Home OPGT LA TEORIA DEL TUTTO

LA TEORIA DEL TUTTO

Premessa importante: l’articolo seguente utilizza informazioni che già possediamo per sviluppare una complessa teoria inerente a eventi passati e futuri della storia di One Piece. Tuttavia grandi cose di essa, per quanto veritiere possano sembrare, si riveleranno col passare dei capitoli, sbagliate. Perché altrimenti sarei l’unico sulla faccia della Terra ad aver capito tutto sulla fine di One Piece, il che è IMPOSSIBILE. Per cui prendetela più come una simpatica storia verosimile alla realtà che Oda ci proporrà, ma non una vera e propria teoria. Spero, ovviamente,  che un minimo (diciamo il 20%) di queste cose si rivelino giuste, ma non posso di certo pretendere il 100%

 

 

Cominciamo a parlare di Geografia. Osservando il planetario che era presente ad Ohara si può notare che oltre alla Luna, ci sono altri 5 satelliti che orbitano attorno alla Terra. Più avanti proverò a dire a cosa serviranno.

 

Passiamo alle Armi Ancestrali. Sono 3 ossia:




Poseidon:  il potere di comandare i Re del mare.

Pluton: una gigantesca nave da guerra con un potenziale distruttivo immenso.

Uranus: è ancora sconosciuta.

Chiunque conosca un po’ di mitologia greca, sa che Poseidone era il dio del Mare, Plutone degli Inferi (ma centra anche il Plutonio, che viene utilizzato per le bombe atomiche) e Urano la divinità primordiale che personificava la volta celeste.




Guarda caso Oda ha attribuito a Poseidon, il controllo sui Re del mare e a Pluton, di conseguenza, una nave da guerra che porterebbe morte e distruzione ovunque. Uranus quindi cos’è? Anche qui ci arriveremo più avanti.

 

In un articolo di qualche tempo fa teorizzai sul fatto che lo One Piece fosse un qualcosa di talmente sconvolgente che quindi era meglio che non cadesse nelle mani di nessuno. Ma One Piece alla fine, come dice il nome stesso, è “un pezzo” di qualcosa! Di cosa?… Indovinate un po’? Ci arriveremo più avanti. (vi prego non mi uccidete)

 

Ora che abbiamo tutte le tessere del puzzle, uniamole nella maniera corretta.




Torniamo ai satelliti che ce ne stanno a fare così tanti?? Semplice, una (la luna su cui approda Eneru) è una fabbrica e gli sono ex posti abitati.

Le 5 Lune erano abitate rispettivamente dalle 5 popolazioni celesti Shandia, Bilca, la popolazione stabilitasi ad Angel Island, i pirati spaziali (che un posto da dove vengono lo devono avere) e i Nobili Mondiali!!!! (vi siete mai chiesti perché tutti portano caschi e tute da astronauta e si definiscono Draghi Celesti?). In più è presente una sesta Luna (quella di Eneru) che venne sfruttata come fabbrica per creare robot che aiutassero tutti (tranne i pirati spaziali) a traslocare sulla Terra a causa della scarsità di risorse. Perché, quindi, vediamo 3 popolazioni e non 4 sui geroglifici lunari? Perché, dai bordi della vignetta, si capisce che ci viene mostrata solo una parte del geroglifico e non tutto!




Quando tutte le popolazioni giunsero sulla Terra c’è chi decise di stabilirsi sulle isole nel cielo e chi sulla terraferma, tra cui i Draghi Celesti, fondando il Regno Perduto. Pur vivendo in maniera pacifica con i terrestri, questi ultimi temevano gli esseri “scesi dal cielo” e cercarono di eliminarli creando un’alleanza tra nazioni, tra cui anche gli uomini pesce. Lo scontro per 100 anni fu alla pari in quanto gli abitanti del Regno Perduto possedevano Uranus, un’arma mai vista prima (che come i loro possessori, proveniva dalla “volta celeste”) in grado, da sola di tenere testa a Pluton e Poseidon. Se non che un piccolo gruppo di Draghi Celesti decise di tradire il proprio popolo in cambio di futuri privilegi nel mondo che si sarebbe creato. Nacque così l’attuale mondo di One Piece, con gli uomini pesce che pur chiedendo la ricompensa di poter vivere pacificamente in superficie, dopo il contributo che diedero nella guerra, non vennero accontentati perché troppo “diversi”.

Nessuno si accorse, tuttavia, che alcune persone sopravvissero a quel massacro: il popolo della D! che si mischiò tra le varie popolazioni in modo da rimanere nell’anonimato, ma covando dentro di loro un sogno (in inglese D-ream): spodestare dai loro falsi troni coloro che li hanno traditi, ma allo stesso tempo tramandare la verità alle generazioni future tramite messaggi segreti, da poter essere letti solo dalle persone giuste: i Poignee Griffe.

Passiamo ai giorni nostri. Che fine hanno fatto Pluton e Uranus? cos’è lo One Piece? il tesoro di Marijoa? Joy Boy? Proviamo a trovare delle risposte…

 

-Pluton: venne nascosta, in quanto troppo pericolosa nelle mani sbagliate.

 

-Uranus: beh non è altro che l’albero che produce i frutti del diavolo! I Draghi Celesti portarono con loro il seme che poi piantarono sulla Terra. Ecco perché il resto del mondo non li vedeva di buon occhio, non erano “normali” e proprio per i loro poteri potevano diventare una minaccia. L’albero venne sradicato e riposizionato in un posto segreto per essere studiato. Da qui le ricerche di Vegapunk. Tuttavia esso ha “volontà” propria decidendo quando e quali frutti produrre, che poi in qualche modo diffonde per mare..

 

-Joy Boy: fu l’unico uomo che volle mantenere la promessa fatta agli uomini pesce, ma senza successo.




 

-Tesoro do Marijoa: Se il Real Poignee Griffe è il racconto dei 100 anni e del tradimento dei Draghi Celesti, il tesoro di Marijoa è la prova tangibile del tradimento (magari il contratto stesso che hanno stipulato). Ciò che consentirebbe a chiunque di poter conoscere la verità, indipendentemente dal fatto che si sappia leggere o meno i Poignee Griffe.

 

-One Piece: Raftel è una vera e propria isola-caveau con i red Poignee Griffe che sono le varie combinazioni per aprire, o in questo caso per arrivare, ad essa. Lo One Piece, quindi è il tesoro che esso contiene. Ma che genere di tesoro? Come detto prima, One Piece significa letteralente “un pezzo” di che cosa? Di Uranus! Durante lo spostamento dell’Albero, il popolo della D. fece in tempo a levargli la sua essenza, il suo “cuore” per così dire. Senza di esso l’Albero continua a produrre frutti e a funzionare come se nulla fosse, ma se qualcuno trovasse e distruggesse il “cuore”, morirebbe sia l’Albero, che le persone fruttate, in quanto portatori dell’essenza di quell’Albero. Il popolo della D è stato tentato di distruggere il cuore, ma i frutti ormai si erano già diffusi per il mondo, e quindi quale sarebbe stato il prezzo? Eliminare migliaia di vite, pur di eliminare quei pochi traditori? Era un  prezzo troppo alto, quindi nascosero il cuore a Raftel, dove nessuno lo avrebbe mai trovato.

 

La teoria, se così si può chiamare, si conclude qui, spero vi sia piaciuta, ma, come detto anche nella premessa, non dategli più importanza del dovuto.

 

AUTORE:   The Joker

Nessun commento

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here

Vai alla barra degli strumenti