One Piece 1044: vedremo la forma completa di Joy Boy?

1324

Se ti piacciono i nostri articoli, sostienici offrendoci un caffé


One Piece 1044: il nuovo capitolo si sta avvicinando e tutti sono in attesa di vedere il ritorno definitivo di Joy Boy

Il capitolo 1044 di One Piece si è concluso con uno dei cliffhanger più importanti dell’intero manga: Monkey D. Luffy, sconfitto da Kaido e quasi vicino alla morte, sembra aver risvegliato il proprio frutto del diavolo e, stando alle parole di Zunisha, essere diventato il nuovo Joy Boy. 

Il ritorno di questo misteriosissimo personaggio, legato al tesoro One Piece e ai cento anni di vuoto, ha creato tantissima curiosità nei lettori, che adesso non vedono l’ora di poter leggere il capitolo 1044 per scoprirne qualcosa in più. 

C’è però una paura che accomuna un po’ tutti: possibile che Eiichiro Oda lasci in sospeso il risveglio di Luffy per dedicarsi ad altro? Del resto a Wano ci sono ancora alcune “questioni” da risolvere, in primis l’incontro Hiyori-Orochi. Ma non solo, l’autore potrebbe anche decidere di far partire finalmente il flashback dedicato a Kaido, molto atteso soprattutto per il suo legame con un altro personaggio misterioso, Xebec D. Rocks. Questa seconda scelta, nonostante la tanta curiosità per Joy Boy, potrebbe comunque trovare il consenso dei lettori. 


[easyazon_link identifier=”8822626559″ locale=”IT” tag=”onepieoftos-21″]One piece. Le ricette piratesche di Sanji[/easyazon_link]


Come sarà il nuovo Joy Boy?

La domanda che tutti ci stiamo ponendo in questi giorni è più o meno la stessa: come sarà Luffy adesso che è stato riconosciuto da Zunisha come nuovo Joy Boy? Cosa accadrà al protagonista? Vedremo una trasformazione?

Le teorie sono molteplici. Alcuni credono che Luffy possa essere posseduto dal frutto e quindi attivare una modalità in cui agisce incoscientemente. Altri, invece, pensano che non cambierà molto: il protagonista utilizzerà i poteri ottenuti con risveglio senza rendersi conto di essere il nuovo Joy Boy, ma lasciando agli altri (come già accaduto con Zunisha) il “dovere” di riconoscerlo. 

L’attesa aumenta sempre più e gli articoli, le riflessioni, le discussioni nelle community mondiali di One Piece non accennano a fermarsi. Se il capitolo 1043 ha fatto la storia, il 1044 potrebbe andare ancora oltre. Non ci resta che aspettare! 

[easyazon_infoblock align=”none” cloak=”y” identifier=”B089DPWVBF” locale=”IT” tag=”onepieoftos-21″]

twitch Abbiamo aperto un canale Twitch, clicca qui per iscriverti!

One Piece è un manga scritto e disegnato da Eiichirō Oda, serializzato sulla rivista giapponese Weekly Shōnen Jump di Shūeisha dal 19 luglio 1997. La casa editrice ne raccoglie periodicamente i capitoli anche in volumi formato tankōbon, di cui il primo è stato pubblicato il 24 dicembre. L’edizione italiana è curata da Star Comics, che ne ha iniziato la pubblicazione in albi corrispondenti ai volumi giapponesi il 1º luglio 2001.

La storia segue le avventure di Monkey D. Luffy, un ragazzo il cui corpo ha assunto le proprietà della gomma dopo aver inavvertitamente ingerito il frutto del diavolo Gomu Gomu. Raccogliendo attorno a sé una ciurma, Luffy esplora la Grand Line in cerca del leggendario tesoro One Piece e inseguendo il sogno di diventare il nuovo Re dei pirati

One Piece è adattato in una serie televisiva anime, prodotta da Toei Animation e trasmessa in Giappone su Fuji TV dal 20 ottobre 1999. L’edizione italiana è edita da Merak Film ed è andata in onda su Italia 1 dal 5 novembre 2001 per poi continuare su Italia 2 nel 2012; inizialmente intitolata All’arrembaggio!, la serie ha avuto diversi cambi di denominazione nel corso delle stagioni, fino ad assestarsi sull’originale One Piece.

Toei Animation ha prodotto inoltre 11 special televisivi, 13 film anime, due cortometraggi 3D, un ONA e un OAV. Svariate compagnie ne hanno tratto merchandise di vario genere, come colonne sonore, videogiochi e giocattoli.

One Piece ha goduto di uno straordinario successo. Diversi volumi del manga hanno infranto record di vendite e di tiratura iniziale in Giappone. Con trecento milioni di copie in circolazione al 2014 l’opera è il manga ad avere venduto di più al mondo. Il 15 giugno 2015 è entrato inoltre nel Guinness dei primati come serie a fumetti disegnata da un singolo autore con il maggior numero di copie pubblicate: oltre 320 milioni.

Lascia un commento