Il vero treno Puffing Tom

853

[articolo di Axel]

Oggi vi regalerò un’altra chiccha, un’altra piccola curiosità del nostro mondo legata all’universo onepieciano: l’originale Puffing Tom!

Esatto, avete capito bene, vi ricorderete tutti del famoso treno marino creato dalla Tom’s Worker, il treno che collega le isole di Water Seven, San Popula, Pucci e San Faldo; si tratta dell’unico treno al mondo in grado di viaggiare su speciali binari, che galleggiando poco sotto la superficie dell’acqua, permettono al treno di affrontare ogni tipo di clima, perfino quello dell’acqua laguna! I binari infatti oscillano seguendo il flusso delle correnti e impediscono alle onde di danneggiarli, questo permette al treno un viaggio fluido e senza sbalzi, non scontrandosi contro le onde ma accompagnando il loro movimento.

Ora che abbiamo ripassato le nozioni base del treno marino, passiamo a quello del nostro mondo, ovviamente non esiste un treno in grado di attraversare l’oceano, ma un lago si; precisamente il Great Salt Lake ( Lago Bonneville), un enorme lago preistorico situato in America nella regione dello Utah, lungo quasi 120 Km e con una superficie di ben 4.400. Km quadrati.
Il nome di questo portento tecnologico d’epoca è Lucin Cutoff.

Perché d’epoca? Perché questa linea ferroviaria è stata costruita nel 1902 , dalla compagnia americana Pacific Southern Company, e ha richiesto un periodo di costruzione di due anni. Il treno taglia di netto il lago in due, attraversando una linea di binari costruiti utilizzando circa 38.000 pali di legno e un riempimento con strati di roccia, un numero colossale che ha richiesto l’abbattimento di altrettanti alberi.

Ovviamente dopo la costruzione vennero fuori non pochi problemi, uno dei tanti fu proprio il legno utilizzato che con l’alta percentuale del sale presente nelle acque del lago, iniziò rapidamente a marcire; questo costava costanti manutenzioni e tempo, e nonostante all’inizio il progetto fu un successo clamoroso, perché sostituiva la precedente linea ferroviaria che attraversava tutto il perimetro Nord del lago, facendo risparmiare molto in tempo e denaro, cominciarono comunque i primi dubbi, su quanto fosse conveniente o meno la nuova linea.

Nel 1944 però, avvenne l’irreparabile, un palo cedette sotto il peso del treno, facendolo deragliare e finire all’interno del lago, questo costò la vita a 48 persone e fu anche il motivo che spinse la compagnia ad abbandonare la linea una volta per tutte. Il treno restò inattivo per soli due anni, nel 1950 infatti, un’altra compagnia sostituì la precedente linea il legno con una sopraelevata struttura in metallo, molto più solida e resistente, che però divise curiosamente e acque del lago in due, impedendo all’acqua di mischiarsi e rendendo le percentuali di sale nelle due metà differenti; portando così il lago ad avere due diversi colori. Nonostante la nuova linea richieda lo stesso costanti manutenzioni, data la salinità che intacca il metallo, la linea è molto più sicura e per quanto non sia ampiamente trafficata viene tutt’ora utilizzata.

Bene, anche per questa volta è tutto, e come sempre spero che vi sia piaciuto questo piccolo off-topic, spero di trovare altre curiosità di questo tipo, che come ribadisco ogni volta, non sono assolutamente esempi che Oda prende per le sue storie, ma solo avvenimenti che hanno molti punti in comune con ciò che l’autore scrive e disegna! Quindi non prendeteli come spunti, ma solo come curiosità! Buona giornata a tutti Emoticon grin e alla prossima curiosità!!

Lascia un commento