Regno di Tontatta

36

Il sottosuolo della foresta di Green Bit è abitato da una comunità di nani, che chiamano tale zona col nome di Regno di Tontatta. Il nome del regno deriva dal termine “tonta”, che in spagnolo e in catalano significa “sciocco”, chiaro riferimento all’ingenuità dei nani del regno.

Armi e trasporti

Il regno di Tontatta ha un esercito costituito da due squadre, la Pink Bee capitanata da Bian e la Yellow Kabu capitanata da Kabu. Il regno ha anche una compagnia aerea, la Tontatta Airline, costituita soprattutto da api e scarabei.

In aggiunta a ciò, hanno anche delle volpi-bus che possono tenere sulla schiena una ventina di nani e che sono estremamente veloci.

L’esercito attualmente è comandato da Kyros, che quando era ancora il rabbioso soldatino tonante era l’unico giocattolo di tutto il regno a non essere vincolato ad un contratto e di conseguenza era libero di agire come voleva.

Storia

Passato

Circa novecento anni fa la famiglia Donquijote ha iniziato ad opprimere i nani del regno di Tontatta costringendoli a lavorare in fabbriche sotterranee. Dopo i cento anni del grande vuoto la famiglia Donquijote abbandonò Dressrosa affidando il comando del regno alla famiglia Riku, la quale decise di liberare i nani chiedendo loro scusa ed offrendogli al possibilità di prendere ciò che volevano nel regno giustificando il tutto come “opera dei folletti”.

Quattrocento anni fa Montblanc Noland ha aiutato i nani del regno a cacciare gli esseri umani che devastavano le loro terre.

Otto anni prima della battaglia di Marineford Doflamingo torna a Dressrosa e spodesta Riku Dold III riconquistando il regno in nome del suo clan. A causa della figura che ha fatto fare a Dold anche la tribù Tontatta ha iniziato a credere che Dold fosse impazzito per avidità, cosa che poi rimpiangono dopo aver appreso la verità. Doflamingo successivamente riprende l’attività della sua famiglia costringendo i nani della tribù a lavorare come schiavi nella fabbrica di Smile e a produrre i frutti del diavolo artificiali.

Saga di Dressrosa

Il regno di Tontatta compare per la prima volta quando i nani catturano Usop e Robin e li trascinano lì. Quando Robin si è svegliata ed ha chiesto ai nani dove si trovava, gli hanno risposto che era nel regno di Tontatta sotto Green Bit.

Uno dei guerrieri, Leo, ha un frutto del diavolo che gli permettere di cucire le persone a terra e con questo riesce a tenere Robin bloccata a terra sostenendo che coloro che vedono la tribù non possono essere lasciati andare. Robin si scusa per l’azione di prima e promettere loro di mantenere il segreto. A quel punto Robin chiede al loro capo Gancho l’uscita, ma prima di andarsene avrebbe dovuto lasciare a terra le sue armi. Dopo che dichiara di non averne addosso i nani tentano di spogliarla per trovarle, ma Flapper li blocca sostenendo che Robin è una compagna di “quell’eroe”. Robin realizza che Usop deve avere detto una bugia. Usop dice loro di essere un discendente di Noland e che la sua Ambizione gli ha consentito di sconfiggere cinquantamila uomini sull’isola degli uomini-pesce: a quel punto i nani cominciano a vederlo come un eroe.

I nani spiegano loro ciò che ha fatto Noland per loro quattrocentro anni prima e dicono che la venuta di Usop deve essere un segno del destino per loro, e che è finalmente giunto il momento di muovere guerra contro Do Flamingo. A quel punto si dirigono al campo di fiori dove le forze le reali li stavano attendendo e chiedono ad Usop di guidarli alla vittoria. A quel punto gli rivelano che la fabbrica di Smile dove sono rinchiusi cinquecento dei loro compagni si trova sotto al colosseo e, dopo che Usop e Robin hanno compreso che è la stessa fabbrica che stanno cercando, Leo ricorda che il loro piano ha la finalità di salvare la loro principessa Manshelly.

L’esercito Tontatta si mobilita ed attraversa il passaggio sotterraneo per arrivare a Dressrosa dopo che i capitani dell’esercito, Kab e Bian, abbiano provveduto a fornire ad Usop e Robin dei mezzi di trasporto per muoversi. Durante la traversata Gancho spiega loro che la rivalità tra loro e Do Flamingo è iniziata novecento anni prima. Nel frattempo nella base segreta sotto al campo di fiori Franky e il soldato radunano le forze Tontatta e si preparano all’attacco.

Dopo che Franky si è separato dal gruppo in quanto troppo grosso per passare nel passaggio scavato per un anno dai nani, i Tontatta raggiungono il porto commerciale e si dividono in due gruppi. Uno segue il rabbioso soldatino tonante fino al palazzo reale per assassinare Do Flamingo mentre l’altro si reca insieme ad Usop e Robin alla torre degli ufficiali per sconfiggere Sugar, una degli uomini più importanti del pirata. L’operazione tuttavia fallisce in quanto i nani con il soldato incontrano Lao G dentro l’ascensore diretto al palazzo reale e Gladius nei corridoi del palazzo e metà dei nani con Usop e Robin vengono trasformati in giocattoli e costretti a combattere i propri compagni che vengono poi catturati da Trebol.

Alla fine però Usop riesce a far svenire Sugar e tutti i nani trasformati in giocattoli riacquistano le loro sembianze originali. Dopo che Do Flamingo intrappola tutta Dressrosa nella sua “gabbia” i nani si dividono in due squadre, una capinata da Inhel con il compito di aiutare Franky a sconfiggere Senor Pink e a distruggere la fabbrica di Smile, e l’altra capinata da Leo e Kab con il compito di aiutare Rebecca, Robin e Bartolomeo a raggiungere Rufy per consegnargli le chiavi delle manette di Law.

I nani giunti alla fabbrica riescono grazie alla squadra di Bian a far capire ai nani prigionieri che sono stati ingannati iniziando così la ribellione ed aprendo le porte della fabbrica nonostante le intromissioni di Qween facendo entrare sia Franky che Senor Pink. Tuttavia scoprono anche che la loro principessa Manshelly non è rinchiusa nella fabbrica.

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here