Montblanc Noland

122

Montblanc Noland è un uomo che visse 400 anni prima della narrazione di One Piece ed conosciuto come il bugiardo personaggio di una fiaba molto nota nel Mare Settentrionale, che tutti ritengono descriva le vere gesta di Noland.

La Fiaba di Noland il Bugiardo

Secondo la fiaba, Noland il bugiardo era un esploratore e al suo villaggio raccontava sempre di aver vissuto grandi avventure che a molti sembravano bugie. Un giorno, tornò da una spedizione dicendo di aver trovato un'isola in mezzo ai grandi mari con montagne d'oro, che non era altro che Shandora. Per vederla con i suoi occhi, il re prese 2000 soldati e si recò con Noland verso l'isola, combattendo contro tempeste e mostri. Alla fine, il re e Noland giunsero sull'isola con 100 uomini, ma trovarono solo una giungla senza la minima traccia di oro. Per questa sua bugia, Noland fu condannato a morte, ma prima di essere giustiziato continuò ad affermare la reale esistenza dell'oro che aveva visto sull'isola. Come ulteriore insulto, la favola lo mostra sempre un sorriso piuttosto stupido e fa sembrare il re un coraggioso guerriero.
A causa della reputazione di Noland, anche i suoi parenti addirittura 400 anni dopo sono trattati con disprezzo e sono esclusi dalla società. Molti dei suoi discendenti si misero in cerca di Shandora, ma nessuno riuscì a portare a termine l'impresa.
Questa fiaba in realtà ha un buon margine di verità, tuttavia vi sono diverse incongruenze con la realtà della storia di One Piece.

Storia

Noland, un esploratore ed esperto di botanica del regno di Lyneel, 400 anni prima della narrazione di One Piece, giunse sull'isola di Jaya, che trovò sentendo i rintocchi di una grande campana durante una tempesta. Inizialmente, lui e la sua ciurma si scontrarono contro la tribù Shandia, gli abitanti di quell'isola, poiché Noland riteneva sciocche le loro credenze e al suo arrivo aveva ucciso un enorme serpente prima che questo potesse uccidere una giovane ragazza per un sacrificio. Tuttavia in seguito strinsero amicizia con il popolo, specialmente con Calgara, che mostrò loro Shandora, una città tutta costruita in oro con al centro un'enorme campana. Noland li aiutò inoltre a curare una malattia degli alberi della foresta che gli indigeni credevano una maledizione divina, anche se per farlo dovette tagliare degli alberi che gli Shandia consideravano sacri. Ciò provocò tensioni fra i due gruppi, e Calgara riuscì a capire la verità e ad apprezzare il grande aiuto dell'esploratore-botanico soltanto dopo la partenza di Noland. Dopo essere tornato sulla sua isola, Noland informò il re della sua scoperta e questo decise di voler vedere di persona la città dell'oro, ma una volta arrivati la città e tutti gli abitanti erano spariti. Il re, furioso, pensò che Noland gli avesse giocato uno scherzo e lo condannò a morte. All'esecuzione pubblica fu presentato come testimone un falso membro della sua ciurma, che disse che la storia di Shandora e dei suoi abitanti era una bugia. Così l'esploratore fu lasciato in lacrime e preoccupato riguardo ciò che era successo ai suoi amici e alla città al momento della sua esecuzione, mentre la sua ciurma guardava impotente la morte del suo capitano.
In realtà, durante l'assenza di Noland da Jaya, sotto di questa si formò la Knock Up Stream, una violenta corrente diretta verso il cielo, che spinse una grossa porzione dell'isola nei Mari del Cielo. Dopo 400 anni, la campana d'oro viene fatta suonare a Skipiea e i suoi rintocchi vengono uditi fino a Jaya. Anche se la storia probabilmente continuerà a venire raccontata, per Montblanc Cricket e i suoi amici Noland è finalmente rivalutato dopo 400 anni di vergogna.

Abilità

Dal fatto che riesce a uccidere con un colpo solo il grosso serpente che è della stessa specie di quello che mette in seria difficoltà Zoro e Wiper, in quanto i due non riescono a fargli granché male, si può dedurre che fosse molto potente. La sua arma è una lunga katana con l'elsa a forma di castagna.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here