L’OTTOCENTOTRENTUNO

51

 

[ciao, voglio fare un gioco con te…]

FRATELLI!
 

Dunque, prima di parlare del capitolo voglio fare un appunto. La maggior parte di voi che mi sta leggendo, lo sta facendo perché probabilmente appartiene ad una delle due categorie che dirò di seguito:

 

  •  siete curiosi di sapere cosa ho trovato di così interessante in questo capitolo, dato che molti si sono espressi negativamente a riguardo
  •  volete che insulti ammerda quel deficiente che al posto di capire come mai gli sia spuntata una copia si mette ad attaccarlo.

Oppure appartenete ad entrambe le categorie. In ogni caso, si va!
Prima di iniziare a parlare delle fantastiche (?) mini-avventure, voglio precisare che in questo articolo ho avuto la “consulenza” di una mia amica che mi ha dato alcuni spunti di riflessione. Grazie mille cara <3
Dunque, andiamo avanti…

MINI-AVVENTURE
Andiamo avanti…

Qualche giorno fa, sul gruppo Raftel Party Italia ho creato un sondaggio dove chiedevo chi fosse il personaggio che ha visto Rufy nel capitolo precedente. Alcuni hanno indovinato… ma a metà. In realtà non si tratta di Sanji e più tardi vi spiegherò il perché.
Intanto Brook si unisce a Pedro per rubare il Poneglyph di Big Mom. Immagino come si senta Pedro nell’aver constatato che Brook non ha mai guidato un sottomarino in vita sua… Brook fantastico come sempre. Ovviamente sto scherzando…

E ovviamente lo stronzo inizia a fare lo stronzo.
Coglione D. Merda si mette ad urlare nelle vicinanze del castello di Big Mom, da bravo infiltrato silenzioso quale è. Ma dico io, un minimo di intelligenza dove cazzo ce l’hai? Ma perché, dico io, devi urlare in questo modo? Alla fine qual è il senso? Chiamare Pudding e Sanji dicendo loro di essere arrivato è qualcosa di talmente stupido che non ha nemmeno senso definirti “coglione” perché tu sei qualcosa di più.
Intanto, restando a tema deficienti, prosegue la giornata della salute con Chopper “””””il medico””””” che inizia ad ingozzarsi di meringhe e dolci ripieni di caramello. Good job. Davvero, sei fantastico <3
E mi raccomando, fai sempre le facce pucciose e “Kawaii-merda”, perché altrimenti come campano i negozi di gadget? Ti lovvo tantixximo <3

Intanto…
NAMI FANTASTICA
Voi come la definireste una donna che deve stare appresso a tre deficienti cercando di far capir loro che non è una vacanza quella che stanno intraprendendo ma una fottutissima operazione di salvataggio, estremamente pericolosa?

Esattamente…

Quando Rufy dice di aver visto Sanji insieme a Pudding e poi che questi due sono spariti, Nami dice:

Non ho idea del perché siano apparsi e poi scomparsi appena li hai visti!

Dunque, io ho questa teoria:
Il Sanji che vediamo è una sorta di ologramma, oppure una trasposizione che può essere fisica ma che è soltanto una copia del vero Sanji che in realtà si trova a metri (forse chilometri) di distanza. Io ipotizzo che ci sia qualcuno con un potere “specchio”, un Mirror Mirror no Mi che riesce a proiettare nella foresta il Sanji che in realtà si trova sulla nave di Big Mom insieme a Vito. Se avete notato, Sanji non è particolarmente entusiasta di incontrare Rufy, è semplicemente indifferente. La seconda volta che lo incontriamo, è sdraiato su un albero, e vediamo chiaramente che percepisce la voce di Rufy, però non se ne cura, non gli interessa nulla. Questo perché, secondo la mia teoria, riesce ad ascoltare qualche voce, diciamo che la percepisce e riesce a vederli (infatti se ne scappa pure) però il vero Sanji si trova da tutt’altra parte, però la sua copia, tangibile o non tangibile che sia, è proiettata in questo luogo.

MA PERCHE’ CONTINUA A SPARIRE?
[dice Nami]

Esattamente per il motivo che vi ho spiegato, Sanji è un’allucinazione, un ologramma creato ad hoc per attirare Rufy nella trappola indetta da qualcuno dotato di un potere simile.
Questo ipotetico Mirror Mirror potrebbe creare anche delle copie speculari come ad esempio è successo a Rufy.
Il problema è che RABBER, detto anche "D. emente", al posto di capire di cosa si tratti, la prima cosa che gli viene in mente è attaccarlo. Così, perché gli va. In pratica Nami è l’unica persona sana di mente in questo gruppo.
Il primo contatto con l’esterno lo abbiamo con il coccodrillo che cerca di mangiarsi lo stronzo più "il medico", più Jessica Rabbit più Nami.
La cosa che mi ha incuriosito è il fatto che Rufy sapesse già da subito che il coccodrillo in realtà non fosse pericoloso. Non voglio azzardare ipotesi come tonalità dell’osservazione o addirittura del Re conquistatore, però credo che l’allenamento su Rusukaina sia stato preponderante per Rufy nel riconoscere e distinguere gli animali da predatori a non.
Nzomma, sto cazzo de coccodrillo chi è? Visone? Allucinazione? E’ Killer Croc di Batman?
Solo il tempo ci svelerà l’arcano.
Ovviamente non commento neanche il commento di Rufy nell’essersi offeso del fatto che il coccodrillo l’avesse ignorato e quindi che non li avesse ritenuti delle prete abbastanza ambite.
Ma fin quanto può essere scemo sto scemo?

COMUNQUE PENSO CHE DOVREMMO SEMPLICEMENTE FIDARCI DI PUDDING E ASPETTARE DALLA COSTA PER IL MOMENTO!
[Santa Nami immediatamente]

Ora che abbiamo perso anche Pedro, in pratica lei è l’unica che ragiona in mezzo a quei tre malati di mente.
E adesso arriviamo forse alla parte più interessante del capitolo.

RUFY SI SDOPPIA

 

O meglio, Rufy incontra una sua copia speculare in carne ed ossa che parla, si muove e pensa (?) allo stesso suo modo.
Ora, personalmente io non credo molto alla teoria del frutto del diavolo Mirror Mirror no Mi, pur essendo comunque una teoria abbastanza valida (per me, ovviamente), e sono più propenso a credere, invece che…

…SIA LA FORESTA A CREARE LE ALLUCINAZIONI
[e quindi un’altra citazione, ma quale? Vediamo se ve la ricordate…]

E no, non mi sto riferendo agli alberi di Thriller Bark che comunque sono gli stessi e quindi, comunque, c’è lo stesso un’auto-citazione da parte di Oda (ma quanto è megalomane sto tizio?). Abbiamo un paese dove all’apparenza sembra ridente e gioioso mentre all’interno c’è la merda di vacca solidificata al sole d’estate. Come Dressrosa. Abbiamo il potere di Big Mom che assomiglia (almeno secondo i nostri dati) a quello di Moria, dove viene tolto qualcosa al malcapitato in modo che si trovi in una situazione di semi-schiavitù (nel caso di Moria dove, una volta tolta l’ombra non potevi esporti al sole) o di morte (una volta che Big Mom ti toglie l’essenza vitale, in pratica sei stecchito). Come Thriller Bark quindi. Vi ricordate forse un’altra volta in passato in cui i Mugiwara hanno dovuto attraversare una foresta al cui interno i suoi abitanti volessero ucciderli?

A JAYA!

Che sia l’ennesima auto-citazione (onanistica) da parte di Oda? Beh, conoscendolo, io direi proprio di si. Ma andiamo avanti…
Come dicevo anche prima, io sono più propenso a credere che in realtà sia stata la foresta a indurre delle allucinazioni ai Mugiwara, creando il Sanji fantoccio e il Rufy speculare. Questo probabilmente perché gli oggetti (che hanno avuto sicuramente la vita da parte di Linlin) hanno ricevuto l’ordine, probabilmente proprio da lei, che all’arrivo di Rufy, lo avrebbero dovuto attirare da quelle parti per ucciderlo. Ma per poterlo uccidere avrebbero dovuto indurlo in allucinazioni sempre maggiori per indebolirlo, e probabilmente così faranno.

Il motivo per cui viene fuori questa enorme donna sepolta nel terreno è perché questa donna, o meglio, il motivo per cui è sepolta, fa innervosire Chopper. Questa potrebbe essere una strategia da parte dell’intera foresta (intesa non come organismo astratto ma come tutti gli abitanti che vogliono morti i Mugiwara) di rendere sempre meno lucidi i loro avversari e colpirli nel momento esatto in cui saranno diventati debolissimi mentalmente e quindi incapaci di sfoderare il meglio di loro stessi combattendoli. In pratica è come se stessero giocando a casa del nemico…

CARROT E L’AMBIZIONE

Bene, dunque…
Ho letto in giro di molti di voi che pensano che Carrot abbia utilizzato la tonalità dell’osservazione per percepire il coniglio con gli stivali (?) e poterlo evitare. Beh, sappiate che avete ragione!
Già, in effetti Pedro ci aveva già avvisati di quanto Carrot fosse forte in gamba, quindi questo è l’ennesimo indizio a riguardo.
Ora, chi è questo personaggio? Questa specie di coniglio con lo sguardo magnetico, è un’allucinazione oppure si tratta di un personaggio vero?
Capitolo 827. Big Mom chiede ai suoi ufficiali se gli ingredienti previsti per preparare la torta che verrà mangiata durante il Tea Party fosse pronta, e chi troviamo tra coloro che fanno rapporto?

PROPRIO LUI!

[capitolo 827]

 

Il coniglio con gli stivali! E’ l’ultimo, quello che ha reperito la frutta gigante. Anche l’animale su cui cavalca è praticamente lo stesso. Quindi no, non è un’allucinazione.

Ed ecco risolto, se ci pensate, il motivo per cui Big Mom sapesse esattamente dell’arrivo di Rufy. Perché lei ha gli alberi, i fiori che possono riferirle tutto e fare rapporto! Se ricordate, durante il capitolo 827, nell’ultima pagina dove c’è quella splash-page di Linlin che si mette a ballare in mezzo agli arcobaleni e agli uccelli canterini, nella penultima vignetta ci sono dei baloon con delle note, stanti ad indicare qualcuno che le riferisce qualcosa cantando, esattamente come nell’ultima vignetta di questo capitolo, dove c’è la foresta che vuole ammazzare Rufy e i suoi amici e lo dice cantando. Quindi io credo proprio che Big Mom abbia allestito una sorta di Grande Fratello dove gli alberi, i fiori e tutti gli altri oggetti che ha animato, fungono da telecamere che monitorano tutto.
Infatti nell’ultimissima pagina vediamo la Sunny che si vede in lontananza, quindi l’uscita che viene coperta da loro, ma non solo… se notate bene, il log pose gira vorticosamente, quasi impazzito, questo perché probabilmente nel luogo in cui si trovano, nella “Foresta Fuorviante”, le allucinazioni sono talmente forti da far perdere completamente l’orientamento. Il discorso però è più complesso perché le allucinazioni, Nami le subirà davvero e non saranno qualcosa di individuale. Diciamo che sono allucinazioni collettive.
Nelle ultimissime vignette abbiamo il log pose di Nami che gira vorticosamente, perché la foresta vuole far perdere loro l’orientamento, e l’orologio che si trova sull’albero cambia le lancette in modo da far perder loro il tempo. Inoltre nascondendo la Sunny rendono la ricerca dell’uscita più difficoltosa. Mi viene da pensare se questa foresta possa avere un magnetismo particolare da far cambiare direzione persino all’ago calamitato del log pose…

La domanda che la mia amica si pone è sulla sincerità di Pudding. Se è stata la stessa Pudding a indicar loro la strada, perché non li ha avvertiti che, arrivati ad un certo punto, avrebbero avuto l’enorme probabilità che sarebbero incappati nella Foresta Fuorviante? Per quale motivo non li ha avvisati?
Questa è una domanda legittima a cui daremo una risposta soltanto nel prossimo capitolo (che purtroppo non ci sarà la prossima settimana, mannaggia allo stronzo, lui e quel film di merda con Lucci-non-canonico-di-merda)
Inoltre, ora che Rufy ha fatto una deviazione, il taglio di qualche arto o qualche gamba o qualcos’altro da parte di Jinbe diventa sempre più probabile. Io credevo che sarebbe arrivato in tempo per evitare il gioco macabro di Big Mom, ma ora che dovrà perder tempo in questa foresta, si troverà probabilmente in ritardo, e probabilmente il gioco sarà finito. Io continuo a credere che l’essenza di Jinbe venga trasferita in un oggetto e Rufy dovrà andare a salvarlo facendolo ritornare nel suo corpo.
E inoltre, credo che usciranno dalla foresta solo quando il Tea Party sarà già avviato. Questo permetterà a Rufy di arrivare nel mezzo e di avere la solita entrata ad effetto che piace tanto ai fan-minchia che si arrapano su ste cose…

In sintesi (?), e qui concludo, leggendo questo capitolo e associandolo a quelli immediatamente precedenti, posso constatare come Big Mom assomigli sempre più alla strega nella fiaba di Hansel e Gretel. Una persona che vive in una casa fatta di dolci e che mangia i bambini i quali si ingozzano di qualsiasi dolce senza pensare alle conseguenze.

Ma poi sappiamo come va a finire la storia no? Due bambini che riescono a sconfiggerla. E considerando che Rufy, Carrot e Chopper non sono proprio un individuo maturo, abbiamo già il finale di questa fiaba. E ovviamente non mi sto riferendo a quella dei fratelli Grimm…

 

 

Reverendo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here