Suffissi Onorifici in One Piece

1497

Nella lingua giapponese vengono spesso utilizzati i "suffissi onorifici" riferiti alla persona: nella maggior parte dei casi sono neutri ma alcuni vengono utilizzati per un contesto strettamente femminile, come "chan", altri invece in un contesto esclusivamente maschile come "kun".

In particolare, "san" viene utilizzato per dare un tono di autorevolezza e maturità; aggiungendo tale suffisso, si esprime rispetto alla persona con la quale si sta interloquendo."Chan", invece, viene utilizzato quando ci si riferisce ad una persona molto giovane, spesso anche bambini. Il nostro Sanji non fa altro che aggiungere suffissi a caso riferiti alle uniche due donne presenti in ciurma. Ma perchè appioppare "San" a Nami e "Chan" a Robin, quando Robin è più grande di nami di circa 10 anni? 

La risposta è la più semplice,come sempre quando si tratta di Oda: in un' intervista ha affermato che Sanji vuole lusingare Robin appellandosi a lei con un suffisso "giovane", e allo stesso tempo dare un tono di rispetto e maturità a Nami, anche se è più piccola. E' pur vero che più ci si avvicina ad un'età adulta, più si vuole essere considerati piccoli, al contrario i giovani vogliono sempre apparire più grandi della loro effettiva età. 

Questa piccola rivelazione,trovata sulla rete, seppur nella sua semplicità mi ha fatto emozionare: Oda,soprattutto nelle piccole cose, rende realistica la sua opera e i suoi personaggi, dando loro quella umanità anche nel voler omaggiare le ragazze con suffissi non esattamente appropriati,ma sicuramente lusinghieri. 

 

LauraJ

Lascia un commento