Site icon OnePiece.it

Garp sapeva del FRUTTO NIKA? – TEORIA

garp

Possibile che Garp abbia deciso di proteggere Luffy perché sapeva del Frutto Nika?

Come ormai sappiamo tutti, il vero nome del Frutto del Diavolo di Luffy è Hito Hito, Modello: Nika, un frutto mitologico di tipo Zoan che consente a chi lo utilizza di trasformarsi e ottenere i poteri del Dio del Sole, Nika. Il corpo del possessore acquisisce le proprietà della gomma e il potere di portare sorrisi sui volti delle persone. Coloro che riescono a risvegliare questo frutto, vengono poi riconosciuti come il “Guerriero della Liberazione”. 

Il frutto era in passato nelle mani del Governo Mondiale fin quando non è stato rubato da Shanks e dal suo equipaggio. In seguito è stato mangiato accidentalmente dal protagonista Monkey D. Luffy. 

Credo che Garp sapesse benissimo del vero nome del frutto e che abbia deciso di nascondere Luffy con Ace per salvarlo dal Governo Mondiale. In questo modo, prima dell’inizio dell’avventura di Cappello di Paglia, i Cinque Anziani hanno pensato che il frutto fosse ancora nelle mani di Shanks. E quando Luffy è apparso per la prima volta, hanno creduto che i suoi poteri derivassero davvero da un frutto del diavolo di tipo Gomma. Probabilmente è stato il Rosso a rivelare la verità agli Astri di Saggezza nell’incontro avvenuto durante il Reverie. 

Garp potrebbe essere arrabbiato con Shanks per aver permesso a suo nipote di ingerire il frutto e quindi averlo condannato ad essere uno degli obiettivi principali del Governo. Per questo motivo, il Vice-Ammiraglio avrebbe poi spinto sia Ace che Luffy a divenire dei Marine, perché sapeva che in quanto pirati se catturati sarebbero stati uccisi al 100%. Ai suoi occhi, forse, se avessero scelto di stare dalla parte del Governo, gli sarebbe stata risparmiata la morte. 

Ma perché Garp era a conoscenza del frutto?

Credo che prima di morire, Roger abbia affidato a Shanks il compito di ritrovare l’Hito Hito e di consegnarlo a suo figlio Ace. Quindi il Rosso si è recato a Foosha con l’obiettivo di incontrare il futuro Pugno di Fuoco, ma poi il frutto è stato accidentalmente mangiato da Luffy. Garp, che era a conoscenza dei piani di Shanks, ha intuito immediatamente la situazione, ha compreso che suo nipote aveva ereditato i poteri di Nika ed ha scelto di condurlo da Dadan per nasconderlo. 


Articolo tradotto dal web: Fonte


One Piece è un manga scritto e disegnato da Eiichirō Oda, serializzato sulla rivista giapponese Weekly Shōnen Jump di Shūeisha dal 19 luglio 1997. La casa editrice ne raccoglie periodicamente i capitoli anche in volumi formato tankōbon, di cui il primo è stato pubblicato il 24 dicembre. L’edizione italiana è curata da Star Comics, che ne ha iniziato la pubblicazione in albi corrispondenti ai volumi giapponesi il 1º luglio 2001.

La storia segue le avventure di Monkey D. Luffy, un ragazzo il cui corpo ha assunto le proprietà della gomma dopo aver inavvertitamente ingerito il frutto del diavolo Gomu Gomu. Raccogliendo attorno a sé una ciurma, Luffy esplora la Grand Line in cerca del leggendario tesoro One Piece e inseguendo il sogno di diventare il nuovo Re dei pirati

One Piece è adattato in una serie televisiva anime, prodotta da Toei Animation e trasmessa in Giappone su Fuji TV dal 20 ottobre 1999. L’edizione italiana è edita da Merak Film ed è andata in onda su Italia 1 dal 5 novembre 2001 per poi continuare su Italia 2 nel 2012; inizialmente intitolata All’arrembaggio!, la serie ha avuto diversi cambi di denominazione nel corso delle stagioni, fino ad assestarsi sull’originale One Piece.

Toei Animation ha prodotto inoltre 11 special televisivi, 13 film anime, due cortometraggi 3D, un ONA e un OAV. Svariate compagnie ne hanno tratto merchandise di vario genere, come colonne sonore, videogiochi e giocattoli.

One Piece ha goduto di uno straordinario successo. Diversi volumi del manga hanno infranto record di vendite e di tiratura iniziale in Giappone. Con trecento milioni di copie in circolazione al 2014 l’opera è il manga ad avere venduto di più al mondo. Il 15 giugno 2015 è entrato inoltre nel Guinness dei primati come serie a fumetti disegnata da un singolo autore con il maggior numero di copie pubblicate: oltre 320 milioni.

Vai alla barra degli strumenti