Site icon OnePiece.it

One Piece Capitolo 1045: l’Omelia del Reverendo

IL MILLE

QUARANTACINQUE

[Come cenere bianca]

 

F R A T E L L I!

Nove.

Forse nove e mezzo.

Anzi, 9+

Non ho mai dato un voto così alto ad un capitolo di transizione.

Perché di questo si tratta.

Un capitolo in cui Oda dice:

GUARDATE QUANTO CE L’HA GROSSO RUFY

E ci mostra il repertorio delle tecniche, in attesa delle battute finali. Salvo due eccezioni, se togliessimo tutti i balloon, il capitolo funzionerebbe allo stesso modo.

TRANSIZIONE PURA

Senza alcuna contaminazione goroseiana. Andassero a fanculo quei vecchi di merda.

VOGLIAMO LE MAZZATE

Le mazzate. Già, quelle che abbiamo tanto desiderato da inizio saga.

Da quel lontano capitolo 900-e-qualcosa in cui Rabber arriva sulla spiaggia di Wano e parla con Tama. Sapevamo che un giorno avrebbe sconfitto il boss finale

ORA CI SIAMO

Però…

ORA CI SIAMO… MA SIAMO DELUSI

Cos’è quella faccia? Dov’è finito l’entusiasmo? Perché non ridete più?

So a cosa state pensando

“Ma Reverendo, ti sembra il modo di rappresentare un combattimento così serrato?”

Beh…

“Ma Reverendo, noi lettori meritiamo forse di essere presi in giro in questo modo?”

BEH…

“Allora, Reverendo?”

…SÌ

Meritiamo di essere presi in giro. Ed è la presa in giro più bella di sempre.

Questo capitolo è una lettera d’amore alla Creatività con la “C” maiuscola.

ADESSO PARLO A TE

Sì, a te. Mi rivolgo al fan di One Piece deluso dagli ultimi capitoli.

TI VA DI FARE UNA SCOMMESSA?

Vediamo se riuscirò a convincerti che in realtà non è poi così brutto. E magari a farti ritornare il sorriso.

E perché no, magari a supportare il mio lavoro offrendomi un caffè A QUESTO LINK

CI STAI?

Cominciamo, su…

Signori,

SI VA!

Tosky ha scritto L’OMELIÀ, l’ultima che mancava del Multiverso. È la cosa più delirante che abbia mai letto.

DUE FRUTTI

Avete presente quando dico che spesso i personaggi sembrano parlare A NOI e non tra di loro?

Ecco, questo è uno di quei casi. Voglio farvi un esempio fresco fresco:

CAPITOLO 1042

Kaido commenta il frutto di Rufy. Si comporta come se non fosse proprio di gomma, come se ci fosse qualcosa sotto. È strano

BRAVO KLAUDIO

L’autore utilizza i dialoghi di un personaggio per comunicare con noi. Il lettore più attento inizia ad avere dei dubbi. La stessa cosa è successa in questo capitolo.

L’imperatore dragone parla.

E SE…?

E se davvero avesse due frutti?

Prima che veniate sotto casa con i forconi, lasciatemi spiegare

LUFFY NE HA MANGIATO SOLO UNO

Ma è come se ne avesse due. Trasforma l’ambiente in gomma come un Paramisha ma trasforma anche il suo corpo come uno Zoan.

Questo monologo di Kaido non è stato inserito a caso. Oda VOLEVA che il lettore pensasse a quell’altro pirata che ha mangiato DAVVERO due frutti

Magari sto facendo una sovralettura, però non sembra strano che Kaido abbia sottolineato questi due poteri di Rufy?

Come se il protagonista e l’antagonista principale del manga fossero ancor di più collegati tra loro?

Rufy ha mangiato (non mi abituerò mai a dirlo) uno Zoan.

Ma si comporta da Paramisha. L’Hito Hito modello Nika potrebbe essere davvero il padre di tutti i poteri. Così come Dio creò l’Universo in 7 giorni, così la divinità solare fece nascere i poteri.

Ma sto andando troppo oltre.

ENTRIAMO NEL VIVO

L’imperatore dragone sbrana un Rufy completamente rilassato. Lo inghiotte e gli spara l’onda energetica.

Vi faccio vedere una cosa:

Da questo confronto possiamo capire due cose:

LA PRIMA: Oda ha ricreato la stessa scena dell’inghiottimento ma a parti invertite. Non è stata una scelta casuale. Ci sta facendo capire che questo potere cambia completamente le carte in tavola. Se prima era Kaido ad avere il controllo, ora non più.

Non è solo il rapporto di forza ad essersi ribaltato

MA È ANCHE LA PERSONALITÀ

In riferimento a tutti quelli che si stupiscono di fronte ad un Rufy così imbecille, voglio ricordare che fino a qualche capitolo fa abbiamo avuto questo:

Prima era Cappello di Paglia a essere serio mentre il suo avversario mandava baci, piangeva e in generale si rincoglioniva sempre di più.

Ora è l’opposto. Capite anche voi che questo ribaltamento vuol dire una cosa sola

È TROPPO FORTE

Rufy rincorreva Kaido, cercando in tutti i modi di dare il massimo per colpirlo e fargli male. Kaido era rilassato. Adesso è il contrario. Il nemico si sta impegnando contro un personaggio che saltella, si diverte, finge di farsi male.

Voglio essere lapidario: se Cappello di Paglia avesse fatto DAVVERO sul serio, l’imperatore dragone sarebbe già a terra sconfitto. E Onigashima si sarebbe conclusa in questo capitolo.

Non sto scherzando.

Il maestro ha voluto “allungare” in modo intelligente mostrando le abilità del frutto. Ma la sconfitta è dietro l’angolo.

Preparatevi.

LA SECONDA COSA: Rufy riesce a manipolare la personalità di chi gli sta intorno grazie alla parte Zoan divina del suo frutto. Mentre può tramutare l’ambiente in gomma grazie alla parte Paramisha.

Vedere Law con il volto serio ma gli occhi scemi da cartoon mi ha ricordato il Giudice Morton di Roger Rabbit.

È VERO

Avete ragione. Questo combattimento ha preso delle pieghe surreali.

MA ONE PIECE È SEMPRE STATO COSÌ

In ogni scontro c’era qualcosa di stupido, una gag che smorzava i toni.

Sicuramente qui ce ne sono di più, ma è il frutto. È fatto apposta.

DEVE ESSERE COSÌ

Oda ha sempre messo scene surreali nel suo manga

Io capisco quello che intendete. Inserire una gag al di fuori di uno scontro serio va bene, non dà fastidio.

Il problema (per alcuni di voi) sta nel fatto che lo scontro abbia PERSO PRESTIGIO con queste scene imbecilli.

È come se un gruppo di scienziati illustri stesse parlando dell’entanglement quantistico e arrivasse un ragazzo dicendo di saper ruttare l’alfabeto.

Abbasserebbe il livello della conversazione.

Ecco, è questa la sensazione che provate. Si è persa quell’aura di sacralità che aveva lo scontro.

Anche quando Kaido era ubriaco e faceva la sua versione sexy, triste, assassina era comunque accettabile. Ma in questo caso è troppo.

TROPPO

Si è perso il pathos dello scontro, l’hype dei colpi. Ora sono tutti stupidi. Stanno ruttando l’alfabeto davanti agli scienziati.

VI CAPISCO

Il problema sta alla base. Che cosa vi aspettavate da questo scontro?

VOI

Quali erano i VOSTRI desideri? Sono sicuro che tutti noi avevamo previsto un combattimento normale tra due personaggi che se le danno a morte. Poi power-up figo e Klaudio va a dormire.

Invece no.

Siamo stati presi per il culo.

E sapete una cosa?

È MEGLIO COSÌ

Vi ricordate quell’intervista in cui Oda disse che avrebbe cambiato il finale del manga se tutti lo avessero scoperto?

Non so quanto possa essere vera una cosa del genere, ma la risposta tradisce un atteggiamento particolare nel Maestro.

Lui odia il conformismo. Odia la banalità.

Con One Piece, vuole stupire proponendo idee originali che spiazzino il lettore, che portino i fan di tutto il mondo a interrogarsi sul motivo di quella scelta

COME STIAMO FACENDO NOI

Siamo rimasti spiazzati. Ci aspettavamo un power-up, ma non di questo tipo!

Il capitolo 1045 è una lettera d’amore alla Creatività, quella musa che ispira i grandi artisti. Ci vuole coraggio per tendere l’orecchio e ascoltarla.

Ma soprattutto, ci vuole ancor più coraggio a farsi trasportare da essa. Ad agire per suo conto.

Quante persone avrebbero avuto le palle di prendere un manga che ha 25 anni, prendere lo scontro più importante di sempre (per ora) e trasformarlo in una gag continua con il protagonista che usa l’avversario come corda per saltare?

C’è del genio in questo. Cambiare le carte in tavole così tanto, stupire in questo modo

E DIVERTIRSI

L’ho detto anche qualche settimana fa, Oda si è sicuramente divertito come un bambino a disegnare queste tavole. Ed ecco dove sta il genio. L’adulto che rimane bambino, che continua a giocare nonostante l’età avanzata.

Che se ne frega di quello che dicono “gli adulti” e fa il cazzo gli pare.

QUESTO CAPITOLO…

… è rivoluzionario. Kaido guarda il nuovo potere del suo avversario e dice che sembra uscito da un fumetto

Ecco la metanarrazione che volevo! E di cui parlavo la settimana scorsa in Live.

Il personaggio di un fumetto che non si riconosce come tale (non sa di essere un personaggio 2D) ma lo vede nel suo avversario. Meraviglioso.

QUESTO CAPITOLO…

… ha scosso il mondo. Un po’ come Rufy.

Ovunque sento parlare di “SPOILER 1045”, di commenti al capitolo, di gente che fino all’altro ieri diceva che One Piece è sopravvalutato, ora vuole sapere la nostra “qui sotto” nei commenti di Youtube, di TikTok.

QUESTO CAPITOLO…

… ha le palle giganti.

È la differenza tra un artista mediocre e un artista che sceglie di disegnare un’opera secondo i suoi personali canoni di bellezza estetica e narrativa. Che possono anche essere anacronistici, ma se Oda fosse italiano direbbe: “sticazzi”.

QUESTO CAPITOLO…

… trasuda libertà artistica, voglia di sperimentare qualcosa di diverso.

Rimane fresco, nuovo, nonostante sia “vecchio”. Nonostante appartenga ad un’altra generazione e si stia avviando verso la fine.

One Piece è del ’97 ma continua ad appoggiare le sue enormi palle grosse e “ciacione” a buona parte delle storie attuali.

QUESTO CAPITOLO…

… è geniale. Ed è giusto che divida la community. Il genio deve essere provocatorio, irriverente, in anticipo sul percorso

State pur certi che di One Piece ne parleranno anche i nostri figli. Così come mio nonno (pace all’anima sua) che quando l’anno scorso mi vide con i capelli biondi disse che ce li avevo “come Dragon Ball”.

Mio nonno non ha mai letto Dragon Ball. E conosceva la trasformazione di Goku in Super Saiyan.

One Piece farà la stessa fine. È già ORA uno dei fumetti più conosciuti della storia.

MA NON VI VEDO CONVINTI

Siete tristi.

Il 1045 è ancora brutto per voi.

Proviamo un’altra strategia. Guardate qua:

Sappiate una cosa: Oda non può farlo per sempre.

Anche in un capitolo del genere, completamente “gaggoso” (pieno di gag), ha inserito la pagina doppia che farebbe squirtare venti Danike Mori.

C’è bisogno di equilibrio. Non siate pessimisti, questo capitolo serviva per farci vedere i nuovi poteri.

PER FLEXARE

Far capire al lettore di cosa è capace il risveglio

Non sconfiggerà Kaido trasformandolo in gomma e facendolo volare come una mongolfiera

Su questo sono sicuro. Fidatevi di me.

Le gag si devono dosare. E anche se mi giustifichi un potere volutamente ridicolo, comunque hai bisogno della parte seria per compensare.

Lo stesso Kaido ha smesso di fare il cretino per controbilanciare l’eccessiva stupidità di Rufy.

Non vi preoccupate, state tranquilli.

Avete visto l’ultima pagina?

Vi sembra la faccia di una gag?

In tutto il capitolo, sono tre le scene serie:

– RABBER GIGANTE

– RUFY FINALE DOPO AVER BUCATO KLAUDIO

– QUESTA:

La morte non ha mai spaventato Cappello di Paglia. La sua paura è sempre stata quella di non essere libero, di non vivere davvero mentre si è in vita.

È questa la vera morte.

Come dico sempre, le parole dei personaggi, se inserite nei momenti giusti, possono essere profetiche.

Kaido dice a Rufy che se continuerà così, finirà per ammazzarsi.

Considerando i Gear precedenti, tutti quanti hanno delle controindicazioni. E non parlo solo di quelle visive come il rimpicciolimento del Third o la stanchezza del Fourth.

PARLO DELLA STAMINA

Lucci fa un discorso identico a Enies Lobby. Capitolo 420:

Ironico.

Se ci pensate, sia Lucci che Kaido in forma ibrida fanno la paternale a Rufy mentre sta provando il suo nuovo Gear. E dicendo che se continuasse a sforzare questo potere, morirebbe.

Rufy risponde ad entrambi più o meno allo stesso modo

NON M’IMPORTA DI MORIRE

Quindi la domanda è: questo nuovo Gear potrebbe accorciare la vita del capitano?

Non è una certezza ma è una cosa probabile.

Mi piace l’idea che questo personaggio dia tutto sé stesso per il suo sogno. E solo dopo aver liberato il mondo dal Governo Mondiale, solo dopo essere diventato l’uomo più potente della storia, brucerà.

Brucerà leggero.

Come cenere bianca.

Come un uomo che ha ottenuto tutto dalla Vita e non ha alcun rimpianto di fronte alla Morte. E salutandola come una vecchia amica, immagino quest’uomo sorriderle.

Sorriderle perché alla fine la stava aspettando. Non ha più niente da fare.

Quest’uomo morirà.

Ma alla fine non morirà mai.

Ah, è passata la mezzanotte.

Auguri Francè.

Vai alla barra degli strumenti