Trespondendo #888: Leone

153

POPOLO DELLA D.

Bentornati con il vostro caro Andre D.Elia.

E bentornati anche con un nuovo “Trespondendo”, la rubrica in cui provo a rispondere a tre questioni irrisolte aperte o continuate dal capitolo che analizziamo. L’obiettivo principale è quello di far ragionare voi sui miei tre interrogativi per far nascere nei commenti interessanti discussioni e spunti di riflessione.

Ripeto: per far nascere nei commenti interessanti discussioni. Lo ripeto con forza, perché è di vitale importanza per me, sia per vedere il vostro responso, che per migliorarmi a livello di scrittura e di “idee”, chiamiamole così. Perciò, vi aspetto nello spazio apposito.

Fatta questa noiosissima, seppur fondamentale, premessa, iniziamo.

Trespondendo #888: Leone



Oltre ai soliti punti di cui mi occupo in ogni “Trespondendo”, voglio soffermarmi, da oggi, sul titolo del capitolo. Mi sembra anche simpatico – mettiamola su questo piano – commentare insieme il nome scelto da Oda per il capitolo (traduzione permettendo)

È facile intuire il significato, almeno in questo capitolo: è un evidente accenno alla trasformazione di Carrot, che, tradotta, vuol dire “Leone lunare”. Ma mi piace pensarlo anche come un riferimento alla forza dell’animale, forza che nei Visoni aumenta notevolmente dopo con la Luna piena.

Inoltre, possiamo immaginarlo come un’evoluzione positiva di Carrot, che da coniglio diventa leone, un leone coraggioso che ha superato le proprie paure.

Detto ciò, continuiamo.

1) “Sono qui per sconfiggerti”

Dopo non so quanto tempo, finalmente torniamo nel Mondo Specchio per assistere alla continuazione dello scontro dell’anno: Rufy e Katakuri tornano a fronteggiarsi.

Se ci pensate bene, come afferma lo stesso Katakuri, Rufy non aveva alcun motivo di tornare a combatterlo; poteva ricongiungersi con tutta tranquillità con i suoi compagni, senza rischiare la vita in un combattimento inutile, poiché Katakuri era bloccato nel Mondo Specchio, non avendo Brulèe con sé, e non poteva, di conseguenza, interferire con il piano ideato dai Mugiwara.

E invece no, Rufy è determinato a sconfiggerlo, ma non per risolvere una questione personale, per concludere una battaglia iniziata e mai finita, o per eliminare un potenziale ostacolo per la fuga ormai prossima, no.

RUFY HA INTENZIONE DI SPINGERSI AL LIMITE MASSIMO

Solo in questo modo, stando alle parole di Rayleigh, il fiore dell’Ambizione sboccerà. Rufy ha intenzione di migliorarsi, e per migliorarsi deve superare i suoi limiti; e per superare i suoi limiti, deve mettere il suo corpo in una condizione fisica estrema. E solo Katakuri, per ora, può permettergli di realizzare quest’obiettivo.

Ma veramente Rufy è in grado di sconfiggere l’Uomo-Mochi?

Io credo che ora sia in grado di farlo: sarà un combattimento all’ultima Ambizione, e, sinceramente, fremo al solo pensiero. E Rufy potrebbe veramente evolvere ulteriormente il livello del suo Haki, sia dell’Osservazione che dell’Armatura.

Speriamo solo che Oda sia così benigno da farcelo vedere.

 

2) “Sbaglio o sei dimagrita un po’, Mama?”



Potrebbe essere il complimento che ogni donna vorrebbe sentirsi dire, soprattutto se quella donna è Big Mom. Ma non è questo il nostro caso.

Premetto che questa cosa è successa così in fretta che mi ha scombussolato. Infatti, nel capitolo 887, Big Mom è la solita grassoccia che piace tanto a noi – a voi al massimo, a me non piace sicuramente -, mentre nel capitolo 888 è dimagrita di 120 chili circa, e non credo sia passato molto tempo tra le due tavole. Ed è dimagrita senza che la pelle si afflosci. Non le serve nemmeno un addominoplastica. Spero che sia un errore di Oda, altrimenti non saprei che pesci prendere.

Quello di cui sto per parlare non è sicuramente una spiegazione scientifica della perdita di peso (altrimenti aprirei un blog di diete per l’estate e diventerei ricco, altro che One Piece), anche perché se si parla di Big Mom – o Rufy – non c’è scienza che tenga.

Mi limito a fare un’osservazione sul dopo. Non penso che ciò comporti una diminuzione del potere della Mammona, quanto una perdita di controllo maggiore e, successivamente, una fetta di torta più abbondante.

Non solo. Se ricordate, a Erbaf, la giovane Linlin distrusse un intero villaggio a digiuno da giorni. Questo mi fa pensare a un aumento della forza distruttiva, dovuto alla perdita di ogni controllo.

È vero, la Ciurma di Big Mom sembra molto legata al cibo, ma ciò non vuol dire che questo collegamento sia vitale, non è che se non si assumono zuccheri diminuisce la forza o la concentrazione. NO. E questo non è sicuramente il caso dell’Imperatrice.

 

3) “Suron”

Dopo questo antipasto, la portata principale. E soprattutto, l’argomento che più ci sta facendo discutere in questi giorni. Carrot guarda la luna e, con una mutazione mistica, ci appare una figura eterea, quasi divina, circondata da scintille, che attacca la nave di Daifuku, mettendo al tappeto in un batter d’occhio l’intero equipaggio, rompendo anche il timone e bloccando lì la nave.



Abbiamo assistito a una trasformazione coi fiocchi, con un design da paura (DA PAURA) e con una potenza smisurata. Cosa si può volere più di questo?

O meglio, cosa voglio vedere ora io? Mi aspetto una complicazione degli eventi, dovuta alla trasformazione. Se è vero che approderemo a Wano l’anno prossimo, allora potremmo avere più tempo del previsto.

Perché penso questo? Jinbe dice testuali parole: ”Sei allenata?”

 E questo mi ricorda moltissimo i pro e i contro dello Scimmione Saiyan. Infatti, prima Goku, poi Gohan, una volta trasformati, non ragionavano più e iniziavano a distruggere tutto, senza distinguere antagonisti da compagni.

PERDITA DI CONTROLLO

Una trasformazione del genere chissà quante energie consuma e chissà di quanto allenamento necessita. Ci è stato confermato l’addestramento di Carrot, dovuto al defunto Pedro, ma non sappiamo se questa forma sia controllata a priori da ogni Visone.

Apro una parentesi: l’Elektro e il Sulong sono due tecniche comuni a tutti i Visoni. L’Elektro è innato, conosciuto anche dai bambini, che quindi sono già dei guerrieri fin dai primi anni di vita. E il Suron? Non è una tecnica così innata, se serve un allenamento per poterla usare; o magari è innata, ma per padroneggiarla serve un allenamento. Non sappiamo, possiamo solo ipotizzare.

Io dico la mia: il Suron è una tecnica innata, come l’Oozaru per i Saiyan, ma solo l’èlite dei Visoni – I MOSCHETTIERI – la padroneggia per un tempo limitato. Superato questo lasso di tempo, si perde ogni forma di controllo: più ci si allena, più questo lasso di tempo è allungato. Solamente i migliori, Inuarashi e Nekomamushi, riescono a controllare pienamente il Sulong.

Perciò, arriverà il momento in cui Carrot perderà il controllo e sarà un pericolo anche per i suoi amici. Chissà se ci sarà uno scontro tra Carrot-Suron e Monster Chopper.

 

E voi cosa ne pensate? Come già detto sopra, vi aspetto nei commenti.

 

Andre D.Elia

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here