Dobbiamo sbrigarci e ritrovare gli altri

Aokiji: Io vi devo lasciare qui. Ricordatevi di fare in fretta, avete poco tempo per agire. Inoltre dovete quanto prima aiutare il vostro compagno

Kuzan ci consegnò Wiper in un blocco di ghiaccio, lo aveva ripescato dal mare

Aokiji: Ho dovuto congelarlo perché era ferito gravemente, ma il ghiaccio si sta sciogliendo. Dovete portarlo da un dottore urgentemente. Purtroppo quando l'ho trovato era già stato attaccato dai pesci guerrieri che circondano l'isola

Richi: Bene, io prendo Wiper e vado in cerca d'aiuto, tu Yama pensa a cercare gli altri. Come ci ha detto Boa mancano ancora alcuni nostri compagni all'appello. Ci terremo in contatto grazie ai Tontatta

Aokiji: Buona fortuna. Spero che non ci rivedremo presto

Aokiji tornò camminando verso il mare, mentre Yama correva verso il centro città e io mi dirigevo con Wiper sulle spalle alla ricerca di un ospedale. Avevamo legato e imbavagliato Sugar su una barca attraccata alla spiaggia, era troppo pericoloso portarsela dietro

 

Colosseo

Baby 5: Ecco il tabellone! Tra pochi minuti avremo i primi tre incontri! Rimanete ai vostri posti, si prevedono grandi scontri!

Ryuma guardò lo schermo luminoso. Non era affatto contento dell'estrazione. Sembrava fatta apposta per far arrivare Law in finale. Nella parte sinistra non c'erano avversari alla sua altezza. Purtroppo per dare una lezione al traditore doveva arrivare fino in fondo. Ma già ai quarti probabilmente si sarebbe scontrato con Mihawk e poi in semifinale Weeble o, per una remota ipotesi, Bonney che era anche peggio, visto che l'avrebbe scongiurato di farla andare in finale. Si prospettava un pessimo torneo. Tanto valeva pensare turno per turno. Anche Bonney, oltre ai tormenti personali, era angosciata dall'estrazione. Non le importava di vincere il torneo, anzi non vedeva l'ora di abbandonarlo per tornare alla sua ciurma e aveva sperato d'incrociare Law, magari subito agli ottavi. Avrebbe anche potuto perdere, ma voleva assolutamente parlargli, capire, almeno per un'ultima volta. Guardò sconfortata il tabellone, mai e poi mai sarebbe arrivata in finale. Ryuma glielo avrebbe impedito. 

 

PUNK HAZARD

Grell: Non l'avrei mai detto... ma sono stanco di segare zombi...

Tanu: A chi lo dici... e mi sono rimaste solo quattro frecce, per fortuna siamo riusciti a lasciarli indietro

Grell: Certo che è un fenomeno alquanto interessante, anche tagliandoli a pezzi si ricompongono e tornano alla carica

Tanu: Maledetto Undertaker... se ti becco...

Grell: Hai detto Undertaker???

Tanu: Non mi sembra il momento di perdersi in fantasie

Tanu iniziò a scuotere Grell

Tanu: Riprenditi pervertito!

DONG!

Tanu: Hai fatto "dong"?

Grell: Quando mi hai sbattuto contro il cumulo di neve, che strano!

Tanu: Altro che strano

iniziò a scavare 

Tanu: C'é qualcosa qua sotto... sembra una costruzione di metallo... Guarda una "F"

scavarono finché liberarono quella che sembrava essere un'entrata

Tanu: Da come è messo l'ingresso sembra esserci una costruzione sotto terra. Di fianco alla porta c'é scritto "F-Factory". Una fabbrica, ma di cosa?

Grell: Tanto vale scoprirlo, non può essere certo peggio di ciò che c'é fuori...

Tanu tirò la maniglia

Tanu: Purtroppo è chiusa

brooowl

Tanu: Non dirmi che ora hai fame...

Grell: Non sono stato io...

Tanu: Gli zombi! Stanno arrivando! Dobbiamo aprire la porta a tutti i costi!

Grell: Ecco, a questo posso pensarci io. Si faccia da parte padroncina

SBA-DAAM!

dall'interno si udirono delle voci

Grell: Prego padroncina. Ora l'ingresso è libero

all'interno del rifugio un uomo era sul punto di esplodere. Lanciò delle provette per terra

CC: Cos'é questo casino? E' impossibile concentrarsi con tutto questo rumore!

nella stanza entrarono Tanu e Grell trascinando le guardie mezzo uomo e mezzo animale

CC: E voi chi siete? Presto guardie!

Grell: Credo che siano finite...

CC: Vuol dire che penserò io a voi! Basterà togliervi un po' d'ossigeno

Grell: Mi sembri troppo fragilino per fare delle minacce

CC: Se sapessi per chi lavoro ve la stareste facendo addosso

Tanu: Giusto, che cosa producete in questa fabbrica?

CC: Ahahah! Non lo sai? Questo è il famoso laboratorio dove si producono i frutti artificiali di Doflamingo! E tutto è possibile grazie al mio immenso genio!

Tanu: Sì... ne avevo sentito parlare... quindi è qui che vengono realizzati!

CC: Cosa? No, no! Se lo viene a sapere Doflamingo mi ucciderà! Io non ti ho detto niente! Dimentica tutto!

all'improvviso dal corridoio arrivarono delle urla

CC: E ora cos'altro succede?

Grell: Ahem padroncina... temo di aver lasciato la porta aperta...

CC: Hai fatto... cosa?!

 

 

 

il prossimo capitolo sarà:

The show must go on

Pirati del Sole: entra anche tu!

 

Ora Sei Libero...

 

 

 

 

La nostra chat:  http://xat.com/IPiratiDelSole

 

 

 

di richi.lion - 11 agosto

CAPITOLO 222

The show must go on

 

 

 

Dai porti del mondo: la direttrice del Pony House risponde entusiasta: "Certo! Se non imparano a costruire armi fin da piccoli come farò a conquistare il mondo?"

 

DRESSROSA - Sotterranei

Boa: Presto, non abbiamo molto tempo prima che si accorgano di quello che sta accadendo

Jawz: Dove stiamo andando?

Boa: A cercare un po' di rinforzi, i Tontatta mi hanno spiegato la situazione, qui dovrebbero esserci diversi prigionieri... eccoci!

i due si fermarono davanti al deposito di giocattoli

Boa: Purtroppo la porta è chiusa e non abbiamo il tempo di cercare le chiavi

Jawz: Aspetta ci penso io

si tramutò in diamante e iniziò a prendere a spallate la porta

Boa: Bene sta cedendo!

SBRAAAM!

Boa: Bravo!

caduta la porta, dall'interno si udirono delle voci

???: Cosa sta succedendo?

Jawz: Uscite, siete liberi!

pian piano i prigionieri uscirono increduli di essere stati liberati e di essere tornati umani

prigioniero: Ma come avete fatto? Avete spezzato la maledizione di Sugar!

prigioniero 2: Lo conosco! Lui è Jawz della ciurma dell'imperatrice Bonney! Ci ha liberati!

i detenuti, un centinaio circa, proruppero in un urlo d'esultanza

prigionieri: Viva Jawz che ci ha liberati!

Jawz: Veramente...

Boa *sottovoce*: Lascia stare, è un cliché che magari ci tornerà utile e poi nessuno penserebbe che ho ideato un piano intelligente

Jawz: Ok...

detenuti: Cosa facciamo ora Jawz? Qual è il tuo piano?

Jawz: Ah già.. direi... tutti verso l'uscita!

detenuti: Giusto! Andiamo a prenderci la testa di Doflamingo! Vendetta! Vendetta!

la massa iniziò a correre in cerca dell'uscita

Boa: Ora viene il difficile

Jawz: In che senso?

Boa: I Tontatta mi hanno detto che le pareti esterne dell'edificio sono di algamatolite, non sarà facile scappare, inoltre dobbiamo aspettarci la reazione della Donquixote Family. I Tontatta sono in comunicazione tra di loro grazie a una rete trasmittente speciale ideata da loro e non hanno visto nessun movimento sospetto, il che è strano. E poi... non ho notizie di Marco, Wiper e Tanu... è come se fossero spariti...

Jawz: Vedrai li ritroveremo

Boa: Lo spero tanto

 

GREEN BIT - Colosseo

Baby 5: Eccoci in diretta per il primo ottavo! Dopo che la mattinata in cui si sono svolte le eliminatorie, in questo pomeriggio iniziano gli scontri diretti! Forse fra poche ore avremo il vincitore del torneo! Il primo scontro vedrà contrapposti Bartolomeo detto il Cannibale e il sorprendente Bomberman!

annunciati i nomi i duellanti entrarono nell'arena

Barto tranquillamente con le mani in tasca, mentre Bomberman procedeva più spedito. Il pubblico era incerto su chi tifare. Barto stava antipatico a molti, mentre Bomberman non era un nome che poteva scatenare grande tifo. Così per scaldare un po' l'ambiente Barto mostrò il dito medio agli spalti e iniziarono i fischi, nonché il lancio di oggetti

Barto: Ecco, almeno un po' di vita da parte del pubblico!

alzò la mano per ringraziarli e fischi raddoppiarono

Baby 5: Che si dia inizio al duello!

Barto sembrava quasi annoiato, probabilmente non considerava l'avversario al suo livello. Da parte sua, Bomberman iniziò ad attaccare secondo l'unico schema che conosceva: lanciando bombe. Barto di spalle stava ancora salutando il pubblico che le bombe erano già in volo, poi all'ultimo momento si girò incrociando le dita. Le bombe rimbalzarono sulla barriera e tornarono al mittente, Bomberman si spostò in tutte le direzioni per evitare tutte le sue bombe. Il pubblico ora era diviso tra chi rideva per quel siparietto e chi era scontento. Mentre Bomberman schivava il suo stesso attacco, Barto ne approfittò per grattarsi il didietro. Scongiurato il pericolo, Bomberman tornò all'attacco con un nuovo lancio di bombe

Barto: Quanto sei noioso

 attivò la barriera e le bombe rimbalzarono di nuovo, ma non tutte. Una rotolò fino ai suoi piedi

Barto: E questa come è arrivata? Lancio ad effetto?

si chinò a raccoglierla

Barto: Il mio avversario è così scarso che le sue bombe manco esplodono. Che strano ticchettio...

BOOM!

Bartolomeo fu travolto dall'esplosione della bomba timer riuscendo a malapena a proteggersi la faccia, fumante cadde a terra. Finalmente il pubblico era col fiato sospeso. Dopo alcuni attimi, Bartolomeo si rialzò bruciacchiato. Ora sembrava convinto a fare sul serio

Barto: Brutto tappo esplosivo, me la pagherai!

percepito il pericolo, Bomberman iniziò a scappare lanciando bombe alla sue spalle, ma Barto era accecato dalla rabbia e presto fu sull'avversario

Barto: Ora vediamo come te la cavi!

imprigionò Bomberman in una cupola fatta dalla barriera mentre teneva in mano una bomba. Bomberman cercò di sfondare la barriera ottenendo solo di far cadere altre bombe dallo zaino. Infine circondato dalle sue stesse bombe, chiese in ginocchio a Barto di risparmiarlo. Bartolomeo sorrise e in quel momento arrivò la fatidica esplosione. Barto ritirò la barriera e fuoriuscì il fumo denso. Il povero Bomberman giaceva svenuto e fumante

Bartolomeo: Un classico... Bomberman bruciato dalle sue bombe...

Baby 5: Il vincitore è Bartolomeoooo! Tra pochi minuti a Dressrosa non perdetevi l'esordio del nostro eroe Diamante!

altri fischi accompagnarono l'uscita di Barto, mentre gli inservienti sistemavano il ring e veniva preparato lo schermo per la diretta da Dressrosa

 

DRESSROSA - Palazzo reale

In forma di fenice, Marco volava per la stanza evitando gli attacchi di Doflamingo con i fili, ma doveva comunque stare attento, il fenicottero era un avversario di tutto rispetto, se fosse caduto vittima del parasite sarebbe stata la fine

Marco: Sei veloce Doffy, ma non a sufficienza

Ed assisteva allo scontro impotente, quel livello di forza era troppo superiore al suo. Se solo Doflamingo si fosse fermato... avrebbe potuto catturarlo con la sua macchina fotografica

Marco: Ora è il mio turno di attaccare!

piombò in picchiata verso il nemico, evitando vari fili, ma a pochi centimetri dall'obiettivo, un filo riuscì a catturarlo a un piede. Mentre tentava di liberarsi, fu colpito diverse volte al corpo finché cadde a terra sanguinante ai piedi di Doflamingo

Doflamingo: Fufufufu!! Non sembri così spavaldo ora

Marco: N... non lo... sai? Le fenici si rigenerano!

balzò velocemente in piedi sorprendendo l'avversario e tagliandogli la gola con un pugnale, la testa di Doflamingo rotolò a terra

Ed Stalker: Non riesco a crederci... ce l'hai fatta!

Marco: Aspetta...

il corpo di Doflamingo afferrò la testa

Doflamingo: Fufufufu! Quanto siete forti! Peccato che abbiate decapitato una copia! Siete così divertenti nei vostri tentativi. Purtroppo avevo previsto tutto e un grande show sta per iniziare, uno spettacolo nello spettacolo. Vorrei dirvi di più, ma ho degli impegni che mi attendono. Vi lascio in buona compagnia, fufufufu!

il clone si dissolse

Ed: Cosa voleva dire?

in quel momento le porte e le finestre si chiusero

Ed: Una trappola?

Marco: Peggio, Pica è nell'edificio...

 

Colosseo

Baby 5: Signori e signore il nostro eroe, il re del Colosseo Diamante!

un fragoroso applauso accompagnò l'ingresso del comandante di quadri

Baby 5: E lo sfidante, il re dell'isola Spirale, Bear King! Finite le presentazioni che inizi il duello!

Bear King che sapeva essere in svantaggio, attaccò per primo estraendo la pistola, pensava che infatti l'unico modo per battere Diamante fosse un duello a distanza, non avendo speranze nel corpo a corpo. Aprì la giacca sotto la quale portava numerose armi da fuoco e, presa una pistola, iniziò a sparare

Diamante: Oh, un pistolero! 

purtroppo per Bear King il corpo di Diamante iniziò a fluttuare come una bandiera e le pallottole diventarono inutili

Diamante: Io preferisco la scherma!

balzò verso Bear King provando a colpirlo dall'alto, ma King parò col braccio, poi arroventò i pugni provando a colpire Diamante, i colpi provocarono dei solchi nel pavimento, ma Diamante evitò tutti gli attacchi saltando all'indietro fino ad arrivare al bordo del ring

Bear King: Su, fai un altro saltino

e caricò il pugno, ma Diamante si parò col mantello

DONG!

Bear King: Ma di cosa è fatto quel mantello?

Diamante provò un affondo, ma Bear King potenziando il corpo afferrò la spada con la mano sinistra

Diamante: Ehi! Lascia la mia spada!

Bear King: E da qui riesci a schivare le pallottole?

stringeva nella mano destra la pistola

Diamante: Non ce n'é bisogno

la pistola si afflosciò nella mano di Bear King, così come la spada che stringeva

Bear King: Ma cosa?!

lanciò la pistola a terra, nel frattempo Diamante si era liberato

Diamante: Chiudiamo il duello con un bello show! 

lanciò in aria alcuni oggetti

Diamante: Ti consiglierei di trovare un riparo, ma devo vincere

aprì l'ombrello mentre sul ring si diffuse una breve e intensa pioggia di palle chiodate, Bear King fece appena in tempo a indurire il corpo. Nonostante la pioggia e le ferite era ancora in piedi

Diamante: Non pensavo fossi così tosto! Ecco la tua ricompensa!

veloce come un fulmine Diamante affondò la spada nello stomaco dell'avversario ancora frastornato per la pioggia. Dopo un attimo di esitazione Bear King cadde in ginocchio

Diamante: Se mantieni il corpo rigido non posso estrarre la spada

mise un piede sul petto di Bear King. Il re dell'isola Spirale sentiva le forze che l'abbandonavano. Alla fine non poté più resistere e cadde a terra. Diamante si chinò su di lui riprendendo la spada

Diamante *sottovoce*: Ringrazia che ti dobbiamo catturare vivo

poi si rialzò e salutò il pubblico in festa

Baby 5: Anche questo duello si è concluso rapidamente con la vittoria di Diamanteeee! A tra poco col terzo duello nel colosseo di Apple Nine! Prima però i meteorologi di Dressrosa ci informano che è in arrivo una breve e intensa perturbazione sull'isola. Per questo i colossei verranno chiusi grazie alle coperture mobili! In questo modo il torneo potrà proseguire tranquillamente!

Sia Luis che Açeola guardarono le coperture dei rispettivi colossei chiudersi. Era il segnale. Boa ce l'aveva fatta e ora Doflamingo passava alla controffensiva. La chiusura dei ring serviva per mascherare alla popolazione l'imminente battaglia tra la Donquixote Family e la ciurma di Bonney più gli evasi. 

 

In un posto segreto...

Doflamingo: Signori, ci siamo. Tutte le pedine sono sul campo. Ora potete dare inizio allo spettacolo. Ricordate ai nostri ospiti cosa significa sfidare la nostra famiglia. Buon divertimento! Fufufufu!

 

 

 

il prossimo capitolo sarà:

Il motivo di tanta confusione

Pirati del Sole: entra anche tu!

 

Ora Sei Libero...

 

 

 

 

La nostra chat:  http://xat.com/IPiratiDelSole

 

 

 

di richi.lion - 18 settembre

CAPITOLO 223

Il motivo di tanta confusione

 

 

 

Dai porti del mondo: Il Pony House entra nel business della vendita delle armi

 

Hai vissuto per questo momento. Sputato sangue per questo momento. Ti sei allenato duramente, dedicando ogni tua energia e risorsa per questo. In nome di questo. Si dice che non vi sia motivazione più forte della vendetta. Ma ora che sei qui... perché tremi? Hai forse paura di non poter compiere la tua vendetta? Ma non c'é nulla di più onorevole del morire nel tentativo di vendicare il proprio maestro, non è vero? Allora, perché? Forse... hai vissuto pensando che questo momento non sarebbe mai arrivato? Hai vissuto nell'illusione di una vendetta che non si sarebbe mai consumata? Ma ora, tutto questo non importa. Ora sei qui. Ora è il tuo momento.

Edward tirò un profondo respiro, cercando di non dare ascolto al suo cuore che batteva a mille. Fece un passo in avanti, uscendo dalla penombra dell'ingresso e mise piede nell'arena. La luce artificiale, gli spettatori, riportarono alla realtà. Si sentiva più lucido. 

Baby 5: Eccoci al terzo incontro degli ottavi! Siete pronti ad assistere allo spettacolo? 

un boato fornì la risposta

Baby 5: Il duello vede il giovane Edward Wolf contro Ramos! 

Edward guardò dall'altra parte, verso l'altro ingresso e vide Ramos, il suo avversario, il suo nemico. Entrambi si incamminarono verso il centro del ring

Baby 5: Il favorito di turno dovrebbe essere Ramos a causa della maggiore esperienza e crudeltà! Ma non si può mai sapere, vi ricordo infatti che basta uscire dal rettangolo del ring per perdere la sfida, quindi se amate l'azzardo scommettete su Wolf! Un'altra curiosità: entrambi i duellanti sono cacciatori di taglie! Ma ora che si dia inizio alla sfida!

Contrariamente al duello precedente che aveva visto Diamante assoluto protagonista, qui il pubblico non sapeva chi tifare. Ramos non riscuoteva grande simpatia e Wolf era perlopiù sconosciuto  

Edward sguainò le sue due katane, pronto a colpire

Ramos: Ma guarda contro mi tocca combattere! Un moccioso!

Edward: Ti farò pentire di tutto quello che hai fatto!

Ramos: Ce l'hai con me per caso?

Edawrd: Non ti ricordi?

Ramos: Di cosa dovrei ricordarmi? Con tutta la gente che ho ucciso, non posso certo ricordarmi di tutti gli scarafaggi che incontro

Edward sibilò: Zephyr...

Ramos: Eh? Ah... ora ricordo... il povero ex ammiraglio... non pensavo fosse una simile femminuccia, da piangere e impazzire per le sue reclute

Edward: Stai zitto!

Ramos: Quindi tu sei una delle sue reclute scommetto... e scommetto che hai passato la tua vita a prepararti per la vendetta, bla, bla, bla... che idiota. Avresti dovuto goderti la vita ragazzo, andare alle feste e ubriacarti e farti una ragazza

Edward: STAI ZITTO!

Ramos: Bene, allora fatti sotto

Edward: YAAAAAA!

il ragazzo caricò impugnando le spade

Ramos: Black Lead!

le sue mani a forma di pistola spararono dei proiettili neri che colpirono Edward al corpo, trapassandolo. Ramos si guardò attorno

Ramos: Che strana tecnica

Wolf: Si chiama ombra lunare e mi permette di creare degli ologrammi di me stesso. Anche se sembro molto giovane, sono già un maestro di spada

Ramos: Contento tu... io preferisco di gran lunga un rogia... Perchè sai, con questa roba ci si diverte parecchio... Fuel Jet!

dalle mani di Ramos scaturì un getto di petrolio infuocato che avvolse Wolf

Ramos: Ora crea pure quanti ologrammi vuoi, dopo che li avrò ridotti in cenere, toccherà a te 

diresse il getto in tutte le direzioni per essere sicuro di bruciare tutto quello che lo circondava, ma improvvisamente il getto iniziò a contorcersi, per poi dirigersi verso il soffitto

Ramos: Cosa?

Wolf, leggermente annerito, sorrise

Edward: Questo è il vortice lunare. Con le spade posso controllare qualsiasi corrente e dirigerla dove voglio

Ramos: La tua tecnica è notevole. Ma sai fare qualcosa oltre a difenderti? Perché io posso andare avanti tutta la giornata a combattere

Edward alzò le spade davanti a se

Wolf: Tecnica a due spade... Vento notturno!

scomparve alla vista di tutti, ma Ramos ne udì il sibilo

Ramos: Si muove molto velocemente... eccolo!

Edward ricomparve alla sua destra, pronto a colpirlo dall'alto verso il basso

Wolf: Tre quarti di luna!

la lama squarciò il corpo di Ramos in due, ma immediatamente si ricompose, mentre Edward cadeva al suo fianco

Ramos: Ahahah! Bamboccio, sai almeno cos'é l'haki? Non potrai mai battermi, colpiscimi pure quanto vuoi! Ma cos...

guardò il suo stomaco. La spada nella mano sinistra dell'avversario lo aveva trafitto. Guardò la lama nera fino al polso di Wolf

Edward: Certo che conosco l'haki. E questo è il lato oscuro della luna, il cui colpo è invisibile all'occhio umano

Ramos: Piccolo bastardo...

incendiò ancora il petrolio con l'accendino che teneva nascosto nella manica e Wolf saltò all'indietro per evitare di essere bruciato. Ramos si premeva la ferita allo stomaco

Ramos: Hai segnato il tuo destino. Ora sei un uomo morto!

Edward si preparò in posizione di difesa

Ramos: Tutto quello che farai sarà inutile! BIG BLACK TIDE!

posizionò le mani davanti a se, con i palmi aperti e formò una grande onda nera di petrolio, alta sei metri e larga quanto il ring

Baby 5: Se l'onda travolgerà Wolf lo butterà fuori dal ring!

l'onda nera trascinò ogni cosa fino alla fine del ring e finì il suo impeto contro il muro di fronte, sporcando le prime file di spettatori con schizzi di petrolio

Baby 5: Sembra che Ramos abbia vinto ,anche se non riusciamo a vedere il corpo di Wolf... Un momento... forse quella cosa che si muove...

al limite del ring c'era una massa nera che si muoveva faticosamente

Baby 5: Sì, è proprio lui! Wolf è sul ring, anche se ricoperto di petrolio! Si è salvato infilzando le spade nel pavimento! Quel ragazzo deve avere una forza straordinaria per essersi riuscito a resistere all'onda nera aggrappato alle sue spade!

Wolf cercò di ripulirsi e guardò l'avversario

Edward: Come ti ho detto... vendicherò il mio maestro

il pubblico ora applaudiva e fischiava: era eccitato per la sfida, Ramos non sembrava più così favorito

Ramos: Cambia poco. Guarda il pavimento. Tutto ricoperto di petrolio. Questo significa che il ring è in mio potere

mostrò l'accendino a Wolf

Edward: Credilo pure se vuoi. Luna piena!

lo spadaccino portò le sue spade sulla testa e iniziò a vorticare, creando al contempo un incredibile bagliore, difficile da guardare a occhio nudo. In breve tempo il petrolio attorno a Edward venne spazzato via 

Edward: Ora si ricomincia! Sto arrivando! Vento notturno!

Ramos: Fire Dog!

il pubblico non credeva ai suoi occhi: Ramos aveva creato un enorme cane sputa fuoco! Palle infuocate roteavano ovunque, mentre Edward schivava e parava come poteva. L'attacco era furioso, ma Wolf era più veloce e riuscì a tagliare due zampe al cane di fuoco, tanto che Ramos decise di ritirarlo. Edward aveva ottenuto una vittoria parziale, ma era parecchio affaticato, oltre che ferito. Da parte sua Ramos aveva provato molti attacchi senza successo

Baby 5: Un duello appassionante! Ci avviciniamo all'ora di durata, per quello che per ora è l'ottavo più lungo e incerto tra quelli visti! Chi vincerà tra Ramos e Wolf? 

Ramos: Sei forte ragazzo, ma non abbastanza. Ma puoi essere felice nel sapere che in pochi mi hanno visto utilizzare la prossima tecnica

chiuse i pugni e gli occhi per concentrarsi. Wolf alzò la guardia. Dopo pochi secondi spalancò gli occhi

Ramos: Black Shot!

Edward curvò la spada per parare l'attacco, ma il colpo fu così forte che gli piegò il polso

Ma che...? Non erano le solite Black Lead!, pensò Wolf e quell'indecisione gli costò cara, aveva la guardia aperta e Ramos ne approfittò scagliando un secondo attacco che perforò il braccio destro di Wolf, recidendo alcuni muscoli. La spada gli cadde di mano e il braccio iniziò a sanguinare

Ramos: Sei tanto bravo anche con una spada sola?

Edward ribolliva di rabbia, perché sentiva vicina la fine, si sentiva impotente. Non aveva nemmeno capito che cosa lo aveva colpito. E nella disperazione, la mente si offusca. Non era riuscito a vendicare Zephyr. Raccolse le ultime energie per l'attacco finale. Si lanciò in avanti, ma Ramos parò il suo fendente con una spada nera e poi con un altro pugnale lo infilzò nella spalla sinistra inchiodandolo al suolo. Era finita. Ramos prese un secondo pugnale e lo inchiodò sul fianco destro. Wolf urlò dal dolore. Poi Ramos si sedette sul corpo di Wolf, come per pensare. Il pubblico fischiava perché il duello si era concluso e avrebbe voluto che continuasse ancora

Ramos: Molti non sanno che il petrolio si può anche solidificare, anche se richiede uno sforzo notevole. Ma si possono creare tanti oggetti interessanti, come questi pugnali affilatissimi e praticamente indistruttibili. 

lo gettò a terra e si accese un sigaro. Il pubblico era in attesa

Baby 5: Il duello è praticamente finito, ma Wolf non si è ancora arreso... 

Ramos: Sai qual è il modo migliore per uccidere un uomo? Colpirlo direttamente al cuore. Ma noi abbiamo un problema, tu non sei un uomo

Ramos guardò lo sconfitto. Stava piangendo e le lacrime, unite al dolore, gli impedivano di sentire. Ramos si alzò

Ramos: Già... Sai qual è la differenza tra un uomo e un bambino? I bambini giocano, mentre gli uomini uccidono, e tu non mi avresti mai ucciso

mise la mano sulla bocca di Wolf

Ramos: Adios

un fiotto di petrolio invase la bocca di Wolf. Edward sputò, ma ne aveva comunque ingerito una discreta quantità. Sentì lo stomaco bruciargli e le forze abbandonarlo... come i suoi compagni era destinato a morire agonizzante per mano dello stesso uomo... Dal pubblico si levarono urla di disgusto, mentre i più sensibili si erano coperti gli occhi per non assistere a quella scena orribile

Baby 5: Mio dio... non ho parole! Non era necessaria tanta crudeltà! Ma... cosa sta succedendo? Nulla del genere è mai accaduto nella storia dei tornei!!

 

PUNK HAZARD - F-Factory

Tanu: Ma insomma ci sarà una stanza blindata, un bunker, qualcosa del genere in questo laboratorio, no? Tutti ne costruiscono uno in caso d'emergenza!

CC: Ora che mi ci fai pensare in effetti c'é qualcosa del genere... addio imbecilli!

Master volò via in forma gassosa

Tanu: Presto, seguiamolo!

Tanu e Grell cercarono di stare dietro a Master mentre scappava lungo i corridoi del laboratorio. Alle loro spalle sentivano l'orda di zombie avanzare e le urla dei collaboratori di Master assaliti dai non morti. Dopo aver corso per alcuni minuti, arrivarono in un grande salone in fondo al quale si trovava un immenso portone . Fecero appena in tempo a vedere Master entrare nella serratura del portone e sparire all'interno. Tanu prese a battere contro il portone

Tanu: Master, bastardo! Apri immediatamente!

Master: Vorrei tanto, ma non posso!

Tanu: Se per disgrazia sopravvivo e riesco ad entrare ti uccido!

Master: Ehi! Non sto mentendo! Questo è un antico deposito che nessuno è mai riuscito ad aprire! Il portone è stato costruito dai giganti e funziona con una parola magica che nessuno conosce, dunque neppure gli zombi entreranno qua! Fortuna che sono un rogia! Bé auguri!

Tanu: Maledetto! E ora cosa facciamo?

Grell: Ha detto giganti? Potremo provare a indovinare la parola magica... Dunque... Erbaf! Barbacascata! Dori! Brogi!

Tanu: Non funziona! Non funziona! Stanno arrivando!

Grell: Ehh.. Bugman's!

il portone si aprì automaticamente

Tanu: Ma cos'é?

Grell: Come cos'é? La Bugman's è la birra preferita dai giganti!

come Tanu e Grell entrarono, il portone si richiuse da solo

CC: E voi come avete fatto ad entrare?

Tanu: Abbiamo scoperto la parola magica!

improvvisamente sentirono battere contro il portone

Grell: Appena in tempo!

Master: Bussate pure poveri idioti! Il portone costruito dai giganti è indistruttibile!

Tanu: Un momento...

CC: Che c'é?

Tanu: Sta zitto! Lo senti anche tu Grell?

Grell: Sembra tipo un lamento

CC: Un lamento? Ma gli zombi non parlano!

i tre appoggiarono le orecchie al portone

Grell: Bauman?

CC: Cosa vuol dire?

Tanu: Non avranno sentito la parola magica per caso?

CC: No, no! Gli zombi non sanno parlare! Non devono saper parlare!

Tanu: Silenzio!

in una atmosfera irreale i tre ascoltarono in successione i tentativi degli zombi: Bamman, Bacman, Buacman, Buchman... BUGMAN'S!

inorriditi, arretrarono mentre vedevano il portone aprirsi

Master: Siamo morti, è finita...

Tanu: Scappiamo!

Master: E dove? Il magazzino è chiuso!!!

???: Yuuuuu! Signorina Tanukiii!

Tanu: Ma questa voce...

Grell: E' lui... Undertaker!

Undertaker: Signorina Tanuki da questa parte!

non credevano ai loro occhi: Undertaker stava cavalcando uno zombi, spronandolo come un cavallo, poi agilmente saltò su un piano rialzato

Undertaker: Presto! Questi fastidiosi zombi sembrano parecchio affamati!

allungò la mano per aiutare Tanu a salire

Undertaker: Un ultimo sforzo... ecco! Ben ritrovata, signorina! 

Grell: Ehi! E io? Che razza di cavaliere sei?

Undertaker: Tu puoi cavartela benissimo da solo!

alla fine anche Grell raggiunse la cima, mentre anche gli zombi iniziarono la scalata

Undertaker: Vi sono infinitamente grato, grazie al vostro aiuto sono riuscito a trovare un oggetto che cercavo da anni e che è fondamentale per i miei studi. Devo dire che il vostro piano di distrarre gli zombi è stato molto ardito, oltre che pericoloso. Ma alla fine il risultato è quello che conta

Tanu: Ma non era un... lasciamo perdere. Dunque si può sapere cos'é questo tesoro così prezioso per il quale abbiamo rischiato la vita?

Undertaker: Eccolo!

Tanu: UNA LAVATRICE??? Ma io ti uccido!!!!!

Undertaker: Oh, ma questa non è una semplice lavatrice

aprì l'oblò e gli zombi caddero a terra inermi.

 

 

 

il prossimo capitolo sarà:

Battaglia senza quartiere

Pirati del Sole: entra anche tu!

 

Ora Sei Libero...

 

 

 

 

La nostra chat:  http://xat.com/IPiratiDelSole

 

 

 

di richi.lion - 11 ottobre alle 23:16

CAPITOLO 224

Battaglia senza quartiere

 

 

 

Dai porti del mondo: la ricchissima direttrice del Pony House festeggia gli ultimi guadagni

 

DRESSROSA - Prigione nei sotterranei

Il gruppo dei prigionieri correva alla rinfusa verso l'uscita inseguito da Boa e Jawz. Arrivati all'ingresso però si fermarono. La serratura e la porta sembravano impenetrabili. E ora cosa facciamo? iniziò a gridare qualcuno. Cerchiamo di mantenere la calma! Siamo arrivati fin qui, dobbiamo solo trovare il modo di uscire! rispondeva qualcun'altro

Jawz: Come c'era da aspettarsi la prigione sembra chiusa dall'esterno. Al momento essere scappati dalle celle non ci è servito a nulla

Boa: Dobbiamo fare in fretta, appena Trebol si riprenderà darà l'allarme

Jawz: Qualcuno di voi ha il potere di un frutto del diavolo, magari capace di copiare le chiavi della serratura?

nessuno rispose, anche se molti si guardarono l'un l'altro perplessi

Jawz: Avanti! Si tratta di una questione di vita o di morte! Non importa a quale fazione apparteniamo, al momento finché non usciremo da qui siamo tutti nella stessa barca

Boa: Guardate laggiù!

in fondo a un corridoio c'era una persona

Jawz: Una donna con l'aspirapolvere??

Boa: Se non ricordo male è la direttrice della prigione

prigioniero: Allora deve avere le chiavi della prigione! Prendiamola!

Jawz: Aspe...

ma la folla era già partita alla carica finché si fermo contro una parete trasparente

prigioniero: Ma cosa significa?

Jawz: Mi sembrava troppo facile

prigioniero: Guardate! Siamo chiusi da ogni lato!

avevano provato a sondare ogni corridoio ed erano tutti sbarrati da una barriera invisibile

Jawz: Forse sta aspettando i rinforzi

Boa: Purtroppo temo di no, da quelle bocchette d'aerazione sta uscendo un gas rosa

Jawz: Copritevi la bocca!

il gas penetrò velocemente, trasformando i prigionieri in statue. Swuush aspettò un paio di minuti prima di entrare. Toccò un pulsante sulla parete e la barriera si ritirò

Swuush: Ottimo, la ribellione è già stata bloccata. Che belle statuine, il signorino sarà contento!

fece un giro tra i prigionieri immobilizzati per vedere se c'erano tutti gli evasi, quando sentì un rumore. Si avvicinò a una delle statue. Sembrava che la superficie che la ricopriva stesse per incrinarsi. Improvvisamente la statua si ruppe e da essa uscirono Boa e Jawz

Boa: Siamo salvi!

Swuush: Fermi o vi aspiro!

Jawz: Aspetta! La verità è che io ti amo! La forza dell'amore mi ha permesso di resistere al gas, solo per poterti incontrare!

Swuush: Oh! Oh! Davvero?

Jawz: Certo! Mi permetti un ballo insieme?

Swuush: Sono così confusa!

ma alla fine accettò la mano di Jawz. I due iniziarono a piroettare per la stanza come se fosse una sala da ballo, fino al fatidico casquet. Mentre teneva Swuush tra le braccia le disse

Jawz: Mi spiace, non sono solito trattare così le donne

la lasciò cadere per poi colpirla. Swuush perse i sensi

Jawz: Abbiamo le chiavi!

Boa: Bravissimo!

Jawz: L'idea è stata tua. Prima di andare però devo recuperare una cosa

andò verso la statua rotta e tirò fuori una persona

Jawz: Tu vieni con noi, potresti esserci ancora utile

e così dicendo si trascinò dietro Caribou, dentro il quale si erano nascosti per salvarsi dal gas pietrificante

Jawz: Andiamo Boa!

Boa: Un attimo! Allora siamo d'accordo Leo? Ho piena fiducia in te! 

lasciò andare il Tontatta e seguì il compagno

???: Fermo Senor! Non posso lasciare impunito chi maltratta una donna!

 

Palazzo reale

Ed: Chi è Pica?

Marco: Uno dei generali di Doflamingo, ha il potere di comandare la pietra e probabilmente sta comandando questo edificio

come per risposta all'affermazione di Marco, le pareti iniziarono a restringersi

Ed: Vuole stritolarci!

Marco: Esatto!

allargò le braccia per fermare le pareti

Marco: Non ce la faccio... è troppo forte...

Ed: Devo trovare una via di fuga, ma è tutto chiuso

Marco: Ho.. ho un'idea... Ed... tieni le pareti

Ed: Cosa? Non ce la farò mai!

Marco: Anche solo per due secondi

Ed: Ma io...

Marco: Sbrigati!

Ed: Va bene, ci provo

Marco: Ci sei? Sto per lasciare

Ed: Lascia! Non ce la faccio! Moriremo!

ma mentre le pareti stavano per chiudersi inesorabilmente, Marco riuscì a frantumarle

Marco: Ce l'abbiamo fatta per un pelo! Ora vediamo dove si nasconde il nostro amico. Sto venendo a prenderti Pica

senza badare troppo al sottile Marco passò a distruggere tutte le pareti dove Pica poteva nascondersi

Marco: Eccolo, l'ho visto!

Ed: Aspetta! Le porte! Sono aperte!

Marco: Pica deve aver abbandonato il palazzo. Poco male, usciamo da qui

Ed: Come facciamo? Siamo al quarto piano

Marco: Dimentichi che sono una fenice?

i due planarono all'esterno del palazzo

Marco: Tieni gli occhi aperti, non credo si sia già arreso

 

Città

Vicius continuava a scappare per i vicoli, cercando di evitare le pallottole di Red Butterfly

Vicius: Ma non li finisce mai questi proiettili?

ma finché si trovava a distanza poteva farci poco, doveva trovare il modo di avvicinarsi per disarmarla. Un altro proiettile sibilò a pochi centimetri dalla sua testa colpendo la parete a fianco

Vicius: Fortuna che ho ottimi riflessi... ma cosa? Un colpo di sponda?

il primo proiettile aveva colpito la parete tornando indietro e un secondo proiettile lo aveva usato come sponda per sorprendere la difesa di Vicius che capì di essere spacciato

ziiiin

il proiettile cadde a terra diviso in due

Vicius: Yama... mi hai salvato la vita!

Yamakaze: Passavo di qua e mi sembravi in difficoltà. Chi è che sta cercando di ucciderti?

Vicius: Una donna

Yamakaze: Già, c'era da aspettarselo, le donne sono sempre fonte di guai. E' il tempo di insegnarle la superiore via della spada. Lascia fare a me

arrivarono altri proiettili che Yamakaze neutralizzò con facilità

 

Ospedale

Nel frattempo, io avevo raggiunto l'ospedale di Dressrosa per trovare qualcuno che potesse curare le ferite di Wiper. Ormai il ghiaccio si era sciolto del tutto e Wiper aveva ripreso a sanguinare. Senza pensarci due volte entrai nell'ospedale che però sembrava stranamente vuoto. Le varie stanze erano tutte al buio. Percorsi i corridoi velocemente in cerca di qualche anima viva. Finalmente trovai una stanza illuminata e spalancai la porta

Richi: Presto, ho bisogno di un dottore!

 

APPLE NINE - Colosseo

Baby 5: Qualcuno è sceso dagli spalti! Si è messo tra Ramos e Edward!

con una mano Luis aveva bloccato il colpo di Ramos, mentre era rivolto verso Edward

Luis: Tieni duro ragazzo, presto sarai soccorso

si alzò in piedi

Luis: Hai ucciso troppi innocenti, Ramos è ora di pagare i tuoi debiti

Ramos: Fossi in te non ne sarei tanto sicuro

Baby 5: Il regolamento non prevede che qualcuno possa interrompere i duelli, pena la squalifica dei partecipanti. Cosa accadrà ora tra l'invasore e Ramos?

 

 

 

il prossimo capitolo sarà:

Gli ultimi quarti

Pirati del Sole: entra anche tu!

 

Ora Sei Libero...

 

 

 

 

La nostra chat:  http://xat.com/IPiratiDelSole

 

 

 

827 messaggi
Per partecipare a questa discussione devi essere Registrato!
Se sei già registrato esegui il Login!
Online (0):

  • Ultimi Messaggi
    Visite
    Messaggi
    Ultimo messaggio
Online (0):
Statistiche della pagina
Pagina vista: 29416522
Pagina creata da: admin , 14 luglio 2008
Ultimo aggiornamento: 29 luglio 2014
Ultimi messaggi nel forum
di silv92 - 19 ore fa
di Yagami97 - giovedì alle 10:14
di Sogeking70 - martedì alle 01:39
di Marci93 - domenica alle 19:02
di - Ryu - - 14 ottobre alle 22:11
di Yagami97 - 12 ottobre alle 23:38

OnePiece.it is a fansite based on the One Piece Anime and Manga series.
The holders of the copyrighted and/or trademarked material appearing on this site are as follows:
ONE PIECE © 1997 Eiichiro Oda/SHUEISHA. All Rights Reserved.

Impostazioni