Kanjuro

18

Kanjuro, soprannominato Pioggia vespertina, è un samurai del Paese di Wa, amico di Kin'emon e, come lui e Raizo, servitore del Clan Kozuki. Kanjuro incarna lo stereotipo del tradizionale attore del kabuki, una classica forma teatrale giapponese.

Il personaggio

Similmente a Kin'emon parla in modo antiquato ed articolato. È un uomo molto alto, come Kin'emon, d'aspetto simile agli attori del teatro Kabuki, e porta con sé un grande pennello dalla struttura simile a quella di una katana, l'unica differenza è che al posto della punta di una lama ha quella di un pennello da disegno. La sua figura è ispirata allo Yamabushi.

Alla prima apparizione in un flashback, sembrava avere i capelli raccolti in una coda di cavallo. Tuttavia in seguito Oda ha modificato l'aspetto dell'ombra di Kanjuro, che sembra indossare un casco o un cappello. Quando il suo aspetto viene rivelato, esso non assomiglia né alla prima sagoma né alla seconda.

Storia

Passato

Insieme a Kin'emon, Momonosuke Kozuki (figlio del suo signore, Oden) e Raizo, era diretto sull'isola di Zo. Tuttavia, la loro nave naufragò a Dressrosa, dove si fece catturare dagli uomini di Donquijote Doflamingo per permettere all'amico di raggiungere Momonosuke, portato a Punk Hazard, e in seguito venne imprigionato nella Casa dei giocattoli. In seguito ai fatti di Punk Hazard, Kin'emon e Momonosuke si recano a Dressrosa con la ciurma di Rufy proprio per salvarlo.

Dressrosa

Kanjuro viene poi ritrovato dal samurai suo compare nella discarica dei giocattoli, dove a sua detta, si stava nascondendo dentro un muro. Subito dopo Kanjuro e Kin'emon raggiungono il vecchio altopiano reale dove incontrano il gruppo di Usop e re Riku Dold III, tuttavia Kanjuro utilizza i suoi poteri per aiutare i cittadini di Dressrosa ad arrivare fin lì, ignaro che vogliono catturare Usop e il re. Successivamente Usop, scoperto che Sugar si è ripresa ed è a palazzo reale, si fa disegnare da Kanjuro un ritratto del suo volto dopo aver ingoiato il tatababasco e se lo fa animare. Kanjuro poi, insieme agli altri, tiene impegnati i cittadini permettendo così ad Usop di colpire a distanza Sugar e farla svenire. Subito dopo i due samurai rimangono al capezzale di Usop per sincerarsi delle sue condizioni, e poi aiutano Zoro a fermare l'avanzata della gabbia.

Abilità

Ambizione

Kanjuro capace di utilizzare l'Ambizione Busou-Shoku.

Frutto del Diavolo

Kanjuro ha mangiato un frutto del diavolo che gli ha donato la capacità di trasformare tutto ciò che disegna in realtà, siano essi oggetti o organismi viventi. Ironicamente, nonostante questa abilità, Kanjuro è un pessimo disegnatore. Come Kin'emon, definisce "stregoneria" la sua abilità poiché non è a conoscenza dell'esistenza dei frutti del diavolo.

  • Passero in fuga: Kanjuro disegna sul muro un grosso passero e gli fa prendere vita per utilizzarlo per fuggire. A causa del pessimo disegno, l'uccello risulta goffo e fa fatica a volare.
  • Nobori Ryu: Kanjuro disegna e anima un drago cinese, incapace di volare ma può arrampicarsi agilmente.
  • Nekozaemon: Kanjuro disegna e anima un gatto molto grande in grado di cavalcarlo. Come affermato da lui stesso, ha disegnato il gatto perché essi sono agili ad arrampicarsi grazie alle loro unghie, ma causa del pessimo disegno gli disegna delle zampe molto corte che impediscono di salire velocemente.
  • Torasaburo: Kanjuro disegna e anima una tigre molto grande in grado di cavalcarla. Usata per scalare l'elefante Zunisha. La parola "Tobura" in giapponese significa "terzo figlio", riferimento che Torasaburo è il terzo disegno creato da Kanjuro per scalare l'elefante.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here