Jump Festa 2016 – Intervista ad Eiichiro Oda

302

Qualche giorno fa è stato pubblicato un articolo che conteneva tutte le interviste fatte da Shonen Jump in occasione del Jump Festival 2016.

Grazie a ciò numerosi mangaka come Masashi Kishimoto autore di Naruto, e tanti altri di fama internazionale hanno rilasciato numerose esclusive proprio riguardo alle loro opere. Fra gli autori, non poteva mancare il maestro, di tutti gli autori, il creatore del manga dei record Eiichiro Oda.

Shonen Jump: In poche parole, cosa significa per te lo Shonen Jump?

Oda: È un modo per passare il tempo. Non dovrebbe essere niente di più e non è niente di meno. Rappresenta una piccola pausa di divertimento nella vita quotidiana di ognuno di noi.

Shonen Jump: E cosa significano invece i manga?

Oda: Per i manga la mia risposta è la stessa: sono un modo per passare il tempo. E lo Shonen Jump non fa eccezione. Ed io voglio diventare il re dei passatempi!

Shonen Jump: C’è qualcosa a cui ti sei davvero appassionato di recente?

Oda: Il sake giapponese. Recentemente ho finalmente compreso quanto sia delizioso il sake.

Shonen Jump: Ce n’è uno in particolare che preferisci?

Oda: Il sake di Hitakami è davvero ottimo.

Shonen Jump: C’è qualcosa che ti eccita in questo 2016 che sta per iniziare [ndt. l’intervista è stata rilasciata poco prima di Natale]?

Oda: Mmh… vediamo… una cosa che mi "eccita"…? Be’,  forse non è proprio il termine più adatto per descrivere il mio stato d’animo, ma c’è un nuovo film in uscita il prossimo anno, ultimamente sto pensando soltanto a quello. Quindi non vedo l’ora che inizi il nuovo anno ed esca il film.

Shonen Jump: Con quale dei tuoi personaggi ti piacerebbe festeggiare il Nuovo Anno?

Oda: Rufy renderebbe i festeggiamenti davvero divertenti, ma come compagno di bevute vorrei Zoro. Sono sicuro che anche lui apprezzerebbe il sake. Ma di certo non potrebbero mancare anche Rufy ed Usop, se si parla di festeggiare.

Shonen Jump: Hai mai sognato i personaggi del tuo manga?

Oda: No. Penso a “ONE PIECE” in ogni momento, quando sono sveglio. Sarebbe un problema se fosse anche nei miei sogni. Il mio cervello non potrebbe sopportarlo. Devo staccarmi da “ONE PIECE” ogni tanto, almeno quando dormo.

Shonen Jump: Cosa pensi quando vieni ad eventi come la Jump Festa e vedi così tanti fans?

Oda: Mi rendo conto che il mio manga è letto davvero da tante persone. Di solito sono chiuso nel mio ufficio a lavorare, quindi non ho occasione di vedere la gente che legge la mia opera. Essere qui e vedere tutta questa gente che discute del manga mi fa capire quanto sia popolare in realtà. Ecco il motivo per cui apprezzo molto questi eventi. 

Shonen Jump: Ci sono anche un sacco di lettori che leggono il tuo manga in inglese. Che messaggi vuoi mandare a loro?

Oda: La storia di "ONE PIECE" continuerà ad infiammarsi per tutto l’anno prossimo. D'ora in avanti, succederanno solo cose straordinarie, quindi spero che continuerete a seguirlo.

L'intervista pubblicata su Shonen Jump

 

Lascia un commento