Brook – Personaggio da rivalutare

91

                                                

Leggendo i commenti di varie fan e vedendo i video di diversi youtubers, l’opinione quasi unanime è che il famoso “non morto” dei Mugiwara, sia un personaggio inutile o comunque poco amato.




I  motivi sono diversi, ma il principale è causato dal fatto che Oda gli concede poco spazio, rendendo così il personaggio superfluo.

Sono poche le volte in cui lo vediamo protagonista nelle varie situazioni che si vengono a creare, ciò dovuto anche al fatto che a differenza degli altri suoi compagni, il suo ruolo è marginale. Chopper cura, Franky inventa e ripara, Nami si occupa della navigazione, Sanji cucina e ha un passato segreto…Brook? Suona! Ovvio che poi storciamo il naso!

La verità (come spesso accade in One Piece) è ben diversa.




Brook, infatti non è importante per ciò che fa, ma per il messaggio che porta. Ovvero l’importanza di una promessa! Anche il sogno di Zoro è dovuto alla promessa fatta ad una persona, ma quella di Brook è molto più profonda, per il semplice fatto che nonostante siano passati anni e anni e che sia, a rigor di logica, una persona deceduta, lui continua a sognare di poter tornare da Lovoon, perche lo ha promesso! E neanche la Morte (e qui frutto più adatto non poteva esistere) può valergli come scusa!

Quante volte noi stessi promettiamo cose con eccessiva leggerezza, dimenticando il significato più profondo che questa parola esprime?




Quando si fa una promessa, si instaura automaticamente un legame persistente con un’altra persona, e fino a quando i patti non verranno rispettati, il legame persisterà al di là di ciò che succederà. È una cosa praticamente unica al mondo, non esiste azione o concetto simile, e Brook non è altro che la personificazione dell’importanza di questo messaggio. Oltretutto Rufy dice di voler un musicista a bordo fin dal primo volume di One Piece, e questo rimarca ancor di più l’importanza che Oda da ad esso.

Il fatto, inoltre, che vediamo prima il destinatario della promessa apparentemente non mantenuta (Lovoon), facendoci un’idea sbagliata di come sono andate le cose, e poi l’artefice di essa (Brook), e non il contrario, crea un effetto particolare che porta ad enfatizzare maggiormente il legame e tra loro, ricordando a tutti noi che non esistono pretesti per non rispettare la parola data.

 

        

 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here