Toro Verde e il suo potentissimo Frutto del Diavolo – TEORIA

3377

Teoria tradotta dal web

Qual è il frutto dell’Ammiraglio Toro Verde? Siamo sicuri che sia legato alla Fotosintesi Clorofilliana? – TEORIA

L’ammiraglio Ryokugyu (Toro Verde) non ha alcun frutto legato alla fotosintesi clorofilliana o al Toro. E’ l’utilizzatore del Paramisha dell’Energia. 

Nel mondo di One Piece, si può spesso identificare dei temi per determinati gruppi. La ciurma di Kaido è formata da Zoan. I suoi sottoposti più fidati sono degli Zoan Ancestrali. L’equipaggio di Big Mom, invece, è incentrato sul cibo. Mentre gli ammiragli originali avevano in comune il fatto di possedere un Logia. E quelli attuali? Hanno frutti di tipo diverso?? Non credo. Il tema che li accomuna potrebbe essere la scienza o, per essere più precisi, lo scienziato più famoso di sempre: Einstein.

toro verde

Vegapunk sarà presto rivelato. È il principale scienziato del governo mondiale. Ha una relazione sia con Kizaru che con Fujitora. Studiò il laser di Kizaru e con la sua nuova arma ha esaudito il desiderio di Fujitora di sbarazzarsi della Flotta dei sette. Vegapunk è semplicemente l’Einstein di One Piece. Ci tengo a sottolineare che non credo che Oda abbia una profonda conoscenza della fisica. Ma anche se l’avesse, non può aspettarsi che il pubblico adolescente di Jump ce l’abbia. Il mio intento non è quelli di creare discussioni sulla fisica. Il mondo di One Piece non è governato dalle nostre stesse leggi.

toro verde

La formula più famosa di Einstein è sicuramente quella della relatività, ovvero e=mc². In questa formula, “C” è la velocità della luce (correlata al frutto del diavolo di Kizaru). M è la massa (la massa può essere legata alla forza di gravità e quindi al frutto di Fujitora), ed “E” sta per energia. Il potere di Toro verde potrebbe essere legato proprio all’Energia, in modo che i tre ammiragli insieme vadano a completare la formula. 

Magari la sua abilità potrebbe essere quella di prendere energia dall’ambiente circostante. Per fare un esempio, se qualcuno lanciasse un sasso contro Ryokugyu, lui potrebbe assorbirne l’energia con il sasso che smetterebbe di accelerare e cadrebbe a terra. L’ammiraglio potrebbe utilizzare questa energia anche per nutrirsi. In questo modo non avrebbe bisogno di mangiare. 

 

One Piece è un manga scritto e disegnato da Eiichirō Oda, serializzato sulla rivista giapponese Weekly Shōnen Jump di Shūeisha dal 19 luglio 1997. La casa editrice ne raccoglie periodicamente i capitoli anche in volumi formato tankōbon, di cui il primo è stato pubblicato il 24 dicembre. L’edizione italiana è curata da Star Comics, che ne ha iniziato la pubblicazione in albi corrispondenti ai volumi giapponesi il 1º luglio 2001. La storia segue le avventure di Monkey D. Luffy, un ragazzo il cui corpo ha assunto le proprietà della gomma dopo aver inavvertitamente ingerito il frutto del diavolo Gomu Gomu. Raccogliendo attorno a sé una ciurma, Luffy esplora la Grand Line in cerca del leggendario tesoro One Piece e inseguendo il sogno di diventare il nuovo Re dei pirati

One Piece è adattato in una serie televisiva anime, prodotta da Toei Animation e trasmessa in Giappone su Fuji TV dal 20 ottobre 1999. L’edizione italiana è edita da Merak Film ed è andata in onda su Italia 1 dal 5 novembre 2001 per poi continuare su Italia 2 nel 2012; inizialmente intitolata All’arrembaggio!, la serie ha avuto diversi cambi di denominazione nel corso delle stagioni, fino ad assestarsi sull’originale One Piece. Toei Animation ha prodotto inoltre 11 special televisivi, 13 film anime, due cortometraggi 3D, un ONA e un OAV. Svariate compagnie ne hanno tratto merchandise di vario genere, come colonne sonore, videogiochi e giocattoli.

One Piece ha goduto di uno straordinario successo. Diversi volumi del manga hanno infranto record di vendite e di tiratura iniziale in Giappone. Con trecento milioni di copie in circolazione al 2014 l’opera è il manga ad avere venduto di più al mondo. Il 15 giugno 2015 è entrato inoltre nel Guinness dei primati come serie a fumetti disegnata da un singolo autore con il maggior numero di copie pubblicate: oltre 320 milioni.

Lascia un commento