Dory e Brogy vs Dory Funk Jr. e Bruiser Brody

411

Unisciti al nostro canale Telegram, ti basta cliccare qui

Dory e Brogy: dai giganti eterni rivali ai campioni di wrestling i cui destini si sono incrociati più di una volta sul ring

Sull’isola di Little Garden, i due giganti Dory e Brogy, combattono da più di un secolo. Con il loro orgoglio di guerrieri di Elbaf, i due giganti rendono onore ai due lottatori da cui prendono il nome: Dory Funk Jr e Bruiser Brody.

Nell’angolo blu del ring, dal Texas con furore

Nato il 3 febbraio del 1941, Dory Funk Jr iniziò la sua carriera nel 1963 vincendo uno scontro ad Amarillo, il suo paese natale. Nel 1968 entrò nella National Wrestling Alliance  e l’11 febbraio dell’anno successivo vinse l’NWA World Heavyweight Championship battendo Gene Kiniski. Continuò a rimanere imbattuto fino al 14 maggio del 1973, quando perse contro Harley Race. Avendo mantenuto il titolo per ben quattro anni e mezzo, è tutt’ora ricordato come il secondo atleta con il regno più lungo per quel titolo; il primo è Lou Thesz che fu campione per ben cinque anni.

Continuò a lottare nell’NWA per tutti gli anni settanta. Nel 1986 debuttò con il fratello Terry nel World Wrestling Entertainment. Anche se il fratello decise di lasciare poco tempo dopo, Dory rimase, continuando a combattere in coppia con Jimmy Jack Funk. L’unico scontro da lottatore singolo avvenne nel 1996, in occasione della Royal Rumble. Entrò nella NWA e WWE Hall of Fame tra il 2006 e il 2009 ed in quello stesso periodo si ritirò. Il suo ultimo scontro lo vide vincitore in coppia con Nishimura contro Genichiro Tenryu e Masanobu Fuchi. Attualmente è un insegnate del “Funking Conservatory”, una scuola di allenamento al wrestling professionistico.

Nell’angolo rosso, la furia di Detroit

Frank Goodish nacque il 18 giugno 1946 e debuttò nel 1973 come lottatore freelance; lottò per diverse federazioni, talvolta, utilizzando anche nomi diversi, come Red River Jack, Masked Marauder o, quello con cui è più noto Bruiser Brody.

 

Dal 1985 lottò nella New Japan Pro Wrestling, portando avanti una serie di scontri con il lottatore Antonio Inoki, terminati senza un definitivo vincitore. Nel 1987, Brody venne licenziato dalla New Japan, dalla quale ritornò anni dopo solo per vincere l’NWA International Heavyweight Championship. Passò dunque alla World Wrestling Council di Porto Rico, dove diede vita ad una nuova rivalità con l’atleta Abdullah “il macellaio”. Il 15 aprile 1988 vinse contro Genichiro Tenryu, guadagnando il titolo Triple Crown Heavyweight Championship; titolo che perse quattro giorni dopo contro Jumbo Tsuruta.

Brodi morì il 16 luglio del 1988 a Porto Rico. Si trovava in uno spogliatoio per prepararsi per un incontro, quando venne avvicinato da Josè Huertas Gonzàles, ex lottatore e talent scout. Tra i due nacque una forte discussione e Brody venne trovato nelle docce, accoltellato allo stomaco. Nonostante l’arrivo dei medici, Brody non sopravvisse e, un mese dopo la sua morte, la All Japan Pro Wrestling organizzò un memorial show in suo onore. Anche se Gonzàles venne inizialmente accusato di omicidio volontario, nel gennaio del 1989 riuscì a sostenere la legittima difesa, venendo prosciolto da ogni accusa.

Dory e Brogy: Scontro fra campioni

Dory e Brody si scontrarono più di una volta tra il 1981 e il 1985. Uno dei loro incontri più famosi è stato quello del 1984 che vedeva Dory in coppia con suo fratello Terry contro Brody e Stan Hansen; incontro che venne classificato da cinque stelle dal giornalista Dave Meltzer.

Non meno emozionanti sono i combattimenti che da più di cento anni portano avanti i due giganti sull’isola dei dinosauri. Nella vita vera, Brody ha dovuto abbandonare la scena perché la sua vita è stata prematuramente stroncata. Sarebbe bello pensare che la sua volontà di guerriero continui a vivere attraverso Brogy, vivendo così come il guerriero che è stato.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here