Nami la gatta ladra – Tanto corpo quanto cervello

2183

Nami, la navigatrice della ciurma che non ha solo un fisico da urlo ma anche tanto intelletto.

 

Ho sempre voluto parlare del personaggio di Nami in quanto, vedendo i pareri di molti, il suo ruolo all’interno della ciurma e nel manga non è molto apprezzato o comunque è sempre preso poco in considerazione.

Onestamente penso che sia dovuto tutto ad un fatto d’immagine. Nella vita reale, purtroppo, viviamo di apparenze senza distinzioni di sesso, cultura o età. Basta dare un’occhiata ad una persona e subito si crede di sapere vita, morte e miracoli di essa o, al contrario, siamo noi stessi che ci mettiamo una maschera e ci atteggiamo in una certa maniera per determinati scopi (approvazione, nascondere i propri difetti ecc..)

Tutto ciò ci viene talmente naturale che lo facciamo con qualsiasi cosa, persino con i personaggi di un manga.

Nami è vista da parecchi come “la gran figa ossessionata dalla ricchezza”, ma non è proprio così.

Analizzando la sua storia ci accorgiamo che è stata costretta a pensare solo ai soldi perché trovarli significava libertà per lei e per le persone che ama ed è normale, di conseguenza, fare di tutto per fregare il prossimo. Questa cosa è andata avanti per anni fino all’arrivo di Rufy che, pur avendola salvata da una situazione schifosa, non può fare nulla contro quel modo di fare che ormai è diventato parte di lei. È come se il suo cervello in maniera inconscia ed automatica facesse questa associazione:

Ricchezza= Niente più sofferenze per me e gli altri.

 

Per quanto riguarda l’aspetto si è semplicemente ritrovata ad essere attraente e non ha mai sfruttato la cosa per egocentrismo, ma sempre e solo per trarne profitto adescando chiunque le capitasse. D’altronde come disse l’immenso Robin Williams: “Dio ha dato all’uomo un pene e un cervello, ma sfortunatamente non lo ha provvisto di abbastanza sangue da far funzionare entrambi nello stesso momento.”

Chiarita questa parte caratteriale, che la mette non poche volte in cattiva luce, passiamo alla sua utilità all’interno della ciurma. Quanto è fondamentale che lei ci sia? Diciamo che è necessaria come un pallone durante una partita, infatti:

– Oda ha affermato che è il personaggio più intelligente del Mare Orientale dopo Benn Beckman e Kuro, ciò torna utile sia come supporto nei combattimenti (come contro Cracker) che nella vita quotidiana.

È un’esperta navigatrice e meteorologa, forse tra le migliori mai viste fino ad ora. La sua presenza è fondamentale dato che senza di lei non si andrebbe da nessuna parte, anzi probabilmente il viaggio terminerebbe ancora prima di arrivare alla Reverse Mountain, specie con una ciurma dove quasi tutti sono fruttati.

– Anche se come citato precedentemente ha il difetto di fregarsi ogni cosa di valore esistente, questo può rivelarsi economicamente utile all’interno della ciurma, infatti devono pur rubare o comprare con i soldi rubati (stiamo sempre parlando di pirati) le provviste, i medicinali ecc..

-Ha Zeus! E questa cosa è stata fortemente ignorata, non so il motivo, forse perché poco dopo sono successe cose più eclatanti tipo lo scontro con Katakuri o il Reverie…Boh, fatto sta che Nami adesso ha l’arma (e una parte di anima) di un’Imperatrice! È un po’ come se Zoro avesse preso la Murakumogiri di Barbabianca. Così facendo ha anche ridotto il gap di forza contro potenziali avversari, ricordate il capitolo 875? Praticamente è come se controllasse un “piccolo Ener”.

Zeus

-Principalmente nella prima parte del viaggio le è toccato fare da tata ad un branco di scalmanati. Molte follie non necessarie si sono evitate, con Rufy gonfiato di botte molto scherzosamente. Per non parlare dei litigi avvenuti sia per cose serie che futili, dove lei è sempre stata presente per fare da spartiacque. Adesso la ciurma è molto più unita e matura, e parte del merito va sicuramente a lei.

Come vedete diventa innegabile l’importanza della “gatta ladra” in ciurma. Magari non ha quella cazzutaggine tipica di gente come Rufy, che ci fa arrivare la mascella al suolo, ma è necessaria per fare comunque la differenza?

LASCIA UN COMMENTO

Please enter your comment!
Please enter your name here