Le animazioni di One Piece spiegate da un animatore!

1362

L’animatore Henry Thurlow (Overlord, Jojo’s Bizarre Adventures) analizza l’animazione delle sue scene preferite dell’anime di One Piece. Scopriamo con lui dei dettagli che un occhio inesperto non noterebbe!

L’anime di One Piece è attualmente trasmesso settimanalmente su Crunchyroll, sito di streaming interamente dedicato agli anime. Nel canale YouTube “Crunchyorll Extras” è stato recentemente pubblicato un video interessante in cui un animatore di One Piece, Henry Thurlow, osserva e analizza le scene dell’anime che più l’hanno ispirato, offrendo il punto di vista di un animatore professionista. Trovate il video in fondo all’articolo!
Henry Thurlow ha lavorato come Key Animator ad opere come Jojo’s Bizarre Adventures: Vento Aureo, Tokyo Ghoul: Re, Overlord e Indigo Ignited. Recentemente, è uscito un episodio che contiene delle scene animate da lui. 

Nel video, Thurlow inizia analizzando la scena finale del duello Luffy vs Lucci, il Gom Gom Jet Gatling dell’episodio 309, tra le preferite di tutti i fan di One Piece. La scena animata da Kazumi Ishizuka, dice Thurlow, non è particolarmente complessa a livello tecnico, dato che si trattano di pochi frame uguali ripetuti molte volte. Ciò che rende la scena magnifica è piuttosto il modo in cui questi frame vengono messi in sequenza, rendendo l’attacco di Luffy molto intenso e mai monotono. “Non vediamo nemmeno le braccia di Luffy, eppure SENTIAMO che stiano tirando i pugni più forti che abbiamo mai visto”, conclude l’animatore, evidenziando come i disegni comunichino la potenza senza mostrare poi molte informazioni.one piece animeThurlow analizza poi una scena di Thriller Bark, dove Chopper affronta Inuppe (con l’ombra di Sanji) nell’episodio 361. Dopo aver fatto notare che in quel periodo gli Animation Directors avevano molta più influenza sulle scene, Thurlow riconosce subito che quell’episodio è stato diretto nelle animazioni da Naoki Tate. Questo perché Tate fa in modo che le scene abbiano un camera angle tale da non rendere scontata la scena successiva, lascando lo spettatore curioso di scoprire cosa succederà dopo, piuttosto che prevederlo. Questo è un esempio di come gli animatori possano arricchire l’episodio non solo con animazioni fluide, ma anche con qualche accorgimento registico intelligente!

“Questa è una delle scene più famose e meglio animate di tutto One Piece”, dice Thurlow parlando di Luffy vs Orso Bartholomew a Sabaody nell’episodio 405. La scena, animata da Yoshikazu Tomita, è “super fluida”! Inoltre ci sono molti zoom sui personaggi, ma piuttosto che limitarsi a ingrandire i disegni dei personaggi già presenti come al solito (Sakuga T.U.), Tomita e gli altri hanno direttamente disegnato da zero nuovi frame coi personaggi ravvicinati. Ciò regala alle scene molta “claustrofobicità“, facendoci sentire in trappola come Nami e Franky mentre vengono inesorabilmente toccati e fiondati via da Orso. “Merito degli storyboard“, dice Thurlow, “e di animazioni molto, molto fluide“. Come vedete, anche un dettaglio come disegnare da capo uno zoom invece che limitarsi a ingrandire i disegni può fare la differenza.

one piece anime
Lo zoom su Nami è disegnato frame per frame.

La quarta scena analizzata è la prima trasformazione di Luffy col Gear 4th nell’episodio 726, eseguita da un vero fuoriclasse dell’animazione: Naotoshi Shida. Qui Thurlow fa notare come Shida applichi una tecnica tipica dell’animazione old school, ovvero non sacrificare i dettagli nelle scene concitate. Spesso per rendere le scene più fluide si rimuovono ombre, dettagli ed altro. “Shida dice ‘al diavolo! Mettiamo i colori normali, highlights, l’ombra, l’ombra secondaria, parti nere…[…] Mettiamo più dettagli possibile E INOLTRE voglio 400 frame nella scena’ “, commenta Thurlow.Si prosegue analizzando il famosissimo finale di Luffy Snakeman vs Katakuri, che tutti i fan di One Piece o solo dell’animazione hanno amato. Questo combattimento è una via di mezzo tra lo stile di Shida iper-dettagliato e lo stile “sakuga moderno” che sacrifica dettagli per la fluidità, un mix rarissimo in One Piece! “Uno degli episodi più entusiasmanti di One Piece.”, e non si può che esser d’accordo! Ricordate l’entusiasmo della fanbase quando uscì l’episodio 870?

Infine, Thurlow analizza una scena fatta da lui nell’episodio 937, il pugno di Luffy all’Headliner Madillo-man. Dagli storyboard, la scena doveva semplicemente essere il pugno di Luffy in slow motion sulla faccia di Madillo-man, ma Thurlow ha pensato “perché non mostrare anche un’onda sulla faccia del tizio in slow motion?”. Anche il volo dell’Headliner, invece che essere semplice, è stato realizzato in modo che rotolasse via. Inoltre, visto che Luffy stava precipitando, Thurlow ha fatto in modo che ci fosse SEMPRE qualcosa in movimento, che siano i capelli o persino l’Ambizione. Non solo in quanto animatore professionista, ma anche come fan di One Piece, Henry Thurlow ha provato a non deludere nessuno! Secondo me non ha deluso proprio nessuno.

Ecco il video col commento di Thurlow!

Che ne pensate? Avete scoperto quanto può essere complessa l’arte dietro all’anime?

[Symonch]

Leggi anche: One Piece Episodio 934: Zoro trabocca di potere!!!

Sono uscite le nostre T-Shirt dedicate allo scontro tra Luffy e Katakuri. Puoi acquistarle singolarmente o insieme ad un prezzo speciale!

Clicca qui per la T-Shirt di Luffy!
Clicca qui per la T-Shirt di Katakuri!
O clicca qui per acquistarle in Coppia!

One Piece è un manga scritto e disegnato da Eiichirō Oda, serializzato sulla rivista giapponese Weekly Shōnen Jump di Shūeisha dal 19 luglio 1997. La casa editrice ne raccoglie periodicamente i capitoli anche in volumi formato tankōbon, di cui il primo è stato pubblicato il 24 dicembre. L’edizione italiana è curata da Star Comics, che ne ha iniziato la pubblicazione in albi corrispondenti ai volumi giapponesi il 1º luglio 2001. La storia segue le avventure di Monkey D. Luffy, un ragazzo il cui corpo ha assunto le proprietà della gomma dopo aver inavvertitamente ingerito il frutto del diavolo Gomu Gomu. Raccogliendo attorno a sé una ciurma, Luffy esplora la Grand Line in cerca del leggendario tesoro One Piece e inseguendo il sogno di diventare il nuovo Re dei pirati

One Piece è adattato in una serie televisiva anime, prodotta da Toei Animation e trasmessa in Giappone su Fuji TV dal 20 ottobre 1999. L’edizione italiana è edita da Merak Film ed è andata in onda su Italia 1 dal 5 novembre 2001 per poi continuare su Italia 2 nel 2012; inizialmente intitolata All’arrembaggio!, la serie ha avuto diversi cambi di denominazione nel corso delle stagioni, fino ad assestarsi sull’originale One Piece. Toei Animation ha prodotto inoltre 11 special televisivi, 13 film anime, due cortometraggi 3D, un ONA e un OAV. Svariate compagnie ne hanno tratto merchandise di vario genere, come colonne sonore, videogiochi e giocattoli.

One Piece ha goduto di uno straordinario successo. Diversi volumi del manga hanno infranto record di vendite e di tiratura iniziale in Giappone. Con trecento milioni di copie in circolazione al 2014 l’opera è il manga ad avere venduto di più al mondo. Il 15 giugno 2015 è entrato inoltre nel Guinness dei primati come serie a fumetti disegnata da un singolo autore con il maggior numero di copie pubblicate: oltre 320 milioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here