My Hero Academia 372: le anticipazioni del capitolo

448

My Hero Academia 372: le anticipazioni del nuovo capitolo del manga di Kohei Horikoshi, pubblicato settimanalmente sulla rivista Weekly Shonen Jump

My Hero Academia 372 – Nudo


Se ti piacciono i nostri articoli, offrici un caffé


In un flashback, Shoji e Koda chiedono ad All Might e Aizawa di assegnarli al team dell’ospedale. I due sono confusi perchè gli studenti non dovrebbero sapere dell’ospedale, ma Shoji dice che la donna gigante ha detto loro che un gruppo di mutanti sta preparando un raid.

Se Shoji lo ignorasse, non potrebbe essere chiamato eroe. Dopodiché in una conversazione tra Aizawa e Present Mic, Eraser dice che far trapelare false informazioni non è bastato ad ingannare i villain, perciò ha chiesto a Mic di andare all’ospedale.

Tornati al presente, Present Mic sta guardando Shoji e Koda combattere, e pensa tra sé e sé che sono già molto più forti di quanto non lo erano “i tre idioti” da studenti. Un altro flashback mostra la madre di Koda dire al figlio che anche a lui un giorno cresceranno le corna.

Le corna possono amplificare le sue emozioni per raggiungere animali anche molto distanti da lui. Lei racconta che le persone sono state cattive con lei per via del suo aspetto, ma il padre di Koda, che non è un mutante, l’ha sempre difesa e ha sempre apprezzato le sue corna. Lei spera che Koda diventi un adulto che si arrabbierà per i giusti motivi.

Shoji e Koda attaccano insieme Spinner e i mutanti, con l’aiuto di Present Mic. Shoji chiede a Spinner cosa vuole proteggere con quel suo corpo gigante e le sue scaglie. Dopodiché si volta verso i mutanti per chiedere la stessa cosa, e nel farlo si ricorda di Aoyama in lacrime.

Shoji chiede loro di fermarsi perché questo attacco non farà altro che scatenare persecuzioni sui mutanti. Si ricorda della bambina che ha salvato, e di come se lei non fosse annegata non sarebbe stato attaccato dalle persone del villaggio, e la sua faccia non sarebbe così piena di cicatrici.

A questo punto Spinner comincia a gridare, affermando che l’odio non sparirà mai. Anche se gli eroi vinceranno questa battaglia, non cambierà nulla. Si ricorda dei giorni passato chiuso in casa e chiede ai suoi compagni di far sentire le loro voci e di seguirlo.

Dopodiché si spinge da un edificio nei pressi dell’ospedale, mentre Shoji, sorretto dagli uccelli di Koda, si rende conto che è diventato ancora più forte. I mutanti esitano per un attimo, ma poi gridano all’unisono.

I poliziotti notano che i mutanti sono motivati, e ritengono opportuni utilizzare armi da fuoco. Dei colpi vengono sparati, ma l’attenzione si sposta subito all’interno dell’ospedale, dove Spinner si sta facendo strada tra le mura dell’entrata.

All For One gli ha detto che Kuurogiri si dovrebbe trovare nella torre di ricerca, e quando lo troverà dovrà riprodurre una registrazione della voce di Shigaraki o di All For One stesso. Kurogiri è essenziale per la loro vittoria, e così Spinner diventerebbe l’eroe di Shigaraki.

Tutti i dottori e le infermiere dell’ospedale hanno unito le mani per bloccare un’entrata. Uno dei mutanti e scioccato dalla scena, e ricordandosi delle parole di Shoji e ripensando ai dottori che si occupano dei feriti, lascia cadere a terra la sua arma.

Ma Spinner continua ad avanzare, pensando tra sé e sé che ha accettato che sarebbe sempre stato un nessuno, ma che se raggiungerà il suo obiettivo sarebbe finalmente diventato qualcuno. La prova è che molte persone lo stanno seguendo, ma come si guarda intorno non vede nessuno. Questa sequenza è illustrata con un giovane Spinner che corre, per mostrare che è perso nei suoi pensieri e reminiscenze del suo passato e della sua intera vita.

Arriva Present Mic, dicendo che la voce di Shoji ha raggiunto gli altri mutanti, e che Spinner non raggiungerà il suo obiettivo. Il capitolo finisce con i due che arrivano alla torre di ricerca, Spinner che urla “Kurogiri“, mentre Mic che urla “Shirakumo“.

Lascia un commento