One Piece – I 10 finali peggiori che potrebbero esserci

4016

Con One Piece che si avvicina alla sua saga finale, ecco i 10 peggiori scenari con cui potrebbe terminare l’opera

Finale 1

La storia si conclude con Rufy che muore allo stesso modo di Gol D. Roger, annunciando la nuova era della pirateria e facendo ricominciare tutto One Piece, senza cambiare sostanzialmente nulla.

One Piece

Finale 2:

Il One Piece si rivela essere per davvero “Il viaggio e gli amici che ci facciamo lungo la strada“, come ipotizzato ormai da decenni e opzione su cui i fan scherzano molto.

Finale 3:

Barbanera sconfigge tutti i suoi nemici dando inizio ad un’Era delle Tenebre e diventando il dominatore del mondo.

Finale 4

Si scopre che Rufy e Joy Boy sono sempre stati la stessa persona grazie ad un potere che lo ha fatto tornare indietro nel tempo.

Finale 5

La storia si conclude con Brook che racconta la storia dei Mugiwara davanti alla loro tomba od a un gruppo di bambini, poiché l’unico rimasto in vita.

One Piece

Finale 6:

Rufy era in realtà la reincarnazione di Joy Boy e nient’altro. E’ diventato Re dei Pirati grazie alla sua predestinazione e non grazie al suo sudore e al suo duro lavoro.

Finale 7

Trafalgar Law si sacrifica per concedere l’immortalità a Cappello di Paglia, facendolo vivere più a lungo di tutti gli altri, che nel frattempo moriranno di vecchiaia.

Finale 8

Invece di schierarsi con la sua famiglia nella guerra finale, Garp si schiererà con la Marina e si ritroverà nemico di Rufy.

Finale 9

Shanks il Rosso sarà il nemico finale.

Finale 10

Il protagonista, Rufy, si sposerà ed avrà un figlio di nome Buffy a cui sarà dedicato un anime tutto suo, intitolato “Two Pieces: The Next Pirate Generation“. Sì, è un riferimento a Boruto.

One Piece

Articolo tradotto dal web: fonte

One Piece è un manga scritto e disegnato da Eiichirō Oda, serializzato sulla rivista giapponese Weekly Shōnen Jump di Shūeisha dal 19 luglio 1997. La casa editrice ne raccoglie periodicamente i capitoli anche in volumi formato tankōbon, di cui il primo è stato pubblicato il 24 dicembre. L’edizione italiana è curata da Star Comics, che ne ha iniziato la pubblicazione in albi corrispondenti ai volumi giapponesi il 1º luglio 2001. La storia segue le avventure di Monkey D. Luffy, un ragazzo il cui corpo ha assunto le proprietà della gomma dopo aver inavvertitamente ingerito il frutto del diavolo Gomu Gomu. Raccogliendo attorno a sé una ciurma, Luffy esplora la Grand Line in cerca del leggendario tesoro One Piece e inseguendo il sogno di diventare il nuovo Re dei pirati

One Piece è adattato in una serie televisiva anime, prodotta da Toei Animation e trasmessa in Giappone su Fuji TV dal 20 ottobre 1999. L’edizione italiana è edita da Merak Film ed è andata in onda su Italia 1 dal 5 novembre 2001 per poi continuare su Italia 2 nel 2012; inizialmente intitolata All’arrembaggio!, la serie ha avuto diversi cambi di denominazione nel corso delle stagioni, fino ad assestarsi sull’originale One Piece. Toei Animation ha prodotto inoltre 11 special televisivi, 13 film anime, due cortometraggi 3D, un ONA e un OAV. Svariate compagnie ne hanno tratto merchandise di vario genere, come colonne sonore, videogiochi e giocattoli.

One Piece ha goduto di uno straordinario successo. Diversi volumi del manga hanno infranto record di vendite e di tiratura iniziale in Giappone. Con trecento milioni di copie in circolazione al 2014 l’opera è il manga ad avere venduto di più al mondo. Il 15 giugno 2015 è entrato inoltre nel Guinness dei primati come serie a fumetti disegnata da un singolo autore con il maggior numero di copie pubblicate: oltre 320 milioni.

Lascia un commento


The reCAPTCHA verification period has expired. Please reload the page.