La migliore introduzione tra i protagonisti dei top 3 shonen

1206

One Piece, Naruto e Bleach: quale dei tre protagonisti di questi grandi shonen ha avuto la migliore introduzione?

Monkey D. Rufy, Naruto Uzumaki e Ichigo Kurosaki hanno avuto tutti delle memorabili presentazioni, ma uno di loro ha decisamente avuto un impatto maggiore.

I “grandi tre” sono colossi del mondo degli anime shonen, e i loro protagonisti hanno avuto degli umili punti di partenza nelle loro rispettive serie. One Piece, Naruto e Bleach hanno avuto dei protagonisti partiti come sfavoriti che comprendevano a malapena i loro poteri, e hanno impiegato molto tempo prima di raggiungere i loro obiettivi.

Considerando tutti i vari fattori, è subito apparso chiaro quale tra i tre eroi ha avuto la miglior introduzione come stella degli shonen, quando si paragonano le loro storie.

Shonen

Il primo episodio di Bleach ha presentato Ichigo come un ribelle studente delle superiori dal cuore dolce come Yusuke Urameshi (Yu degli Spettri), ad eccezione del fatto che era in grado di vedere gli spiriti già dalla nascita. Tuttavia, Ichigo non ha vi ha dato troppo peso fin quando lo Shinigami Rukia Kukichi arrivò una notte nella città di Karakura per sconfiggere un Hollow.

Questo Hollow, Fishbone D, si scatenò attaccando la casa di Ichigo, e neanche Rukia fu in grado di sconfiggerlo. Presa dalla disperazione, Rukia concesse i suoi poteri da Shinigami a Ichigo, risvegliando così in lui i suoi sopiti poteri da Shinigami stesso. Con la sua nuova Zanpakuto, Ichigo tagliò in due Fishbone D con un solo fendente e divenne un sostituto Shinigami.

Ciò ha avviato la sua carriera di cacciatore di mostri in tutta la città di Karakura, incontrando presto anche altri esseri spirituali come il il Quincy arciere Uryu Ishida.

Shonen

Il primo episodio di Naruto ha introdotto il piantagrane Naruto Uzumaki, un 12enne aspirante ninja che aveva un disperato bisogno di attenzione e validazione dopo anni e anni di pregiudizi dovuti al fatto di essere la Forza Portante del Kyuubi, la Volpe a Nove Code. Dopo aver fallito ancora l’esame all’accademia ninja, Naruto era a pezzi. Un chunin chiamato Mizuki sfruttò la situazione per convincerlo a rubare una speciale pergamena segreta, per poi tradirlo e arrivare quasi ad ammazzarlo nella foresta del villaggio. Anche il maestro di Naruto, Iruka Umino, non è riuscito a fermarlo, ma alla fine Naruto ha sfruttato quella che sarebbe poi diventata la sua iconica Tecnica Superiore della Moltiplicazione del Corpo appresa da quella pergamena per sconfiggere il malvagio Mizuki. Questo trionfo ha portato Iruka a promuoverlo all’accademia concedendogli un vero e proprio copricapo da ninja.

Shonen

L’anime di One Piece ha mischiato un po’ le cose, spostando gli eventi del primo capitolo del manga in un flashback del quarto episodio dell’anime. Rufy è stato introdotto come un bambino eccitabile, cocciuto e orgoglioso che aveva voglia di dimostrare il suo valore a Shanks il Rosso. Dopo aver mangiato il Frutto del Diavolo Gom-Gom ha provocato il masnadiero Higuma, che lo ha portato in mare per ucciderlo. Non potendo nuotare per via dei suoi nuovi poteri, è stato salvato da Shanks, che ha sacrificato un braccio per proteggerlo dall’attacco del Re della Scogliera. Invece di rimproverarlo, Shanks gli ha donato il suo tesoro, ovvero il suo cappello di paglia, un gesto di fede nei confronti di Rufy e del fatto che un giorno sarebbe diventato un grande pirata. Ciò li ha legati ancora di più e ha spinto ulteriormente Rufy a partire per la sua avventura.

Tutti e tre questi protagonisti hanno avuto delle incredibili introduzioni, ma quando dobbiamo scegliere appare chiaro che Naruto Uzumaki ha avuto decisamente la migliore. Dalla sua misera solitudine, scarso senso di validazione e atteggiamento provocatorio, alla sua caratteristica tecnica di Moltiplicazione del Corpo e sogno di diventare Hokage, Naruto ha avuto un impatto maggiore rispetto al classico combattimento di spada di Ichigo o la mancanza di azione nella storia di Rufy.

Inoltre l’introduzione di Naruto è stata molto più profonda a livello emotivo, in quanto ha spiegato perché tenesse così tanto a diventare Hokage e a dimostrare il suo valore come shinobi.


Articolo preso dal web: fonte

Lascia un commento