One Piece Episodio 882: di Re, Ammiragli e verità sull’anime…

4693

 Non dimenticare di seguirci anche su Telegram! Ti basta cliccare qui!

One Piece Episodio 882: il commento dell’ultima puntata dell’anime di One Piece tratto dal manga ideato e disegnato da Eiichiro Oda

Bene gente, se siete qui o non avete visto l’episodio e volete sapere se ne vale la pena…o l’avete visto e, per qualche motivo, volete comunque sapere cosa ne penso. Nonostante l’episodio conti quasi esattamente 6 minuti, SEI MINUTI, di contenuto originale preso dal manga. In entrambi i casi, sono qui per accontentarvi.

Iniziamo con una considerazione sullo stato dell’anime attuale, già fatta sulla pagina Facebook, che ritengo opportuno ribadire: questi filler sono necessari per la sopravvivenza di questo anime. Ormai è in voga il mantra “perché non fanno One Piece a stagioni come gli altri anime così ci evitiamo questi filler?“. Sembra la soluzione più logica, giusto? Beh, ecco come stanno le cose: voi state guardando un’enorme pubblicità, la pubblicazione settimanale era l’unico metodo esistente quando è nato One Piece ed ancora oggi è il metodo migliore per pubblicizzare al meglio il prodotto. 

Vi lascio qui un video di YonkouProductions piuttosto interessante che spiega molto bene la situazione per quanto riguarda l’anime di One Piece, è in inglese ma le immagini e l’editing rendono comunque tutto molto chiaro:

Proverò a riassumere per chi fa molta fatica con l’inglese: l’anime di One Piece è nato quando l’unico metodo esistente per produrli si basava sugli sponsor. La fatica di trovare tali sponsor, star dietro ad eventuali loro richieste e i tempi stretti che venivano imposti sono alcuni dei limiti che questo metodo si porta dietro. Cambiare questo sistema farebbe perdere a One Piece il suo posto nel palinsesto, cioè la domenica mattina come forse sapete, riservato a serie di lunga durata (considerate che Dragonball Super andava in onda mezz’ora prima di One Piece).

Questo sarebbe svantaggioso per due delle tre parti in gioco che sostengono e traggono profitto dal franchise, ovvero Fuji TV che lo manda in onda e Shueisha che detiene i diritti. Il terzo in gioco è Toei Animation che ne guadagnerebbe in termini di tempo per produrre gli episodi, ma sarebbe il loro voto contro gli altri due. Visto che l’anime è un mezzo pubblicitario per indurvi a comprare il merchandise di One Piece, come le action figure e ovviamente il manga, la programmazione e la produzione dell’anime non cambieranno, perché semplicemente non convengono a Shueisha e Fuji TV. La colpa per tutti questi filler necessari a mantenere le distanze dal manga non è, quindi, di Toei. Al massimo è (anche) di Shueisha, Fuji TV e degli sponsor, visto che tutti hanno voce in capitolo su cosa deve essere mandato in onda.

Se queste scelte non vi piacciono, e vi capirei perfettamente, la soluzione è semplicissima: leggete il manga. Non troverete filler lì, anzi. Che poi, farvi leggere il manga è uno degli obbiettivi dell’anime, come vi ho spiegato (meglio se lo comprate anche, sapete com’è…). Vedete quindi questi recap lunghissimi su Luffy come:
una pubblicità a One Piece e in particolare alla saga di Marineford (che tanti amano).
un modo per mantenere le distanze dal manga (leggendolo non dovreste accettare questi compromessi, al massimo sopportereste le pause).
un favore agli spettatori dell’ultimo minuto che hanno iniziato a vedere One Piece da poco, aggiungete un pizzico del punto 1 e sono certo capirete.

Diciamolo però, l’anime non è solo e soltanto una pubblicità, anche se forse è il suo ruolo principale. Dietro all’anime ci sono uomini e donne che mettono passione nel loro lavoro, il quale è dare vita alle pagine disegnate da Oda. L’autore, oltretutto, si affida all’anime per chiarire alcuni aspetti che nel manga non ha più tempo di mostrare, offrendo quindi un’esperienza ulteriormente diversa (sebbene non sempre in modo positivo, “Gom Gom Rametto” non è concepibile). Ricordando la dignità del lavoro di queste persone, diamo un’occhiata a questi sei minuti di novità.

Parto subito col dire che le animazioni non sono nulla di che, ma non mi aspettavo certo di vedere al lavoro Shida per animare queste scene. Si tratta “semplicemente” di mostrare la storia di Red Port e l’arrivo dei Re di tutto il Governo Mondiale, scena semplice anche nel manga. Preferisco commentare l’atmosfera di questo arrivo: è tutto molto festoso e allegro, come se stessimo assistendo a un red carpet di Ballyw-ahem…Hollywood. Io mi sarei aspettato un’atmosfera più serieggiante, non certo dark visto che gli abitanti sono comunque entusiasti di veder arrivare i Re, solo meno pimpante. Diciamo più “epica”? La camminata lenta di Ham Burger è un po’ robotica, pazienza.L’arrivo dei Re mi era piaciuto molto nel manga, specialmente Re Tacos. Nell’anime però sembra essere arrivato da solo, che fine hanno fatto le sue vecchie accompagnatrici?
Bello l’arrivo di Neptune e degli altri pescioni del Palazzo di Ryuugu, grandioso come ci si aspetterebbe. Questa scena non esiste nel manga, è una giusta aggiunta dell’anime che ho apprezzato. Perché però far apparire la balena di Neptune così assatanata?

Ma io so che la vostra attenzione si è concentrata su di lui:Sono un rompicoglioni, lo so, però si chiama Ryokugyu e NON Toro Verde. Altrimenti, chiamate Aokiji “Fagiano Blu” e Fujitora “Tigre Viola”, per coerenza. Il nome è difficile, ma quello è. Il doppiaggio del nuovo ammiraglio passa velocemente da calmo e contenuto a risate energiche e in qualche modo “sinistre”, esattamente come me l’ero immaginato nel manga! Merito delle prestazioni di Keiji Fujiwara. Certo però che lasciarlo tutto nero come un assassino di Conan è un po’ strano, sarebbe stato più semplice tenerlo fuori campo, no? Scena finale esclusa ovviamente.
Ah, mi è piaciuta anche la performance di Ikuya Sawaki, voce di Tigre Viola.

I prossimi episodi sembrano essere “arricchiti” di filler sui Rivoluzionari, spero siano interessanti. L’episodio lo sarà di certo, visto che adatterà la parte migliore del capitolo originale!

[Symonch]

 

                                   

Leggi anche: One Piece Episodio 870: SNAKE-MAN, KATAKURI E LA GRANDE ANIMAZIONE!!

One Piece è un manga scritto e disegnato da Eiichirō Oda, serializzato sulla rivista giapponese Weekly Shōnen Jump di Shūeisha dal 19 luglio 1997. La casa editrice ne raccoglie periodicamente i capitoli anche in volumi formato tankōbon, di cui il primo è stato pubblicato il 24 dicembre. L’edizione italiana è curata da Star Comics, che ne ha iniziato la pubblicazione in albi corrispondenti ai volumi giapponesi il 1º luglio 2001. La storia segue le avventure di Monkey D. Luffy, un ragazzo il cui corpo ha assunto le proprietà della gomma dopo aver inavvertitamente ingerito il frutto del diavolo Gomu Gomu. Raccogliendo attorno a sé una ciurma, Luffy esplora la Grand Line in cerca del leggendario tesoro One Piece e inseguendo il sogno di diventare il nuovo Re dei pirati

One Piece è adattato in una serie televisiva anime, prodotta da Toei Animation e trasmessa in Giappone su Fuji TV dal 20 ottobre 1999. L’edizione italiana è edita da Merak Film ed è andata in onda su Italia 1 dal 5 novembre 2001 per poi continuare su Italia 2 nel 2012; inizialmente intitolata All’arrembaggio!, la serie ha avuto diversi cambi di denominazione nel corso delle stagioni, fino ad assestarsi sull’originale One Piece. Toei Animation ha prodotto inoltre 11 special televisivi, 13 film anime, due cortometraggi 3D, un ONA e un OAV. Svariate compagnie ne hanno tratto merchandise di vario genere, come colonne sonore, videogiochi e giocattoli.

One Piece ha goduto di uno straordinario successo. Diversi volumi del manga hanno infranto record di vendite e di tiratura iniziale in Giappone. Con trecento milioni di copie in circolazione al 2014 l’opera è il manga ad avere venduto di più al mondo. Il 15 giugno 2015 è entrato inoltre nel Guinness dei primati come serie a fumetti disegnata da un singolo autore con il maggior numero di copie pubblicate: oltre 320 milioni.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Onore e gloria a God Shanks! 🙌🏻 -Traffy #shanks #marineford #god #onepiece #onepiecegt #eiichirooda #nerd #otaku #anime #manga #f4f

Un post condiviso da OnePiece.It (@onepiecegt.it) in data:

 

3 Commenti

    • L’episodio 882 riprende le vicende del capitolo 905. Detto questo, non ti consiglio di iniziare a leggerlo da qui perché non capiresti nulla. A volte Oda fa collegamenti a vicende molto remote nel manga. Ti consiglio di leggerti il manga partendo dall’inizio.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here