One Piece Episodio 952: Kaido VS Big Mom?!

1562
one piece episodio 952

One Piece Episodio 952: Se non hai ancora visto l’episodio, puoi guardarlo su Crunchyroll cliccando qui!

One Piece Episodio 952: il commento di Symonch all’ultima puntata dell’anime di One Piece tratto dal manga ideato e disegnato da Eiichiro Oda.

Boom! È successo, ragazzi e ragazze! Big Mom e Kaido sono ora faccia a faccia! Anche questo lundì, quindi, siamo qui per parlarne, ma non ci limiteremo ovviamente ai soli due Imperatori.
…O forse sì? Il resto dell’episodio sarà degno di nota tanto quanto il suo finale esplosivo? Scopritelo di persona cliccando il link a Crunchyroll in cima all’articolo, o continuate a leggere qui sotto per sapere come la penso io!

Questa puntata conclude l’adattamento del capitolo 951 e inizia ad adattare il 952. La sceneggiatura è affidata a Hitoshi TanakaDurante la Live Reaction all’episodio su Twitch, ho detto che non ci sarebbero stati particolari problemi su questo piano avendo Tanaka come sceneggiatore. Purtroppo mi sbagliavo. Mi sono infatti dimenticato di alcune occasioni in cui lo sceneggiatore ha già impostato l’episodio nella stessa, lenta maniera. Ad essere adattate sono solo 10 pagine, molte delle quali splashpage di eventi immediati, per cui è effettivamente difficile scrivere l’episodio con tanti filler convincenti. Eppure, stranamente, in questa puntata c’è un rarissimo caso di omissione di scene. Manca infatti una scena del manga in cui gli sgherri di Kaido preparano in tutta fretta dei dolci per Big Mom. Ma se già è difficile allungare l’episodio come si deve, perché rimuovere una scena canonica? Mah. Il resto dell’episodio è diluito pesantemente con dei flashback riguardanti Yasu’ie e Toko, a inizio episodio abbiamo praticamente due minuti interi dell’episodio 940, troppo anche per lo spettatore che inizia One Piece con questo episodio e deve venire aggiornato sui fatti accaduti. I filler degni di nota sono essenzialmente due: lo sparring di Luffy con Hyougorou e la rivincita di Zoro su Gyukimaru. La prima è una scena completamente filler utile a mostrare la forza del vecchio Hyou, in grado di bloccare e respingere gli attacchi di Luffy. Funge anche da spiegazione sul Ryuo per chiunque si fosse perso qualcosa. Di per sé la scena non è male, ci mostra anche il solito Chopper preoccupato per la totale noncuranza di Luffy verso la sua salute. Quel che ha infastidito tutti (di nuovo) è la rappresentazione del Ryuo, troppo esagerata e sovrannaturale. Luffy diventa per un attimo Golden Luffy!

“Il nome sembrerà un po’ dozzinale, ma ho pensato di chiamare questa forma Golden Luffy!”

Il discorso sulle auree in One Piece è già stato affrontato molte volte. Per quanto anche io trovi esagerato questo modo di rappresentare il Ryuo (tra l’altro, molto poco omogeneo finora), è innegabile che un modo per distinguerlo dall’Ambizione normale sia necessario, visto che al contrario nel manga spesso non viene riconosciuto, o viene erroneamente attribuito a colpi con l’haki normale. Semplicemente avrei scelto un modo più sottile per mostrarlo, anche solo coi colori leggermente diversi delle braccia annerite dall’Ambizione.

Il secondo filler, con protagonista Zoro, consiste semplicemente nel mostrare “per intero” il secondo combattimento con Gyukimaru, che nel manga invece non viene mostrato (vediamo subito il finale con Zoro sopra Gyukimaru). Come sempre, i combattimenti mancati sono ottimi spunti peri filler, e permettono anche agli animatori di sfogarsi un po’. Praticamente tutto il combattimento, un po’ troppo aereo per i miei gusti, è stato animato da Tetsuro Nireki. Non è stato tanto male da vedere, eccetto come ho detto per il fatto che si svolge quasi tutto in aria come se gli sfidanti stessero fluttuando, ma questa è responsabilità di Katsumi Tokoro alla regia e agli storyboard. Zoro ultimamente è una miniera d’oro per gli animatori, e regala ad ogni episodio almeno un paio di belle scene. Per il resto, il discorso di Gyukimaru e l’arrivo di Kawamatsu mi sembrano diretti bene e con le giuste tempistiche, offrendo anche un paio di rapidissimi sfiziosi flash foward. one piece episodio 952Ma passiamo alla parte VERAMENTE IMPORTANTE dell’episodio, chiaramente riassunta in questa immagine dall’epicità incommensurabile: Va bene va bene, non era questa la parte importante, ma l’immagine ha davvero un’epicità incommensurabile. La scena è divertente, solo un po’ più lenta rispetto al manga. Chissà se anche i poveri doppiatori hanno distorto la faccia in questo modo durante la scena…

Ok, parliamo ora della parte più succosa dell’episodio: il finale. Vorrei far notare a chi segue solo l’anime il dialogo tra King e Big Mom. Quale razza è andata perduta nei meandri della storia? E a quale razza appartiene King, che giustamente rifiuta immediatamente l’invito di Linlin? Non si sa ancora, è un mistero molto intrigante che nemmeno l’anime ha provato a districare (per esempio mostrando una sagoma delle tre razze mancanti).

Chi sei, King?

All’arrivo di Kaido dinanzi a Big Mom, la tensione sale distintamente, anche grazie ai colori: Senza perdere troppo tempo, i due Imperatori iniziano subito a lottare, spaccando in due il cielo! Il clash tra i due ci è stato offerto da Masahiro Kitazaki! one piece episodio 952 Kitazaki a questo giro ha anche svolto un lavoro molto interessante. Anche se non so quanto dettagliatamente fosse descritta la scena del clash negli storyboard, è chiaro che l’intento fosse di rendere i due Imperatori perfettamente alla pari e speculari. Questo è il colpo sferrato da Kaido: one piece episodio 952 Mentre questo è il colpo di Big Mom: one piece episodio 952Notate nulla? Già, sono praticamente la stessa identica scena! Lo shot di Kaido viene in realtà dall’episodio 925, ed è animato da Naotoshi Shida, aka tra i migliori animatori esistenti in Giappone. Si tratta di una scena di repertorio, o “bank“. La parte di Big Mom è stata fatta, molto probabilmente, da Kitazaki, che avrebbe ridisegnato la scena di Kaido frame per frame sostituendo però il drago e la sua mazza chiodata con la piratessa e la sua spada Napoleon. Bel lavoro da parte di Kitazaki, vero? I due Imperatori risultano così perfettamente alla pari, anche se Big Mom mi sembra sempre un pochino più inquietante. Le animazioni sono state supervisionate da Shigefumi Shingaki.

Il cielo che si apre sopra Onigashima forse dura un po’ troppo poco, non lascia del tutto la soddisfazione nel vedere i due Imperatori scontrarsi. La scena del manga era più completa:

A destra la scena del clash tra Shanks e Baffibianchi. il Reverendo ha fatto notare l’autocitazione nella sua Omelia.

Il fatto che il cielo sopra le nuvole sia dorato è un chiaro riferimento al Paradiso, infatti nei quadri medievali il cielo viene colorato con l’oro quando la scena si svolge in paradiso, o quando lo stiamo osservando dalla Terra. Oppure faceva solo figo, decidete voi. Ad ogni modo la domanda è un’altra: chi vincerà questo duello titanico?

L’episodio è parecchio dilungato, e in certi tratti non è disegnato benissimo, ma non lo considererei affatto un brutto episodio. Soprattutto grazie a Zoro e i due Imperatori la puntata riesce a sollevare parecchio l’interesse, e per merito di Brook e compagnia ci divertiamo pure. Vi consiglio di recuperarlo col link in cima all’articolo, se non l’avete già visto con noi su Twitch!

[Symonch]

Leggi anche: One Piece Episodio 945: il Flusso di Ciliegi

One Piece è un manga scritto e disegnato da Eiichirō Oda, serializzato sulla rivista giapponese Weekly Shōnen Jump di Shūeisha dal 19 luglio 1997. La casa editrice ne raccoglie periodicamente i capitoli anche in volumi formato tankōbon, di cui il primo è stato pubblicato il 24 dicembre. L’edizione italiana è curata da Star Comics, che ne ha iniziato la pubblicazione in albi corrispondenti ai volumi giapponesi il 1º luglio 2001. La storia segue le avventure di Monkey D. Luffy, un ragazzo il cui corpo ha assunto le proprietà della gomma dopo aver inavvertitamente ingerito il frutto del diavolo Gomu Gomu. Raccogliendo attorno a sé una ciurma, Luffy esplora la Grand Line in cerca del leggendario tesoro One Piece e inseguendo il sogno di diventare il nuovo Re dei pirati

One Piece è adattato in una serie televisiva anime, prodotta da Toei Animation e trasmessa in Giappone su Fuji TV dal 20 ottobre 1999. L’edizione italiana è edita da Merak Film ed è andata in onda su Italia 1 dal 5 novembre 2001 per poi continuare su Italia 2 nel 2012; inizialmente intitolata All’arrembaggio!, la serie ha avuto diversi cambi di denominazione nel corso delle stagioni, fino ad assestarsi sull’originale One Piece. Toei Animation ha prodotto inoltre 11 special televisivi, 13 film anime, due cortometraggi 3D, un ONA e un OAV. Svariate compagnie ne hanno tratto merchandise di vario genere, come colonne sonore, videogiochi e giocattoli.

One Piece ha goduto di uno straordinario successo. Diversi volumi del manga hanno infranto record di vendite e di tiratura iniziale in Giappone. Con trecento milioni di copie in circolazione al 2014 l’opera è il manga ad avere venduto di più al mondo. Il 15 giugno 2015 è entrato inoltre nel Guinness dei primati come serie a fumetti disegnata da un singolo autore con il maggior numero di copie pubblicate: oltre 320 milioni.

2 Commenti

  1. Salve.
    Ottima analisi dell’episodio come sempre.
    Io personalmente ho apprezzato molto lo scontro Zoro contro Kamazo (hanno saltato talmente in alto che hanno potuto stare in aria a combattere per un po’?).
    Come gusto personale l’aura non mi fa ne caldo e ne freddo ma quando la usa Ishizuka mi piace molto.
    Secondo me è possibile che la rimodellino un po’ (penso che potrebbero dare il “colore” all’armatura ).
    Comunque avrei una domanda:
    In pochi episodi ci sono animatori come Bahi J, Shuu Sugita i quali sono moto famosi (Bahi J ha fatto One punch man e Sugita ha fatto my hero academia, per la precisione il United States of Smash) volevo chiedere come mai studi come Bones, Madhouse e Torino si scambino questi animatori e vorrei anche chiedere se verso la fine di Wano quando ci sarà il mega scontro contro Kaido sara possibile vedere un Yutaka Nakamura animare One piece.

    Grazie come sempre Delle tue analisi perché è grazie a te se ho iniziato a appassionarmi di animazione (o della cosiddetta “sakuga” ?)
    Continua così!

    P.S. Io penso che dalle animazioni che abbiamo visto fin qui Nakamura e Ishizuka si assomiglino molto e vorrei vedere cosa saprebbe fare Ishizuka se utilizzato per fare un combattimento un po’ più frenetico (un po’ diverso da smoker e vergo)

  2. Awww grazie! :3 Lieto di averti fatto scoprire un mondo! Io l’ho scoperto iniziando a scrivere questi commenti.

    Probabilmente Bahi J ed altri sono liberi professionisti, quindi vengono ingaggiati dallo studio di turno che chiede loro un lavoro. La Toei invece ha suoi animatori dipendenti (tipo Shida) quindi usa prevalentemente questi.

    Ishizuka è bravo, ma per ora il mio preferito resta Tomita. Su Nakamura, attualmente è dipendente di Bones quindi onestamente dubito possa avverarsi lo scenario che immagini. Ma chi vivrà vedrà immagino.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here