One Piece Capitolo 926: il ritorno dei capitoli “normali”…

1904

 Non dimenticare di seguirci anche su Telegram! Ti basta cliccare qui!

ONE PIECE Capitolo 926: Opinioni a Caldo! Le prime impressioni sul capitolo del manga di Eiichiro Oda pubblicato questa settimana!

Dunque, ragazzi. E ragazze.

Abbiamo avuto viaggi nel tempo, draghi spara laser, Gear Fourth devastati, BARRRRBANERA, e chi più ne ha più ne metta nelle ultime settimane. Entusiasmante, no? Anzi, a dir poco entusiasmante! Esattamente come era entusiasmante il periodo del Rêverie, ancora bello fresco nella vostra memoria e nei vostri cuori. Perciò, prima di dirvi la mia su questo (spassoso) capitolo 926, un piccolo spunto di riflessione nonché preghiera per voi: non ricominciamo a lamentarci dei capitoli “normali” o di transizione!

Come già discusso per i primissimi capitoli di Wano, ONE PIECE (e nessun fumetto) non può e non deve essere fatto solo di capitoli epici o di rivelazioni e colpi di scena. Per ogni capitolo epico di Rêverie, c’è stato bisogno di 15 capitoli normali per poter dare le basi di questa epicità. Per ogni capitolo sensazionale letto in queste settimane, c’è stato bisogno dei capitoli iniziali di Wano (nonché di Punk Hazard e non solo) affinché fosse tale. Non che questi capitoli siano inutili o noiosi come alcuni lamentano: laddove non fanno morir dal ridere (e quindi intrattengono, primissimo compito di ONE PIECE) sono comunque utili a costruire le situazioni epiche che tutti noi aspettiamo e ci permettono di avere un po’ di respiro da quest’ultime. E poi, vi assicuro che un fumetto di 1000 capitoli con un colpo di scena a settimana vi stancherebbe molto prima.

Ora che ho fatto ragionare (o incazzare) chi sperava di vedere 20 capitoli di plot twist, parliamo un po’ di questo capitolo. E com’è, questo capitolo?
In sostanza, uno spasso.

In molte occasioni questo capitolo mi ha fatto ridere, fisicamente. Dall’incompetenza di Shinobu, alla guardia che vuole spezzare gli animi di Rufy e Kidd coi consigli di mamma, ai due capitani obesi che dimagriscono di colpo. Ma soprattutto, questo essere:

Guardate questo coso! Guardatelo, cazzo! E io che pensavo che peggio di Batman non ci fosse nulla. Mi spiegate ora come diamine ha fatto Eiichiro Oda ad arrivare a questa idea? In un’intervista disse che trae spunto da praticamente tutto ciò che vede, che si impegna ad osservare il più possibile tutto ciò che gli capita sott’occhio per cogliere qualcosa di originale. Cosa stracazzo ha visto il sensei per mettere un uomo nella bocca di un ippopotamo? Qualcuno ha condiviso su internet una foto di un uomo seduto in bocca a quel bestione (pericolosissimo)? Oda stesso sognava di sedersi in bocca ad un ippopotamo? Quale che sia la risposta, ho fissato la vignetta per un minuto intero cercando di non ridere troppo forte. Anche se poi…

Minchia che sfigati questi smiles! Questi tizi si pentiranno di aver mangiato quei frutti tarocchi per tutta la vita…

Tale Dobon viene messo fuori gioco da Rufy e Kidd. Ammanettati con l’agalmatolite. Già con Holdem abbiamo visto che questi headliners siano dei pipponi incredibili, ma in questo caso sembrano proprio i due capitani ad essere davvero sbroccati. Ammanettati ed indeboliti, riescono a trasportare tonnellate di pietra correndo come se nulla fosse. È molto probabilmente un effetto comico, ma se due “pivelli” del genere sono così pimpanti in prigioni del genere, Big Mom ed altri come pensi di trattenerli ad Impel Down?

Concentrandoci un secondo su Kidd, sembra condividere con Rufy lo stesso temperamento, la stessa fame ridicola e la stessa struttura fisica senza senso. Potremmo pensare che invece Law condivida col gommoso tutto ciò che deriva da quella D. Per una maggiore coesione del trio (sempre che si riveli tale, magari Sabaody è stato l’unico caso) penserei che Kidd non abbia la D. nel nome. E poi, che palle tutte ste D altrimenti…

Carine anche le parti con Shinobu, ninja per sbaglio. L’incompetenza nelle proprie abilità è un po’ ripetuta da Kanjuro, o forse a Wano tutti si scelgono le abilità sbagliate… Le attività di spionaggio con Nami comunque sembrano proseguire tutto sommato bene, considerando che non sono state identificate o catturate. Sembra che fuori da Wano qualcuno stia comprando parecchie armi da Kaido. Il Rêverie sarà finito e le decisioni saranno state prese. Cosa staranno preparando?

Molto apprezzate anche le attività di Usopp, Law (sempre con quel cazzo di cappuccio..) e i suoi compagni, e di Sanji. Personalmente non vedo l’ora di vedere “in azione” Brook.

Andando a ritroso, siamo quindi arrivati alle prime pagine. Ebbene, chi si cela dietro Kamazou lo Squartatore? Un nuovo personaggio? Ener? Vegapunk??? Cagate a parte, leggendo nei balloon “ti perseguitooooo” con le note musicali ho pensato a una recita di Brook, ma non ha senso che vada in giro a uccidere!
Abbiamo anche questo “Ragazzo dell’ora delle streghe” (?), Robin Hood di Wano in sostanza. Il suo nome però lo ravvicina a un fenomeno spettrale come Kamazou. Praticamente, fa l’opposto di ciò che fa Ashura Douji/Shutenmaru. Che agisca per contrastare lui? O contrasta lo shogunato di Orochi? E soprattutto, sarà Vegapunk???

Avrei voluto concludere il commento a questo capitolo divertente e tranquillo con qualche osservazione sul bando alle arti marziali per i non samurai, ma sono abbastanza sicuro chi il Reverendo vi illuminerà perfettamente a riguardo.

[Symonch]
P.S.: Law e Chopper mi ricordano che tra poco inizierà la sessione d’esami…dannati!

 

 

 

                                   

Leggi anche: One Piece Portraits of Pirate: Jewerly Bonney più sexy che mai

One Piece è un manga scritto e disegnato da Eiichirō Oda, serializzato sulla rivista giapponese Weekly Shōnen Jump di Shūeisha dal 19 luglio 1997. La casa editrice ne raccoglie periodicamente i capitoli anche in volumi formato tankōbon, di cui il primo è stato pubblicato il 24 dicembre. L’edizione italiana è curata da Star Comics, che ne ha iniziato la pubblicazione in albi corrispondenti ai volumi giapponesi il 1º luglio 2001. La storia segue le avventure di Monkey D. Luffy, un ragazzo il cui corpo ha assunto le proprietà della gomma dopo aver inavvertitamente ingerito il frutto del diavolo Gomu Gomu. Raccogliendo attorno a sé una ciurma, Luffy esplora la Grand Line in cerca del leggendario tesoro One Piece e inseguendo il sogno di diventare il nuovo Re dei pirati

One Piece è adattato in una serie televisiva anime, prodotta da Toei Animation e trasmessa in Giappone su Fuji TV dal 20 ottobre 1999. L’edizione italiana è edita da Merak Film ed è andata in onda su Italia 1 dal 5 novembre 2001 per poi continuare su Italia 2 nel 2012; inizialmente intitolata All’arrembaggio!, la serie ha avuto diversi cambi di denominazione nel corso delle stagioni, fino ad assestarsi sull’originale One Piece. Toei Animation ha prodotto inoltre 11 special televisivi, 13 film anime, due cortometraggi 3D, un ONA e un OAV. Svariate compagnie ne hanno tratto merchandise di vario genere, come colonne sonore, videogiochi e giocattoli.

One Piece ha goduto di uno straordinario successo. Diversi volumi del manga hanno infranto record di vendite e di tiratura iniziale in Giappone. Con trecento milioni di copie in circolazione al 2014 l’opera è il manga ad avere venduto di più al mondo. Il 15 giugno 2015 è entrato inoltre nel Guinness dei primati come serie a fumetti disegnata da un singolo autore con il maggior numero di copie pubblicate: oltre 320 milioni.

 

Visualizza questo post su Instagram

 

Abbiamo aperto il profilo Ufficiale del One Piece Tour!! Unitevi a noi @onepiecetour #onepiece #onepiecetour #onepiecegt

Un post condiviso da OnePiece.It (@onepiecegt.it) in data:

2 Commenti

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here