One Piece Episodio 940: risate, lacrime e sangue.

2731
one piece episodio 940

One Piece Episodio 940: Se non hai ancora visto l’episodio, puoi guardarlo su Crunchyroll cliccando qui!

One Piece Episodio 940: il commento di Symonch all’ultima puntata dell’anime di One Piece tratto dal manga ideato e disegnato da Eiichiro Oda

Salve ragazzi e ragazze. Non perdiamo tempo: lo vedete il link Crunchyroll in cima? Cliccatelo SUBITO! Abbiamo uno dei migliori episodi dell’ultimo periodo, non ammetto scuse, DOVETE guardarlo. Non vi fidate ancora? Bene, ora vi spiego, ma poi non dite che vi ho rovinato la sorpresa.

Come per la scorsa volta, in questo episodio non c’è spazio per concitate scene d’azione,  tutta l’attenzione è concentrata sulle parole di Yasu’ie e le relative reazioni. È dunque prevalentemente un ottimo lavoro di regia se siete riusciti ad emozionarvi in questa puntata, e la regia è stata affidata a Yukata Nakashima. Come regista finora non ha brillato, sono rimasto molto sorpreso. Ovviamente non è tutto qui, come vedremo anche i piccoli filler presenti non sono affatto male, e questi sono scritti da Tomohiro Nakayama (che va detto, come scrittore ha recuperato parecchio dal suo esordio nella mia rubrica). Costoro hanno il merito di aver reso molto interessante una puntata di 20 minuti che adatta solo 10-11 pagine di manga, impresa non da poco.

Non vorrei però crediate che gli animatori ed i loro supervisor, Eisaku Inoue e Hirotaka Ito, non facciano nulla in questo genere di episodi.  Loro hanno il compito di correggere i disegni di tutto l’episodio, rendendoli omogenei e coerenti col character design. Quindi, anche senza momenti di alta sakuga, l’animator director è responsabile della buona qualità visiva delle animazioni e dei disegni. In questo caso, però, ho notato qualche disegno non eccellente nonostante la generalmente buona qualità.

Ma entrando nel merito dell’episodio vero e proprio, vediamo fin da subito una differenza col manga: Ashura Douji. Nel manga, Ashura si precipita nella Capitale in cerca di Holdem. E lo trova! Come vedete sotto, Holdem è lì a guardarsi l’esecuzione, perché non è mai andato a dar fuoco fisicamente al monte Atama. Il Fodero Rosso deve pure trattere i suoi guerrieri dall’attacco. Dopodiché arrivano Kin’emon e Inuarashi, che solo ora vedono Yasu’ie. Nell’anime invece Ashura non lo trova, ci sono solo normali cittadini a guardare l’esecuzione, e verrà poi raggiunto da Kin e Inuarashi come nel manga. Trovo sensata questa differenza, sia alla luce dei filler inseriti due episodi fa, sia a livello logico: se Holdem fosse lì davanti, dubito avrebbe fatto fatica ad accorgersi dell’arrivo di Ashura, Kin e Cane. E non fa male vedere la reazione incredula di Ashura.

Il monologo (magnifico) di Yasu’ie procede mostrando le reazioni di gran parte del cast, incluso Luffy ad Udon. Fate una prova e riguardatevi quel monologo senza sottotitoli, sono certo che non vi annoiereste. Mi è piaciuta anche la breve, ma significativa, reazione dell’Oniwaban Daikoku, che rimane freddamente colpito dalla bugia di Yasu sui tatuaggi a forma di luna (o forse capisce cosa Yasu stia cercando di fare). In questo modo non siamo solo schiavi delle parole dell’ex daimyo, ma anche gli occhi hanno di che divertirsi, no?
Curiosa la scelta di rendere l’intero monologo silenzioso, senza colonna sonora, che torna solo quando Orochi arriva alla croce. Forse è un modo per enfatizzare il suo arrivo. Inoltre, anche se è davvero un piccolo dettaglio… apprezzo l’aver dato ai “cavalli” di Orochi un minimo di personalità: ordinano con cattiveria ai cittadini di levarsi dal cazzo, come farebbe Orochi stesso insomma.

Almeno non abbiamo personaggi robot.

Con l’arrivo di Orochi, che non vede da moltissimi anni, Yasu capisce che è davvero arrivato alla fine. La sua sensazione mista tra rabbia e paura viene evidenziata dal cambio repentino di colori sul suo volto, più tetri. E lo stesso vale per Orochi! In una sequenza molto bella, nel sentire l’haikyu infamante di Yasu nei suoi confronti, lo Shogun si sente prima morire dentro, poi letteralmente schiacciato da Oden!one piece episodio 940Ottima anche la scelta di mostrare la poesia scritta con Oden di fianco.one piece episodio 940Infine bellissima chicca la risata di Yasu che diventa anche quella di Oden. Orochi si sente (giustamente) ridicolizzato in pieno, anche la colonna sonora enfatizza le sue sensazioni. E lasciatemi dire che se lo merita. Se seguite solo l’anime ancora non sapete tutto quello che quest’uomo di merda ha fatto. Un po’ strano però vedere Orochi-Terminator con l’occhio rosso…

Sono amico di Sarah Connor.

Cavolo, sto postando quasi ogni secondo di questa scena meravigliosa! I miei migliori complimenti Nakashima, ti offrirò una colazione da Gattullo un giorno (e chi la capisce si merita un bacio).

Viene aggiunta anche una scenetta filler con Oden e Yasu che fanno sparring. La trovo carina, ma Yasu dev’essere molto bravo per tener testa a un avversario alto il doppio di lui.

Purtroppo questo è anche un esempio dei disegni scarsamente curati della puntata.

L’episodio è davvero denso di belle scene, quindi per evitare di intasarlo di immagini ora le ridurrò al minimo. Ma se ancora non avete visto l’episodio… cosa aspettate a vederle direttamente lì?? 
Buono il filler di Momonosuke che si allena incessantemente, buona l’intuizione di Inuarashi e Kin’emon sulle intenzioni di Yasu’ie, buonissimo il monologo interiore con le immagini letteralmente dentro Yasu! Finita la parte lacrimevole però parte quella motivazionale con l’OST “Luffy’s Fierce Attack”, che copre anche l’eyecatch lasciandoci col fiato sospeso. Bellissimi anche i petali che contengono tutti coloro che stanno assistendo all’esecuzione. 
Insomma ragazzi, in questo episodio non c’è quasi nulla che non funzioni. Veramente un ottimo lavoro!

Ho detto quasi però, perché ci sono un paio di cose strane. La scena dell’esecuzione viene un po’ censurata (eppure allungata). Mentre nel manga si vedono chiaramente le ferite dei proiettili con tanto di sangue, nell’anime si sente solo il rumore. Il sangue viene solo suggerito all’inizio mostrandolo come petali di ciliegio su sfondo nero. Modo originale per censurare, va detto. Tramite un’ottima transizione sulla lacrima di Yasu, si vedono i Foderi Rossi da giovani! Kin’emon per fortuna ha i capelli biondi, e non fucsia (la tinta bionda era tipica dei teppisti in giappone). Cosa c’è di strano? Beh, guardate la scena:foderi rossiDomanda a chi segue solo l’anime: chi sono i personaggi cerchiati? Uno è Kawamatsu, facile. Quello ridicolmente oscurato in pieno sole (altra cosa strana)? Sarà mica il Fodero mancante Denjiro? E infine…non abbiamo già visto quello cerchiato di blu?? 

Dopo una tenera sezione dedicata ad Otoko, sia lei che gli altri cittadini di Ebisu scoppiano a ridere. Stavolta è palese che qualcosa non va, i colori e le facce ce lo comunicano. Pensavo avremmo avuto la spiegazione già in questa puntata, ma l’episodio si conclude esattamente come il capitolo 942 di riferimento. Snervante, vero? Qual è il crimine peggiore di Orochi e Kaido? E cosa centrano gli Smile?devil's fruit

Devo dire altro? Episodio quasi perfetto, non rimanevo tanto intrattenuto da parecchio, forse mi sono anche emozionato nel rivedere la fine di Yasu’ie. Episodio da 10/10! Correte tutti a vederlo! Il link è in cima all’articolo.

[Symonch]

P.S.: devo ammettere che la nuova opening ora non mi sembra tanto male.

Leggi anche: One Piece Episodio 934: Zoro trabocca di potere!!!

One Piece è un manga scritto e disegnato da Eiichirō Oda, serializzato sulla rivista giapponese Weekly Shōnen Jump di Shūeisha dal 19 luglio 1997. La casa editrice ne raccoglie periodicamente i capitoli anche in volumi formato tankōbon, di cui il primo è stato pubblicato il 24 dicembre. L’edizione italiana è curata da Star Comics, che ne ha iniziato la pubblicazione in albi corrispondenti ai volumi giapponesi il 1º luglio 2001. La storia segue le avventure di Monkey D. Luffy, un ragazzo il cui corpo ha assunto le proprietà della gomma dopo aver inavvertitamente ingerito il frutto del diavolo Gomu Gomu. Raccogliendo attorno a sé una ciurma, Luffy esplora la Grand Line in cerca del leggendario tesoro One Piece e inseguendo il sogno di diventare il nuovo Re dei pirati

One Piece è adattato in una serie televisiva anime, prodotta da Toei Animation e trasmessa in Giappone su Fuji TV dal 20 ottobre 1999. L’edizione italiana è edita da Merak Film ed è andata in onda su Italia 1 dal 5 novembre 2001 per poi continuare su Italia 2 nel 2012; inizialmente intitolata All’arrembaggio!, la serie ha avuto diversi cambi di denominazione nel corso delle stagioni, fino ad assestarsi sull’originale One Piece. Toei Animation ha prodotto inoltre 11 special televisivi, 13 film anime, due cortometraggi 3D, un ONA e un OAV. Svariate compagnie ne hanno tratto merchandise di vario genere, come colonne sonore, videogiochi e giocattoli.

One Piece ha goduto di uno straordinario successo. Diversi volumi del manga hanno infranto record di vendite e di tiratura iniziale in Giappone. Con trecento milioni di copie in circolazione al 2014 l’opera è il manga ad avere venduto di più al mondo. Il 15 giugno 2015 è entrato inoltre nel Guinness dei primati come serie a fumetti disegnata da un singolo autore con il maggior numero di copie pubblicate: oltre 320 milioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here