One Piece Capitolo 974: l’Omelia del Reverendo

12917

IL NOVECENTO

SETTANTAQUATTRO

[Figlio di Puttanjuro]

 

Anno 1604.

Periodo Tokugawa.

Le frontiere del Giappone sono chiuse e lo shogun diventa l’uomo più potente del Paese.

L’Imperatore ottiene ufficialmente la stessa utilità di un soprammobile, non valendo più un cazzo.

Ieyasu Tokugawa inizia ad emanare una serie di regole che ogni cittadino è tenuto ad osservare. Era un uomo estremamente rigido e meticoloso.

Attraverso queste norme si creerà la struttura societaria dell’epoca fatta di classi sociali estremamente chiuse e persone impaurite per le sanzioni verso chi non le rispetta.

In cima alla piramide abbiamo l’Imperatore, utile come Gazidis al Milan.

Poi lo shogun, il vero burattinaio

I Samurai

Contadini

Artigiani

Infine i mercanti

Con le frontiere chiuse, il Giappone attraversa un periodo di pace a discapito del controllo ossessivo delle autorità sulla popolazione.

I samurai non avevano più un nemico da combattere,

QUINDI CHE CAZZO FACEVANO?

Le alternative erano tre:

Molti diventavano burocrati, passeggiando per le strade con le loro katane senza averle mai sfoderate una sola volta.

Poi c’erano i ronin, samurai senza padrone che iniziavano a vagabondare per il Giappone seguendo il bushido, la via della spada. Il grande guerriero Musashi Miyamoto scelse questo cammino. Ecco perché il manga di Inoue si chiama “Vagabond”.

Infine abbiamo quei samurai che lasciano completamente questo sentiero per diventare artisti.

E qui viene il bello…

Dopo qualche anno una donna inizia a ballare in mezzo alla strada come una stupida (esatto, come Oden). Con il tempo, questa danza strana si evolve in quello che tutti chiamano “Kabuki”.

Letteralmente significa “fuori dagli schemi” ed è la versione più caciarona del Teatro Noh, nato 300 anni prima e adatto agli aristocratici.

Il Kabuki era quindi per i poveracci di merda.

Una delle principali differenze tra le due forme di teatro è che nel Noh gli attori prediligevano le maschere mentre nel Kabuki si usavano le pitture facciali.

COME KANJURO E DENJIRO

Loro sono gli unici tra i Foderi attuali ad avere il volto dipinto. E se ci pensate, non è un caso.

Questi due personaggi interpretano una parte.

Sono degli attori.

E Wano è un intero teatro a cielo aperto dove due famiglie, i Kozuki e i Kurozumi, stanno per dare il via allo spettacolo più assurdo mai rappresentato prima d’ora.

Signori, io sono il reverendo e quest’oggi sono obbligato a distruggere tutto. Devo farlo.

StronzOda ha messo in atto un colpo di scena da maestro e io mi trovo in prima fila ad assistere al suo capolavoro.

Esattamente come per il Kabuki, spero di intrattenervi facendovi strappare qualche sorriso e spero che le mie parole, scritte all’una di notte, scorrano veloci e leggere evitando di annoiarvi.

Detto questo…

SIGNORI,

SI VA!

Allora…

Allora…

Allora…

MA COME CAZZO È POSSIBILEEEEEEE!!!

MA CHE VUOL DIREEEEEEEE!!!!

AAAAAAAAAAAAAAAAAAAA!!!!

Io ringrazio Gesù Cristo che dall’alto mi ha evitato gli spoiler facendomi fare la blind reaction perché altrimenti la mia reazione sarebbe stata la stessa, ma le Madonne gliele avrei tirate soltanto a Tosky in privato.

HO MESSO IL DELIRIO IN MONDOVISIONE

Comunque, seriamente, ma quanti di voi avevano ipotizzato che potesse essere davvero Kanjuro?

Madonna santa che colpo al cuore.

Non è possibile.

Allora, partiamo dalle cose ovvie.

A ME È PIACIUTO

Io mi sono goduto il momento in un modo che voi non potete immaginare.

LA SPIA LA CONOSCEVAMO GiÀ

Si tratta di un classico della narrazione. Non puoi rivelare qualcuno che non se lo incula nessuno.

Ho fatto anche la rima.

Quindi da subito avevo scartato l’ipotesi Jibueimon o come cazzo si chiama.

Oda doveva PER FORZA farci rimanere di merda con un personaggio che credevamo buono ma che in realtà era uno stronzo.

KANJURO NON È LETTERALMENTE UNO STRONZO

Ma ci arriveremo.

Partiamo dal principio

MINIAVVENTURE

ULTIMA PAGINA DEL FLASHBACK

È ufficialmente finito. La storia di Oden è stata raccontata in 14 capitoli e lo pone al primo posto nell’Olimpo delle storie più lunghe di One Piece.

Assurdo.

Guardate qua:

Sapete a cosa si riferisce quando Kyoshiro dice a Hiyori se “avete…”?

Capitolo 928:

Il tizio che è stato fregato era uno strozzino, un bastardo che truffava la gente.

Komurasaki attraverso la sua seduzione lo ha mandato sul lastrico. Apparentemente sembra una scena in cui l’innocente piange perché è stato derubato, ma se si scava più in profondità le cose sono diverse.

Soprattutto se ora sappiamo che Kyoshiro era anche Ushimitsu e quindi tutti i soldi di Bingou li avrebbe poi distribuiti alla povera gente.

CHE COSA VUOLE KAIDO?

Kaido crede che Kin’emon e i Foderi che hanno viaggiato nel futuro possano conoscere qualche segreto sul mondo, magari rivelato da Oden.

Ma non è così.

Capitolo 818 e 819:

Quindi Oda ha voluto semplicemente collegare questo discorso. È logico supporre che voglia conoscere qualcosa su come arrivare a Laugh Tale e quindi velocizzare la sua scalata a diventare il Re dei pirati.

Andiamo avanti…

ADESSO CI DIVERTIAMO

Ragazzi, ora viene il bello.

CHE COSA ABBIAMO QUI?

Mi piace pensare che Oda abbia rappresentato Kanjuro senza forma per un motivo. Come se fosse qualcosa che assume le sembianze del momento. Quest’uomo non ha una consistenza, diventa quello che decide di diventare. Per lui la vita è un enorme palcoscenico e la sola cosa che conta è mandare avanti uno spettacolo che sia il più meraviglioso possibile.

Ricordate cosa vuol dire questa frase?

“Assassini di daimyo”

Si riferisce alla dinastia dei Kurozumi. Il nonno di Orochi uccise tutti i daimyo che concorrevano alla carica di shogun. Poi però nacque Sukiyaki, il legittimo erede, e la sua corsa al potere si arrestò, perdendo tutti i privilegi.

Venne preso e giustiziato.

Subito dopo, la popolazione ha iniziato a braccare tutti gli appartenenti a questo clan.

Come ho scritto in un’omelia precedente, la gente che perseguitava i Kurozumi lo faceva per estirpare l’erbaccia cattiva ed evitare che in futuro arrivasse un altro stronzo come il nonno di Orochi.

Volendo evitare che nascesse il prossimo Kurozumi malvagio, il popolo ha traumatizzato Orochi a vita, facendo nascere il prossimo Kurozumi malvagio.

LA STESSA COSA VALE PER KANJURO

Trattandosi di un Kurozumi, la gente perseguitò anche lui e la sua famiglia.

Ed esattamente come per Orochi, venne traumatizzato a vita.

Entrambi sono due facce della stessa medaglia: lo Scorreggione ha trasformato questo dolore in vendetta attiva, infatti è salito al potere con l’unico scopo di distruggere Wano.

Kanjuro invece è la versione passiva di questo dolore. Lui ha preferito diventare apatico e vuoto. Se Orochi è una montagna di ego, Kanjuro è una voragine nera dove al suo interno ci puoi mettere quello che vuoi.

IO VOGLIO MORIRE

Nel modo più teatrale possibile.

I suoi familiari erano attori di teatro e quindi anche Kanjuro vuole portare la sua tragedia sul grande palco della sua vita, concludendola in modo epocale.

SIPARIO!

“Per quale ragione hai fatto tutto ciò?”

Io sono convinto di una cosa: per quanto sottolinei il fatto che, essendo un Kurozumi, fosse quasi vincolato ad aiutare il suo clan, più avanti non manca di dire anche che sarebbe stato bello se fosse morto lì, in mezzo alla tempesta senza neanche svelare la sua vera identità.

Quindi possiamo quasi azzardare l’ipotesi che a Kanjuro non fregasse un cazzo del piano dei Foderi Rossi né tantomeno di quello di Orochi.

Lo shogun lo usa per attuare i suoi piani ma se la vediamo da un’altra angolazione, anche lui usa Orochi e Kaido perché sa che con loro può morire in modo teatrale e concludere la sua vita.

Kanjuro vuole portare a termine la sua parte.

Un attore teatrale non può morire in modo banale ma deve cercare in tutti i modi di farlo in modo che tutti rimangano stupiti.

DIVENTARE UN’ALTRA PERSONA È LA SUA PIÙ GRANDE SODDISFAZIONE

Interpretare qualcuno che non sia lui era diventata la sua ragione di vita. Kanjuro ormai era un involucro vuoto, non possedeva più niente se non il desiderio di ottenere una parte, un copione e dei personaggi, amici o nemici che fossero, che potesse considerare come attori con cui collaborare. Anche se questi “attori” non stavano recitando, per Kanjuro non aveva importanza.

Ecco perché non ha consegnato Momonosuke e Kin’emon quando poteva farlo a Dressrosa, perché lui non voleva raggiungere un obiettivo ma godersi il viaggio, la commedia. Anzi, sicuramente è rimasto particolarmente felice quando ha visto la morte di Yasuie e si è divertito tantissimo a distruggere anche questa variazione del piano.

Se li avesse consegnati prima, non avrebbe potuto assistere a questo ulteriore “capitolo” della commedia.

A detta di Orochi, Kanjuro ha sempre vissuto per il palco, conosceva solo questo da bambino, e quando gliel’hanno tolto e ammazzato i genitori, ha disperatamente cercato una condizione nella sua vita che potesse sostituire proprio quel teatro che aveva perduto.

E L’HA TROVATO IN ODEN

Ha accettato subito di collaborare con Orochi non perché fosse favorevole alla sua causa ma semplicemente perché avrebbe partecipato come attore non-protagonista in questa avventura, e si sarebbe goduto la commedia fino all’atto finale.

LA MORTE

Kanjuro è un uomo malato, guarda il mondo con gli occhi distorti di chi ormai ha perso tutto.

Qualcosa dentro di lui si è rotto. Il suo fine ultimo dopo aver concluso questa commedia è morire in modo che la commedia stessa abbia valore e si concluda con un gran finale.

Morire come un Kozuki lo avrebbe reso felice perché sarebbe morto come un eroe. Come ho scritto prima, lui sarebbe stato felice anche di morire in mezzo alla tempesta, oppure nel pentolone 20 anni prima, senza rivelare niente a nessuno.

C’È UNA COSA CHE VOGLIO SOTTOLINEARE

E credo che sia questo il fulcro di tutto.

I Foderi Rossi hanno avuto un passato più o meno simile. A Kawamatsu gli hanno ammazzato la madre mentre i genitori di Kiku e Izo li hanno lasciati in mezzo ad una strada.

Però solo Kanjuro reagisce in questo modo.

Non sto sminuendo l’accaduto, ci mancherebbe, però la follia di questo personaggio secondo me non ha come scusante solo quello che gli è successo da piccolo.

IL SUO SANGUE

IL sangue dei Kurozumi è maledetto, come dice anche Yasuie.

Capitolo 942.

Esattamente come la vecchia è riuscita a fare breccia nel cuore di un bambino, sporcandolo con le sue ambizioni, così il bambino stesso, Kurozumi Orochi, ha accolto subito quelle parole e le ha fatte sue.

La colpa è metà per ciascuno.

Un altro bambino non avrebbe reagito in quel modo. Immaginate cosa avrebbe fatto Rufy se si fosse trovato al posto di Orochi quella notte, con la vecchia che delirava su come diventare shogun di Wano.

Rufy l’avrebbe presa a calci in culo e gliene avrebbe date tante, ma così tante che il culo della vecchia avrebbe preso la forma delle sue scarpe.

Oppure pensate ad una bambina come Bibi, che già da piccolissima è stata in grado di tenere una conversazione con Wapol e di evitare un incidente diplomatico.

Quindi concludendo il discorso, sì, è ovvio che la popolazione abbia creato una voragine di dolore verso questi bambini che non avevano alcuna colpa se non quella di nascere dal “lato” sbagliato della società, però è anche vero che ci sono bambini particolarmente predisposti ad essere corrotti e ad avere il sangue maledetto, quindi il discorso è leggermente più complesso di come sembra.

Se negli altri Foderi la sofferenza è servita come motore per diventare migliori, in Kanjuro è servita per creare una voragine nel suo cuore, un cuore maledetto che probabilmente aveva già dei “difetti” dalla nascita.

La prova è il flashback di Doflamingo. Sia il fenicottero che suo fratello Corazon ebbero lo stesso trauma e provarono le stesse emozioni di dolore.

Ma il primo divenne un pazzo scatenato, uno che tagliò la testa al padre per portarla ai Draghi Celesti, l’altro invece si è arruolato nella Marina.

Doflamingo già da piccolo era stronzo, Corazon no.

Concludo il discorso di Kanjuro con un’immagine che mi hanno fatto notare i ragazzi nella chat di Twitch.

Capitolo 920

Guardate in alto. Ci sono gli uccelli disegnati da Kanjuro. Probabilmente appena arrivati a Wano dopo il salto nel tempo, ha creato in qualche modo dei messaggi da recapitare a Orochi.

Bellissimo.

ARRIVANO GLI SCEMI

No, non sto parlando del Trio Sabaody, quello mi è piaciuto davvero (ci arriviamo).

Parlo ovviamente delle navi di Kaido.

Abbiamo scoperto che Kanjuro sa disegnare, a differenza delle gag che faceva, e che è in grado di creare copie di se stesso.

C’è una scena in cui i soldati di Kaido, vedendo i Foderi, si convincono che effettivamente non sono fantasmi ma persone in carne ed ossa.

Quindi la reputazione di Orochi viene risollevata.

E POI ARRIVANO LORO

Devo essere sincero. Non pensavo che rivedere il Mongolo D. Merda mi avrebbe reso così felice. Un’entrata da manuale, nel suo stile, ma tutto sommato sempre efficace.

IL TRIO SABAODY

E questa cosa la sapevamo ormai da tempo. È banale come il fatto che Zoro sia il vice-capitano. È banale come il fatto che Nico Robin sia bella almeno un paio di volte più di Nami. È banale come… ok basta.

È BANALE COME IL FATTO CHE DENJIRO FOSSE KYOSHIRO!

AVETE CAPITO???? EEEEEEH???? ADESSO NON PARLATE PiÙ?

NON VI SENTOOOOOOOO!!!

Scusate.

Scusate.

Tornando a noi:

LAW AVEVA CAPITO TUTTO

Sicuramente nel prossimo capitolo entreremo nel dettaglio della faccenda e Oda ci spiegherà cosa è effettivamente successo nelle ultime ore.

 

Siamo quasi arrivati alla fine, facciamo alcune considerazioni

 

QUALE SARÀ LA FINE DI KANJURO?

Due sono le cose:

  1. Muore
  2. Rinsavisce

Nel primo caso basta un colpo assestato per bene, nel secondo invece si dovrebbe fare un discorso a priori con i Foderi che gli fanno capire che il cuore vuoto è qualcosa che può essere riempito con gli amici e bla bla bla…

One Piece è una favola che parla di amicizia e di tette che dopo qualche capitolo diventano giganti, ma soprattutto una favola che parla di amicizia.

Quindi sarebbe anche abbastanza scontato avere un Kanjuro che si rende conto di quanto fosse felice durante il viaggio con i Foderi.

E soprattutto di come anche un Kurozumi possa rinsavire dalla sua maledizione.

MA FORSE MI SBAGLIO

E ritornando al discorso che ho fatto in precedenza, Kanjuro ha il sangue malato, è incurabile e ammazzarlo sarebbe l’unico modo per alleviare il dolore che si porta dietro e che nasconde con un trucco bianco sulla faccia.

Vedremo come svilupperà d’ora in poi questo personaggio. Sono molto curioso, davvero.

LA FINE DEL TERZO ATTO

Credo che ormai sia imminente. Vedremo questo scontro in mare con i pesci piccoli di Kaido e poi a Onigashima, prima di vedere i pesci grandi, cala il sipario.

Sarebbe anche giusto così.

Se ci pensate ora siamo alla seconda metà del terzo atto, quella dove l’eroe inizia a riprendere in mano quello che gli antagonisti gli avevano tolto.

Vediamo un Rufy pieno di energie e la versione di lui a terra per mano di Kaido è solo un brutto ricordo.

BATTAGLIA IN MARE

Alla fine ha riunito il Trio Sabaody che è un concentrato puro di fanservice, sarebbe da stupidi non approfittarne, no?

Dopo essere usciti da un flashback così impegnativo, un po’ di sane mazzate ed esplosioni alla Michael Bay non sarebbero male.

Sentite, io non l’avrei mai detto ma non vedo l’ora che arrivi il prossimo capitolo perché ho voglia che Rufy prenda a pugni qualche imbecille sparso a caso.

Ecco, l’ho detto.

6 Commenti

  1. Io non so che capacità ha il nostro Oda sensei… ma riesce a mettere hype in ogni capitolo in una maniera assurda.. ho appena finito di leggere tutti i flashback di un fiato… e niente… non vedo l’ora che esca il prossimo….

    cmq… Reverendo… sei un grande… il modo come descrivi il tutto mi sembra come se fossi insieme a te seduto davanti ad un tavolo e tu a spiegarmi la lezione… fantastico… avrei voluto te come prof… avrei studiato molto + volentieri di quello che ho fatto 😀

    continua cosi e non cambiare mai… sei unico!

    • Ti ringrazio tantissimo. Le tue parole mi riempiono d’orgoglio, non immagini quanto. E’ un piacere immenso. Grazie mille carissimo =)

    • E’ morta. L’ha uccisa Kaido perché non ha apprezzato il fatto che si fosse intromessa nel combattimento tra lui (Kaido) e Oden. Infatti se ricordi lei lo distrasse trasformandosi in Momonosuke, permettendo quindi a Kaido di colpirlo alle spalle.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here