Parti del manga che avrei cambiato (parte 2)

478

[articolo di gamberosolitario]

L’altra volta ho parlato di alcuni cambiamenti, come avrei fatto le cose a modo mio, ma me ne sono dimenticato di altri, perciò continuo qui.

Questione Haki

Questione Haki: per me, si è passato il limite. Ora un mucchio di gente nel NW usa l’haki, così tanti che sembra essere diventato davvero indispensabile, nonostante prima del timeskip non fosse utilizzato da nessun Boss affrontato da Rufy (tranne Ener che usava solo quello della percezione). Poi, c’è l’haki nero che sembra un haki dell’armatura più potente; con lui ancora peggio, durante la guerra di Marineford non se ne vede neanche l’ombra ed ora lo usano tutta gente di un certo calibro. L’haki del Renon l’ho mai capito a che serve, capisco sia figo far svenire un esercito con lo sguardo ma non mi sembra così necessario, siccome poi Rufy aveva fatto tremare un po’ tutti proprio con questo haki a Marineford, era bello pensare che fosse un potere ultra-riservato mentre, invece, anche questo lo stanno iniziando ad usare un po’ tutti. L’haki della percezione, in teoria, è conosciuto da tutti ma, in pratica, nessuno lo usa davvero come andrebbe, basti pensare che sulla nave della ciurma di Rufy, ci sono tre utilizzatori di questo haki e, nonostante ciò, vengono presi di sorpresa di continuo, da chiunque, anche un po’ troppe volte. Questo perché viene un po’ modellato a seconda delle vicende e della trama. Peccato, perché a Skypea sembrava funzionare bene, mentre, ora è un puro accessorio che una volta va e 10 no.

Come avrei fatto io: l’haki doveva rimanere un’applicazione usata da un gruppo più stretto di personaggi, per la maggior parte, coloro senza frutto, proprio per compensare la loro mancanza di poteri. Mentre l’haki nero doveva essere una variante dell’haki dell’armatura ed usato da pochissimi personaggi di rilievo. Anche l’haki del Re doveva essere più limitato. Una cosa che non mi piacque dei miglioramenti della ciurma dopo i due anni fu che tutti e tre i più forti (Rufy, Zoro e Sanji) erano diventati padroni di tutti e due gli haki, armatura e percezione. La trovai una cosa esagerata, io avrei fatto solo Rufy maestro assoluto dei tre haki, visto l’allenamento speciale con Rayleigh, mentre a Zoro lo avrei visto bene con solo l’haki dell’armatura e Sanji con l’haki della percezione. Altri personaggi che avrei modificato: Smoker poteva avere tutti e due gli haki ma non quello nero; Law doveva avere solo quello della percezione; Doflamingo l’avrei privato di quello nero e del Re.

Questione poteri di Trafalgar Law

Questione poteri di Trafalgar Law: trovo che, con questo personaggio, Oda si sia troppo sbilanciato, creando un vero mostro dai poteri praticamente infiniti, che può perdere solo per ragioni di trama. Ora, io non dico ciò perché sono un fan di Law, dico questo perché vedo nel Ope-ope, il frutto più sgravo creato mai da Oda. Ma ripassiamo un po’ le capacità di questo frutto, perché dovrebbe essere così sgravo? Perché, qualsiasi potere mai inventato da Oda ha sempre avuto una o due applicazioni da cui ognuna usata per creare un certo numero di tecniche. Il punto è che il frutto di Law ha tantissime applicazioni, ed è così terribile perché ogni applicazione è come se fosse un frutto a sé, lui può fare la room dove può controllare un po’ tutto, può scambiare le cose dentro o fuori di essa, può scambiarsi perfino lui come se si teletrasportasse, addirittura può scambiare le menti delle persone, e può tagliare tutto e rimontarlo come vuole. Per capire quanto sono onnipotenti i poteri di Law e come comunque possono essere modellati alle esigenze di trama basti vedere che nello scontro contro Doflamingo, a Green Bit, lo vediamo salvare Sanji scambiando Doflamingo, per poi scapparsene come se non avesse possibilità. Ora, ragionandoci, se poteva scambiare Doflamingo, poteva vincere in tanti modi, prima di tutto scambiando le menti dei due biondini, oppure lanciare un sasso in mare e scambiarlo all’ultimo istante prima di toccare l’acqua con il piumato.

Come avrei fatto io: Law sarebbe stato senza haki (almeno quello dell’armatura) ed avrebbe avuto una room più piccola e una preparazione maggiore per la maggior parte dei suoi attacchi speciali, come lo scambio delle menti. Contro Smoker avrebbe vinto scambiando il fodero della sua spada con il bastone di agalmatolite del fumoso, e colpirlo con quest’ultimo. Vergo, invece, l’avrebbe battuto facendo un tag team con Smoker.

Questione i due anni

  

Questione i due anni: il fatto che per la prima volta i membri della ciurma si sono andati ad allenare, ognuno per conto suo, dopo che dall’inizio del manga non ne avevano mai avuto  bisogno, anche se comunque erano migliorati parecchio lo stesso. Chiariamoci far allenare i personaggi in qualsiasi shonen manga è una cosa normale, ma One Piece era sempre andato avanti senza averne bisogno e, per com’è la storia, non stonava nemmeno tanto. Poi, non ho sopportato che Kuma li avesse spediti ognuno proprio nell’isola adatta a migliorare il proprio stile, cioè manco facesse il personal trainer, l’ho trovata una cazzata.

Come avrei fatto io: Kuma avrebbe mandato i membri della ciurma a caso sparsi per il mondo e il timeskip, invece che di due anni, sarebbe durato 4 mesi, durante i quali ogni personaggio se la sarebbe dovuta vedere da solo e, per tornare a Shabondy, avrebbe dovuto viaggiare appunto da solo e migliorare quel poco.  Infatti, i personaggi sarebbero tornati poco più forti, ma non nettamene come mostrato. Rufy avrebbe imparato giusto le basi dei tre haki e li avrebbe migliorati strada-facendo. Per il resto, gli altri personaggi avrebbero avuto la giusta dose di haki come ne ho parlato sopra. Ed, all’arcipelago, i Px sconfitti sarebbero stati uno, sconfitto dalle tecniche finali del Monster Trio (Rufy, Zoro, Sanji).

Fonte

http://gamberosolitario.wordpress.com/2014/05/21/one-piece-moments-teorie-e-impressioni-16-parti-del-manga-che-avrei-cambiato-parte-2/

Lascia un commento