Potere e conoscenza

41

[Articolo di FRANCESCO "AZATHOTH" LA PORTA]

Tutti quanti noi conosciamo il rapporto quasi intrinseco tra potere e conoscenza e di come il possesso del primo non determini esclusivamente il possesso del secondo, ma di come il possesso del secondo sia una componente fondamentale per il raggiungimento del primo. Nel mondo di OP, la conoscenza in sé determina prestigio e potere all’interno della società o di un determinato gruppo sociale: un esempio viene dato dal personaggio di Nico Robin all’interno della ciurma di Monkey D. Rufy, il quale viene rispettato e quasi visto con una sorta di riverenza non solo per la conoscenza del contenuto dei Poignee Griffe, ma anche per la sua conoscenza della società e dei suoi esponenti più importanti.

Tuttavia, la conoscenza tanto bramata nel mondo di OP non è legata esclusivamente a concetti quali la semplice conoscenza della struttura sociale e delle sue caratteristiche, quanto dalla possibilità di conoscere il potere e poter utilizzare tali informazioni come merce ambita o come vero e proprio biglietto per il rispetto e la paura.
Analizziamo un caso degno di nota: nel capitolo 620, il pirata Caribou scopre che la principessa sirena Shirahoshi è l’arma ancestrale Poseidon; resosi conto di cosa ha ascoltato, Caribou diviene consapevole dell’importanza che assume questa grande piccola sirena e, nonostante il suo fallimento nel rapirla, sa bene che già il solo fatto di conoscere tale informazione è pur sempre una merce di scambio nella sfera socio-politica del manga.

Cercando di comprendere il valore dell’informazione e del potere, facciamo un rapido confronto tra il cittadino comune ed un esponente di alto grado della Marina eo del Governo Mondiale: il cittadino comune è ignaro di cosa sia accaduto durante i cosiddetti “100 anni di buio”, considera mitologia o stregoneria il potere dei frutti del diavolo e il Governo Mondiale appare ai suoi occhi come il Potere (badate bene, utilizzo la parola potere con la P maiuscola per indicare come abbia assunto agli occhi della popolazione il carattere di entità, dunque eterea ed impossibile da affrontare in quanto intangibile nel suo essere sconosciuto.): al contrario, chi ricopre un grado così elevato, sa cosa accadde nel passato (almeno, parlando dei 5 Astri), conosce i frutti del diavolo a menadito (non dimentichiamoci del ruolo che ricopre Vegapunk all’interno delle due strutture) e sa cos’è il Potere, chi è e di quanto lui stesso ne sia fornito.

Sappiamo che la conoscenza è una delle armi del potente, il quale se ne serve per arrogarsi diritti di superiorità nei confronti dei più ed è qua che possiamo analizzare il rapporto tra gli Archeologi di Ohara ed il Governo: i primi hanno acquisito (inconsapevolmente per via della loro natura di ricercatori) un potere tale da renderli pericolosi agli occhi di coloro che vedevano come il loro potere, la conoscenza di cui erano i soli a conoscenza, stava per essere diffusa al popolo che avrebbe potuto liberarsi dalle spire di un potere di cui stavano per scoprirne le origini e le cause; Ohara fu data alle fiamme, gli archeologi sterminati, il braccio forte del Governo, il Buster Call, ha protetto ancora una volta il potere da coloro che avrebbero potuto dissiparlo.

Un ultimo caso che si può analizzare in tale prospettiva, è la figura di Donquixote Doflamingo, ex Drago Celeste: seppur privo del titolo precedente per la decisione del padre di abbandonare il titolo in quanto resosi conto di essere solamente un essere umano come qualsiasi altro(decisione illuminata ed umana che ovviamente fu vista con sdegno da parte dei membri delle 18 famiglie di Nobili Mondiali), egli mantiene privilegi e poteri all’interno del Governo, tanto da poter quasi fare ciò che desideri senza incorrere in nessuna conseguenza per le sue azioni; ciò è dovuto alla sua conoscenza di ex-nobile della natura del cosiddetto “tesoro nazionale” di Marijoa, che gli dona superiorità rispetto ad un pirata qualsiasi e rende la sua nomina come Flottaro quasi superflua (nonostante ciò, viene arrestato durante la fine della Saga di Dressrosa, perdendo di fatto il suo titolo e l’immunità ad esso legata per i suoi crimini contro il Regno di Dressrosa ed i suoi abitanti).

Come abbiamo analizzato, possiamo comprendere che nel mondo di OP, il potere non è dato esclusivamente da fattori quali il carisma o la forza in sé, ma anche dal conoscere e dal saper sfruttare cosa si conosce per ottenere fama, rispetto e timore.

Fonte

ONE PIECE BACKSTAGE ITALIA

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here