One Piece Capitolo 976: l’Omelia del Reverendo

12938

IL NOVECENTO

SETTANTASEI

 

[anche se muori, non morire]

 

F R A T E L L I!

Questa volta non mi sono fatto fregare. Sto scrivendo l’omelia alle quattro meno venti (di pomeriggio ovviamente). Stasera ho un mucchio di cose da fare. Devo vedere alle 17 una conferenza sui samurai e su Musashi Miyamoto, non me la perderei per niente al mondo. La fanno online e solo su invito. A breve mi danno il link.

Poi alle 21:00 devo vedere Spy Kids con Tosky su Netflix Party e più tardi devo allenarmi. Sto facendo un circuito in total body molto interessante costruito con due soli manubri di ghisa e un bilanciere. Io mi rompo tantissimo il cazzo a fare cardio. Ma di questo ne parleremo un’altra volta

BENVENUTISSIMI

Io sono il reverendo e purtroppo oggi mi tocca cambiare approccio nella scrittura di questa omelia. La volta scorsa alcuni di voi si sono lamentati delle troppe pubblicità che apparivano continuamente. Sappiate che non è colpa nostra, quelle vengono generate automaticamente ogni volta che si danno 4 (o erano 5?) invii. Vi faccio vedere:

PUBBLICITÀ

Visto? Quindi, ragazzi abbandonate l’idea che vogliamo farci “li sordi” attraverso i post sul sito perché non è così. E dato che io di solito utilizzo molti spazi, oggi devo tenere a bada il tasto dell’invio. Fatemi sapere se la vostra esperienza di lettura cambia oppure se è lo stesso delirio di sempre.

Detto questo, signori

SIGNORI

SI VA!

COVER A COLORI

Leo che ha mangiato il frutto Cuci Cuci e sta cucendo una scarpa. Zoro non sa maneggiare nulla che non sia una spada e infatti fa cagare con le scarpe, rabber ha (in qualche modo) realizzato due modelli a forma di Sunny e Merry, Chopper si sta mettendo in posa per la prossima collezione peluche di Primavera-Estate (Merchandising Mon Amour) e Nico Robin non c’è.

NON C’ÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈÈ!!!!!!!!!!!!!!!!!

Perché mi dovete sempre far innervosire, voi della Shueisha? Mi avete messo Nami che è NETTAMENTE inferiore a Robin e non me la mettete? Per quale motivo?

Ma iniziamo subito con un bel flame, ora che mi sono fatto odiare da voi, andiamo avanti con le cose serie.

IN QUESTO CAPITOLO NON C’È UN CAZZO DA DIRE

No davvero, che cosa abbiamo? Volendo essere buoni abbiamo il monologo di Momonosukkia, carino, una breve panoramica dei poteri di Kanjuro (Oda ha usato delle citazioni all’arte ukiyo-e, ne parleremo) e l’arrivo di Jinbe. Fine.

MECOJONI

Sì beh, sembra chissà quale roba interessantissima ma davvero, non c’è molto da dire. Ora che il Maestro ci ha introdotto anche Jinbe insieme a Denjiro, non c’è più motivo di proseguire questa battaglia in mare che fa molto Pirati dei Caraibi (o Assassin’s Creed Black Flag… e per la cronaca, a me è piaciuto, sempre meglio di quella merdaccia del 3, Connor peggior assassino di sempre, provate a smentirmi).

KIN’EMON PARLA DI FORTUNA

In pratica il capitolo inizia con tutti i Foderi (o quasi) che capiscono dell’enorme culo di Kin’emon. Sanno che la sua è stata fortuna. Segue il solito discorso alla “moriremo insieme” e bla bla bla…

Insomma, nulla che non sappiate già. Come dico sempre io, non bisogna mai raccontare il capitolo ma analizzarlo. Se lo raccontassi non farei altro che descrivervi le scene, ma queste cose le potete fare anche voi con i vostri occhi. Il web è pieno di siti dove raccontano e pochi che analizzano. Che offrono contenuti.

Ma questo è un discorso mio, permettetemi ogni tanto di sbroccare.

Come se non lo facessi già.

L’ARRIVO DI MONET

Quelle ali. Quelle piume!

ECCOLA!

Finalmente! Prossimo membro in ciurma! Ormai è fatta! Ragazzi è tutto vero!

È TUTTO VEROOOOOOOOO!!!!

Dopo tante preghiere, finalmente è arrivata Monet.

Ok, basta scemenze.

Oda non ha inserito quell’uccello a caso. È una gru

 

Prima di parlare dell’ukiyo-e, guardate questa scena:

Voglio dire, questi sono i tipici discorsi di un personaggio apatico, vero? La famosa “apatia” di Kanjuro si è rivelata per quella che è, una semplice alleanza con Orochi (e quindi con Kaido) con annessa felicità di chi crede di averla spuntata. Felicità. Un’emozione.

“Non riuscirai nemmeno ad approdare sull’isola!”

Eiichiro Oda considera Wano la saga dei samurai, ma soprattutto del teatro, così come Dressrosa era la saga dei giocattoli e dei burattini (i fili di Doflamingo). Quindi è normale rappresentare dei personaggi contraddittori come Kanjuro, che dicono una cosa ma poi ai fatti dimostrano altro.

Kanjuro è un villain che magari avrebbe anche accettato volentieri di morire nel pentolone o sulla barchetta, prima che arrivasse il Trio Sabaody a salvarli, però resta tutto sommato un personaggio che GODE all’idea di portare Momonosuke da Kaido, è felice del fatto che loro siano in vantaggio rispetto a Kin’emon e gli altri.

TU CHIAMALE SE VUOI EMOZIONI

Come diceva Battisti. Queste sono emozioni che rivelano la tua identità. La fregnaccia dell’apatia è solo un espediente narrativo utilizzato da Oda per accentuare la similitudine con il teatro. E infatti Kanjuro viene da una famiglia di attori. È un semplice parallelismo. Tutto qui.

Consideriamo Kanjuro per quello che è, un villain a tutti gli effetti – e spero che muoia così da coronare sia il suo sogno che il nostro, non sopporterei una redenzione, la vedrei davvero brutta – che si trova dall’altro lato della barricata a insaputa di tutti. E il colpo di scena è stato molto sentito, specialmente da me

LA PITTURA UKIYO-E

Allora, partiamo dall’inizio:

IL FRUTTO DI KANJURO È DEVASTANTE

È un Paramisha “alla Rufy”, dove il tuo corpo DIVENTA quel materiale senza che ci sia bisogno di attivarlo. Quindi è un uomo-inchiostro così come Rufy è un uomo di merd… cioè, di gomma.

Ad esempio, personaggi come Oven (con la “v”) devono attivare il loro potere, non sono sempre bollenti e calienti e me gusta bailar ogni secondo della loro giornata. Quando vogliono, lo diventano. Rufy e Kanjuro invece sono sempre fatti di quel materiale, anche quando vanno a dormire.

Guardate qua:

Come potete notare, non ha una sagoma definita. Si tratta sicuramente di una metafora in cui Oda ha voluto mostrare la mancanza di forma di Kanjuro e quindi un parallelismo a quello che ha sempre detto, cioè di essere “vuoto” (come no…).

In base al potere mostrato in questo capitolo però, mi piace pensare anche che

KANJURO SIA DAVVERO FATTO D’INCHIOSTRO

Senza ripetere le cose scritte poco fa, nella vignetta con Orochi, Kanjuro è letteralmente una macchia nera, quindi conferma il suo potere Paramisha molto particolare.

E ARRIVIAMO A STA CAZZO DI UKIYO-E

Sappiate che io adoro la ukiyo-e. Si tratta di un’arte giapponese molto particolare. I disegni venivano impressi su carta e poi stampati, quindi erano un prodotto seriale, adatto alla gente comune che magari non aveva soldi per acquistare un’opera d’arte singola.

Uno dei maggiori esponenti di questa forma d’arte fu Hokusai Katsushika, l’autore della famosissima Onda di Kanagawa che praticamente anche i muri e le pietre conoscono

Fuji-Hakone-Izu National Park, Japan — Also known as The Great Wave, the print is from the series Thirty-Six Views of Mount Fuji. Located in a private collection. | Location: near Kanagawa, Japan. — Image by © Corbis

Se volete approfondire la vita di questo personaggio e artista controverso, vi consiglio il fumetto di Shotaro Ishinomori.

LINK AMAZON

Oltre a raccontare la vita di Hokusai regalandoci uno splendido spaccato della società giapponese nel periodo Edo, l’autore ha impreziosito molte tavole con ricalchi di disegni veri di Hokusai, offrendo al lettore un’opera davvero stupenda. Sono felicissimo di averla acquistata.

Fatemi sapere se la comprerete anche voi.

Come accennato prima, questa forma d’arte è esplosa nel periodo Edo (XVII secolo) fino alla Restaurazione Meiji (XX secolo) regalandoci dei disegni così belli, così delicati che sembrano davvero sospesi, “fluttuanti”. Ukiyo-e significa “mondo fluttuante”. Come se fosse un’altra realtà parallela a quella in cui stiamo vivendo adesso.

Ecco la mia “collezione privata”:

Questi sono di Kasamatsu Shiro (1898-1991)

 

Questi due sono di Kawase Asu (1883-1957)

 

Questi invece (sono gli ultimi) appartengono a Tsuchiya Koitsu (1870-1949)

E POI ABBIAMO QUESTO

VI RICORDA QUALCOSA?

Che fantastica citazione, non credete? Se ci pensate, Eiichiro Oda non poteva far altro che omaggiare l’arte ukiyo-e con il potere di Kanjuro. Anzi, sarebbe stato quasi un folle se non ci avesse provato!

Abbiamo la saga di Wano che è in pratica il Giappone chiuso del periodo Tokugawa, abbiamo il teatro Kabuki con le maschere e il trucco, abbiamo i fantasmi (Brook quando spaventa i ninja nel Palazzo Scorreggia), i samurai, le spade, non metti anche la stampa ukiyo-e?

FANTASTICO. BELLISSIMO

Probabilmente scriverò un approfondimento a riguardo, voi comunque fatemi sapere se avete comprato il manga di Ishinomori su Hokusai.

PROMEMORIA: INSERIRE UKIYO-E NEL GLOSSARIO DELLA NOSTRA APP

[OPGT scaricabile gratuitamente per iOS e Android]

Ovviamente tutte le onde che avete visto e che vedrete in futuro a Wano, sono degli omaggi a Hokusai.

Bene, credo di aver detto tutto su Kanjuro. Andiamo avanti.

IL MONOLOGO DI MOMONOSUKKIA

Bello. Ieri in live il buon Symonch (o era Tosky, non ricordo) disse che stava facendo una pessima figura con la sua solita paura dell’altezza e il suo piagnucolare.

Poi però girando pagina abbiamo un interessante monologo che funge quasi da chiusura di un cerchio aperto a Zou.

VI RENDETE CONTO? A ZOU!

Analizziamo meglio alcuni dettagli. Capitolo 819, Rufy, Law e gli altri si trovano dentro l’Albero Balena a Zou. Cappello di Paglia rimprovera Momonosuke perché non sta dicendo neanche una parola, nonostante sia un “pezzo grosso”:

Dopo aver capito che non può fuggire per sempre dai suoi doveri da (futuro) shogun, il bambino chiede aiuto a Rufy, e lo fa in lacrime

Ovviamente il Capitano accetta. Oda ha semplicemente ripreso la stessa struttura dei dialoghi usata a Zou e l’ha riproposta ora, a Wano:

Momonosuke piange ma lo fa con coraggio, Rufy riconosce la sua forza e accetta. A Zou ovviamente accetta di sconfiggere Kaido (uno contro uno, voglio sottolinearlo) mentre ora accetta la sua richiesta di non seguirlo ma di andare a salvarlo più avanti, una volta attraccati a Onigashima.

Momonosuke è perfettamente consapevole di essere solo l’ombra del padre. Ve lo ricordate l’inchino di tutti gli operai nella prigione di Udon?

Momonosuke disse una frase molto eloquente che praticamente riassume quello che ho detto prima:

“Quando mi guardano non è me che vedono… vedono mio padre”

In questo momento Momonosuke sta portando il fardello della speranza di tutti gli abitanti di Wano ma non solo. Lui porta il peso di suo padre, la frustrazione di sapere che non potrà mai essere come lui (almeno per ora) e quindi non riuscirà mai ad ottenere lo stesso potere, lo stesso carisma di Oden Kozuki. Però può provarci.

Questo bambino tremante, con la paura dell’altezza e in lacrime, di fronte a Kanjuro, un nemico che lo sta portando direttamente nella bocca del demone a Onigashima, riesce a trovare le parole giuste per caricare i samurai e i pirati.

In questo momento un bambino di 8 anni ha compiuto un altro passo, anche se piccolo, verso la sua realizzazione personale. Grazie a queste azioni lui cresce e diventa sempre più uomo, sempre più vicino a suo padre.

Fino a superarlo.

Io sono sempre più convinto che Momonosuke sarà per Rufy quello che Oden è stato per Roger. Un fedele e potentissimo alleato. Ma il Re dei Pirati e il grande Kozuki sono arrivati troppo presto. Loro hanno spianato la strada per l’arrivo di questi due ragazzi.

E alla fine saranno Oden e Roger a vivere nell’ombra di Momonosuke e Luffy.

Quando Cappello di Paglia guiderà il Grande Esercito per la guerra finale, avrà sicuramente al suo fianco Shirahoshi con i Re del Mare, Bibi con Pluton e Momonosuke con Zounisha. E saranno questi tre ragazzi a forgiare la società che verrà, quella che si rialzerà dalle macerie della Grande Guerra imminente.

Vi ho fatto arrapare almeno un po’? A me è diventato come il Telepass.

PRIMA DI ANDARE AVANTI

Menzione d’onore. Sanji:

Molto bella questa scena. Andiamo avanti. Cari sanjisti, tanto lo so che mi dovete rompere il cazzo per una settimana intera mandandomi messaggi privati con la scusa di “parlare con me” ma in realtà è per farmi “gne gne gne Sanji è meglio di Zoro”.

Sti gran cazzi. Sanji è un personaggio STUPENDO. Ma a me piace di più Zoro per un mio gusto personale. Che ci devo fare?

NOI NON STAREMO DIETRO A CAPPELLO DI PAGLIA

Questa frase consacra Eustass Capitano Kidd ufficialmente come ombra di rabber. Per due motivi:

– il primo, ha detto questa frase, quindi riconosce di stare “dietro” sia letteralmente (per via della sua nave che si trova effettivamente qualche metro indietro alla Sunny) e sia metaforicamente. Aggiungiamo Kidd nel calderone dei personaggi appartenenti alla Generazione Peggiore che si sono “rabberizzati” insieme a Capone e Law.

– con l’arrivo di Jinbe, questa frase perde ufficialmente di valore, soprattutto dopo aver visto la faccia che fa lui alla vista di un ex-Shichibukai che diventa sottoposto di Rufy.

Ho sempre amato Kidd, sia chiaro, e continuerò ad amarlo anche dopo il processo di rabberizzazione.

LE ARMI SONO DI ECCELLENTE QUALITÀ

Bello. Sono contento che Oda abbia inserito il discorso delle armi. Perché alla fine, tutte ste cazzo di fabbriche, e l’acqua inquinata, e il cibo di merda doveva portare a qualcosa, no? Tutto questo per costruire le fantomatiche armi. Ok.

IL TRIO SABAODY

Questa scena è interessante perché in un singolo balloon ciascuno, Oda ha rivelato l’essenza di quello che Rufy, Law e Kidd sono realmente. La frase più complessa la fa Law, il cervello e lo stratega. Quando viene abbattuta una nave alleata dai cannoni nemici, lui pensa subito alla strategia e alla loro stoltezza nell’aver sottovalutato la potenza nemica.

Rufy se ne sbatte il cazzo e fa quello che ha sempre fatto in 20 anni di storia. Andare sempre dritto. Lo ha fatto a Marineford, lo ha fatto a Enies Lobby, lo ha fatto a Impel Down e ora lo fa a Wano. Insomma, il solito Rufy.

Kidd invece si rivela stranamente (???) cinico. A lui fregacazzi se una nave dei samurai è stata abbattuta, non è un suo problema. Ed è proprio coerente con la scrittura di questo personaggio. Ovviamente sto dicendo banalità ma è giusto soffermarsi un po’. Quando Oda ce li mette tutti e tre insieme è sempre per dare risalto alle loro personalità. Infatti mettendoli uno a fianco all’altro, ognuno dice quello che pensa in successione. Quindi possiamo confrontare le loro analisi.

E arriviamo a lui. Il pesciolone gigante.

OHIKAENASUTTE

No, non preoccupatevi, non siete costretti a leggerla per forza. Questo è un saluto formale. In pratica Jinbe quando si è presentato si è messo così:

Infatti se notate, le sue gambe sono piegate proprio in questo modo:

È un saluto utilizzato anche dalla yakuza. Infatti non è un caso che Jinbe venga chiamato anche “oyabun”, che è un titolo onorifico di altissimo livello. In pratica l’oyabun sarebbe una specie di “padrino” per dirla in maniera molto grossolana. Un capo carismatico che comanda una numero imprecisato di subordinati.

Anche Kyoshiro e Hyogorou vengono chiamati con questo titolo.

Prima di concludere l’omelia voglio fare coming out.

A ME PIACE IL PERSONAGGIO DI JINBE

Non lo considero eccelso come Nico Robin, per carità, però non mi fa schifo neanche come Pell. O come Chopper.

Inoltre questa presentazione mi è piaciuta parecchio. Il suo volto nell’ultima pagina, così rilassato e felice, come se finalmente si fosse tolto il fardello di Big Mom e avesse abbracciato davvero il suo sogno. Cerchiamo di fare chiarezza una volta per tutte:

JINBE HA UN SOGNO. E QUAL È?

Seriamente, qual è il sogno di Jinbe?

Proteggere Rufy a costo della vita. Durante la sua prigionia a Impel Down, Jinbe era nella stessa cella di Ace che gli ha chiesto di prendersi cura del suo fratellino.

All’inizio non ha accettato ma poi vedendolo a Marineford, la sua tenacia, il Re Conquistatore, il fatto che persino Barbabianca avesse scommesso su di lui, gli ha fatto cambiare idea.

Per diventare un membro della ciurma di Rufy devi avere due requisiti ESSENZIALI:

– un flashback che ti definisca come personaggio e ti dia un solido background per fare immedesimare i lettori

– un sogno che sia compatibile con la fine della Grand Line

Tutti i Mugiwara, TUTTI QUANTI, hanno queste due caratteristiche. Eccetto Zoro ma considerate le ultime SBS sicuramente avremo sorprese in futuro.

– Il sogno di Zoro è correlato alla fine della Grand Line. Smettere di essere come “una rana nel pozzo” vuol dire conoscere il mondo, quindi arrivare fino alla fine. Il flashback è quello di Kuina e in futuro avremo quello degli Shimotsuki.

– Il sogno di Sanji è quello di Trovare l’All Blue, e secondo voi Oda lo metterà nel Mare Orientale? No. Combo flashback Zef-Vinsmoke.

– Chopper, stesso discorso di Zoro ma in campo medico. Scoprire tutte le malattie del mondo vuol dire GIRARE il mondo. Flashback di Hillk.

– Nami, simile a Chopper. Flashback di Bellmere.

– Nico Robin è strettamente legata non solo alla fine della Grand Line ma proprio a Laugh Tale! Flashback stupendo di Ohara. STUPENDO. CAZZO! È BELLISSIMO!

– Il sogno di Franky  è portare la sua nave alla fine della Grand Line. Flashback di Tom.

– Usopp deve diventare un coraggioso guerriero dei mari, quindi deve viaggiare. Flashback di Shirop.

– Brook deve persino oltrepassare i Promontori Gemelli per arrivare a Lovoon. Flashback dei Pirati Rumbaar.

– Il sogno di Jinbe è proteggere Rufy perché ha fatto una promessa a Ace e intende mantenerla. Il flashback è quello di Otohime e Fisher Tiger.

Quindi ha tutti i requisiti per poter essere un Mugiwara.

Ogni volta che vedrete un personaggio interessante, carismatico e family friendly, ponetevi queste due domande: ha un flashback? Il suo sogno è compatibile con la fine della Grand Line? Se entrambe le risposte sono affermative (ma ne dubito) allora quello sarà il prossimo Mugiwara.

Altrimenti no.

No. Non entrerà Carrot. Mettetevi l’anima in pace.

21 Commenti

  1. “Ogni volta che vedrete un personaggio interessante, carismatico e family friendly, ponetevi queste due domande: ha un flashback? Il suo sogno è compatibile con la fine della Grand Line? Se entrambe le risposte sono affermative (ma ne dubito) allora quello sarà il prossimo Mugiwara.”

    Quindi il prossimo membro è Sabo?

    • Ti piacerebbe xD

      Il suo sogno non è compatibile con la fine della Grand Line. Lui è un Rivoluzionario, sicuramente avrà la stessa ambizione di Dragon, abbattere tutti i Draghi Celesti.

      Quindi no, bocciato anche Sabo

      • Quello che troveranno a Raftel dovrebbe portare alla caduta dello status quo e del governo, che è appunto l’obiettivo dei rivoluzionari. Per me Sabo è scappato con Bibi e si riunisce alla ciurma per il finale del viaggio. Da piccolo voleva pure fare il pirata…
        Unica altra possibile è Tama, così abbiamo il classico triodi donne (giovane, milf e loli) da shonen. O lei o Carrot.

  2. Ciao Rev,
    Come sempre ho molto apprezzato le tue analisi, nonostante stavolta ci sia stai poco da analizzare.
    Volevo dire una piccola cosa che forse è un po’ off topic.
    Secondo me, il caro Oda, sta già mostrando, quasi tutti (mancano Gattovipera e Marco che sono convinto venga perchè Weeble prima scorrazzava libero da Flottaro, adesso è come tutti), gli schieramenti perchè non vuole focalizzare tutta la suspense su chi arriva ma come si svolgerà la Grande Guerra. Più o meno alla avengers in endgame.
    Speriamo che entriamo velocemente ad Onigashima per soddisfare un po’ gli occhi, ormai siamo nel clue della trama e abbiamo un po’ bisogno di scazzottate soddisfacenti :).

    • Ma infatti è da due capitoli a questa parte che sembra proprio così. Io infatti pensavo esattamente il contrario, con combattimenti pieni di “entrate in scena”. Pensavo che sarebbero arrivati in successione Jinbe, poi Denjiro, Marco, Moria eccetera. Però evidentemente non sarà così e Oda si è “bruciato” (in senso positivo) questi due personaggi.

      Non credo introdurrà altra gente e adesso tireremo dritti a Onigashima. Staremo a vedere…

      • Che arriva Gattovipera mi va bene, rimane sempre un fodero rosso quindi serve la sua presenza.
        Per gli altri non credo arriverà nessuno (Marco & Co. per me arriveranno alla saga finale, in stile Endgame) già perchè a Wano c’è già troppa carne sul fuoco. Quindi eviterei a far apparire altra gente.

  3. Dunque, non ho niente contro Jimbe, è figo, fa mosse di karate in grado di stendere giganti come Moria e Wadatsumi, solo boh… mi ha rotto!!
    Fin dall’inizio mi hanno rotto i suoi “vorrei ma non posso” ogni volta aveva sempre una scusa “scusa non posso ho una promessa da mantenere, scusa ma devo andare da quella Monster House uscita da Hansel & Gretel a dirli che voglio licenziarmi, scusa ma mi è scaduto il sugo, scusa lì scusa la…” propri mi ha rotto!
    Almeno Bibi/Vivi (+ Karl si intente) è stata veloce e schietta (sono stati veloci e schietti), già lei non se la poteva permettere di unirsi a Rufy & Co.
    Per arrivare al dunque, sono contento che FINALMENTE si sia unito alla ciurma, ma nel resto non sono contento.
    In più spero sempre in futuro per un altro membro femminile (che solo due donne, che tristezza). Mi piacerebbe Carrot ma lei manca di una cosa… un flashback.

    • Jimbe era legato a Big Mom. Era diventato Shichibukai per proteggere la sua isola. Ha lasciato il suo titolo a Marineford perché non credeva più in questa istituzione, ha voluto scommettere su Rufy.

      Quando Jimbe ha ricevuto la richiesta di entrare in ciurma da parte di Rufy, lui non poteva perché Big Mom era la protezione che gli serviva fino a quel momento per tenere in piedi Fishman Island. Ora con Rufy poteva permettersi di abbandonare il ricatto di Linlin e seguire il suo cuore, seguire la sua promessa fatta a Ace quando stavano nella stessa cella a Impel Down.

      Ecco perché non ha potuto, perché doveva prima svincolarsi da Big Mom. Poi durante WCI ha trovato i suoi vecchi amici, i Pirati del Sole e ha lasciato andare anche loro perché voleva seguire Rufy, proteggerlo e aiutarlo. Si sarebbe unito già da WCI se solo non lo avesse protetto e avesse fatto da scudo per far fuggire la Sunny dalle grinfie di Big Mom.

      Altrimenti sarebbe approdato a Wano insieme a Rufy.

      Io credo che la maggior parte della gente si sia fatta trascinare dal fatto che Jimbe abbia cambiato fazioni più e più volte ma se si va ad analizzare meglio la cosa, scopriamo che la realtà è un’altra: lui è stato COSTRETTO a fare così per il bene della sua gente. Secondo te perché è diventato Shichibukai? Perché ha accettato che Big Mom si appropriasse di Fishman Island come territorio? Perché solo così poteva proteggere la sua gente.

      Jimbe è un uomo pesce, quindi una razza “inferiore” nel mondo di One Piece, e doveva per forza usare questi mezzi per farsi ascoltare, lui non è nato privilegiato ma ha dovuto lottare con i gomiti e con i denti per non permettere a nessuno di distruggere Fishman Island.

      Non fare il paragone con Bibi perché non ha senso. Bibi è nata privilegiata, è un essere umano “normale”, non un uomo pesce, inoltre lei è la principessa di una nazione, Jimbe no. Fai lo stesso paragone tra Bibi e Violet/Rebecca. Anche loro non sono entrate in ciurma per gli stessi motivi.

      Inoltre Bibi non era costretta a fare tutto quello che ha fatto Jimbe per tenere in piedi la sua nazione perché dopo Crocodile era praticamente già unita. Jimbe invece no, sopra Fishman Island c’è Marijoa, c’è l’influenza dei Draghi Celesti. Gli uomini-pesce sono da sempre perseguitati dagli umani, quindi quest’isola è da sempre perseguitata, non è mica come Alabasta.

  4. Sul fatto che carrot diventi un membro della ciurma o meno, mi rende indifferente, ma ne esiste la possibilità, basti considerare la stessa Nico Robin.
    Lei è entrata nella ciurma dopo Alabasta, senza avere un vero sogno, o un flashback che ti porti ad avere empatia nei suoi riguardi, tutto quello che ha portato robin ad evolversi è avvenuto in futuro nel manga, molto dopo la sua unione, certo lei ha iniziato ad aprirsi e ad essere più cordiali con la ciurma già da dopo la saga Skypea, ma la sua trasformazione e effettiva aggregazione con la ciurma avvenne solo dopo essere stata salvata.
    Questo può valere lo stesso per Carrot, al momento non ha un motivo valido che la porti ad unirsi alla ciurma (se non la sua voglia di vedere il mondo e la sua diversità, cosa che non può fare su Zounisha), ne ha un flashback, se non quello con Pedro, ma questo non vuol dire che non ne avrà in futuro.
    Chi avrebbe mai creduto che dopo quasi 18 anni Sanji avrebbe avuto un secondo Flashback sulla sua infanzia? E cosa non impedisce agli altri di averne (come ad esempio Brook, di cui non si conosce niente , se non cenni, da prima del suo incontro con Lovoon)?
    Inoltre, Oda segue un certo schema (da quello che ho notato) , c’è una enorme possibilità che su ogni isola dove approdano, rufy recluta almeno una persona nella ciurma (se si escludono Logue Town, Whisky Peak, Alabasta, Skypea e l’arcipelago Sabaody, le isole della Red Line non le considero, fino alla fine della saga di Wa) portando con se, da ogni mare, 4 membri per la ciurma (4 dall’East Blue e 4 dalla Grand Line, 5600 dalla Red line (lol)), questo mi fa pensare che ci saranno, dopo Jimbee, altri 3 membri (Carrot proveniente da Zou e, qui la sparo alta Kin da Wa no). Certo, si dovrà anche considerare il loro ruolo all’interno della nave e della ciurma, ma sono convinto, che se il mio pensiero si rilevasse veritiero, questo sarebbe l’ultimo dei problemi.
    Scusa se mi sono dilungato ma era un pensiero che volevo condividere.
    P.s. Bella Omelia Reverendo, scusa se mi sono soffermato solo sull’ultimo rigo che hai scritto, ma era l’unica cosa per cui mi trovavo in contrasto con la tua omelia.

    • Ciao Gabriele, ti rispondo per punti così da rendere più agevole la lettura:

      1. Tu dici: “Nico Robin è nata a Whiskey Peak, è entrata a fine Alabasta ed è stata approfondita solo a Water 7. Potrebbe succedere lo stesso con Carrot, no?”
      Beh… no. All’epoca Oda aveva tutto il tempo per permettersi una gestione simile del personaggio. Poteva permettersi di “perdere tempo” e introdurla con calma. In questo momento noi ci troviamo a Wano, probabilmente l’ultima saga importante del manga (escludendo la guerra finale). Oda stesso ha detto che vorrebbe concludere tutto entro 5 anni, dove lo trovi il tempo per approfondire un personaggio secondario come Carrot?

      Detto in altri termini: ne vale la pena? Davvero noi abbiamo bisogno di un flashback di Carrot? Perché? Che vantaggi darebbe alla narrazione? Approfondire Nico Robin ha senso perché lei porta con sé Ohara, quindi i 100 anni di vuoto. Introdurre seriamente Carrot farebbe perdere inutilmente tempo a Oda perché darebbe troppo risalto ad un personaggio che è giusto che stia lì, nel ruolo marginale di personaggio secondario.

      2. Sul discorso di Sanji non sono d’accordo ti ho praticamente risposto con il punto 1. Prima di tutto, Sanji ha avuto già il suo flashback durante la saga del Baratie, quello che Oda ha fatto a Whole Cake Island è stato un sovrappiù, un approfondimento di un personaggio che era GIA’ stato approfondito. Non lo ha creato a Whole Cake Island facendolo entrare in ciurma. Sanji è in ciurma praticamente da sempre, con un flashback bellissimo e solo dopo Oda ha voluto dargliene un altro. Esattamente come farà con Zoro, un personaggio entrato nel primo volume in ciurma che però ha avuto un approfondimento a fine manga. E’ diverso con Carrot che non ha praticamente alcun background.

      3. Se posso essere sincero, lascia perdere gli schemi, guarda la realtà dei fatti ragionando con serietà. Le isole dove i Mugiwara non hanno reclutato nessuno sono tante, quindi non c’è nessuno schema. Carrot non può entrare in ciurma perché Oda ha trovato una via di mezzo. Ha pensato che sarebbe stato carino avere un personaggio simile sulla Sunny ma non da farlo considerare un mugiwara ufficiale. Quindi che fare? Lo facciamo diventare un alleato che gravita attorno alla ciurma senza però entrare.

      E’ praticamente lo schema che sta utilizzando da Punk Hazard. Kin’emon, Kanjuro a Dressrosa, Cane e Gatto a Zou, Pedro/Pekoms a WCI e i Foderi/Law a Wano. Tutta questa gente non fa parte della ciurma di Rufy però gli gravita attorno. Sono questi gli schemi da guardare, perché è così che Oda vuole portare la storia.

  5. Adesso però voglio sapere perché odi il povero Pell! Graficamente stupendo, frutto fighissimo… L’unica cosa da odiare è come l’abbia gestito oda…

    • Ma sì, effettivamente è per quel motivo. Pell ha un ottimo design, ecco perché lo odio, perché Oda lo ha smerdato in questo modo. Secondo per perché mi sta sulle palle anche Chopper? Con un flashback bellissimo come quello, me lo vai a smerdare piano piano fino a farlo diventare icona kawaii a 360 gradi

  6. L’Omelia me la gusterò con calma ho dato un rapido sguardo veloce solo per vedere se avessi citato qualcosa che ha attirato la mia attenzione, anche se per il momento non trovo spiegazione al merito.

    Reverendo hai qualche idea su quali oggetti stia lanciando giù dalla gru Momo?

    Perché Oda usa “ploc ploc” in due vignette e non credo sia fatto per caso ed a ripeterlo 2 volte può essere qualcosa lasciato da Momo importante.

    • Alla faccia delle lacrime XD!!! Grazie!!! E non so le tempistiche per la prossima omelia quindi…. Auguro a Te ed alla Tua Famiglia una serena e gioiosa S. Pasqua!!!

      • Ti ringrazio carissimo, buona Pasqua anche a te. L’omelia la puoi trovare ogni domenica alle 8:30. Ovviamente non scriverò nulla se il capitolo è in pausa.

  7. Acquistato il manga 🙂 ho letto un sacco di recensioni positive. Speriamo bene.

    Gran capitolo questo, Jimbe ha sempre le introduzioni/presentazioni più fighe….mi sta piacendo tanto come mugi <3 ora la battaglia e finalmente la saga è pronta ad entrare nel vivo…
    Kaido e Big Mom preparatevi a cadere: la vostra era è finita

  8. Reverendo, come mai sei così convinto che Rufy sconfiggerà Kaido in 1vs1? son d’accordo che sarà lui a batterlo, ma non prima che sia stato aiutato da altri. Che senso ha allora, il desiderio di vendetta di Kidd? O la Enma che ora ha Zoro? Rufy non è riuscito a sconfiggere da solo vari personaggi nel corso del manga (Doflamingo e Cracker per fare 2 esempi).
    Che fine ha fatto Katakuri? avevo il sogno che aiutasse Rufy in qualche modo. Dopo essere stato sconfitto non può essere rimasto dolce comandante. E mi sembra strano che Big Mom non abbia portato il più forte tra i Suoi figli a Wano.
    Sconfitto Kaido, Big Mom diventa un personaggio irrilevante.. per questo vedo altamente probabile che cada anche lei (per mano di Kidd?).
    Un’ultima cosa: possibile che dei ragazzini riescano a battere imperatori ultra-ultra40enni? O che Momonosuke non possa avere un ruolo più in primo piano nella battaglia (un combattimento diretto)? Per questo credo che la guerra durerà anni nel manga, magari con qualche salto temporale (nel 2070 vedremo la fine della guerra forse).

    • Sicuramente ci sarà un combattimento un po’ fanservice in cui Kidd farà quello che ha fatto Law con Doflamingo. Qualche colpetto così ma niente di che. Secondo me il vero combattimento sarà 1 vs 1 proprio come è successo con Doflamingo.

      Riguardo la fine di Wano, considerando la velocità con cui Oda sta conducendo la narrazione, non mi meraviglierei se la saga finisse a fine anno 2020 o inizio 2021.

  9. Ciao Reverendo,
    Non sono sicuro che la forma scontornata di Kanjuro nel flashback con Orochi sia dovuta al suo essere d’inchiostro, perché è in quel momento che Orochi gli dà il frutto del diavolo. Forse sta solo a rimarcare la sua assenza di identità e di ideali.

    Per quanto riguarda lo schema nell’ingresso di un Mugiwara nella ciurma, io penso che Jinbei sia un po’ diverso dagli altri. La sua motivazione non è così personale come quella degli altri: non vuole essere il miglior timoniere del mondo. Io penso che lui sia spinto da un forte senso di dovere e di giustizia e dall’ammirazione per Rufy, che secondo lui sarà l’uomo che cambierà lo status quo e porterà giustizia nel mondo.

    Per quanto riguarda Carrot, probabilmente, come dici, non c’è tempo per sviluppare il suo personaggio, però a me sembra che lei sia già una mugiwara. Tutti gli altri personaggi di cui hai parlato che si sono temporaneamente uniti ai mugiwara l’hanno fatto per portare a termine uno scopo, mentre lei è salita sulla sunny per il piacere di farlo, non ha una missione da completare e quindi non vedo come possa ritornare sui suoi passi.

    Come ultima cosa vorrei sapere la tua opinione in merito alla questione Big Mom: se Kaido è l’avversario di Rufy, quale sarà l’avversario di big mom? Di solito Oda crea delle situazioni 1vs1, sopratutto per i personaggi più importanti. Oppure credi che sarà un Marineford 2.0

    Ultimissima cosa XD : che ne pensi dell’idea di un vero Marineford 2.0 per salvare Sabo, dove Rufy fa la veci di Barbabianca, con la sua flotta? Potrebbe essere questo il famoso incidente di cui si parlava a fine Dressrosa?

    Ps. Complimenti per l’omelia!!

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here