SANJI e le sue misteriose origini …

616

 

– "NON E' QUESTO IL PUNTO … Sto dicendo che, se non abbandoni la tua cavalleria, finirai per rimetterci la pelle!" 
– "Non è che voglio morire, ma sono stato educato a non colpire una donna A SUON DI BOTTE … Quindi non lo farò mai e poi mai, ANCHE A COSTO DI RIMETTERCI LA VITA!"

Non so per quale motivo, ma questo dialogo mi rimase impresso nella memoria da parecchi anni, sin da quando guardavo l'anime su Italia 1 (penso che fosse il lontano 2010), forse perché fu uno dei primi episodi di One Piece che vidi e, come si suol dire, la prima volta non si scorda mai. Ovviamente ai tempi non ci feci tanto caso e non gli attribui un grande significato (soprattutto perché mi ero appena approcciato ad One Piece e non conoscevo ancora la storia). 
Col passare del tempo (e con l'approfondimento dell'opera) non cambiò essenzialmente niente. Alla fin fine, queste parole non facevano altro che rispecchiare perfettamente l'etica di Sanji e, oltre al profondo peso morale, non avrei mai scommesso che ci potesse essere qualcosa sotto; eppure …

Qualche giorno fa, mentre mi rilassavo sotto la doccia, i mie pensieri stavano vagando nel vuoto cosmico quando, all'improvviso, mi son chiesto: ma è stato Zef ad educare il nostro amato cuoco in questo modo? Per carità, avrà sicuramente una buona etica come cuoco, avendo sofferto la fame di persona, ma non ha mai dimostrato di avere un grande attaccamento per le donne (diversamente da Sanji).Certo, potrebbe anche non averci mostrato questo suo lato (oppure Oda non lo aveva ancora "pensato"), anche se finora si è dimostrato assai indifferente. Anzi, quando Sanji corteggiava le donne, si dimostrava infastidito, in quanto il suo atteggiamento stava intralciando il lavoro al ristorante.

Ma all'improvviso tutto si fermo … Ah si, prima di proseguire vi avverto che quello che leggerete in seguito conterrà tanti SPOILERS inerenti agli avvenimenti accaduti negli ultimi capitoli, quindi continuate a vostro rischio e pericolo. bene, proseguiamo …

 E se la sua "educazione" risalisse a prima del naufragio? Che sia stata proprio la sua famiglia ad insegnarli questi principi di rispetto verso la figura femminile? Ma un'altra domanda sorge spontanea: che tipo di famiglia è? O meglio, a che classe sociale appartiene? I nobili, altezzosi come sono, non insegnerebbero certo valori che prevedono il rispetto di tutte le donne (anche di bassa condizione sociale). Per carità, potrebbe essere la solita eccezione, ma tenderei ad accostare questa ipotesi.

L'opzione che prediligo maggiormente è "Sanji figlio di una famiglia borghese" che si occupa molto di affari. Come ipotizza il Re del Bike & Raft: One Piece Weekly Report, potrebbe trattarsi addirittura di una famiglia mafiosa (ciò giustificherebbe il "rispetto" o comunque l'attitudine di riguardo che Capone sembra avere nei confronti di Sanji). Quindi dove voglio parare? In che modo collegarla con l'educazione infantile di Sanji?

Bene, pensate ad un marito, sempre occupato coi suoi affari, sempre lontano da casa; pensiamo adesso ad una moglie che vive in una sfarzosa ed imponente villa e deve occuparsi dei suoi tre (?) figli. Chissà, forse durante la sua gioventù coltivava dentro di se un'ambizioso sogno … Magari diventare un cuoco di fama mondiale? Ma si sa, la vita non ci da sempre l'opportunità di realizzare i nostri obiettivi, soprattutto quando sei costretta a sposarti con qualcuno, che non conosci e probabilmente non ami nemmeno, solo per il volere della tua famiglia, solo per fini economici e utilitaristici. E come se non bastasse, la persona a cui ti sei unita per il resto della tua vita, ti tratta in modo miserabile, picchiandoti e sminuendoti psicologicamente.

Per quanto te possa essere forte, alla fine cercherai sempre qualcosa (o qualcuno) su cui sfogarti a causa della tua condizione di sottomissione e di angoscia; e chi altro se non i tuoi figli, le persone che stanno sotto di te nella scala gerarchica? Però, fortunatamente, la tua passione per la cucina ti aiuta a non delirare, a non perdere la ragione ed avere una speranza a cui aggrapparti.

Ma arrivo quel fatidico giorno: "scappa Sanji, vattene via da qua" … Sua madre giace a terra stremata e, nonostante ciò, il padre continua ancora a maltrattarlaa … Sanji non può fare niente, le sue forze gli consentono solo di scappare come un coniglio. "Cercate mio figlio!" Ma … "Ecco signore, ci è stato comunicato che suo figlio si era imbarcato su quella nave, però sfortunatamente è affondata a causa di una tempesta e, da quel che sappiamo, non ci sono sopravvissuti". E così tutti si dimenticarono di Sanji …

E qua mi ricollego ad un vecchio articolo della pagina FB Onepiecelab – Teorie ed Approfondimenti che riporta la storia di Ganji, secondogenito della famiglia imperiale. Avendo perso la madre in tenerà età, tende a rimpiazzare questa mancanza innamorandosi di ogni donna che gli capita. Le circostanze famigliari di Sanji potrebbero essere diverse, ma l'effetto psicologico conseguente al tragico evento potrebbe essere proprio una citazione a quest'opera.

Sarà forse questo il motivo per cui, nonostante le apparenze, Sanji fosse così devoto nei confronti di Zef? Identificava in lui il padre che non ha mai avuto, il padre che l'ha salvato dalla morte e che si è sacrificato per lui? Sarà per questo che, dopo aver sentito la storia di Kinemon (disposto a salvare suo figlio a tutti i costi), avrà accettato di offrigli il suo aiuto? eh si, "Il dolore è troppo personale per essere condiviso" (già che parliamo del cuoco, citiamo anche Naruto).

Ma cosa serba il destino per Sanji? Chissà che magari la storia non si ripeta … Chissà se la sua presunta moglie sia così tanto vogliosa di sposarsi. E, per quanto possa essere bella, Sanji riuscirà a mettere da parte il suo immenso amore per il gentil-sesso, rispettando così il desiderio della donzella? Finalmente Oda tratterebbe un argomento che ha fortemente trascurato nella sua opera, ovvero l'emancipazione femminile. E tra tutti, Sanji è il personaggio più opportuno per questo intento. Per questo motivo mi aspetto che la sposa sia una bella ragazza che, tuttavia, sarà indecisa sul suo futuro.

Prima di concludere, vi pregherei di rileggere attentamente il breve dialogo tra Nami e Sanji ad inizio post. Finalmente possiamo comprendere che la sofferenza, il ricordo e il rispetto per sua madre lo spingono a seguire determinatamente i suoi principi, anche a costo della vita. 

#‎Adam

Lascia un commento