La nascita di un sogno

56

[articolo di Gol D. Jack]

Eccoli qui, i pirati di Shanks che accendono una luce negli'occhi del piccolo Rufy ðŸ˜€ smile eh già, perché se non fosse per il Rosso & Co. chissà cosa sarebbe successo…

Mi spiego meglio: Il piccolo Luffy fu affidato a Garp da quello sconsiderato del padre, quindi non ha mai avuto la figura dei genitori come modello da seguire, ma bensì il nonno Marine. 
È proprio quest'ultimo ad istruire ed educare il giovine, che nato molto vivace e allegro cresce generoso e altruista oltre a sviluppare un forte senso della giustizia probabilmente spronato dalla figura del nonno eroe! 

   

Ma ad un certo punto accade una cosa che cambierà per sempre la vita del marmocchio. 
Approda proprio nel suo villaggio una nave pirata! Immagino già la paura degli abitanti, ma sorprendentemente sia il capitano che tutti i membri della ciurma si rivelano innocui ed educati oltre a essere di ottima compagnia 
Il bambino ascolta i racconti dei pirati, che ormai sono di casa al villaggio tanto da fermarsi per un anno intero, e rimane affascinato dal loro coraggio, dal loro desiderio di libertà e dalla loro spensieratezza ed essendosi reso conto che anche loro sono persone giuste come suo nonno, nonostante siano pirati, capisce che non importa quale posizione occupi, di quale schieramento fai parte o in quale ideale credi, conta solo la bontà d’animo e la libertà di poter credere nei propri sogni.

Da questo momento in poi Luffy sviluppa un suo ideale di giustizia, nella quale non tollera le oppressioni, i soprusi e le imposizioni, dove ognuno è libero di fare ciò che lo rende felice senza però limitare la libertà degl’altri (vivi e lascia vivere in poche parole), tant'è vero che si schiera anche a difesa di Shanks quando viene umiliato dal bandito alla locanda con le conseguenze che tutti noi conosciamo!

Il punto è: cosa sarebbe successo se Shanks non fosse mai approdato sull'isola di Rufy?
Avrebbe ugualmente sognato di diventare il Re dei Pirati?
Per quanto ne sappiamo il grande sogno di Rufy è stato incentivato dal desiderio di diventare un grande pirata, per poter restituire un giorno il cappello di paglia regalatogli da colui che gli salvò la vita.
Ma se tutto ciò non fosse mai successo?
Io credo che avrebbe seguito le orme del nonno sognando di diventare un grande Marine, anche se probabilmente a causa del suo carattere impulsivo e mosso dal suo forte senso della giustizia una volta visto il “marcio” che c’è dietro alla Marina si sarebbe ribellato passando dalle parte del padre.
Ovviamente ci sono un’infinità di variabili che avrebbero comunque potuto portarlo sulla strada della pirateria ad esempio Ace e Sabo, ma credo che la scintilla sia scoccata proprio con Shanks.
Ad ogni modo sarebbe stata comunque una bellissima storia, ma mai quanto quella che sta vivendo con i suoi compagni a bordo della Sunny

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here