Ace – Personaggio chiave di One Piece

630
ace
Articolo del 26 settembre 2016

Perché Portgas D. Ace può essere considerato un personaggio chiave per l’intera storia di One Piece? Proviamo a scoprirlo

Vedendo e sentendo vari pareri dei fan di One Piece, è emersa un’opinione molto “popolare”, ovvero: Ace = Personaggio di m…

Onestamente non vedo il motivo di tanto accanimento, anzi, pur non amandolo nemmeno io in modo particolare, non posso fare a meno di sottolineare quanto sia fondamentale per la trama dell’opera stessa. Egli, infatti, serve a ben quattro scopi!

1. INTRODURRE BARBANERA

Il caro e amato Teach si rivelerà, probabilmente, uno dei villan finali e più importanti del manga. Occorre, quindi, mettere fin da subito delle solide basi per la sua “costruzione” ed Ace è servito anche a questo scopo! È dalla fine della saga di Drum che lo vediamo andare a caccia di Barbanera e se non avesse perso contro quest’ultimo, non si srebbero potuti realizzare gli eventi di Marineford e la successiva ascesa di uno dei pirati più temuti al mondo. In altre parole la morte di Ace (insieme a quella di Barbabianca) ha dato il via ad una nuova era della pirateria che pian piano sta sconvolgendo il mondo. 

2. COLLEGARE RUFY ALLA CIURMA DI BARBABIANCA E JINBE

L’ormai l’ex ciurma di Barbabianca avrà sicuramente un occhio di riguardo nei confronti del fratello di uno dei capitani delle loro flotte e sicuramente collaboreranno con Rufy per spodestare un imperatore. E questo già si intuisce a Zou. Una possibile alleanza si sarebbe potuta creare comunque se Rufy non avesse mai incontrato Barbabianca e co. a causa di Ace? Forse, ma conoscendo il carattere, Rufy avrebbe preferito andarci contro piuttosto che allearsi ad un Imperatore.

In più le sue vicende hanno fatto da tramite anche con Jinbe.

3. FAR CRESCERE RUFY

Se Ace non fosse morto Rufy non avrebbe avuto quel crollo psicologico che gli ha portato a dire la famosa frase:”Io sono debole” e ad allenarsi duramente per poter affrontare le difficoltà che lo avrebbero atteso nel Nuovo Mondo. Uno “stimolo” utile quanto necessario.

4. IL FRUTTO FOCO FOCO

Rufy non avrebbe partecipato al torneo per vincere il Foco Foco e non avrebbe potuto trovare nuovi compagni che sarebbero diventati la sua nuova flotta. Quindi è persino utile da morto.

Oda ci ha sempre fatto capire che nessun personaggio che crea è inutile, da Gaimon a Shanks, tutti servono a qualcosa: esigenze di trama, lasciare un insegnamento, far divertire, creare un nuovo contesto ecc..e naturalmente Ace non fa eccezione. Può non piacere per il suo stile o il suo modo di fare avventato, ma ha comunque ha un suo perchè, che a lungo andare da i suoi frutti. D’altronde stiamo sempre parlando del figlio del Re dei Pirati.

twitchAbbiamo aperto un canale Twitch, clicca qui per iscriverti!

One Piece è un manga scritto e disegnato da Eiichirō Oda, serializzato sulla rivista giapponese Weekly Shōnen Jump di Shūeisha dal 19 luglio 1997. La casa editrice ne raccoglie periodicamente i capitoli anche in volumi formato tankōbon, di cui il primo è stato pubblicato il 24 dicembre. L’edizione italiana è curata da Star Comics, che ne ha iniziato la pubblicazione in albi corrispondenti ai volumi giapponesi il 1º luglio 2001. La storia segue le avventure di Monkey D. Luffy, un ragazzo il cui corpo ha assunto le proprietà della gomma dopo aver inavvertitamente ingerito il frutto del diavolo Gomu Gomu. Raccogliendo attorno a sé una ciurma, Luffy esplora la Grand Line in cerca del leggendario tesoro One Piece e inseguendo il sogno di diventare il nuovo Re dei pirati

One Piece è adattato in una serie televisiva anime, prodotta da Toei Animation e trasmessa in Giappone su Fuji TV dal 20 ottobre 1999. L’edizione italiana è edita da Merak Film ed è andata in onda su Italia 1 dal 5 novembre 2001 per poi continuare su Italia 2 nel 2012; inizialmente intitolata All’arrembaggio!, la serie ha avuto diversi cambi di denominazione nel corso delle stagioni, fino ad assestarsi sull’originale One Piece. Toei Animation ha prodotto inoltre 11 special televisivi, 13 film anime, due cortometraggi 3D, un ONA e un OAV. Svariate compagnie ne hanno tratto merchandise di vario genere, come colonne sonore, videogiochi e giocattoli.

One Piece ha goduto di uno straordinario successo. Diversi volumi del manga hanno infranto record di vendite e di tiratura iniziale in Giappone. Con trecento milioni di copie in circolazione al 2014 l’opera è il manga ad avere venduto di più al mondo. Il 15 giugno 2015 è entrato inoltre nel Guinness dei primati come serie a fumetti disegnata da un singolo autore con il maggior numero di copie pubblicate: oltre 320 milioni.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here