One Piece Live Action: parla la creatrice del Logo

542

One Piece Live Action: parla la creatrice del Logo della Serie Tv prodotta da Netflix

One Piece Live Action. Ecco le parole di Arisu Kashiwagi, creatrice del Logo per la serie tv prodotta da Netflix: 

«Sono stata Invitata da Netflix a ricreare l’identità del marchio per il loro adattamento live-action dell’iconica e molto amata serie manga “One Piece”. Dalla sua prima uscita nel 1997, One Piece è stato uno dei franchise mediatici con il maggior incasso di tutti i tempi, battendo record nel settore dell’editoria come il manga più venduto di tutti i tempi e il terzo fumetto più venduto al mondo. Come segno di questo enorme successo globale, il suo logo è stato adorato dai fan negli ultimi due decenni. L’obiettivo del logo del live action di Netflix è quello di far evolvere ulteriormente One Piece in un marchio moderno e avvincente, che elevi il genere dei pirati-fantasy-epico eresistendo alla prova del tempo»

one piece live action

Arisu Kashiwagi continua: «Aggiungendo dimensione, realismo strutturale, dramma e un pizzico di umorismo, la nuova identità cattura la natura eccentrica e stravagante del mondo di One Piece e la scala cinematografica delle loro avventure selvagge e nautiche. Pur conservando molti degli elementi chiave del logo originale del manga, il nuovo logo semplifica e fornisce un look fresco e moderno accoppiando un carattere tipografico sans serif audace e contemporaneo con un Jolly Roger fotorealistico ridisegnato per incorporare dettagli chiave che sono iconici di One Piece. Le trame ricche e stagionate aggiungono vita e realismo al titolo che rappresenta le numerose avventure che l’equipaggio dei Pirati di Cappello di Paglia ha incontrato in mare. L’identità risultante rimane fedele al materiale di partenza fornendo al contempo un aggiornamento visivo che sembra nuovo, universalmente invitante e, soprattutto, reale».

one piece live action

 

 

twitch Abbiamo aperto un canale Twitch, clicca qui per iscriverti!

One Piece è un manga scritto e disegnato da Eiichirō Oda, serializzato sulla rivista giapponese Weekly Shōnen Jump di Shūeisha dal 19 luglio 1997. La casa editrice ne raccoglie periodicamente i capitoli anche in volumi formato tankōbon, di cui il primo è stato pubblicato il 24 dicembre. L’edizione italiana è curata da Star Comics, che ne ha iniziato la pubblicazione in albi corrispondenti ai volumi giapponesi il 1º luglio 2001. La storia segue le avventure di Monkey D. Luffy, un ragazzo il cui corpo ha assunto le proprietà della gomma dopo aver inavvertitamente ingerito il frutto del diavolo Gomu Gomu. Raccogliendo attorno a sé una ciurma, Luffy esplora la Grand Line in cerca del leggendario tesoro One Piece e inseguendo il sogno di diventare il nuovo Re dei pirati

One Piece è adattato in una serie televisiva anime, prodotta da Toei Animation e trasmessa in Giappone su Fuji TV dal 20 ottobre 1999. L’edizione italiana è edita da Merak Film ed è andata in onda su Italia 1 dal 5 novembre 2001 per poi continuare su Italia 2 nel 2012; inizialmente intitolata All’arrembaggio!, la serie ha avuto diversi cambi di denominazione nel corso delle stagioni, fino ad assestarsi sull’originale One Piece. Toei Animation ha prodotto inoltre 11 special televisivi, 13 film anime, due cortometraggi 3D, un ONA e un OAV. Svariate compagnie ne hanno tratto merchandise di vario genere, come colonne sonore, videogiochi e giocattoli.

One Piece ha goduto di uno straordinario successo. Diversi volumi del manga hanno infranto record di vendite e di tiratura iniziale in Giappone. Con trecento milioni di copie in circolazione al 2014 l’opera è il manga ad avere venduto di più al mondo. Il 15 giugno 2015 è entrato inoltre nel Guinness dei primati come serie a fumetti disegnata da un singolo autore con il maggior numero di copie pubblicate: oltre 320 milioni.

Lascia un commento