One Piece Live Action: un dietro le scene della seconda stagione

1204

One Piece Live Action sta costruendo un po’ di hype per la sua seconda stagione offrendo uno scorcio dietro le scene


Se ti piacciono i nostri articoli, offrici un caffé


Netflix ci ha fatto dare una sbirciata alla stanza degli scrittori della seconda stagione del live action.

In una foto pubblicata sull’account ufficiale X (Twitter), ai fan sono stati presentati i membri del team creativo, incluso Matt Owens (responsabile del successo della prima stagione).

Conoscete la stanza degli scrittori per la seconda stagione. Non vediamo l’ora di condividere le avventure che abbiamo in mente

Dice il post. Il loro raduno è stato possibile dopo che lo sciopero dei sindacati degli sceneggiatori in America si è concluso il 27 settembre.

Owens aveva già confermato che la pre-produzione della seconda stagione era stata ripresa, con le sceneggiature in posizione prioritaria in modo che anche il resto potesse cominciare. Ha ammesso però che la per la scrittura ci vorrà ancora un po’ di tempo poiché il team ha potuto concludere solo un paio di bozze prima degli scioperi.

Ha anche offerto degli spunti per i fan su cosa dovranno aspettarsi da Rufy quando il live action tornerà con nuovi episodi.

Senza approfondire troppo o parlare di nuovi personaggi che potremmo incontrare, direi che un tema importante in cui stiamo lavorando sulla seconda stagione è la sfida del comando.

E ha anche fatto riferimento alle difficoltà che la ciurma dovrà affrontare una volta entrati nella pericolosa Rotta Maggiore.

Dalla prospettiva di Rufy, adesso lui ha la sua ciurma, e si stanno dirigendo verso la Rotta Maggiore. Stanno seguendo il loro obiettivo, e ci sono molte sfide che arrivano con la presa di responsabilità. E questo tema si lega ad altre storie e personaggi che non vi rivelerò per ora. Ma le sfide e il comando sono grandi temi per noi nella seconda stagione.

Il Co-CEO di Netflix Ted Sarandos ha rivelato recentemente che il casting per l’attore di Rufy è stato uno dei loro lavori più difficili di sempre. “Inaki Godoy, che appare nello show, è stato – una delle più grandi difficoltà nel casting nella storia dei nostri programmi originali è stata chi avrebbe interpretato Monkey D. Rufy.“, ha spiegato. “Ed era proprio sotto il nostro naso, nella nostra talentuosa famiglia.

“Abbiamo scoperto Godoy un paio di anni fa e ha lavorato in questa grande serie messicana intitolata “Che fine ha fatto Sara?“, poi siamo stati in grado di proiettarlo in questa, e adesso è una star globale.

Il direttore Marc Jobst ha spiegato che Godoy aveva cuore, calore e chimica per far sì che il pubblico si innamorasse del personaggio.


Fonte: CBR

Lascia un commento


Il periodo di verifica reCAPTCHA è scaduto. Ricaricare la pagina.