Recensione One Piece: Pirate Warriors

285

Come molti di voi già sapranno ieri è uscito l'ultimo videogioco dedicato a One Piece, per il momento è disponibile solo per Playstation 3.

Inizio dalle conclusioni come appassionato di One Piece non posso che consigliare l'acquisto di questo videogioco, per due motivi principali. Innanzitutto la grafica perfettamente in tema con lo stile del manga e quindi con un 3D meno marcato del solito e che si avvicina più al cartone con quelle ombreggiature che sembrano dei tratti di matita. E in secondo luogo per la storia che rimane abbastanza fedele all'anime questo fa in modo da ripercorrere e poter rivivere le avventure della ciurma di Cappello di Paglia come se si riguardassero gli episodi del cartone. La storia chiaramente è un concentrato dell'anime e mancano tutte le saghe Filler (per fortuna ;-D) e qualche saga come per esempio Kuro, Skypiea e Thriller Bark. Questo in un certo senso, gioca a sua vantaggio perchè tutti sappiamo quanto sia lungo l'anime e i tempi del videogioco sono diversi, infatti tutto deve andare avanti molto più velocemente in modo da non avere troppi tempi morti.

Il videogioco inizia mostrando Sanji e Zoro dopo i 2 anni che si rincontrano con Rufy dopo aver sconfitto un Pacifista, con una facilità disarmante. A questo punto parte il flashback e si rivivono tutti i capitoli della serie animata dal principio quindi con l'incontro tra Rufy e Nami, poi Zoro e via così.

La modalità di gioco e il gameplay è quella classica del genere si combatte sfidando i nemici e "menandoli di santa ragione". Grazie alle combo suggerite durante l'avventura si sarà capaci di eseguire tutte le tecniche più famose di Rufy e dei suoi compagni.

Il sonoro è ben curato anche se i dialoghi rimangono in giapponese con i sottotitoli in italiano, questo non può che far contenti tutti puristi del genere che non sopportano i dialoghi doppiati e le varie storpiature dei nomi dovute alle traduzioni. Personalmente trovo che i doppiatori italiani sono bravissimi, pertanto sarebbe stato grandioso averli anche nel videogioco, magari con la possibilità di scegliere dalle impostazioni se lingua originale o italiano.

Gli scenari sono ben curati e delle volte sembra proprio di trovarsi nel cartone animato. Ogni personaggio ha caratteristiche molto precise che lo rendono molto verosimile con l'anime.
Infatti possiamo vedere Sanji e Zoro discutere tra loro proprio come nell'anime.
La presenza della modalità on-line non fa altro che aumentare la longevità del titolo. Se siete degli appassionati di One Piece (e se siete capitati su questo sito certamente lo siete) non potete farvi sfuggire questo titolo.

Link utili: La scheda di One Piece: Pirate Warriors

Lascia un commento