One Piece Episodio 924: King affonda Big Mom nei filler

3316

Se non hai ancora visto l’episodio, puoi guardarlo su Crunchyroll cliccando qui!

One Piece Episodio 924: il commento dell’ultima puntata dell’anime di One Piece tratto dal manga ideato e disegnato da Eiichiro Oda

Bentornati, cari stronzi (cit.), in un nuovo commento settimanale all’anime di One Piece, Wanokuni Arc. Dopo ben due settimane di pausa, nelle quali il mondo è andato a scatafascio per un maledetto virus, finalmente possiamo allietarci di nuovo con l’episodio, disponibile sul link a inizio pagina. Può darsi che tu, caro stronzo/a, non abbia ancora visto l’episodio e abbia aperto questo articolo solo per cercare il link. In tal caso ora la scelta è tua tra andare subito a vedere l’episodio e poi leggere il mio commento o leggere prima questo articolo per rispondere alla domanda: vale la pena guardare l’episodio 924 di One Piece? 

Risposta breve? Per quanto mi riguarda sì, gli episodi atroci sono ben altri. Come è pur vero che gli episodi perfetti sono sempre altri…in questo episodio potrete vedere qualche idea interessante per la regia di Tasuku Shimaya e per la sceneggiatura di Hitoshi Tanaka, ma diversi problemi nel disegno.

Risposta lunga? Ok. In generale l’episodio è di nuovo soggetto a diversi allungamenti tramite filler e scene dilungate, o scene filler dilungate (ormai faccio prima a dire quando non è così, vero?). Vi avverto: i primi 10 minuti di episodio sono composti al 95% da scene inedite e riempitive! Se siano belle o brutte ne parleremo dopo. Ieri mentre riguardavo il flashback di Nami durante la Maratona One Piece su Twitch con Tosky mi sono accorto di quanto più rapido e serrato fosse l’anime all’inizio, nonostante ci fossero altri tipi di difetti tecnici come gli sfondi super-zoomati. Ma abbiamo affrontato il discorso già diverse volte.

La prima parte dell’episodio, e i primi filler, vedono l’arrivo di Big Mom a Wano. O meglio, il non-arrivo. L’episodio non inizia nel migliore dei modi: gran parte della scena è riciclata dall’episodio precedente, come se non bastassero i riassunti della puntata precedente. Per un motivo che non ho ben capito, le scene di guerriglia tra i pirati di Kaido e la nave di Big Mom vengono alternate alle scene del banchetto di Orochi (anch’esse composte da scene riciclate e ripetute). Dovevo cogliere qualche parallelismo? Perché forse sono io un cretino, ma non ho capito. Se potete, illuminatemi voi. Resta il fatto che i primi 5 minuti dell’episodio sono tranquillamente skippabili. Persino il doppiaggio ha dei problemi, visto che in una scena Big Mom muove la bocca anche quando fa delle pause nel discorso! Avranno fatto queste scene di fretta?

Seconda scena filler: Luffy in prigione. Una breve sequenza per informare il gommoso che Tama sta bene. Quasi del tutto inutile, certo, ma almeno ora Luffy ha un pensiero in meno, no? Ovviamente è il solito idiota che non capisce che non deve urlare di notte mentre parla col ninja che sta provando ad aiutarlo di nascosto… Una nota di merito va al suo ripensare alla batosta presa con Kaido. Non solo ha senso (ci avrà pensato ogni singolo giorno, ne ha prese davvero di butto…), ma l’effetto sonoro in sottofondo, simile a un cuore ma più metallico, mi ha trasmesso parecchia ansia! Perfetto direi.

Tornando a Big Mom, qui inizia la terza scena filler che contiene diversi bassi…ma soprattutto alti! Se scartiamo infatti l’ennesima sfilata dei figli di Big Mom e la stessa mammona che resta immobile per 3 secondi buoni, ci resta un Queen che gestisce l’attacco alla nave. Secondo me ha senso che sia lui a svolgere questo compito, o comunque non Kaido in persona (visto che è sempre impegnato a urlare al soffitto e a spaccare tazze di liquore). A un certo punto si vede questa bella scenetta che ho trovato più originale del solito per gli standard di One Piece:

Carino no? Ma non solo! Mi ha molto divertito anche questa:

Nani?!

Devo dirlo, qui sono rimasto sorpreso, ma potrebbe essere “merito” delle mie non altissime aspettative. A voi sono piaciute queste scene?

Non abbiamo ancora finito coi filler però. Ora è il turno di…

Er Kingo

Tanto lo so che questo tizio vi intriga un sacco e lo volete contro Zoro. Nel manga, l’intervento di King l’Incendio è molto repentino e occupa solo una grande vignetta. Nell’anime hanno voluto elaborare quella scena, ottenendo un risultato non male ma nemmeno del tutto soddisfacente.
Anzitutto, promuovo il suo ingresso in scena. Il merito non va tanto all’animazione quanto alla musica. La chitarra elettrica rubata a qualche band death metal parte appena King inizia a trasformarsi, dopo un momento di silenzio. Ottimo, immagino che sarà il tema principale di King. Dal punto di vista sonoro ho solo qualche dubbio riguardo al rumore dei jet che si sente mentre King vola.

Mentre nel manga King va subito a capofitto contro la nave che è appena salita in cima alla cascata, qui lo pteranodonte cerca prima di attaccarli durante la risalita, e ovviamente i figli di Big Mom cercano di abbatterlo a colpi di FOTTUTISSIMA MITRAGLIATRICE GIGANTE.

Probabilmente ha un nome più preciso, ma sticazzi.

Solo in seguito King fa cappottare la nave grazie al Diable Ja-AHEM, a un calcio infuocato (nel manga non si capisce come attacchi), facendo cadere Big Mom nel mulinello invece che dalla cascata. Ora, non sono del tutto soddisfatto perché, dal punto di vista logico, il piano di King aveva più senso nel manga: aspettare che la nave risalga la cascata e attaccarla a sorpresa mentre è per aria. Inoltre è poco credibile che Big Mom non abbia provato a fare assolutamente nulla se non quando ormai era fin troppo tardi (non avrebbe però provato a uccidere King, capirete presto perché). Tuttavia è un buon lavoro considerando il materiale di partenza dello sceneggiatore, ha inserito un po’ di azione in più e allungato ulteriormente l’uccello di King. Anche le animazioni non erano poi male, ma ne parliamo alla fine con l’“Angolo della Sakuga”. Divertente anche Queen che insulta aggratis il suo compagno. Che fine farà ora Big Mom?

E mezzo episodio è andato a colpi di filler. Ora vediamo i filler della seconda metà!
È il turno di Page One, che si aggira per Wano facendo un casino incredibile alla ricerca di Sangoro. Per introdurlo, si è optato per una scena lunghissima che evidenzi i passi pesanti dello spinosauro, col classico bicchiere pieno di tè ondeggiante per le vibrazioni. La scena dovrebbe caricare la tensione facendoci immedesimare nel povero venditore di soba innocente, nelle intenzioni dello sceneggiatore e della regia, ma personalmente l’ho trovata solo noiosa. Però il “Tu vendi soba, vero?” detto da Page One fa il suo effetto.

In generale bisogna dire che qui il Compagno Volante appare più minaccioso della puntata precedente, soprattutto nell’immagine qui sopra. Peccato che a volte sia invece disegnato come uno Yoshi marrone…

Yushee. Anche Big Mom non è sempre disegnata benissimo.

E come vedete qui sotto, a volte raggiunge le dimensioni di Godzilla dal nulla. Katakurismi dell’anime.

Mentre Page One invita tutti a chiamare Sangoro e si ingozza di soba a scrocco (e questo non è filler), i nostri scappano e si nascondono. La scena viene allungata mostrando il momento in cui Usopp e Franky si riuniscono a Sanji e Law, oltre che facendoci rivedere i danni causati contro gli uomini di Kyoshiro. La scena risulta un po’ appesantita, ma questo sketch di Franky me l’ha salvata:

Personalmente lo trovo geniale! Oda ha disegnato chiaramente questa scena senza che Franky facesse questa gag, il che significa che è un’idea originale dello sceneggiatore o dello storyboarder (che è Aya Komaki, una garanzia). Lo chiamerò…Frankamen (Kamen = maschera). …nah, suono troppo come Francamenta, brrrrrrrr.

Scusate il delirio di prima, mi sto immedesimando un po’ negli sceneggiatori che devono allungare l’episodio. Se Franky mi ha salvato la scena, questa scelta di Cruncyroll mi ha fatto scendere tutto:

Vi giuro che quel “soba” non l’ho messo io. E si muove pure!

Vabbè, ormai siamo alla fine, con Sanji che tira un Concasser in faccia a Page One. Nel manga invece tira un calcio qualunque, quindi apprezzo l’aggiunta (il Concasser mi piace). Qui non c’è molto altro da notare, se non due cosucce:

  • Sanji non si prende una tazza in testa dai venditori di soba
  • il TO BE CONTINUED sfavillante. Già con Barrrrrrbanera (cit.)avevamo visto una variante del TO BE CONTINUED, e vi dirò che se non lo faranno troppo spesso apprezzerò ogni variante che vedrò!

Nel prossimo episodio mi aspetto che il combattimento tra Sanji e Page One monopolizzi la puntata. E no, non è affatto scontato. Prima di salutarci però, come promesso…
L'”ANGOLO DELLA SAKUGA” papparappaparappappaaaa…ok basta citare Sommobuta.

A giudicare da sakugabooru, praticamente quasi tutto l’episodio è stato animato da Yong-ce Tu, dalla risaputa abilità. Ha infatti animato i migliori attacchi della ciurma di Big Mom, l’attacco col mitra a King e la sua pedata contro la nave, l’arrivo di Page One e il suo colpo di coda al primo venditore di soba (in effetti, gran parte delle scene con Page One sono animate da lui!), ed infine il Concasser di Sanji. Ecco quelle che reputo le sue scene migliori, sotto la direzione di Eisaku Inoue e Kimitaka Ito.

 

L’episodio non era male, ma ha faticato un po’ per farsi apprezzare. Se avete tempo e non l’avete ancora fatto, guardatelo. Passerete 20 minuti con One Piece mentre state a casa.

[Symonch]

Leggi anche: One Piece Episodio 907: La primissima avventura di Luffy!

One Piece è un manga scritto e disegnato da Eiichirō Oda, serializzato sulla rivista giapponese Weekly Shōnen Jump di Shūeisha dal 19 luglio 1997. La casa editrice ne raccoglie periodicamente i capitoli anche in volumi formato tankōbon, di cui il primo è stato pubblicato il 24 dicembre. L’edizione italiana è curata da Star Comics, che ne ha iniziato la pubblicazione in albi corrispondenti ai volumi giapponesi il 1º luglio 2001. La storia segue le avventure di Monkey D. Luffy, un ragazzo il cui corpo ha assunto le proprietà della gomma dopo aver inavvertitamente ingerito il frutto del diavolo Gomu Gomu. Raccogliendo attorno a sé una ciurma, Luffy esplora la Grand Line in cerca del leggendario tesoro One Piece e inseguendo il sogno di diventare il nuovo Re dei pirati

One Piece è adattato in una serie televisiva anime, prodotta da Toei Animation e trasmessa in Giappone su Fuji TV dal 20 ottobre 1999. L’edizione italiana è edita da Merak Film ed è andata in onda su Italia 1 dal 5 novembre 2001 per poi continuare su Italia 2 nel 2012; inizialmente intitolata All’arrembaggio!, la serie ha avuto diversi cambi di denominazione nel corso delle stagioni, fino ad assestarsi sull’originale One Piece. Toei Animation ha prodotto inoltre 11 special televisivi, 13 film anime, due cortometraggi 3D, un ONA e un OAV. Svariate compagnie ne hanno tratto merchandise di vario genere, come colonne sonore, videogiochi e giocattoli.

One Piece ha goduto di uno straordinario successo. Diversi volumi del manga hanno infranto record di vendite e di tiratura iniziale in Giappone. Con trecento milioni di copie in circolazione al 2014 l’opera è il manga ad avere venduto di più al mondo. Il 15 giugno 2015 è entrato inoltre nel Guinness dei primati come serie a fumetti disegnata da un singolo autore con il maggior numero di copie pubblicate: oltre 320 milioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here