Jujutsu Kaisen Episodio 19: Black Flash – Commento

378
Jujutsu Kaisen 19

Jujutsu Kaisen 19: l’ultimo episodio di Sorcery Fight intitolato “Black Flash” (Lampo Nero)

Jujutsu Kaisen Episodio 19 è stato adattato dal capitolo 46 (da pagina 5) al capitolo 49.

Megumi, Inumaki e Kamo stanno scappando da Hanami. Inumaki usa la sua Lingua Maledetta per bloccarlo momentaneamente e Kamo lo attacca, per poi fuggire. Lo schema da seguire è questo fino a quando non usciranno dal velo protettivo e si ricongiungeranno col preside e gli altri sensei. Ma per Inumaki è un compito troppo difficile, e la sua gola non regge.

Jujutsu Kaisen 19

Per fortuna arriva Maki, che sfoggia un nuovo e potente Strumento Maledetto: un sanjiegun (bastone a tre sezioni) di Livello Speciale chiamato Nuvola Vagante. Scaraventato nel fiume, Megumi lo insegue preparando una nuova evocazione. Ci spiega che a parte il Pozzo Senza Fondo (l’unione della Nue con la Rana), se uno dei suoi shikigami dovesse venire completamente distrutto, non potrebbe mai più utilizzarlo. Tuttavia quando ciò accade è possibile crearne delle versioni migliorate che ereditano i poteri della precedente. Ecco quindi che dal Cane Bianco di Giada nasce Kon (Totalità), uno shikigami in grado di tenere testa ad un Livello Speciale.

Jujutsu Kaisen 19

Arriva anche Maki, che attacca Hanami con una lama nera, mentre Megumi brandisce la Nuvola Vagante. I due stanno utilizzando l’ombra di Megumi per conservare le armi di Maki, in modo da avere il suo arsenale sempre a loro disposizione. Dopodichè si scambiano al volo le armi per attaccare nuovamente, ma questa volta Hanami reagisce impiantando un germoglio nel corpo di Megumi e trafiggendo Maki con uno dei suoi rami. Il Kon di Megumi si dissolve: il germoglio si sta nutrendo della sua Energia Malefica, estendendo così le sue radici dentro il suo corpo. Inoltre, spiegandone il funzionamento la sua tecnica fa effetto più rapidamente. Maki riparte all’attacco, ma viene facilmente disarmata e intrappolata tra le radici di Hanami. La situazione sembra disperata, ma ecco che finalmente dall’alto fanno la loro entrata in scena Yuji e Todo.

Jujutsu Kaisen 19

Nel frattempo Nishimiya sta trasportando via Inumaki e Kamo, mentre Panda sopraggiunge per portare Megumi e Maki dall’altra parte del velo. All’inizio è un po’ riluttante, ma alla fine Megumi accetta e si rivolge a Yuji dicendogli: “Se muori un’altra volta ti ammazzo!“. E ha perfettamente senso, detto a Yuji. Panda si congeda quindi con un energico Pandash! e i due si preparano a combattere contro Hanami, con Todo che si fa da parte dicendo a Yuji che non si sarebbe unito allo scontro fino a quando non sarebbe stato in grado di colpire il nemico con un Black Flash (Lampo Nero). Yuji annuisce e si scaglia contro la Hanami, preso dalla rabbia nei confronti di Mahito (per ciò che aveva fatto a Junpei). Yuji riesce a fare breccia nella sua difesa, ma un istante prima di colpire qualcosa glielo impedisce. Viene costretto quindi ad indietreggiare sulla sponda del fiume, dove Todo rimprovera il suo nuovo best friend prendendolo a schiaffi per essersi lasciato trasportare troppo dalla rabbia. Lui capisce che il suo amico è stato ferito e che la loro luna di miele è stata rovinata, ma la rabbia in alcuni casi potrebbe sortire un effetto contrario e disturbare l’Energia Malefica, ostacolando la riuscita delle proprie tecniche. Questa è di sicuro una delle più insolite bromance degli ultimi anni.

Jujutsu Kaisen 19

Tornato lucido, Yujii ringrazia il suo BESTO FRIENDO e si riprepara allo scontro. Nel frattempo Todo spiega il funzionamento del Lampo Nero: una tecnica in cui l’Energia Malefica colpisce con lo scarto di 0,000001 secondi che dà vita ad una distorsione spaziale. Differenze col manga: ora la traduzione riporta che la potenza del colpo viene elevata di 2.5 volte, ma nel manga è detto che viene semplicemente moltiplicata per tale ammontare. Nessuno stregone è in grado di utilizzare questa tecnica a proprio piacimento, ma l’averla sperimentata cambia drasticamente il proprio nucleo di energia malefica rispetto a chi non lo ha mai fatto. Nella puntata non si parla di nuclei ma di essenza e distanze, che è molto simile come discorso, ma ritengo manchi di un punto fondamentale per essere compreso appieno. Continuando la spiegazione, Todo afferma che nel momento in cui lo spazio si distorce, l’Energia Malefica “brilla” di nero, cosa che nel manga non viene menzionata. Yuji si lancia quindi all’attacco e questa volta riesce a mettere a segno il suo colpo, distruggendo il braccio di Hanami.

Jujutsu Kaisen 19

Congratulations, brother. Sei arrivato ad una comprensione più profonda dell’Energia Malefica, e ora potrai diventare ancora più forte di prima. Todo si unisce finalmente allo scontro, e Hanami decide di fare sul serio, mostrando il braccio che ha tenuto finora nascosto. Un’eccellente animazione dà vita ad un intensissimo scontro in cui i due amici si sincronizzano in un perfetto tag team. Un attacco a mezz’aria sta per coglierli di sorpresa, ma i due non si fanno trovare impreparati ed uniscono le forze per riuscire ad evitarlo in una scena che ricorda Kuzco e Pacha nelle Follie dell’Imperatore.

La resistenza dei due comincia a suscitare in Hanami una sensazione mai provata prima… La gioia del combattere. Un piccolo flashback mostra Mahito che spiega di come l’ingannare, il mentire e l’uccidere siano istinti propri delle Maledizioni come mangiare, dormire o la trasgressione lo sono per gli esseri umani. Loro hanno acquisito una propria coscienza, ma ciò non dovrebbe impedirgli di ripudiare i loro istinti, bensì dovrebbero per loro essere un incentivo al voler combattere. E mentre Hanami si lascia trasportare da questi pensieri, Todo si prepara a mostrare finalmente la sua tecnica…

A SPASSO CON GLI STREGONI

Nella gag finale dell’episodio Juzo Kumiya ci mostra l’inquietante tipo di appendiabiti che vorrebbe realizzare con lo scheletro di Satoru Gojo

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here