Unexplained Files – Il troll di Pudding

420

Sarà circa la terza volta che leggo gli ultimi tre capitoli…li leggo e li rileggo, e non riesco a non notare ogni volta come tutto sia “inspiegabilmente perfetto”. Il doppio gioco di Pudding, la sua capacità di riscrivere i ricordi con il frutto Memo Memo, il suo innato talento da attrice…sì ok, tutto meravigliosamente congegnato e contestualizzato alla perfezione. Dopotutto, Mom sarebbe stata proprio una pivella se avesse scelto una svampitella tutto “amore e cioccolato” per essere la chiave di volta di uno dei suoi più importanti piani malefici. E’ pur sempre di un’imperatrice che stiamo parlando, una piratessa che è riuscita a costruire la propria fama e a far funzionare quasi alla perfezione il suo piccolo mondo utopico. E se c’è una cosa che One Piece insegna, è che nulla di tutto ciò sarebbe possibile senza un fidato gruppo di compagni, sottoposti, o figli che siano. Dunque è abbastanza logico che la giovane Pudding avesse ben più di un asso nella manica.

                                        

Era abbastanza strano che tutto filasse per il verso giusto, dopotutto dove sarebbe stato il problema se Pudding fosse stata una gentil donzella innamorata dell’eroico Sanji? Matrimonio, tutti felici, Sanji che ormai è svincolato dalla sua famiglia e ha trovato l’amore della sua vita. Per quanto riguarda il problema di abbandonare i Mugiwara, beh Rufy e co avrebbero scazzottato i pirati di Mom, avrebbero in qualche modo vinto questa battaglia e lasciato Wholecake Island senza grosse complicazioni a livello di trama, magari la coppia di neo-sposini al seguito… Ma fortunatamente, Oda preferisce le situazioni complicate…e soprattutto, gli piace sradicare le convinzioni dei suoi lettori, ecco perché preparare tutti i tasselli in modo da farci fidare ciecamente di Pudding.

Dunque ora ci troviamo nella situazione in cui Sanji è stato completamente preso per i fondelli, il Germa è in procinto di crepare in blocco, i Mugiwara ovviamente non saranno rilasciati sani e salvi, così come anche il cuoco. Mom uscirebbe da questo Tea Party con la potenza tecnologica del Germa, senza mai più avere l’intralcio di doverci avere a che fare, e conciando per le feste Rufy che ha osato dichiararle guerra su Fishman Island…

Beh, se vi devo dire la verità, anche questa mi sembra una favola fin troppo bella.

Arriviamo quindi al dunque di questo articolo, con il quale non mi prefiggo di svelare il futuro, né di immaginare come possa finire la saga nella sua totalità, bensì voglio soffermarmi un altro secondo sul tradimento di Pudding. C’è qualcosa che mi puzza terribilmente. Per me Oda ci sta trollando, come al solito.

Chiamatemi pazza, perché al momento non ho in mano nessuna carta da giocare per avvalorare la mia tesi, ma sono convinta che ci sia qualcosa che non va in tutta questa situazione, che ci sia qualcosa di fondamentale, un tassello che ancora non abbiamo trovato.

 Le idee che mi frullano in mente sono varie.

Partendo dall’idea che Mom non sia una sprovveduta, le cose che posso dire sono due: o effettivmente sua figlia è una grandissima pulzella piena di cazzimma, oppure sa che Pudding non potrebbe mai tradirla per un qualche motivo.

In primo luogo c’è la possibilità che Pudding sia davvero una bravissima attrice, a tal punto da fingersi oltremodo crudele quando in realtà non lo è. Perché farlo ? Ecco che ci tocca tirare in mezzo nel discorso il Blob che accompagna Pudding in ogni sua scena, il simpatico Nitro.

                        

Abbiamo notato tutti la sua somiglianza con Capone, credo, ed è forte la possibilità che sia stato creato con un pezzetto della sua anima. Bene, il blob potrebbe essere una spia di Mamma, controllare la povera Pudding, che è costretta a mostrarsi crudele seppur contro la sua reale natura. A questo punto, potrei pensare ad un flashback nei prossimi capitoli, che ci dia qualche informazione in più su Mom e sulla reale relazione che intercorre tra mamma e figlia, magari proprio attraverso gli occhi di Pudding

Troppo un disney? Sì è probabile.

In secondo luogo, è doveroso citare un’altra possibilità, legata alla reale natura cattiva di Pudding. Già si è accennato in giro per la community ad un possibile triplo gioco della figliola in combutta con Capone, per fare le scarpe alla mamma.

Pensandoci, però, è emblematica la scena di Reiju nell’ultimo capitolo. Pudding e Nitro che le svelano tutto il piano, per poi cancellarle la memoria. Puro sfizio da cattivoni? Probabile, conoscendo Oda: vedere Sanji in un brodo di giuggiole lo aveva lasciato presagire, dopotutto. Però c’è una cosa che non riesco a togliermi dalla mente. Sanji bussa alla porta, una porta “viva”, che lo vede, lo riconosce, e nonostante l’insistenza non lo lascia entrare. In una situazione delicata come quella in atto, però, il cuoco riesce a spiare tutto dalla finestra. E se fosse una cosa voluta? Lasciare che Sanji venisse a conoscenza del reale piano di mamma è una cosa troppo assurda per essere vera, eppure ho pensato anche a questa possibilità. Poi mi è venuto in mente l’incontro tra Pudding e Rufy, durante il quale svela anche a lui la verità, altro sfizio da brutta cattivona? Oppure probabilmente Pudding è molto più lungimirante di quanto non sembri…non è da escludere che, sulla falsariga dei un’alleanza con Capone,  sappia molte più cose lei su Rufy e Sanji di quante non ne sappia la stessa Big Mom.  Dunque potrebbe pensare di contare anche sulla carta “sorpresa” che i Mugiwara costituirebbero…potersi servire di un D. in un contesto del genere è un vantaggio non trascurabile secondo me.

Sarebbe un risvolto senza dubbio fantasioso, ma c’è un’altra cosa da considerare.  Nitro è un homie, è imprescindibilmente legato a Big Mom. Se anche fosse stato creato con un pezzo dell’anima di Capone, il legame con l’imperatrice la renderebbe perfettamente consapevole di un complotto in atto. Almeno, questo è quello che credo sia più plausibile, ma potrei sbagliarmi.

A conti fatti, dopo questo interminabile discorso, non so cosa ci sia sotto a tutta questa storia, ma sono certa che qualcosa sotto ci sia eccome. Pudding non me la conta giusta, Capone non me la conta giusta, la ciurma per il momento è solo una bomba ad orologeria che aspetta solo di esplodere. E sono sicura di una cosa, quaunque siano i piani orditi dai vari personaggi, buoni, cattivi, ambiziosi che siano, loro riusciranno a distruggere tutto, come sempre.

              

Ps: da notare come, sulla scia dei programmi TV che trattano di complotti e invasioni aliene, ho detto di tutto…senza però dire niente. Spero che in ogni caso questo articolozzo possa esservi di spunto per riflessioni future. 

Lascia un commento