IL NOVECENTOQUINDICI

Analisi del Capitolo 915 di One Piece

3400

[qualcuno mi regali l’action figure di O-Kiku]

F R A T E L L I!

Siamo qui riuniti in questo luogo sacro… per parlare sempre delle solite cose…

Pensate mi stia riferendo al capitolo? No, assolutamente. Le “solite cose” a cui mi riferisco sono le critiche che ogni settimana muovete contro One Piece accusandolo di monotonia, noia totale, trame sempre uguali e tante altre sciocchezze prive di fondamento.

Voglio dirvi una cosa:

SIETE IN ERRORE!

State sbagliando, e ve lo spiego facendo un esempio molto semplice.

L’enorme arco narrativo di Alabasta è iniziato nei promontori gemelli, quando i Mugiwara conobbero Lovoon e Crocus. In quel tempo (Gesù disse, ah no scusate…) fecero la conoscenza della Principessa Bibi.

Da allora, Eiichiro Oda utilizzò la figura di questa ragazza per veicolare la trama e farla proseguire per ben 3 isole (Whiskey Peak, Little Garden, Drum) fino ad arrivare all’ultima, Alabasta nella quale si concluse l’arco narrativo. Senza Nefertari Bibi, Rufy non sarebbe arrivato ad Alabasta.

Dopo Alabasta i Mugiwara ne iniziarono un altro, quello di Skypiea. Ve lo ricordate? Una volta arrivati sull’isola nel cielo, chi incontrarono? Ooooooh! Ma tu pensa un po’, un’altra donna! Konis! La bella biondona che suonava l’arpa…

Secondo voi Konis è stata messa lì a caso? Oppure è servita per veicolare la trama e portarla esattamente dove l’autore voleva? Vi rinfresco la memoria: è grazie a Konis se conosciamo suo padre, Pagaya. Quest’uomo dà a Nami il Waver, la moto d’acqua che la nostra navigatrice utilizza per mettersi nei guai e conoscere indirettamente Ener.

Ricordate? No? Beh, l’importante è che abbiate capito il messaggio che voglio far passare.

ONE PIECE È CICLICO!

Nel senso che ogni saga utilizza la stessa formula. E voi, ogni volta che inizia un nuovo arco narrativo, vi comportate come dei polli. Abboccate all’amo della critica e vi lasciate trasportare dicendo fesserie.

One Piece, molto spesso, utilizza le donne come lubrificante narrativo, o meglio, come ingranaggio essenziale per far muovere la saga in un modo prestabilito.

Volete altri esempi? Vi siete stufati? Chi se ne frega, ve li meritate. Come possiamo non citare Caimie la sirena! Questa donna è stata l’ingranaggio per ben due saghe, Sabaody e Fishman Island. È grazie al suo rapimento se abbiamo il pugno al Drago Celeste, il successivo arrivo dell’Ammiraglio Kizaru e tutte le peripezie che hanno portato allo scioglimento della ciurma e del time-skip.

È GRAZIE ALLA SIRENA SE LA TRAMA È ANDATA AVANTI

E due anni dopo, è sempre grazie a Caimie se Rufy e gli altri sono stati salvati – perché quando sono entrati nell’isola degli uomini-pesce, la Sunny è stata inondata d’acqua e i membri della ciurma stavano annegando – e la trama di Fishman Island è andata avanti.

Ed è grazie a Rebecca e Violet – altre donne – se Dressrosa ha avuto una trama, e non sto esagerando. Quante probabilità c’erano che Sanji incontrasse Violet e Rufy facesse lo stesso con sua nipote Rebecca nel Colosseo? E quante probabilità c’erano che incontrassero proprio le parenti di Re Riku?

E quante probabilità c’erano che Rufy cadesse proprio nel palazzo di Boa Hancock mentre lei si stava lavando??? Vedete? Altra donna utile alla trama…

PERCHÉ NON VI INDIGNATE DAVANTI A TUTTE QUESTE COINCIDENZE?

Sapete qual è il problema? Non avete memoria storica. Se volete criticare One Piece, in bene o in male, dovete necessariamente leggere (LEGGERE) e rileggere (RILEGGERE) l’opera almeno tre o quattro volte. Tutta da capo!

In questo modo si fisseranno in testa gli eventi principali di ogni trama e voi li riconoscerete quando Oda li inserirà di nuovo in quella successiva.

CHE COSA ABBIAMO AVUTO APPENA ARRIVATI A WANO?

Due donne: O-Tama, la bambina, è stata davvero la prima persona che Rufy ha incontrato sull’isola. La seconda è O-Kiku, la splendida donna-samurai della quale mi sono già innamorato. Ragazzi, non me ne volete, ma io ho un debole per le donne con lo sguardo magnetico, la frangia sulla fronte e i capelli neri (ogni citazione a Nico Robin è puramente casuale), quindi sono già eccitato all’idea di vederla in combattimento. I samurai sono stati descritti come invincibili, persone delle quali persino la Marina resta a debita distanza, e il Governo Mondiale non impone la sua globalizzazione per timore di farli arrabbiare.

Quindi esigo che siano fortissimi.

Ma facciamo un passo indietro e analizziamo i fondali:

– La città di Bakura era prospera e piena di vita, fin quando non è arrivato l’esercito mongolo (e questa volta non mi sto riferendo a Rufy) di Kaido. Questo Imperatore rappresenta sicuramente la Mongolia contro cui ha combattuto il Giappone e lo dimostra il suo approccio. Ora Bakura è diventato un covo di mercenari e Gifter. In un’immagine vediamo uno di questi che importuna verbalmente una donna del luogo. Se avessimo avuto un Seinen tra le mani e non uno Shonen, probabilmente l’autore avrebbe inserito anche scene di stupro da parte dei soldati di Kaido verso le donne giapponesi.

– I Gifter sono i possessori degli SMILE. Quando sento questo nome mi viene in mente la prima volta che l’abbiamo sentito, durante la casa d’Aste a Sabaody. Mentre imperversava il caos, il tizio che presentava gli schiavi chiamò Doflamingo che, noncurante, disse che questa non era più l’epoca degli schiavi ma dei “sorrisi”. I traduttori all’epoca non potevamo pensare che si trattasse di un acronimo, quindi tradussero letteralmente. Ma Doflamingo non parlò mai di sorrisi bensì di SMILE. Non è fantastico?

Ovviamente era scontato che gli utilizzatori di frutti artificiali avessero degli effetti collaterali. Il tizio-leone “Holdem” che si martella le palle è una simpatica gag utile a spiegare l’enorme inettitudine dei Gifter. L’unica piccola critica che mi sento di muovere è che c’è troppa disparità tra gli ufficiali come Jack o Hawkins e i Gifter. Sono stati presentati come un esercito imbattibile ma tra un leone che si martella le palle, un uomo-gazzella che mi sembra un trans e un tizio con le orecchie da topo, forse sono più utili come fenomeni da baraccone che come soldati. Se ci pensate, Kaido viene denominato “delle Cento Bestie”. Sarebbero queste le “Cento Bestie” di cui parla? Stiamo tutti tremando dalla paura…

Capisco però che il loro potere sia abbastanza per gli abitanti del luogo. Se non fosse stato per Zoro, la proprietaria del locale (non mi ricordo il nome) sarebbe morta per mano di – Nanananananananana – Batman, quindi va bene così. Inoltre la gazzella con le calze a rete fa il suo dovere. Se però i Gifter li immaginiamo in un ambiente più ampio come l’intero Nuovo Mondo, allora la situazione cambia. Sono troppo deboli anche solo per affrontare qualsiasi guerra con qualsiasi altro pirata che abbia un nome in questo mare. 50 o 100 non cambia.

Un Killer li abbatterebbe ad occhi chiusi, un Moria peggio, per non parlare delle altre Supernove. Questi super-soldati sono utilissimi per impaurire la popolazione ma nient’altro. Molto probabilmente i samurai di Wano sono caduti per via di Kaido e dei suoi ufficiali, non dei Gifter. Se ci fossero stati soltanto loro, i samurai li avrebbero abbattuti a occhi chiusi.

– Miniavventure: Bellamy si ritira. E le prende pure. Intento a dipingere forse l’unico Jolly Roger serio di tutto One Piece. Tutti gli altri sembrano caricature, questo invece fa paura. Sicuramente vedremo gli svolgimenti in futuro, non esiste che un personaggio del genere faccia il disegnatore di bandiere per tutta la vita. Molto probabilmente in futuro vedrà la Vivre Card di Rufy in subbuglio e deciderà di partire per aiutarlo.

– Rufy utilizza il Re Conquistatore. Mi è piaciuto. È sempre interessante vedere la follia di questo ragazzo all’opera. Il suo obiettivo, come ben sapete, è essere al di sopra delle istituzioni e utilizzare il suo enorme potere per fare quello che gli pare. È assolutamente essenziale che lui non utilizzi alcuna strategia per raggiungere l’obiettivo perché andrebbe a snaturare il personaggio.

– Chiunque critichi Zoro non capisce One Piece e deve tornare a leggerlo da capo. Zoro è un personaggio VOLUTAMENTE stereotipato e il fatto che Eiichiro Oda abbia deciso di farlo incontrare con Rufy è una strategia narrativa assolutamente interessante. Questi due personaggi sono due gag viventi, molto forti, molto stupidi e molto orgogliosi. Quindi avremo un Rufy che utilizza il Re Conquistatore per abbattere degli scarafaggi, un Zoro che decide di non attaccare gli scagnozzi di Yokozuna perché gli fanno schifo i corpi nudi eccetera… Non è fantastico? Vi siete sorbiti i pianti di Sanji e i suoi problemi esistenziali per quasi tre anni, adesso ridatemi il guerriero verdastro e feticista di spade, vi prego.

COSA ACCADRÀ IN FUTURO?

Proviamo ad analizzare la questione da un punto di vista narrativo. Abbiamo O-Tama – la bambina – che è stata rapita da questi imbecilli. Come accennato in precedenza, le donne in One Piece, molto spesso sono ingranaggi che fanno svolgere la trama. Quindi sicuramente Rufy, Zoro e la splendida O-Kiku si scontreranno con i Gifter e libereranno la bambina-ingranaggio. Holdem vuole qualcosa per tenere a bada il leone che ha in mezzo alle gambe (questa frase è molto ambigua), quindi vuole il potere della bambina. Però lei non deve mostrarlo al nemico quindi come farà a perdere il tempo necessario fino all’arrivo della cavalleria? Staremo a vedere…

Nel frattempo anche Trafalgar Law si avvicinerà a Rufy perché spaventato (giustamente) da quello che potrebbe fare a piede libero. Ma povero ragazzo, è da Punk Hazard che si è pentito di aver stretto un’alleanza con ‘sto Imbecille D. Merda.

Quindi si incontreranno, ma intanto il danno sarà fatto e Orochi lo verrà a sapere. Fatto sta che bisogna vedere sull’altro fronte come stanno le cose. Perché anche gli altri Mugiwara si stanno muovendo per fare la loro parte, Nico Robin in primis che verrà accettata nelle stanze reali di Orochi in persona! E credete che Orochi non conosca le facce di tutti i Mugiwara? Vedremo come si svolgeranno le cose.

ULTIMISSIMI PUNTI

Prima di concludere voglio confessare con voi le mie aspettative su questa saga. Le cose delle quali mi aspetto assolutamente e non voglio essere deluso in alcun modo:

  • Voglio che sia lunghissima, più o meno come Dressrosa. O forse anche più.
  • Voglio che i samurai siano devastanti. E non ai livelli di “poco-più-forti-dei-Gifter”, voglio che siano davvero forti. Per fare un paragone, come Ryuma. Ma forse chiedo troppo?
  • Voglio un Rufy che mostra i risultati del combattimento contro Katakuri e un Zoro che mette allo scoperto tutte le sue carte. Li voglio completamente pazzi e generatori di caos. La devono radere al suolo quella fabbrica di merda. Caro Oda, hai messo insieme questi due per un motivo – la distruzione totale – ora devi dimostrarmelo! Fammi vedere la polvere che si alza al loro passaggio, e loro che camminano come due montagne, senza paura, con gli occhi iniettati di fuoco e sangue. Io voglio la guerra e loro alla testa dell’esercito.
  • Voglio la Nidai Kitetsu nelle mani di Zoro. E la voglio adesso.

– reverendo

4 Commenti

  1. Salve fratello.
    “L’unica piccola critica che mi sento di muovere è che c’è troppa disparità tra gli ufficiali come Jack o Hawkins e i Gifter. Sono stati presentati come un esercito imbattibile ma tra un leone che si martella le palle, un uomo-gazzella che mi sembra un trans e un tizio con le orecchie da topo, forse sono più utili come fenomeni da baraccone che come soldati.”
    HAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHAHA Mi hai fatto morire XDXDXD Questo “leone che si martella le palle” resterà nella storia XD

    • Ahahahaha! Ciao carissimo! Ben ritrovato! Spero che avremo come Gifter non solo gag viventi ma personaggi dotati di più spessore. Dopo Batman mi aspetto un uomo pettirosso così avremo anche Robin e possiamo andare a sconfiggere il crimine.

      • Spiderman rimanendo in tema con gli animali. Comunque a parte la gag suppongo che questo Holdem sarà forte… di certo non un problema per Rufy e Zoro ma manco una schiappa totale.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here