Site icon OnePiece.it

One Piece: i migliori destrieri della serie

One Piece: i migliori animali della serie utilizzati come destrieri

Una moltitudine di magnifiche creature esistono nel mondo di One Piece. La creatività di Oda è evidente dal modo in cui disegna gli animali e li utilizza nella storia. Li fonde insieme, pastrocchia con le loro taglie, e gli dona abilità inusuali. Alcuni fanno da animali domestici, mentre altri servono come particolari mezzi di trasporto.

Da giganti elefanti come Zunisha o i serpenti marini che trascinano la nave delle Piratesse Kuja, questi destrieri garantiscono ai personaggi un modo per viaggiare più velocemente e facilmente.

10/10 – Bunch

Prima che Nico Robin si unisse alla ciurma, era una loro nemica, durante la saga di Alabasta. In veste di Miss All Sunday, lavorava per Crocodile nella Baroque Workds. In quel periodo ha viaggiato utilizzando una tartaruga gigante di nome Bunch. Bunch indossa un cappello da cowboy ed è solita fumare sigari.

E’ classificata come creatura “molto amichevole”. E’ molto agile e veloce, e il suo guscio la protegge dalle estreme temperature e dagli attacchi nemici.

9/10 – Crocky

I visoni sono degli animali parlati, ma questo non gli impedisce di avere degli animali domestici o da compagnia. Wanda è una di loro ed è la proprietaria di Crocky, una delle creature metà coccodrillo-metà cinghiale chiamate wany.

Introdotto durante la saga di Zou, Crocky ha portato via Wanda e la ciurma dalla Foresta della Balena, poiché in grado di correre e nuotare velocemente. I wany sono creature abbastanza comuni a Zou.

8/10 – Pierre

Solo pochi animali nella serie hanno consumato un Frutto del Diavolo come Chopper. Uno di loro è Pierre, il fidato compagno di Gan Forr, che ha ingerito il Frutto Ippo-Ippo. Pierre appartiene alla specie degli uccelli a pois del cielo, nativi di Skypiea, che possono coprire lunghe distanze senza stancarsi, oltre ad essere molto veloci.

Nella sua forma normale Pierre sembra un uccello senza penne per via della sua pelle rosa dal motivo a pois. Tuttavia, nella sua forma ibrida diventa un uccello-cavallo. Il suo Frutto gli permette di trasformarsi in un pegaso.

7/10 – Shelly

Long Ring Long Land è la settima isola che i Mugi hanno visitato. Su di essa tutto si allunga in lunghezza o altezza, comprese piante e animali. Shelly, un cavallo gigante dal collo estremamente lungo, è nativa dell’isola.

Essendo unica nel suo genere, Shelly si classifica come animale estremamente raro. Secondo Tonjit, un abitante dell’isola, il motivo dello strano fenomeno risiede nell’assenza di limiti fisici e mentali. Ciò significa che ognuno e qualsiasi cosa possono vivere liberamente nelle grandi pianure dell’isola.

6/10 – Motobaro

Un bisonte che può essere cavalcato come una motocicletta è sicuramente una fantastica bestia che potrebbe piacere a Newt Scamander. A Oda piacciono gli animali molto grandi, perciò ha disegnato Motobaro come un bisonte gigante, che Duval ha come animale domestico e mezzo di trasporto.

Nonostante si sposti principalmente sulla terraferma, Motobaro può anche muoversi in acqua mentre indossa un apparato respiratorio adeguato. Durante la saga dell’Arcipelago Sabaody, Franky gli ha costruito un upgrade per aiutarlo a muoversi più velocemente durante la loro fuga dalla Marina.

5/10 – Camel

Oda sa come tenere alta l’attenzione dei suoi lettori, anche con semplici cose come i nomi. E’ facile confondersi quando il nome Camel si riferisce ad un super pinguino. Camel viaggia insieme ad Aokiji ed è bravo nel fare barbecue e rimanere a galla.

Un pinguino gigante suona come una bellissima idea per un animale domestico, soprattutto se può venire addestrato. Camel dorme molto, proprio come un gatto. E nonostante la sua grandezza, non produce suoni quando cammina, rendendolo perfetto per le operazioni furtive di Aokiji.

4/10 – Chelotto

Un granchio nel deserto è già abbastanza strano così come suona, ma Oda non fallisce mai nell’includere personaggi eccentrici come mezzo di trama. Chelotto, il gigante granchio del deserto, appare per la prima volta quando la ciurma si perde nel mezzo di un grande deserto.

Inizialmente pare una creatura amichevole, aiutandoli a spostarsi nel deserto e anche salvandoli dalle sabbie mobili. Ma dopo poco diventa chiaro che Chelotto ha anche altri scopi, come lo spiare Nami mentre si fa il bagno. Chelotto può percorrere lunghe distanze a grande velocità, specialmente quando vede belle donne. Nonostante sia un granchio, Chelotto non è in grado di nuotare e non sopporta l’acqua.

3/10 – Nyasha

La famiglia di Sanji è rimasta nell’ombra fino alla saga dell’Isola Whole Cake. La famiglia Vinsmoke viene introdotta come governante del Regno di Germa. E sono i proprietari di Nyasha, un gatto gigante che veste l’uniforme della Germa 66 e trasporta la carrozza reale.

Nyasha potrebbe essere ispirato alla dea scandinava Freya, la cui carrozza è condotta da due grandi gatti.

2/10 – Komachiyo

Per la maggior parte della saga di Wano, Komachiyo ha fatto da destriero a Tama e la ciurma durante il raid ad Onigashima. Sin dall’infanzia di Tama i due sono stati grandi amici. L’ibrido cane-leone è grande il doppio di un normale komainu.

Basandosi solo sull’aspetto, un komainu non pare essere proprio l’animale domestico ideale. Tuttavia la sua lealtà e il suo senso di protezione che ha verso Tama ne provano il contrario. Ha anche tenuto testa al furioso babbuino dei Pirati delle Cento Bestie, conosciuto per essere un forte combattente.

1/10 – King Bull

La saga di Water 7 introduce i destrieri appartenenti alla Franky Family, i king bull. La versione gigante degli yagara bull sono tra le più forti creature in One Piece, escludendo i Re del Mare. I due king bull traggono il nome da due città bibliche.

In quanto parte della Franky Family, entrambi indossano i caratteristici occhiali da sole per il bene della moda. Possono apparire divertenti, ma la loro forza può essere paragonata a quella dei giganti di Erbaf. Durante la fuga da Enies Lobby, hanno condotto la ciurma e la Franky Family al sicuro.


Articolo tradotto dal web: fonte

Vai alla barra degli strumenti