Oda ammette: «Ho reso Chopper una mascotte»

4591

Nell’intervista rilasciata in coppia con Gosho Aoyama (autore di Detective Conan), Eiichiro Oda ha parlato del ruolo di Chopper

In un’intervista rilasciata qualche giorno fa in coppia con l’autore di Detective Conan, Gosho Aoyama, Eiichiro Oda ha parlato di Chopper e del suo ruolo nella ciurma. L’autore di One Piece ha ammesso di aver reso il personaggio una mascotte e ne ha spiegato i motivi. 

Ecco l’estratto dell’intervista in cui viene affrontato il tema: 

– Oda-sensei, in una vecchia intervista hai detto che sei “felice di essere vicino a tutto lo staff dell’anime”, e ciò che racconti dà davvero l’impressione che tu vada d’accordo con lo staff di animazione e produzione.

Oda: Sì, è sempre stato così. L’anime TV è iniziato molto tempo fa. Tutti loro sono diventati un po’ dei miei parenti. Anche i miei figli li conoscono da quando erano piccoli, quindi è quasi come un rapporto di famiglia.

Aoyama: Io non ho una relazione distante con loro, ma ho affermato molte volte con determinazione che “questo doppiatore dovrebbe dare la voce a questo personaggio”. Ad esempio, Koichi Yamadera, che ha doppiato Tsutomu Akai, un personaggio apparso di recente nell’anime, è stato scelto da me. A volte cambio anche i personaggi del manga dopo aver ascoltato le voci dei loro doppiatori, pensando tra me e me “quindi questa è la loro voce”.

Oda: Ho cambiato il ruolo di Chopper in un personaggio mascotte dopo aver sentito la sua voce nell’anime TV,  sebbene io avessi sempre avuto una politica di non voler disegnare personaggi mascotte, ma la voce di Ootani Ikue era troppo carina ahah.

Aoyama: Per me è lo stesso! Quando ho sentito la voce di Ootani nei panni di Mitsuhiko, ho pensato che fosse così carino che ho iniziato a disegnare il suo personaggio in modo più carino.

LEGGI QUI TUTTA L’INTERVISTA

chopper 24 dicembre one piece

Lascia un commento