Qual è il vero significato di “Raftel”? Oda lo ha rivelato!

10995
raftel

In una recente intervista, il media editor Naito ha parlato di diversi argomenti tra i quali anche il pensiero di Oda sulla rivelazione di Laugh Tale

Naito, media editor di One Piece, ha recentemente rilasciato un’intervista nella quale ci riporta il pensiero di Eiichiro Oda sulla rivelazione di Raftel o Laugh Tale nel film STAMPEDE.

Raftel e il tesoro del Re dei pirati

Inizialmente il significato di “Raftel” doveva essere “tesoro del Re dei pirati“.
Naito ci riferisce però come ora questo non sia più vero.

Per ora questa intervista ci è arrivata da una fonte in arabo per cui mi sono fatto aiutare da un amico madrelingua nella traduzione, dovrebbe essere una traduzione affidabile.

Perchè Raftel e Laugh Tale nel film?

Gli viene chiesto perchè un particolare del genere sia stato svelato nel film e non all’interno del manga. Naito risponde come sia stato Oda stesso a decidere di rivelare ora questo particolare e che non ci sia alcuna differenza tra rivelarlo nel manga o all’interno del film.

Conoscete per caso qualcuno che non la pensa così?

Arco di Wano e fine di One piece

Dopo le rivelazioni su Raftel, l’intervista si concentra sull’arco di Wano e sulle affermazioni di Oda circa la fine della storia.

Naito afferma come Wano sia l’arco più importante di quelli affrontati fino adesso e che le avventure di Rufy siano in qualche modo legate a doppio filo con quelle di Roger, nulla di nuovo fino a qui.

Quando poi gli viene chiesto se è d’accordo sul fatto che Oda abbia detto che il manga finirà entro 5 anni, l’editor risponde che in realtà non ci crede molto, ma poichè gli eventi a Wano si stanno sviluppando molto rapidamente potrebbe anche essere possibile.

Ringraziamo la Fonte

 

Parla di One Piece con noi nel nostro gruppo! Entra nell’Agorà cliccando qui!

Cosa ne pensate? Ditecelo nel nostro gruppo Telegram!

Leggi anche: One Piece Episodio 909: Kyoshiro ed altri misteri!

One Piece è un manga scritto e disegnato da Eiichirō Oda, serializzato sulla rivista giapponese Weekly Shōnen Jump di Shūeisha dal 19 luglio 1997. La casa editrice ne raccoglie periodicamente i capitoli anche in volumi formato tankōbon, di cui il primo è stato pubblicato il 24 dicembre. L’edizione italiana è curata da Star Comics, che ne ha iniziato la pubblicazione in albi corrispondenti ai volumi giapponesi il 1º luglio 2001. La storia segue le avventure di Monkey D. Luffy, un ragazzo il cui corpo ha assunto le proprietà della gomma dopo aver inavvertitamente ingerito il frutto del diavolo Gomu Gomu. Raccogliendo attorno a sé una ciurma, Luffy esplora la Grand Line in cerca del leggendario tesoro One Piece e inseguendo il sogno di diventare il nuovo Re dei pirati

One Piece è adattato in una serie televisiva anime, prodotta da Toei Animation e trasmessa in Giappone su Fuji TV dal 20 ottobre 1999. L’edizione italiana è edita da Merak Film ed è andata in onda su Italia 1 dal 5 novembre 2001 per poi continuare su Italia 2 nel 2012; inizialmente intitolata All’arrembaggio!, la serie ha avuto diversi cambi di denominazione nel corso delle stagioni, fino ad assestarsi sull’originale One Piece. Toei Animation ha prodotto inoltre 11 special televisivi, 13 film anime, due cortometraggi 3D, un ONA e un OAV. Svariate compagnie ne hanno tratto merchandise di vario genere, come colonne sonore, videogiochi e giocattoli.

One Piece ha goduto di uno straordinario successo. Diversi volumi del manga hanno infranto record di vendite e di tiratura iniziale in Giappone. Con trecento milioni di copie in circolazione al 2014 l’opera è il manga ad avere venduto di più al mondo. Il 15 giugno 2015 è entrato inoltre nel Guinness dei primati come serie a fumetti disegnata da un singolo autore con il maggior numero di copie pubblicate: oltre 320 milioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here