One Piece – I segreti di Punk Hazard, News dal Databook

2912
Databook

Caesar, Monet, Vergo e tanto altro in questa prima parte dell’ultima uscita del Databook, quella riguardante l’arco di Punk Hazard

Monet è MORTA.
Ora che abbiamo chiarito, possiamo cominciare con il Databook.

Eccoci qui a parlare finalmente delle nuove informazioni contenute nel Vivrecard Databook.
Sono stati rilasciati i pacchetti di Punk Hazard e Skypea, in questo pezzo parleremo delle informazioni relative all’isola del SAD.

Iniziamo subito che la carne al fuoco è parecchia e qualcuno ha fame

Caesar

È l’unico produttore del SAD quindi è pienamente responsabile di tutto ciò che accade di brutto a Dressrosa e Wano.


Caesar è in grado di spingere il potere del suo Gasu Gasu no Mi fino alle estreme potenzialità, perchè in quanto scienziato è in grado di sfruttarne tutte le sfaccettature.

È confermato che abbia lavorato con Vegapunk e Judge all’epoca, infatti dimostra di conoscere il secondo a Whole Cake.

Dopo l’incidente a Punk Hazard è stato posto sotto custodia, ma è riuscito a fuggire dalla nave-prigione.
È confermato che sia riuscito a fuggire anche da Totland e non si sa dove sia attualmente (diciamo che nella casella della sua ubicazione è segnato “unknown“).

Il suo cibo preferito è il gazpacho, questo è dovuto ad un gioco di parole.
Infatti in giapponese viene scritto “gasupacho“, riprendendo quindi il nome del suo frutto.

Il suo design è ispirato alla figura del Pierrot, per questo motivo il suo nome contiene la parola “Clown” ed è rappresentato completamente bianco con le labbra truccate.

Monet

Nel Databook viene ricordato come sia stata salvata da Doflamingo da un’ambiente molto problematico assieme a sua sorella Sugar, 13 anni fa.
Per questo gli era così fedele da offrire la propria vita per lui.

Dopo questo evento ha ingerito il suo frutto che le permette tra le altre cose anche di “congelare” l’abilità di pensiero di una persona oppure farla addormentare fino a morire di freddo.
L’induzione del sonno è infatti il secondo stadio dell’ipotermia che termina appunto con la morte.

Nel Databook si fa riferimento alla sua presbiopia, condizione che la obbligava ad utilizzare occhiali molto spessi per scrivere.
Il suo aspetto da arpia è frutto di una modifica attuata da Law, così come per Barbabruna, i centauri e le altre creature viste sull’isola.

Troviamo esplicito riferimento al fatto che “il suo cuore è stato trapassato da Caesar” e questo evento termina la sua timeline (linea del tempo che hanno tutti i personaggi sulla propria card).
Quindi è indubitabilmente, inconfutabilmente e fottutamente MORTA.
Nessun trucco da mago per evitare che il cuore fosse trapassato, nessuna congettura.

È MORTA.

Non sembrava avere una taglia.
Inizialmente era pure stata disegnata molto brutta, come una specie di altro centauro.

Vergo

È confermato che fosse utilizzatore di Haki dell’Osservazione e dell’Armatura.

Grazie proprio al suo incredibile Haki dell’Armatura, come sappiamo è in grado di rendere uno stecchetto di bamboo duro come l’acciaio.

Nel Databook a questo riguardo si fa un’interessante annotazione. In pratica questa tecnica non cambierebbe la consistenza dello stecchetto, rendendolo ancora utilizzabile come cerbottana.

Artur ci fornisce un commento a riguardo, segnalando come sia probabilmente lo stesso meccanismo che non cambia la consistenza della gomma di Rufy anche se ricoperta di Haki.

Vergo ha sempre avuto fin da bambino l’abitudine di avere del cibo attaccato alla guancia.

È stato il primoCorazòn” 17 anni fa, nome passato come sappiamo poi a Rosinante dopo aver lasciato la famiglia per infiltrarsi nella Marina.
Un anno dopo esservi entrato, è stato ammesso nella base G-5, su sua esplicita richiesta.

Alla fine della sua timeline è segnato “coinvolto nell’esplosione di Punk Hazard“, molto ma molto probabilmente è morto anche lui.

Ovviamente non ha una taglia (essendo stato sotto copertura tra le file della marina).

Ecco il suo design originale.

Base G-5 della Marina

Nel Databook sono presenti anche alcune informazioni circa questa malridotta base della Marina.

Smoker avrebbe ordinato ai suoi sottoposti di scriversi “Marine” sul petto per non dimenticarsi di esserlo.
La base è suddivisa in 6 squadre, delle quali conosciamo la prima (quella di Smoker a Punk Hazard) e la sesta (quella di Yarisugi alle prese con Caribou nelle miniavventure).

La base è stata fondata il 5 Maggio (compleanno mio e di Rufy btw) e comprende 300 uomini e 6 navi da guerra. Dopo i fatti di Punk Hazard, Smoker ne è ufficialmente il capo.

Yeti Cool Brothers

I due Yeti di Punk Hazard sembrano essere parte di una specie sconosciuta di giganti, sono nati lo stesso giorno (sono quindi gemelli) ma non è specificato in che ordine siano nati, quindi chi sia il maggiore.

Incredibilmente sono più alti di Oars, ben 42.50 m!

Hanno lo stesso tipo di sangue di Sanji e Fisher Tiger, ossia il rarissimo S RH-.

Hanno 20 milioni di Berry di taglia ciascuno, ma dovrebbero avere un poster di taglia combinato di 40 milioni.

Come mostrato in Dive to Grand World le loro facce sono ispirate alle statue moai dell’isola di Pasqua.
Vengono inoltre fornite informazioni su Barbabruna (il cui vero nome è Chadros Higelyges), ad esempio è alto quanto Kuma e Moria.

Drago Numero 13

Il celeberrimo drago di Punk Hazard.

Ne avevamo parlato qui.

È stato creato artificialmente da Vegapunk in un laboratorio di Punk Hazard ed è chiamato “Numero 13” perchè il primo drago finalmente riuscito allo scienziato è stato creato dopo altri 12 fallimenti.

Quindi questo drago è effettivamente il tredicesimo tentativo di Vegapunk, il primo portato a termine correttamente.

Il nome è stato dato dai draghi celesti, che come detto sempre qui, nutrono un’incredibile ammirazione per queste creature.

Nel Databook è riferito come Vegapunk sia riuscito a creare un drago pienamente “funzionante” quindi con la capacità di volare e di lanciare fiamme, alto 70 m.
I suoi artigli erano inoltre molto affilati tanto da tenere testa alle spade di Zoro.

Si riferisce come il modello di drago “più piccolo” sia stato creato dopo il successo del “Numero 13”.

Ringraziamo come sempre Artur della Library of Ohara per queste informazioni.

Seguici su Twitter per avere tutte le notizie in tempo reale, alle volte non riusciamo a postarle tutte in pagina quindi potresti perderti qualcosa se non ci segui anche qui

Dai un voto all'articolo

1 Star2 Stars3 Stars4 Stars5 Stars (2 votes, average: 5,00 out of 5)
Loading...

4 Commenti

  1. Non ci si può fidare così tanto di informazioni potenzialmente spoiler dateci attraverso un databook da affermare in quel modo che Monet sia morta. Per me è evidente che Ode almeno inizialmente, avesse o abbia avuto piani diversi per lei, piani che contemplassero un suo ritorno in scena: se è morta per davvero, secondo me è semplicemente perchè O da sembra intenzionato a dare un’accellerata alle cose, e per fare questo è anche costretto qua e là a fare qualche taglio…

  2. Per quanto trovo che mancano dei tasselli mancanti per Punk Hazzard (per esempio, dove si sono nascosti tutti quando i due vice si sono scontrati, che fine hanno fatto i fratelli sconfitti, ecc…). Trovo sia una delle mie saghe preferite!
    Dopo tutto il casino successo all’Arcipelago, l’infiltraggio e la fuga dantesca di Rufy a Impel Down, il casino di Marineford e la tappa necessaria e non all’Isola degli Uomini Pesci serviva una “saghetta” (non è delle saghe più lunghe, ma neanche corta) carina piena di misteri e bei personaggi.
    Chissà se rivedremo Ceaser, potrebbero dedicarli una Miniavventura. O a lui oppure a Smoker.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here