Intervista a Renato Novara, voce di Monkey D. Luffy

113

Qui è la vostra RobinRose. Ho avuto l’onore di intervistare al BeComics 2017 di Padova il doppiatore italiano di Monkey D. Luffy, Renato Novara, con cui ho scambiato quattro chiacchiere. Ringrazio Renato per questa breve ma interessantissima intervista.

         

Sei una delle voci più amate: hai dato la voce a Ted Mosby nella serie cult How I Met Your Mother, all’alchimista d’acciaio Edward Elric di Fullmetal Alchemist, al vampiro Zero nell’anime Vampire Knight e ovviamente a Luffy, il capitano più amato di sempre nella storia dell’animazione giapponese. Ma che cosa ti ha spinto ad intraprendere questa meravigliosa carriera, quella del doppiatore?

In realtà da piccolo volevo fare mille mestieri, dal cantante all’attore, fino a che mi sono accorto che ero attratto più dalle cose straniere che da quelle italiane. Però sentivo che parlavano l’italiano e mi dicevo “ma com’è possibile questa cosa?”, e da lì ho cominciato ad accorgermi che più attori di film e personaggi di anime avevano la stessa voce; così ho scoperto il doppiaggio. Ho iniziato a studiare teatro, poi ho fatto il corso di doppiaggio e da lì sono diventato quello che sono.

Capisco, molto interessante. Dove hai cominciato la tua carriera di doppiatore?

Io sono natio di Torino e vivo lì, però ho studiato a Milano dove adesso lavoro. Praticamente sono più a Milano che a Torino!

Ormai sei più a Milano che a casa! Qual è stato il personaggio preferito fra quelli da te doppiato, cioè quello che senti che ti appartiene di più?

Parlando di anime ho nel cuore due personaggi: Luffy ed Edward. Edward è stato il mio primo personaggio a cui mi sono affezionato, essendo il protagonista di Fullmetal Alchemist, e senza ombra di dubbio è stato il personaggio che mi ha forgiato. Per quanto riguarda Luffy, a parte il personaggio fortissimo in sé, mi sono trovato a sostituire la vecchia voce italiana (n.d.r. Luigi Rosa), ma nonostante ciò tutti gli altri doppiatori mi hanno accolto in un modo bellissimo: è stata una grandissima esperienza per me cominciare a dare la voce al capitano della ciurma più amata al mondo! Un altro personaggio che trova posto nel mio cuore è Zero di Vampire Knight. Ma ti dico una cosa, vedendo adesso il tuo cosplay di Nico Robin: quando doppiavo Luffy e Ted, entrambi dovevano sempre dire Robin, e quindi spesso su Facebook mi taggavano per questa coincidenza, fra la giornalista di HIMYM e l’archeologa di One Piece. Pazzesco!

Già è vero, due Robin in un colpo solo. Un’altra domanda: cosa ne pensi degli anime sottotitolati e degli appassionati che preferiscono il sub ita?

Intanto dico loro di fare ciò che preferiscono: sia di vedere gli anime in lingua originale che doppiati. Tuttavia devo fare una precisazione a riguardo: c’è una differenza enorme fra le corde vocali di noi italiani e quelle dei giapponesi. Noi non potremo mai raggiungere i loro toni di voce, d’altra parte i giapponesi non avranno mai il calore della nostra voce. Infatti in Giappone, Luffy è doppiato da una donna, mentre se qui non venisse doppiato da un uomo farebbe assolutamente schifo. Io credo sia lecito che ognuno scelga ciò che vuole: di vedere anime in sub ita oppure di vederli doppiati. Alla fine sono scelte personali.

Sono d’accordissimo con te. Cosa ne pensi della censura in Italia?

Ti dico, sicuramente la censura fa dei danni, ma penso che siano state censurate cose peggiori. Ad esempio, quando censurano il colore del sangue per timore che ai ragazzini faccia impressione, è un enorme paradosso perché quello stesso sangue scorre nelle loro vene. Ti porto un esempio personale: quando doppiavo un personaggio della serie “Prison Tennis”, quest’ultimo durante una scena veniva colpito alla testa da una racchetta; ovviamente perdeva sangue, però la direzione mi ha cambiato la battuta da “sto sanguinando” a “mi sono ferito”. E questo per me è un chiaro caso di censura gratuita e immotivata, che si potrebbe benissimo evitare. Purtroppo, non ci posso fare nulla: la direzione decide e io devo stare alle regole.

Adesso è la volta della fatidica domanda, che sicuramente ti avranno già fatto in molti, e anche ai tuoi colleghi: quando riprenderà One Piece in Italia?

Eh saperlo. Bella domanda. Era arrivato ancora a settembre l’annuncio di Italia2 del doppiaggio delle nuove puntate, e io l’ho saputo proprio da lì, cioè non mi ha avvisato nessuno. Mi hanno colto di sorpresa, direi. Dopodiché siamo andati in sala di doppiaggio per registrare pochi episodi, ma ad un certo punto tutto si è bloccato, e non ti so dire il perché. Purtroppo è vero, qui in Italia siamo indietro, e voi siete più informati di noi doppiatori al riguardo.

Se mi permetti, vorrei aggiungere una cosa: visto che qui in Italia non si parla mai di One Piece e la cosa non è giusta, io e un mio amico (un fonico che gestisce l’audio degli episodi di One Piece) abbiamo avuto un’idea brillante: praticamente questa estate uscirà un video su Youtube, che bisogna assolutamente condividere, molto simile al Gioca Jouer (che tutti noi conosciamo) e si chiama Gam Gam Dance: al posto delle mosse del Gioca Jouer, ci saranno quelle di Luffy nella serie (es. mitragliatrice, bazooka, pistola ecc). Così almeno si parla un po' di One Piece, perché qui è tutto fermo.

Mi sembra una cosa molto divertente, e come hai detto magari si ricomincia un po' da parlare di One Piece. Un’ultima domanda da fan sfegatata di One Piece. Al posto di Luffy, quale altro personaggio maschile della serie ti sarebbe piaciuto doppiare?

Nessuno. Il mio. Assolutamente Luffy. Perché essendo un tipo che urla sempre, quando sono in sala di doppiaggio urlo e godo insieme al mio personaggio. E poi lo ammetto: Luffy mi piace da morire. Quindi assolutamente Luffy fino alla fine!

Grazie per questa intervista. Lo staff di OnePieceGt.it ti ringrazia moltissimo della tua disponibilità; per me è stato un vero piacere fare la tua conoscenza. Continua cosi!

RobinRose

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here