L’OTTOCENTOTRENTAQUATTRO

69

[Capone il romanticone]

 

FRATELLI!

 

Finalmente ritornano le mini-avventure, più belle ed entusiasmanti che mai…

 

Dunque, il capitolo parte esattamente da dove l’avevamo lasciato, con Sanji ammanettato, o per meglio dire “abbraccialettato” (ma quanto sono simpatico oggi?).

Inutile continuare a sottolineare quanto il padre sia un egoista bastardo che considera il figlio solo ed esclusivamente come merce di scambio, ne abbiamo già parlato nel commento precedente, per cui proseguiamo con il bla blaeggio selvaggio e notiamo una cosa particolare:

 

ZEFF

 

Chiaro, puro e semplice.

Nel brevissimo flashback di un paio di vignette troviamo, nella prima, un Sanji bambino che continua ad usare le mani per brandire un’arma e Zeff, nella seconda, che lo rimprovera dicendogli che le mani servono solo per cucinare, o almeno per un cuoco. Non sono adatte a combattere.

Sanji si dispera perché se Rufy non vuole che gli si tocchi il suo tesoro, il cappello di paglia, per Sanji le mani sono tutto, sono il suo di tesoro, lo strumento più importante di un cuoco, la parte più importante del suo corpo.

 

Cambio d’inquadratura (e in questo capitolo ce ne sono tanti, non trovate?)

 

Nei pressi di Sweet City. C’è qualcosa di interessante che voglio dirvi: avete notato la manipolazione che gli ufficiali, o probabilmente la stampa del posto, hanno usato per denigrare Jinbe? Una manipolazione mediatica tipica anche della nostra società, portare la gente a credere quello che tu vuoi che creda in modo da veicolare la rabbia dove vuoi tu. Inoltre le notizie riportano le ultimissime vicende inerenti lo scatto d’ira e pazzia di Big Mom e l’azione di Jinbe, quindi penso che nel regno di Totland ci sia anche un giornale locale, un po’ come i quotidiani regionali di tutta Italia. E questo penso sia un altro tassello che andrebbe inserito nella faccenda “Totland = Regno della Morte”, o Regno Morto (Tot = Morto in tedesco). Utilizzare i giornali per manipolare le vicende è una strategia estremamente utile per dipingere Big Mom come la salvatrice di chissà quali mondi, la filantropa e la benefattrice di chissà quale caratura mentre in realtà si tratta di una persona con gravi squilibri alimentari e psichici. Veicolare la rabbia (e la derisione in questo caso) verso Jinbe è essenziale per Big Mom dato che solo in questo modo continuerebbe ad avere credibilità.

 

Credibilità. Un termine molto usato nell’ambito politico. Ed è infatti questo che sono gli imperatori, prima di tutto soggetti politici, gente in grado di tenere coesi i vari regni dentro le loro sfere d’influenza, e poi ovviamente si tratta di combattenti. Essere soltanto guerrieri non basta per essere un imperatore, c’è bisogno di uno strumento di manipolazione; che sia il carisma (Shanks), il potere (Teach), la paura (Kaido) o la dissimulazione (Linlin) poco importa, l’importante è avere un popolo che riempia una serie di regni e che tali regni si uniscano per formare un impero con a capo uno di loro, gli imperatori, le superstar del Nuovo Mondo.

 

Andiamo avanti con Brook che realizza il significato di quella frase che Jinbe disse a Fishman Island, ovvero di non potersi unire a Rufy date alcune faccende impellenti da sbrigare, dopo lo avrebbe fatto.

 

E QUEL DOPO E’ ADESSO!

Io l’ho detto e lo ripeterò sempre: il Nuovo Mondo è paragonabile alla struttura di un libro, per narrazione.

 

  • Riunione dopo due anni a Sabaody: PROLOGO
  • Fishman Island: INTRODUZIONE (vengono introdotti i poteri nuovi dei mugiwara, viene introdotta Big Mom e Jinbe chiede di entrare in ciurma. Queste faccende restano ancora irrisolte)
  • Punk Hazard: PRIMO CAPITOLO [paragrafo 1] (viene accantonata Big Mom per passare a Kaido)
  • Dressrosa: PRIMO CAPITOLO [paragrafo 2] (si prosegue con Kaido attraverso Doflamingo)
  • Zou: SECONDO CAPITOLO [paragrafo 1] (attraverso il flashback di Jack si finisce di parlare di Kaido e con Pekoms si ritorna a parlare di Big Mom)
  • Whole Cake Island: CAPITOLO FINALE [paragrafo 1] (capitolo che chiuderà con Big Mom)
  • Wano: CAPITOLO FINALE [paragrafo 2] (capitolo che chiuderà con Kaido)
  •  

FINE PRIMA PARTE (Big Mom e Kaido) e INIZIO SECONDA PARTE (Shanks e Teach)

Quindi Whole Cake Island è la saga che riprende le vicende di Fishman Island. Rufy ha dichiarato guerra a lei e ha chiesto a Jinbe di unirsi. Ora, con il capitolo finale che chiude la faccenda Linlin, Jinbe deve rispondere alla chiamata di Rufy, chiamata fatta a Fishman Island.

 

Ma andiamo avanti…

 

PUDDING NON STAVA MENTENDO!

 

E questo lo possiamo dedurre dal fatto che nel negozio di vestiti da sposa lei chieda insistentemente di sbrigarsi perché ha una faccenda importante da sbrigare, un appuntamento a cui non può mancare…

E già che ci siamo, togliamo qualsiasi dubbio in merito alle voci che girano riguardo il suo presunto tradimento a Rufy. Le obiezioni che ho letto in giro sono state:

 

  1. Se Pudding non fosse stata una traditrice, perché non ha avvisato loro delle formiche?
  2. Se Pudding non fosse stata una traditrice, perché non ha avvisato della Foresta Fuorviante?

 

Rispondo:

 

  1. Pudding conosce Rufy, l’uomo che ha sconfitto Doflamingo e che ha messo a ferro e fuoco Dressrosa. L’uomo che ha combattuto contro gli Ammiragli a Marineford a fianco di Barbabianca, l’uomo che ad Alabasta ha sconfitto un membro della flotta dei 7… e per quale motivo avrebbe dovuto avvisare delle formiche se sono state così deboli da esser state annientate persino da Brook “L’inutile”?
  2. Pudding ha detto di vedersi sulla costa, non di cazzeggiare nella Foresta Fuorviante. Inoltre Rufy è stato attirato dal finto-Sanji e quindi fuori dalla costa. Pudding non poteva mica sapere che c’era Madame Brulée a tender loro un agguato!

 

Comunque, Tamago fa la sua apparizione.

 

TAMAGO CONOSCE PEDRO!

E ovviamente lo conosce perché Pedro, molti anni fa, cercò di rubare il Poneglyph a Linlin, fallendo nel tentativo, quindi sicuramente Tamago se lo ricorda come rivale.

Il bla blaeggio selvaggio prosegue e diventa “momento gag” con le facce strane di Pedro e Brook che impallidiscono quando vengono a sapere che in realtà Big Mom sa tutto, ma proprio tutto di Rufy.

Fermatevi un attimo nella pagina dove ci sono le taglie di Brook e il disegno di Pedro. Nella vignetta successiva proprio Pedro si chiede come abbiano fatto a scoprire tutto. Se notate bene, in primo piano, disegnato con il contrasto grigio ci sono i fiori parlanti, ormai tipici di questo posto. Ebbene, Oda non mette mai nulla a caso, quei fiori rappresentano gli occhi e le orecchie di tutta Whole Cake Island.

 

TOTLAND E’ UN ENORME GRANDE FRATELLO

 

con fiori, e altri oggetti parlanti diffusi per tutto il regno, che riferiscono e fanno rapporto a Linlin. Alla fine ci siamo arrivati tutti, era la cosa più probabile.

 

CAPONE IL ROMANTICONE

 

E spostiamo di nuovo i riflettori su Pekoms. Ma quanto cazzo è brutto il figlio di Capone? Quanto???

E veniamo a sapere di un’altra cosa ovvia. No, ovviamente non mi sto riferendo al fatto che fosse sposato con una figlia di Big Mom, ma del fatto che Big Mom stia sfruttando la sua vastissima prole per stringere legami con i membri più potenti della pirateria e probabilmente

 

ANCHE DEL GOVERNO E MARINA!

 

Perché se ci pensate, abbiamo visto che Big Mom ha ogni genere di figli, persino uomini-pesce, e li ha inseriti ovunque, come ufficiali, come mogli di famosi pirati eccetera. Non sarebbe così assurdo pensare che Linlin abbia figli anche tra la Marina o meglio, tra il Governo Mondiale, dato che si tratta della parte più influente tra le due istituzioni pluri-secolari. Mica male eh?

 

Abbiamo una chiattona che manco le pornostar!

 

Insomma, Capone ha un figlio brutto come la morte e già con la barba e un ciuccio a forma di sigaro (meh…) e si appresta a dare l’esecuzione finale a Pekoms. Intanto constatiamo che è stato lui a sequestrarlo.

 

Alla fine lo butta in acqua con un colpo di pistola, in mezzo a dei terrificanti squali a pois… <3

 

Cambio di riflettori (di nuovo)

 

CEASAR IL PUTTANIERE

Questo è un altro personaggione… ma quanto è stronzo?

 

In pratica Big Mom ha un sogno (ne parliamo più avanti) e ha finanziato abbondantemente Ceasar che in realtà ha speso quei fondi in coca e mignotte. Adesso il Bike&Raft lo reputerà davvero “Lo scienziato dell’amore”…

 

La gigantificazione quindi non ha mai portato a nulla di buono, o almeno non a lungo termine, portando piuttosto ad infiniti effetti collaterali.

 

IL SOGNO DI BIG MOM

sarebbe quello di far parte di una famiglia con tutte le razze del mondo senza alcuna preoccupazione razziale. I fondi donati a Ceasar erano per poter collaudare un qualcosa che potesse “gigantificare” la sua famiglia.

Però mi chiedo per quale motivo Linlin voglia gigantificare tutti i suoi membri (che poi la frase “gigantificare i membri” è di per sé molto ambigua)… Se il fine sarebbe quello di unire tutte le razze esistenti per creare un esperimento che li faccia diventare diversi dal resto del mondo, cioè giganti. Non che esistano i giganti per carità, però l’affermazione di voler gigantificare SOLO i membri della sua famiglia mi fa pensare che magari Linlin voglia creare una nuova nobiltà, con lei al comando. Sarebbe una cosa poco sensata se ci pensate. Se il tuo scopo è l’unione e lo svincolo dai pregiudizi razziali, che senso ha omologare tutti quanti con la gigantificazione? Se il tuo obiettivo è rendere tutte le razze uguali ed esenti dal pregiudizio, è proprio la disuguaglianza fisica la parte interessante! Tutti diversi (giganti, nani, uomini-pesce eccetera) ma uguali da un punto di vista etico…

 

Domande a cui la risposta arriverà, ma non ora…

 

Ceasar fa lo stronzo, come suo solito e cerca di riversare la rabbia di Big Mom da lui a Rufy, dicendo che è colpa sua se il suo lavoro non è stato completato. Big Mom, che non è scema, gli ricrea un laboratorio esattamente come quello che aveva a Punk Hazard, solo fatto di caramelle, per gentile concessione di un altro figlio:

 

CHARLOTTE PEROSPERO

[l’ennesima citazione di Oda]

 

A Majin Bu, no? Un tizio che ha come potere quello di tramutare ogni cosa in caramelle… Se Dressrosa è stata asfissiante per la lunghezza della saga, questa probabilmente lo sarà per le troppe citazioni di Oda e magari la poca originalità radicale, senza l’aver attinto a nulla che non sia qualcosa creato di sana pianta da lui…

Insomma, gli hanno dato l’ultimatum di due settimane, altrimenti farà una brutta fine. Credo che in due settimane Rufy si troverà già a Wano e probabilmente vedremo nelle mini-avventure cosa sarà successo a Ceasar… o magari alla fine di Wano…

 

E arriviamo all’ultima pagina…

 

RABBER SEMPRE PIU’ COGLIONE D. MERDA

 

Dico io, quanto tempo ci vuoi a capire che ci sono tre fottutissimi Sanji per terra? Ci sono delle copie! Dovresti capire che si tratta di un’illusione! Vabè ma che parlo a fare… Il suo frutto ha reso di gomma anche il cervello…

Dunque, vediamo in realtà che SOLO Rufy vede i volti di Sanji, Carrot, Pudding e Nami (o forse anche il gigante ritardato) mentre in realtà si tratta di animali che sono stati catturati perché lo scemo pensava che fossero suoi amici. Ovviamente non è scemo perché ha confuso dei cani e gatti per i suoi sottoposti, per carità, quando si è vittima di illusioni mentali non ci puoi far nulla, è un demente perché non riesce a capire che se ci sono tre Sanji, qualcosa di strano ci dev’essere no?

 

E SE FOSSE IL GIGANTONE IL VERO AUTORE DELLE ALLUCINAZIONI?

 

Questo potere, proveniente dalla Foresta, o da Madame Brulée, o dal Gigante ritardato, consiste nel proiettare le persone a te più care in degli animali, facendoti credere quindi che si tratti di loro. In questo modo Rufy si sta sfiancando terribilmente e indebolendo lentamente. Sono davvero curiosissimo di scoprire come riuscirà ad evadere da questo loop.

 

Sempre che non muoia nel tentativo. E a me non farebbe altro che piacere.

 

Reverendo 

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here