One Piece Capitolo 1021: l’Omelia del Reverendo

10214

IL MILLE

VENTUNO

[La pistola demoniaca]

 

F R A T E L L I!

Anton Cechov è stato uno scrittore russo del ‘900.

Grande drammaturgo di opere teatrali.

A lui si deve una frase divenuta ormai famosa nella narrativa mondiale

Questo concetto viene chiamato in suo onore

PISTOLA DI CECHOV

Si tratta di una semplice anticipazione, un espediente narrativo in cui un oggetto o un evento vengono creati e lasciati lì, in sospeso

In attesa di essere ripresi in futuro

E per far sì che una storia abbia successo, questi elementi DEVONO essere spiegati, perché altrimenti che cazzo li introduci a fare?

Se faccio vedere un cappello di paglia gigante, devo riprenderlo in futuro

Se leggo un dialogo in cui Crocodile ha un segreto, quel segreto lo verrò a sapere.

In futuro.

Se Kaido accenna che Zoro ha l’Haki del Re… indovinate?

Esatto.

E se Shinobu dice che può far “maturare” Momonosuke, alla fine accadrà.

In futuro.

Posso utilizzare la pistola di Cechov per suicidarmi?

BENVENUTI A TUTTI

Io sono il Reverendo e oggi siamo qui per parlare dell’ultimo capitolo “fregna-centrico”.

Lo scontro è finito.

Attendiamo con ansia i one-shot di hentai/doujinshi. Sarà un piacere leggerla insieme a voi ogni domenica alle 21:00

Come dite?

Non sapevate che OGNI DOMENICA ALLE ORE 21:00 SU TWITCH LEGGO UN HENTAI ECCO IL LINK?

Ma allora vi meritate una roulette russa con la pistola di Cechov.

Dai cominciamo. Che con sto capitolo dirò un sacco di porcate…

Signori,

SI VA!

E COMINCIAMO BENE

Una Robin di schiena con una Black Maria in lontananza.

Avete notato che Nico Robin utilizza una tecnica molto simile al Susanoo di Sasukkia?

Anche la frase che dice Black Maria ha il sapore di Naruto

Se continui ad usarlo perderai la vista. A meno che tu non abbia uno Sharingan Eterno.

E Nico Robin ce l’ha… ce l’ha…

Lo userà più avanti…

Andiamo con calma.

In realtà non c’è molto da dire. Come voi ben sapete, questi capitoli mi spaventano tantissimo perché non sono “omeliabili”.

È tutta roba visiva che non lascia spazio all’interpretazione.

IL FRUTTO DI BLACK MARIA

momento SPAM

Facciamo un ragionamento serio, poi ricominciamo con le porcate

Se ormai il personaggio è stato sconfitto, vuol dire che ha dato il massimo.

E QUINDI…

Questa è la sua forma ibrida.

Un frutto del diavolo ancestrale che sembra uno SMILE perché non si mischia al corpo come qualsiasi Zoan ma ne lascia una parte completamente intatta

Esattamente come uno SMILE!

È come se Oda non avesse voluto sacrificare il fanservice per evitare di farla vedere in forma mostruosa come donna-ragno.

Per farvi capire, io mi sarei aspettato di vedere una ibrida più o meno così

Invece Oda ha scelto di farla così

Per carità, va benissimo. In molte rappresentazioni il Jorogumo viene disegnato a metà tra una donna e un ragno senza che le due entità si uniscano.

Quindi Oda non ha fatto altro che rispettare (e citare) la tradizione folkloristica.

SÌ, MA PERCHÉ QUEGLI OCCHI DEL CAZZO?

Va bene la tradizione, va bene il fanservice (sennò poi niente segoni a otto-mani manco fossero turchi), va bene tutto

Ma che senso ha questo?

IL RAGNO DEL CAZZO

Potrebbe dare una spiegazione più avanti ma ormai è stata sconfitta. Brook che scappa con Robin

Niente “horror-ibrida” e niente spiegazione del ragno di merda.

Sapete una cosa?

STICAZZI

Lo dico col cuore in mano.

Nico Robin chiude gli scontri con i Tobiroppo. In ordine (secondo me) di forza:

– Who’s Who (battuto da Jinbe)

– Drake (alleato)

– Sasaki (Franky)

– Black Maria (Nico Robin)

– Uruti (Nami)

– Paginello (Big Mom)

E ce li siamo tolti dal cazzo.

Ora mancano le tre calamità e le merdine di contorno:

– Nekomamushi e Perospero

– Inuarashi e Jack

– Fukurokuju e Raizo

– Orochi e checcazzoneso forse Hiyori

– Hawkins e Killer

– Usopp e checcazzoneso forse i Numbers

Quello che mi preme di più è Usopp. Voglio capire come verrà gestito da Oda.

Prima di procedere e parlare della forma demoniaca, voglio scusarmi con voi.

LO SO

Lo so che ormai non faccio altro che condividere elenchi puntati delle battaglie che mancano, però molto spesso mi chiedete quali altri scontri dobbiamo vedere.

Quindi repetita iuvant, no?

BLACK MARIA vs NICO ROBIN

La battaglia raggiunge il suo punto più alto

E anche il mio Pisellòn

«Pensi di essere in grado di battere “QUESTO”, bambina demoniaca? [in riferimento alla sua mercanzia N.d.T.]»

«Potresti anche averli indossati per prima [gli abiti da Zoccolòn N.d.T], ma a me stanno meglio!»

«Allora lasciamo che sia il pubblico a decidere!»

Dove devo firmare per far parte della giuria che deciderà il culo migliore?

QUESTE SONO LE VERE BATTAGLIE!

A colpi di fregna e culi sodi che Madonna e Gesù Cristo a schiaffeggiarlo ti vengono le scintille e prendi fuoco

Ok, nel frattempo che il cazzo si è ammosciato parliamo di cose serie.

LA BAMBINA DEMONIACA

La scena è bellissima.

Nico Robin si comporta esattamente come fece Chopper a Fishman Island.

Oddio, questo vuol dire che mi tocca spendere un quarto d’ora della mia vita a trovare la scan di quel dialogo di merda…

Arrivo subito…

capitolo 642

Ci ho messo 6 minuti a trovarla. Non male dai…

Chopper non ha più il terrore di apparire un mostro.

MOSTRO

Questa parola risuona nel suo cuore come una lama tagliente. Molte persone lo hanno definito così.

E lui utilizzando il suo frutto ha creato una forma che somigliasse quanto più possibile ad un essere umano

capitolo 325

Per essere accettato da loro.

Per evitare che nessuno lo chiamasse più così

CON NICO ROBIN È LA STESSA COSA

Sostituite la parola “mostro” come “demone” e avrete compreso la sua infanzia.

L’hanno sempre chiamata così per il suo frutto e perché ultima superstite di Ohara, una nazione dove le persone volevano conosce la verità e per questo bollate come “eretiche”.

Bruciare l’albero della conoscenza non è solo un modo figo per narrare il flashback del volume 41.

I libri hanno sempre avuto una particolare antipatia per il fuoco, soprattutto in tempi in cui si giocava a “Fare notte”, in inglese Fahrenheit.

Il Buster Call di Ohara è stata una delle opere di censura più grandi della storia, seconda solo al secolo buio.

MA ORA È DIVERSO

Nico Robin ha trovato dei compagni.

Black Maria continua a punzecchiarla sull’essere pericolosa, inutile, incapace.

Sembra di sentire Aokiji a Longring Longland

stavolta l’ho trovato subito, capitolo 320 Longland nel cuore

Ma ormai quella parte è stata superata. La Fregna Ragno è in ritardo di un paio di anni…

Questa trasformazione in demone dimostra come sia riuscita a superare la parola tabù “demoniaca” accettando il trauma.

Per diventare più forte.

Non gliene frega più niente di apparire un demone perché adesso quella trasformazione aiuterà il capitano a diventare il Re dei Pirati.

E guardate un po’, possiede anche un paio di ali…

C’è un’ultima cosa da risolvere

NON È HAKI DELL’ARMATURA

secondo me

Voglio fare con voi un semplice ragionamento:

Per essere “full-Haki” devi avere capacità combattive elevate. Gli unici in grado di ricoprirsi di nero sono attualmente Vergo, Pika e Loffya in Gear 4

capitolo 785, lo so, non è proprio full-haki ma potrebbe farlo

Tutta gente che ha menato mazzate nella sua vita.

Nico Robin no.

Era un’assassina. Uccideva facendo crescere un paio di braccia sul collo della vittima e poi glielo rompeva.

Fine.

Pochi scontri diretti.

Come può una donna così debole riuscire in due anni a ricoprirsi interamente di Armatura?

Improbabile.

Una che non sapeva neanche tirare un pugno come si deve

se ti riferisci al mio culo, serviti pure

Penso che quel nero sia semplicemente un espediente grafico, un modo per accentuare il suo “essere demone”.

Per fare più scena, insomma.

Nero fa più paura, no?

O forse bianco?

Decidete voi…

Lo scontro finisce con la telecronaca in diretta dal Quartier Generale del Cp0

Ovviamente hanno visto tutto e commenteranno la vicenda

«I Tobiroppo sono caduti?!? Ma come porcamad*nna è possibile!!! La situazione si sta ribaltando!! Ora non possiamo far altro che affidarci alle tre calamità che sono ancora in vita…»

Cit.

Dai Oda, mancano solo altre due ibride

MOMONOSUKE ADULTO

Lo so che volete leggere questa parte

INIZIAMO

Con calma

Partiamo da rabber.

Mangia le scorte di coso… come cazzo si chiama…

CARIBOU

Uomo-Senzu.

Grazie al suo cibo, Loffya si sta riprendendo

LA PISTOLA DEMONIACA

Mettiamo in chiaro due cose:

– La scena si farà e Momo diventerà adulto

– Il potere è IRREVERSIBILE

Altrimenti non avrebbero perso tutto sto tempo a piangere. Se diventi adulto, non torni bambino.

Sto dicendo banalità.

Una scelta matura e coraggiosa.

PERÒ…

Non mi piace.

Davvero era l’unica possibile?

Momonosuke è un personaggio che ha subìto un’evoluzione interessante.

Un bambino che si erge al pari dei giganti. Sa di non essere come suo padre, di non avere la sua forza e sa che tutti i Foderi lo proteggono perché debole.

Ma lui fa di tutto per essere degno del trono sul quale siederà un giorno.

Diventerà shogun e non lo farà perché figlio d’arte ma perché LO MERITA.

La cosa interessante era che avremmo visto la frustrazione, il conflitto interiore di chi sa di essere inadeguato ma vuole fare di tutto per essere accettato dai Foderi, ex-sottoposti del padre.

Che magari non lo vedono come un degno successore.

Ma lui sta lavorando sodo per riuscire ad avere le spalle abbastanza larghe da sorreggere Wano.

La potenza di questo personaggio stava proprio in questo.

TRASFORMARLO IN ADULTO VUOL DIRE DARGLI UNA SCORCIATOIA

Un colpo di acceleratore che farà svanire tutta la sua frustrazione senza però risolverla perché rimarrà con la mente di un bambino di 8 anni.

Un bambino però con tantissima esperienza, certo, ma quella sensazione di inadeguatezza, di disagio rimarrà.

Perché maturerebbe solo fisicamente.

E NEANCHE TANTO

Qui non stiamo mica parlando di un bambino che crescendo diventerà Oden

Momonosuke non diventerà mai Oden perché non ha “la genetica”.

Suo padre alla sua età andava a puttane, combatteva contro la yakuza, sconfiggeva mostri giganti. Era di un altro livello.

Mettiamo il caso che Momonosuke chieda a Shinobu di farlo crescere di 20 anni.

Sarebbe il tempo in cui sono andati avanti col frutto di Toki

E passerebbe dall’essere un bimbo di 8 anni ad avere la mia età. 28.

No, io ne ho 27.

Questi anni non li ha mai vissuti, non ha fatto alcun allenamento che gli permettesse di essere più forte. Quindi avrebbe il corpo di un ragazzo normalissimo sotto la trentina. Certo, sicuramente sarà forte, ma non da fare chissà cosa.

In uno scontro con qualsiasi Fodero perderebbe

Qui si accenna a qualcosa che avevamo (noi e voi) ipotizzato già da tempo

COME FACCIO A PORTARE RUFY A ONIGASHIMA?

C’era davvero bisogno di essere adulto?

Vi faccio una domanda: se voi aveste visto nel manga Momonosuke bambino trasformato in drago che porta Rufy da Kaido, avreste storto il naso?

Io no.

Quanto sarebbe bello vedere un draghetto che combatte contro la sua paura delle altezze (paura nata per colpa di Kaido) che deve dominare?

E la vittoria sarebbe anche sull’imperatore.

Portare Rufy in alto vuol dire trasportare colui che annienterà l’uomo che lo ha traumatizzato

«Momo, credo in te», dice Cappello di Paglia

«Non… c-ce la faccio…»

«Sì che puoi. Avanti!»

MENTRE ADESSO…

La paura delle altezze rimarrebbe ma Momo sarebbe abbastanza forte da fregarsene, o comunque da minimizzare.

Un conto è avere paura di salire in alto EEEEEE… la debolezza fisica di un bambino.

Un altro è avere solo la prima. Rimarrebbe un trentenne abbastanza forte da creare nuvole giganti.

Come ho detto, sarebbe una scorciatoia.

Abbellita da una scelta matura, certo, ma secondo me c’erano altre strade più interessanti da prendere.

Momonosuke sarebbe stato bellissimo anche solo come bambino.

Una persona che fa di tutto per colmare il suo gap d’età con lo spirito, il carisma, l’esperienza.

Non è bello vedere un bambino che si comporta da uomo anziché un uomo che si comporta…

Da uomo?

E capirai…

E SE ONIGASHIMA CADESSE A PICCO?

Molto probabilmente il frutto di Kaido funziona come quello di Sugar. Una volta messo fuori gioco, l’effetto del frutto smette IMMEDIATAMENTE di funzionare.

Quando il dragone coglione verrà messo KO da Rufy, le nuvole che sorreggono Onigashima svaniranno e l’isola farà il cosplay dell’arca Noah

capitolo 637

Quindi è come se Momo dicesse: “fammi diventare adulto, sennò come cazzo faccio a creare nuvole abbastanza grandi per sorreggere l’isola?”

E ci sta, ma il discorso che faccio di nuovo è semplice:

ERA DAVVERO NECESSARIA QUESTA COSA?

Una volta che Shinobu lo farà “maturare”, Momonosuke diventerà forte come un semplice e comune adulto.

Perché non si è allenato in questi anni.

Non li ha vissuti proprio, Shinobu gli ha dato un colpo di acceleratore. Fino a due secondi fa aveva 8 anni, ora ne ha 30 (stima approssimativa)

In che modo un uomo comune senza particolare forza combattiva sarà in grado di sorreggere Onigashima?

“Eh Rev, e allora di che ti lamenti? Se non è in grado ora che crescerà, figuriamoci se fosse stato un bambino”.

E CHI HA PARLATO DI FARLO DA SOLO?

Immaginate la scena: Momonosuke bambino dà tutto se stesso per sorreggere l’isola con le nuvole ma non ce la fa.

Non ci riesce. Sono troppo piccole

Anche se…

L’isola continua a cadere ma non come prima.

Rallenta.

Le nuvole anche se piccole fanno qualcosa

Intervengono i Mugiwara che con il loro potere cercano di spostarla per farla andare in acqua

DA QUANDO UN COUNTDOWN LO HA RISOLTO UNA SOLA PERSONA?

Se non fosse stato per i Re del Mare (e Shirahoshi), la Noah sarebbe caduta su Fishman Island

Se non fosse stato per i Mugiwara (e Pell), Alabasta sarebbe distrutta

Se non fosse stato per tutti gli abitanti di Dressrosa, Rufy non avrebbe mai sconfitto il creatore della Gabbia per uccelli

Chi l’ha detto che Momonosuke avrebbe dovuto fare tutto da solo?

Portando con sé tutto il carico dell’isola con le nuvole?

Concludo: Momonosuke ha preso una scelta matura. Tuttavia secondo me si poteva scegliere di meglio. Io avrei preferito un bambino che riesce a risolvere le sue paure e dimostra a tutti di essere un gigante senza bisogno di utilizzare il frutto di Shinobu che vedo come una scorciatoia.

Una scorciatoia che gli farà fare quello che avrebbe fatto se questi anni li avesse vissuti. Invece vengono skippati in un secondo. Un’occasione di diventare più forte, più potente, più carismatico. Perché Momonosuke, alla fine della fiera diventa un adulto ma pur sempre con la mente di un bambino.

Un bambino che non ha ancora superato le sue paure (e le avrebbe superate col tempo se non fosse cresciuto di colpo).

La situazione è disperata? Certo, ma per Oda no.

Oda è Dio e può fare quello che gli pare, anche rendere figo un arrivo a Onigashima grazie a Momo in forma drago-bambino anziché adulto.

Sarebbe stato coerente

Oppure fargli buttare il sangue per le nuvole per reggere l’isola e poi farsi aiutare da tutti.

Sarebbe stato coerente

O anche evitare di inserire la maturazione delle persone sul frutto di Shinobu. Nessuno avrebbe urlato allo scandalo se non lo avesse detto. Noi pensavamo che facesse marcire gli oggetti, non maturare le persone.

Chiudo: io rispetto qualsiasi scelta di Oda. Anche questa. Semplicemente non la condivido. Non si può essere d’accordo su tutto. Criticare un’opera in modo costruttivo fa di noi persone pensanti (participio pres. – coloro che pensano) Perché se due persone (noi e l’autore) hanno la stessa idea su tutto, vuol dire che una sta pensando anche per l’altro.

Dopo questo pippone finale ho firmato la mia condanna a morte facendomi odiare ancor di più. Vabè, ora vado. Mi preparo per la pioggia di merda che mi tirerete domenica nei commenti.

“Eeeeeeeh Rev! Allora scrivilo tu One Piece se sei così bravo!”

Perdonatemi ragazzi ma ho bisogno di dire quello che penso.

Preparo l’ombrello.

6 commenti su “One Piece Capitolo 1021: l’Omelia del Reverendo”

  1. E se le pistola sparasse a salve? Creare delle aspettative può essere anche un espediente per dare enfasi all’eventuale sovversione delle stesse. Incrociamo le dita e speriamo che il maestro risolva tutto per il meglio. <3

    Rispondi
  2. Salve, Reverendo. Qualsiasi ora tu legga questo commento, lascia che cominci questo pippone non richiesto dandoti almeno il buongiorno.

    Cominciamo col discorso di Momo, sul quale mi trovi completamente d’accordo: era davvero necessario renderlo un adulto? D’accordo, con questo gesto si dimostra pronto a sacrificare preziosi anni della sua vita per il bene della propria patria, ma anche secondo me sarebbe stato molto meglio lasciarlo bambino, in modo anche da staccarlo dall’immagine di Oden che i samurai di Wano gli proiettano addosso (a proposito, quanto vuoi scommettere che Momo adulto sará la copia sputata di Oden, almeno di faccia, e fará prendere un colpo a Kaido sul tetto?)

    Passiamo ora al discorso di Robin.
    MA QUANTO È FIGA QUELLA FORMA DEMONE?
    Lo ammetto, quando ho letto questo capitolo e quello precedente ho pensato subito a te, Reverendo, sapevo che avrebbe… risvegliato qualcosa in te; a proposito di risveglio, secondo me anche Robin adesso ha risvegliato il suo frutto, quelle braccia così flessibili mi ricordano molto di quando Doflamingo ha trasformato gli edifici di Dressrosa in fili o Katakuri quando ha mutato i muri del Mondo Specchio in mochi. Che ne pensi?
    A ogni modo, quel pannello del Mary subito dopo che Robin crolla a terra esausta mi rende alquanto inquieta: sappiamo che anche gli agenti del CP0 hanno un Mary umano in stanza con loro, e sicuramente non si lasceranno sfuggire questa occasione di catturare finalmente l’ultima sopravvissuta di Ohara. In più, in entrambe le cover dei capitoli 1020 e 1021 (nemmeno una parola in questa Omelia per Franky e Señor Pink, reverendo? Sono triste) è presente un leopardo… e chi dovrebbe ricordare? Esatto, Rob Lucci, il quale guarda caso adesso fa parte del CP0.
    Magari vedremo uno scontro tra Brook e un agente della suddetta organizzazione? (anche perché, diciamocelo, lo scheletro non ha avuto un vero scontro serio in questa saga, e sarebbe perfetto per confermare che Robin ha “degli amici forti che la proteggeranno”).

    Ora, Black Maria.
    E qui mi trovi in disaccordo, Reverendo, secondo me la forma di Maria non è solo una scelta puramente stilistica, per due motivi:
    1) hai notato che la parte superiore dell’addome del ragno non è MAI scoperta, nemmeno quando Maria è a testa in giù? E nel caso in cui il kimono cade, o è fuori dal pannello o è coperto da qualcos’altro. Secondo me lì è nascosto qualcosa, la chiave per comprendere il perché di una forma, animale o ibrida che sia, così strana
    2) Solo gli attacchi che c’entrano in qualche modo con il ragno finiscono con -Maria, quasi come se volesse mettere l’accento sul fatto che l’animale è effettivamente una parte di lei; ma allora perché si sentirebbe in dovere di ripeterlo? Forse perché ancora percepisce questa forna come estranea, quindi sente il bisogno di convincersi che non è così.
    È ironico che Black Maria, una prostituta, dica a Robin che gli altri la vedono solo come un oggetto, non trovi?
    Sai, ho notato che Maria dice a Robin praticamente le stesse cose dello scorso capitolo: sei inutile, per gli altri sei solo un peso, vali solo per il tuo cervello e così via. Robin però le ha giá fatto notare che questi discorsi non la toccano minimamente, quindi perché insistere?
    Forse perché quando si insulta qualcun altro, specialmente se vogliamo fargli il maggior male possibile ma lo conosciamo poco, tendiamo ad andare il più possibile a colpo sicuro dicendo cose che siamo sicuri che avranno un qualche effetto, e spesso sono o appigli sulle poche cose conosciute dell’altro, oppure, più spesso, parole che sappiamo fare male perché fanno sentire male noi.
    Probabilmente Black Maria ha passato la maggior parte della sua vita sentendosi un peso per qualche motivo e sta proiettando le sue insicurezze sulla sua avversaria.

    (Siccome non l’ho commentato nell’Omelia del capitolo scorso, RIP Wanyudo, sei stato un bravo- no, non è vero, i carlini sono i cani più inutili e senza senso di esistere sulla faccia della Terra)

    A proposito, i “tirapugni Oiran” sono l’ennesima conferma che vedremo presto Hiyori a Onigashima, e onestamente non vedo l’ora. Magari andrá anche per un breve periodo sul tetto ad affrontare Kaido (in fondo, ha ucciso il padre di lei, ed è stato proprio l’Imperatore ad avvertire Queen della morte di Komurasaki), che ne dici?

    È sera tardi (o mattina presto?), mi scuso per averti tirato addosso questi pensieri sconclusionati, alla prossima Omelia!

    Rispondi
    • Ahahahahahahahah! Il tuo commento mi ha fatto ridere di gusto. Grazie mille per aver condiviso qui. Ti rispondo per punti, così rendo più veloce la lettura:

      1. Siamo d’accordo ovviamente. La questione Momonosuke è archiviata per me. Accadrà ma non mi piacerà molto

      2. Questione Risveglio. Io faccio un semplice discorso: Doflamingo a Dressrosa ha detto che per risvegliare il frutto c’è bisogno di un allenamento incredibile, una cosa che sicuramente Nico Robin non ha fatto, considerando che fino a due anni fa pensava che bastassero gli schiaffetti per sconfiggere i nemici. E poi voglio metterla da un punto di vista narrativo. Se Nico Robin risvegliasse il frutto prima di Rufy, non sarebbe brutto? Tutti i personaggi, Mugiwara e non, devono stare sempre un passo indietro al capitano. Quindi una Robin che attiva questo enorme potere prima del protagonista sarebbe un po’ strano. Quindi per me non lo ha risvegliato

      3. Brook vs Cp0? Può essere ovviamente. Staremo a vedere…

      4. Black Maria. Mi piacerebbe molto se fosse come dici tu, una forma ibrida che in realtà nasconde qualcosa. Personalmente io ci vedo solo una citazione folkloristica però il tuo discorso è interessante. Anche perché dai una chiave di lettura “romantica” al personaggio che non farebbe mai male. I Tobiroppo sono personaggi un po’ deludenti, pensavamo di avere chissà quale approfondimento invece sono caduti tutti come mosche. Una Black Maria con un background come lo descrivi tu sarebbe intrigante

      5. Con i carlini sfondi una porta aperta. A me non piacciono i cani piccoli, io adoro i cani di taglia grande, quelli che per leccarti la faccia si avvinghiano a te e riescono a guardarti negli occhi

      6. Su Hiyori a Onigashima credo che non sia neanche più una teoria, per me è un grande sì. Ci sarà, farà la sua parte e il fatto che Oda la tenga nascosta, dimostra questo. La tirerà fuori dal cilindro come ha sempre fatto. Non so se affronterà Kaido, non credo che ne abbia la forza e la voglia ma credo che farà qualcosa. Ricordi quando disse a Zoro che vorrebbe sconfiggere Orochi con le sue mani? Ecco, a Orochi manca una sola testa da tagliare… chissà…

      Alla prossima cara e grazie ancora

      Rispondi
  3. Tutto sto pippone su Momonsuke lo sappiamo che lo hai fatto solo perché hai paura che sia l’ennesimo personaggio che si intrometterà nel cosiddetto “1vs1”.

    Baci.

    Rispondi

Lascia un commento