One Piece Capitolo 1000: l’Omelia del Reverendo

18630

IL MILLE

[capitolo D. pancia]

F R A T E L L I!

“Quando una persona si crea i miti da sola, prima o poi essi si infrangono. Se non volete provare delusioni, osservate la regola dei “tre non”:

  1. Non aumentate l’importanza di un evento o di un oggetto, qualsiasi essi siano. Niente è così importante di come vuole sembrare;

  2. Non createvi idoli: essi sono infatti molto più attaccati alla terra di quello che appaiono;

  3. Non indorate la realtà: tutto è molto più prosaico. Cercate di valutare le situazioni in modo sempre sobrio”.

– Vadim Zeland, Reality Transurfing

SOBRIO

È questa la parola chiave.

SOBRIO

Questo capitolo è “sobriamente” bello. Non esagera, non fa sbavature fanservice (e Oda avrebbe potuto permetterselo), non fa arrapare inutilmente solo perché “è un numero iconico”.

SOBRIO

Sto ripetendo questa parola come un mantra perché voglio che entri nella mia testa più e più volte.

In futuro voglio ricordarmi di quel giorno in cui Oda mi ha dato l’ennesima lezione di stile.

Esagerare crea un picco elevatissimo, ma poi il vuoto. La noia.

Scrivere un frammento di storia nel Capitolo Mille che sia giusto, corretto, quadrato, all’inizio può deludere, ma si tratta di uno schema mentale che tutti noi ci siamo prefigurati nella mente.

Non è colpa di Oda.

Dopo la delusione, se si va oltre la pancia, oltre l’esagerazione fine a se stessa, e si analizza in modo razionale, mentale, si comprende la verità.

QUESTO CAPITOLO È BELLO

Non ci sono cazzi.

Scorre bene, la parte di Ace era inevitabile. È una vita che sappiamo della sua permanenza a Wano

Quindi Oda doveva “resuscitarlo” per forza. Ne avremo per altri capitoli, probabilmente. Ma non tanti, sarà sempre una cosa sobria

SOBRIA

One Piece è un manga creato da un giapponese PER i giapponesi. Quindi al suo interno troveremo storie raccontate in modo che piacciano ai giapponesi.

E ai giapponesi piace Ace. Tanto.

One Piece non è mai stato scritto per gli occidentali. Men che meno la saga di Wano.

SOPRATTUTTO la saga di Wano.

Il desiderio di trovare un Capitolo strabordante informazioni, misteri, atti che si chiudono con panoramiche mozzafiato viene stroncato dal buon Oda che invita a volare basso, a mettere i piedi per terra e a ragionare.

Ho letto moltissime persone rimaste deluse.

Si aspettavano di più.

No, ragazzi.

È così che deve essere questo capitolo.

È così che va celebrato.

Oda ha organizzato un “matrimonio elegante” mentre noi ci aspettavamo un’orgia dei Saturnali. E siamo rimasti delusi perché volevamo godere tanto.

Abbiamo goduto il giusto.

BENVENUTI A TUTTI

Io sono il reverendo.

Se mi leggete da un po’, saprete benissimo da quanto tempo ho aspettato questo momento.

Scrivere IL MILLE vuol dire eliminare tutti quei numeri rumorosi che lo precedevano e trovarsi di fronte a un’eleganza sobria.

SOBRIA

Un po’ come guardare numeri casuali come 23:59 che dopo un minuto esatto si trasformano in quattro zeri tutti ordinati tra loro. Il bozzolo della notte precedente cede il passo alla farfalla del nuovo giorno appena iniziato.

Leggendolo sembra davvero che Oda voglia far capire al lettore che d’ora in avanti sarà tutto diverso, ci saranno cose nuove mai viste.

Sarà un altro One Piece.

Scrivere il finale di un’opera mette l’autore nella condizione di modificarne la struttura narrativa per avviarla alla conclusione. Quindi ci saranno eventi che cambieranno, rivoluzioneranno completamente il modo di raccontare le vicende.

Ecco perché una bella storia si vede anche dal modo in cui “muore” e non solo dal modo in cui “vive”.

SECONDA COVER CELEBRATIVA

Che va a concludere quella del 999. Non c’è molto altro da dire.

Andiamo avanti.

NON HO DIMENTICATO

Rufy si trasforma in Luffy e fa capire sia a Sicilian che a noi lettori come a lui interessino solo le cose importanti. I nomi li ha sempre storpiati (come faccio io), specie se non sono persone della sua ciurma, però ricorderà le azioni, il cuore di ogni singolo individuo che abbia avuto l’onore di parlare con lui.

Toccante.

Luffy riesce a sentire la “fragranza” delle persone e agisce di conseguenza. Ecco perché a volte nessuno lo comprende, perché utilizza schemi basati su quello che vede lui.

E nessuno riesce a sentire “la voce” come lui.

Dopo questo discorso smielato, Luffy ritorna Rufy. Più neutro. Più sobrio.

SOBRIO

MARCO E QUEI CAZZO DI OCCHIALI

Ma si può mai andare a combattere un Imperatore (DUE IMPERATORI) con gli occhiali?

COLPISCE KING E QUEEN

Un punto per lui.

Non voglio esagerare con le analisi troppo minuziose che poi diventano una rottura di coglioni però…

Però…

Se Marco è riuscito a bloccare così facilmente King e Queen vuol dire che è più forte di loro ma nonostante tutto non riesce a tenere testa ad un Imperatore (Big Mom).

QUINDI È UNA VIA DI MEZZO

A metà tra un Primo Ufficiale e uno Yonko.

Andiamo avanti, non voglio farmi troppi pipponi mentali che non me ne frega un cazzo.

ZORO FA LA PALLA

E viene scaraventato in alto.

AVETE COLTO LA CITAZIONE ALLA SAGA PIÙ BELLA DI SEMPRE?

Longring Longland.

In quel caso era Sanji a fare la palla.

DOVE CAZZO È SANJI?

A scappare da Black Maria?

A farsi prendere a cazzotti da Black Maria?

A trombarsi Black Maria e a scrivere la recensione su Escort Advisor (il sito esiste davvero)?

Lo scopriremo più avanti.

Parliamo di Zoro.

È salito in alto con rabber.

È RIMASTA ANCORA UNA PROBABILITÀ DI LUI vs KING?

Sentite, voglio dirvi una cosa: io non rimango inamovibile solo per partito preso. Il mio non è un capriccio da bambino, sono FERMAMENTE convinto che tra lo spadaccino e il pesce dragone non ci sarà mai nulla di così eclatante.

Qualche botta qua e là.

Qualche spadata riempitiva ma nulla che sia riconducibile ad uno scontro serio. Anche perché, ora che Marco li ha bloccati, probabilmente si ritroverà contro King e Queen e insieme non sono uno scherzo.

Penso che saliranno tutti e tre sul tetto e che più avanti li raggiungerà anche Sanji, dopo aver finito di scrivere la recensione scappare dal ragno gigante.

Le botte d’assestamento sono ancora tra noi.

LA PARTE INTERESSANTE

Vi racconto un aneddoto: quando leggo il capitolo, utilizzo tre approcci diversi in base a cosa devo fare:

IL PRIMO

Quello “di pancia”. È la lettura in Blind Reading che facciamo su Twitch. Tutta emotività e meno ragionamento.

IL SECONDO

Quello “da Omelia”. Leggo il capitolo, prendo appunti, lo suddivido in sezioni da analizzare, mi segno le parti in cui fare i meme scemi che vi fanno ridere. È la lettura più “noiosa” perché lo spezzetto in tanti punti.

IL TERZO

Quello “di piacere”. È sempre dopo l’Omelia. Lo leggo durante la settimana come lo fareste voi. Un fan che non è vincolato da nessun contenuto da pubblicare e si gode il piacere di One Piece.

Adesso sono ovviamente nel secondo approccio.

Volendo schematizzare il capitolo, la parte di Yamatace è quella più importante perché dà al lettore delle informazioni molto succulente.

Informazioni che Oda lascerà lievitare naturalmente per giorni e giorni e poi le tirerà fuori quando saranno pronte da mangiare.

Fra duecento anni.

E noi diremo: “AAAAAAAAAAH!!! ORA RICORDO!!!”

E urleremo.

Andiamo per gradi:

Che cosa abbiamo qui?

TUTTO?

Ma tutto tutto?

Quindi scusate, Yamato leggendo “tutto tutto” sa cosa ha provato Oden quando ha visitato Laugh Tale?

E tutte le altre isole?

Volendo metterla in questo modo, avremo un diario che parla di sentimenti e non di rotte. Mi spiego meglio:

Se nel diario ci fosse scritto “tutto tutto”, allora il viaggio non avrebbe più senso, specie se Yamato è attualmente in pole-position per la carica di “Prossimo Mugiwara”.

Se dovesse salire a bordo sapendo come arrivarci “perché è tutto scritto lì dentro”, allora i Road perderebbero d’importanza, Nico Robin perderebbe d’importanza (NO.) eccetera eccetera.

Invece Kozuki Oden ha messo su carta un flusso di pensieri che sicuramente un giorno diventerà un documento importante nell’enciclopedia che scriverà Nico Robin sui Cento Anni di Vuoto, ma sarà una testimonianza su un qualcosa che scoprirà SOPRATTUTTO lei!

Vi dico questo: se nel diario ci fossero le rotte per Raftel, allora Yamato non potrebbe diventare un Mugiwara. Sarebbe come se Rayleigh avesse risposto ad Usopp nella taverna a Sabaody.

Ricordate?

Che senso ha fare un viaggio insieme ad una ragazza che sa tutto?

E quindi può dirti quale rotta prendere?

È chiaro che nel diario c’è tutta roba fantastica (che scopriremo pian piano nel corso dei capitoli) ma nulla di compromettente per la narrazione.

Nulla che vada a rovinare il viaggio dei Mugiwara.

PIÙ DI 20 ANNI DOPO

Questo mi fa ricordare cosa disse lo stesso Oden qualche capitolo fa.

[capitolo 958]

Qui ci troviamo 25 anni prima della narrazione attuale, quando il padre di Momonosuke ritorna a Wano. Anche se dice “20 anni” in realtà qui stava approssimando. Guardate, vi faccio vedere:

È a “-25” che Oden dice la frase di prima.

Nelle parole di Yamato c’è “più di 20 anni dopo” quindi Oda ha aggiustato leggermente il tiro rimanendo sul vago.

Anche se proprio dalle raw giapponesi si scoprì che Oden non disse mai 20 come numero preciso ma rimase anche lui più “largo”, alludendo a qualche anno dopo.

Qui Yamato sta semplicemente confermando tutto questo.

IL SOGNO DEL MIO FRATELLINO

Andiamo avanti. Siamo nel flashback di Yamatace. So già che su questa parte dovrò rimanerci per un po’.

Su, iniziamo:

Ace parla del sogno di Rufy.

Yamato rimane sorpresa perché le stesse parole le scrisse anche Oden sul suo diario.

IL RE DEI PIRATI DISSE LA STESSA COSA

COSA DISSERO?

Qual è la frase che pronunciò Roger e poi ripetuta da Rufy?

VOGLIO DIVENTARE IL RE DEI PIRATI

No.

Avete letto bene.

No.

Non disse questa frase.

Seguitemi attentamente: Roger è diventato SUCCESSIVAMENTE il Re dei Pirati. Dopo aver raggiunto Raftel e scoperto il One Piece.

È stata la popolazione, i media ad averlo dipinto in questo modo. Come avrebbe potuto da giovane bramare un titolo che non era ancora stato inventato?

In una scena sulla nave, si meraviglia di questo epiteto (insieme al “Gold”) dicendo che tutto sommato non è così male.

Ma scusate, se quello fosse stato DAVVERO il suo sogno, avrebbe mai reagito così? Con un’indifferenza mista a curioso divertimento?

Non avrebbe esultato di gioia oppure pianto fiumi di lacrime?

Uno che raggiunge il suo sogno di una vita non ridacchia dicendo che sì, tutto sommato gli piace come suona.

E soprattutto, se quello fosse stato DAVVERO il suo sogno, Oda non ce lo avrebbe fatto sapere in una tavola così, buttata a caso.

NON ERA QUESTO

Non era questo l’obiettivo di Roger.

E quindi non era questa la frase scritta sul diario.

Cerchiamo di capire meglio. Capitolo 966:

Scusate, vi sto facendo saltare da un capitolo all’altro.

DIVENTEREI…

Eh… cosa?

Cosa diventeresti?

Oda non lo rivela. Lo stronzo.

Solo Oden e Barbabianca conoscono la fine della frase.

Pensateci: se la frase fosse stata un banale: “Diventerei il Re dei Pirati”, perché Oda non avrebbe dovuto inserirlo? Lo sappiamo tutti che lo è stato, no? Perché tutto questo segreto?

Sentite la reazione di Nuovocancello:

tralasciamo il termine “vaccate” che fa proprio schifo alla merda di cammello

Questa cosa l’abbiamo discussa in Live insieme al Re, a Sommobuta e agli altri.

Perché Barbabianca, una volta sentita la frase, dice a Roger di essere un bambino?

FORSE PERCHÉ È UNA COSA SCEMA

Infantile.

Che direbbe un ragazzino normale. Quindi non può essere “il Re dei Pirati” perché nessuno, eccetto Rufy, formulerebbe un desiderio simile.

A sinistra c’è Oden completamente sbalordito.

I due quadrati sono stralci di diario. Probabilmente gli stessi a cui si riferisce Yamato quando urla ad Ace:

Il fratello di Rufy dice: “Pensa di esserne capace”. Ovviamente sta parlando di QUELLA frase, di QUELLA parola che utilizzò sia Cappello di Paglia da bambino, sia Roger da giovane.

E Yamato, dopo aver ascoltato le parole di Ace, si alza urlando e prende in mano il diario come a dire: “Sì! Queste parole stanno anche qui dentro!”

E QUINDI?

Qual è sta cazzo di frase?

Vi sto tenendo sulle spine. Mi diverto così.

Scusate.

Io ho due teorie:

La prima:

VOGLIO DIVENTARE… LIBERO

La libertà è una diretta conseguenza dell’essere il Re dei Pirati. Con Roger il discorso è diverso (lo dicevamo prima). Lui desiderava essere libero, ha fatto di tutto per esserlo, poi scopre il tesoro e gli affibbiano il titolo di Re dei Pirati.

A lui fa piacere ma non gli interessa più di tanto. Ridacchia esattamente come quando scopre che il mondo ha chiamato “One Piece” il tesoro.

Rufy invece vuole diventarlo proprio perché sa che grazie ad esso, sarà l’uomo con maggiore libertà al mondo.

Può essere sicuramente un parallelismo interessante.

“Voglio diventare libero”.

Ed è anche una frase che direbbe un bambino.

SECONDA TEORIA

Voglio diventare…

IMMORTALE

Anche questa la discutevamo insieme ai ragazzi in Live.

Molto più romantica dell’altra.

Mettiamo il caso che Roger abbia detto a Oden e Nuovocancello di voler diventare immortale.

Newgate ha riso, Oden Kozuki è tornato a Wano.

Cosa disse prima di morire?

Sicuramente quest’uomo è rimasto profondamente colpito dalle parole di Roger, a tal punto da accoglierle nel suo cuore.

E da utilizzarle nei suoi ultimi istanti di vita.

Il fatto che Roger credesse all’immortalità dell’anima lo constatiamo anche quando parlò per l’ultima volta con Rayleigh.

“Io non morirò, amico mio”.

Cioè le stesse parole di Oden.

Prepariamoci per il futuro quando il Maestro Oda ci farà vedere un Rufy bambino che dirà la frase magica. Chissà, magari sarà questa o forse un’altra.

LIBERTÀ O IMMORTALITÀ?

O forse qualcos’altro…

Cosa agognava davvero Roger con tutto il suo cuore?

Andiamo avanti.

SCENARIO FINALE

C’è la parte “arrapa-fan”

Sì, direi che abbiamo capito.

RUFY ARRIVA SUL TETTO

Kaido e Big Mom lo guardano. I due Imperatori si scambiano qualche frase come a voler deridere Cappello di Paglia.

IL MOCCIOSO

Il ragazzino che si è permesso di offendere due titani.

Questi due mostri ora gliela faranno pagare. Deve imparare a stare al suo posto, comprendere la catena alimentare e temere quelli più grossi e forti di lui.

Ma a lui non interessa.

Se ne va.

Gli passa accanto senza proferire parola.

Questa è probabilmente una citazione a Goku quando arriva sulla Terra dopo l’allenamento con Re Kaio.

Ci sono Vegeta e Nappa ad aspettarlo.

Gohan e Crilin distrutti dallo scontro.

Nappa lo deride, esattamente come fanno Kaido e Linlin con Rufy.

E lui ignora tutti.

Stessa cosa su Namecc con la Squadra Ginew ma non mi va di cercare le scan. Avete sicuramente capito.

RIDILLO

Dopo il discorso di prima, la frase assume un significato leggermente diverso. Ovviamente Kaido si riferisce al suo “Diventare il Re dei Pirati” classico, però adesso sappiamo che c’è anche un’altra sfumatura a dare colore al tutto.

Una sfumatura che funge da tassello per riempire questo enorme puzzle di misteri in One Piece.

IL TAPPETO DI FODERI ROSSI

Il che vuol dire

TANTI PUNTI AL FANTA OP

Anche se mi sarebbe piaciuto acquistare Rufy. Magari metterlo Capitano così il colpo a Kaido mi avrebbe fruttato un x2 pulitissimo.

Ma non piangiamo sul latte versato.

Questo Kaido farà la sua porca figura. Purtroppo però si prenderà un piccolo malus con la crocca di fine capitolo.

Scusate, il Fanta Op è un gioco…

Ragazzi, sono stanchissimo. Non so neanche come cazzo mi chiamo.

Non c’ho voglia di spammare.

SALVA WANO!

Bello.

Vi siete mai soffermati sulla gestione del personaggio di Kin’emon?

Non sto parlando di gusti, non mi interessa sapere se vi piace o no.

Parlo del tempo.

Sto tizio ce lo portiamo appresso da Punk Hazard. Introdotto da Oda mentre parlava col suo culo sul collo di un drago.

USAVA LE SCORREGGE

I giapponesi hanno un amore malato per le flatulenze. I primi emakimono rappresentano uomini che fanno gare di scorregge

La comicità escatologica (frase elegante per dire “tutta la roba che esce dal culo”) è sempre stata apprezzata nel Sol Levante.

Basti pensare alle cacche di Arale.

Toriyama in un volume si mise persino a contarle e ci fece un grafico su quante volte apparvero nei volumi precedenti.

Con tanto di classifica.

Pazzo.

Vi rendete conto che il personaggio di Kin’emon ha attraversato un approfondimento allucinante? Chi l’avrebbe mai detto che quel sedere parlante sarebbe arrivato a questo punto?

A fare da protagonista per una scena così drammatica (senza contare tutte le altre).

Bellissimo, davvero bellissimo.

Kaido arriva da dietro.

Il Samurai tra le braccia di Rufy continua a piangere. Lo implora. Gli chiede di salvare la sua patria.

Cappello di Paglia capisce tutto. Sposta tutti i Foderi nei piani in basso in modo che non si facciano male nello scontro imminente.

FLASHBACK ALLA LUCCI

Un altro classico. Avete presente quando il protagonista sta per dare il colpo finale e parte quel breve flashback di pochi secondi in cui vediamo le persone che hanno creduto in lui oppure parti importanti delle puntate precedenti?

Guardate:

Rufy sta per scagliare il Gatling, partono le vignette-flashback:

IL COLPO FINALE

RED ROC

Il Roc è un uccello leggendario enorme. Capace di distruggere navi intere, una bestia gigantesca.

Si tratta SICURAMENTE di una nuova tecnica, imparata a Udon durante l’allenamento con Hyogorou.

Quindi ha a che fare con il Ryou, la versione potenziata dell’Haki.

Il discorso del Roc ha senso perché è un uccello.

Se avete notato bene, Rufy tira un pugno a Kaido usando il Gear Third infuocato, una cosa mai vista prima.

Anche nel Red Hawk abbiamo la citazione ad un uccello, il falco.

QUINDI:

Il Red Hawk è un pugno infuocato con il Gear Second

Il Red Roc è un pugno infuocato con il Gear Third

SÌ, AVETE CAPITO DOVE VOGLIO ARRIVARE

Un pugno infuocato con il Gear Fourth?

Un Rufy in Gear Fourth COMPLETAMENTE infuocato?

Stiamo volando con la fantasia.

Voglio darvi una chiave di lettura interessante.

Dovete sapere che il Roc non è propriamente un animale mitologico. Si pensa che sia esistito davvero, moltissimi millenni fa.

Se per un attimo consideriamo il Roc un animale non mitologico ma ancestrale (come i dinosauri) potremmo delineare uno schema nelle tecniche di Rufy.

– Quella infuocata in Gear Second ha un falco, animale non estinto

– Quella infuocata in Third ha un Roc, animale estinto

– Quella in Fourth avrebbe un animale mitologico, no?

E questo si può applicare a tutte le tecniche dei Gear con gli animali. Quindi le tecniche nuove con il Third dovrebbero essere solo di animali estinti.

Ma è una teoria. Vedremo.

TAVOLA FINALE

Di Rufy che dice la classica frase da “Voglio diventare Hokage/distruggere tutti i Giganti”.

Io sono convinto di una cosa:

se non vi è piaciuto questo capitolo, provate a rileggerlo.

E rileggerlo.

E rileggerlo.

Ancora e ancora. Vedrete un netto miglioramento. Spero che, nel mio piccolo, sia riuscito a farvelo apprezzare ulteriormente perché merita.

Lascia il segno per le interessanti novità su Rufy, un personaggio sul quale credevamo di conoscere tutto.

Come ho scritto all’inizio, dopo questa saga ci saranno le battute finali e il manga cambierà. Non sarà più lo stesso.

Un po’ come un cielo sempre sereno che d’un tratto diventa nuvoloso e inquietante.

Ignoto.

Scrivere un finale è come attraversare una tempesta.

Eiichiro Oda sarà in grado di uscirne indenne?

Questo, amici miei, solo il tempo potrà dirlo.

Una cosa però ve la prometto: qualsiasi tempesta attraverseremo d’ora in avanti, io sarò sempre qui a raccontarvela.

32 commenti su “One Piece Capitolo 1000: l’Omelia del Reverendo”

  1. Ma perché King e Queen sembra non abbiano mai visto un Logia??? Effettivamente a Wano sembra ci siano solo Zona e Parsmisha(Tama), ma di Logia nemmeno l’ombra se non sbaglio

    Rispondi
      • penso intendesse che l’intangibilità di Marco lo fa molto somigliare a un Rogia, e il lamentarsi di non riuscire a colpirlo quando magari gli basterebbe solo usare l’haki, fa fare loro una bruttissima figura, come se due del loro calibro non avessero mai combattuto contro questo potere (ovviamente scarto quest’ipotesi).

        Rispondi
  2. Ma quando è soddifascente svegliarsi la mattina e trovare la notifica della nuova Omelia? Un consiglio a tutti: scaricate l’app di OPGT se non l’avete già fatto. SUBITO!

    Che dire, bel capitolo, bella Omelia e belle teorie…ma (c’è sempre un ma!) caro Reverendo avrei una mia Opinione D. Merda su cosa avrebbero potuto dire Roger e Rufy.
    Ovviamente non può essere “voglio diventare il re dei pirati”, ma non penso che possano essere nemmeno “libero” o “immortale”. Perché se ci pensate bene questi sono sogni da adulti, non sogni infantili. Un ragazzo, di solito, passa le giornate facendo un po’ il cazzo che gli pare, solo quando si cominciano ad avere impegni e responsabilità si comincia a desiderare la libertà “come quando ero ragazzo” 😉
    Più o meno lo stesso per l’immortalità, che magari Roger potrebbe anche averlo detto, ma Rufy proprio no, ancora era un ragazzino nel pieno delle sue energie, e in quel periodo della vita l’ultima cosa che pensi è di poter morire. Ma l’immortalità potrebbe essere intesa in senso metaforico, ovvero fare qualcosa di talmente eccezZiunale veramente per cui essere ricordati in eterno…e qui viene la mia idea su cosa potrebbero aver detto entrambi: “solcare tutti i mari del mondo e vivere la più grande delle avventure!”

    Mi sembra una cosa che sta bene detta da entrambi. Come la vedi?

    Saluti bat

    Rispondi
    • Ti ringrazio Marco.

      Allora, io non sono del tuo parere: la libertà e l’immortalità potrebbero essere sogni da bambini, infantili. Desiderare di non crescere mai come Peter Pan è una sfumatura dell’immortalità. Desiderare di essere libero e fare quello che si vuole senza responsabilità è ugualmente una sfumatura della libertà.

      Rispondi
    • Fra tutti i diventerei… quello che hai scritto Tu mi convince più di tutti… ho riletto il capitolo tra Roger, Newgate ed Oden… e lì Roger parla di vantarsi di aver viaggiato per tutto il mondo, di avere la ciurma più importante… quindi suona benissimo il voler solcare tutti i mari… che le Tue parole sarebbero delle semplici parole dalla bocca di un bambino ?!!! Detto questo mi verrebbe da aggiungere “leggendario”

      Rispondi
  3. Bello bello mi piace come sempre quindi ti ringrazio e per me è stato fin da subito perfetto così questo capitolo sono contenta che anche te la penso allo stesso modo. Bellissima l’omelia

    Rispondi
  4. Bell’analisi Rev! Leggo sempre con interesse l’omelia perché di solito mi fa trovare qualche sfumatura che mi ero perso, qualche citazione che non ricordavo. In merito al MILLE, sono d’accordo sul giudizio finale, ieri avevo seguito la live per capire le impressioni di chi ritengo conosca One Piece in maniera più profonda di come la conosca io, anche se avevo già letto il capitolo e avendo letto opinioni disgustate volevo capire perché qualcuno lo trovasse tanto scandaloso. Come hai scritto, già ieri l’avevo letto più volte, e sarà perché io non ero tra quelli che si era creato aspettative altissime in termini di informazioni e sconvolgimenti (dati dalla numerazione simbolica, dal traguardo raggiunto), non l’ho trovato pessimo, anzi mi è sembrato un capitolo giusto, onesto, anzi alla luce dell’omelia, direi sobrio. Proprio per questo durante la live non ho capito le reazioni di “disgusto” di alcuni che hanno partecipato, poi per carità, ognuno legge e recepisce il manga con la propria sensibilità e le proprie aspettative, ma per la mia personale visione credo che sia al posto giusto questo capitolo. Poi un’altra cosa su cui sono d’accordo che hai ribadito adesso nell’omelia, e se non sbaglio era già stata detta durante la live (forse proprio da te, ma non ricordo), è che forse per poter apprezzare alcune sfumature di capitoli “meno arrapanti” dal punto di vista delle informazioni e delle rivelazioni mistiche, durante la lettura bisognerebbe spogliarsi di quelle aspettative e di quelle pippe dietrologiche di cui un lettore attento (o presunto tale) pensa di doversi munire. Quindi ritengo che questo sia un capitolo onesto, che mi è piaciuto, mi è piaciuta la citazione di Dragon Ball alla fine, e ogni tanto mi piace anche quando Oda strizza l’occhio al funservice, alla fine pur essendo one piece un’opera veramente profonda che è in grado di toccare temi e picchi anche filosofici alti, è pur sempre un’opera di fantasia. Unica nota, non sono tanto convinto dello scontro Zoro-King, sono convinto in realtà che Zoro parteciperà attivamente alla battaglia con gli imperatori e in particolare modo contro Kaido, e non perché sia la sua saga o cose del genere, ma perché tornando indietro alla preparazione della battaglia finale (vedi ultimo episodio), Zoro, parallelamente a Rufy, dopo aver ricevuto Enma si è allenato a padroneggiarla, e presumendo che ci sia riuscito (come sembra), penso perché dotarlo di un power up come la spada di Oden, se non per fargli affrontare “il mostro finale”, o quantomeno contribuire in qualche modo, certamente sarà Rufy a dare il colpo finale e a battere Kaido, ma ritengo che Zoro ci sarà nello scontro. Comunque sempre complimenti per l’omelia, diciamo che i capitoli ormai hanno un sapore diverso quando la leggo. Ora aspettiamo il MILLEUNO ?

    Rispondi
  5. Bellissima questa analisi del capitolo Rev, leggo da poco le tue omelie, all’inizio non mi piacevano molto, sembrava che vorresti stupire i lettori solo con paroloni ed immagini/meme, ma mi sono presto ricreduto, le tue omelie sono molto divertenti e fanno molto riflettere…
    In questa mi ha fatto molto riflettere la parte sulla frase di Roger e “Rubber”, ma sinceramente non credo che il One Piece renda liberi, infatti Roger ha dovuto farsi giustiziare per dire di aver lasciato il tesoro su Raftel in modo che non avessero attaccato i suoi ex compagni, o meglio essendo arrivato troppo presto ha dovuto fare per forza ci che ha fatto e che tutti sappiano molto bene; che il One Piece renda immortali non saprei, dopotutto Roger è morto, stessa cosa Oden, la loro volontà no, ma questa è un’altra cosa, tuttavia mi fa molto riflettere quando Oden torna a Wano e dice di aprire il paese per l’arrivo di Joy Boy, che può essere inteso come, a mio parere: Rufy, in quanto erede della sua volontà, o lo stesso Joy Boy, che potrebbe essere stato mandato nel futuro da lady Toky, oppure essere in qualche modo immortale, come forse lo data anche Im.

    Saluti

    p.s. Zoro > Sanji

    Rispondi
    • Ciao carissimo. Grazie davvero. Dato che leggi le Omelie da poco, ti do il benvenuto.

      Il discorso della libertà è più complesso: Roger non è mai stato catturato, lui ha deciso VOLONTARIAMENTE, di suo spontanea volontà di costituirsi alla Marina, altrimenti sarebbe morto insieme a Rogue e Ace su Baterilla.

      Quindi è stato libero dall’inizio alla fine, e ha ottenuto la libertà.

      Ovviamente c’è anche l’ipotesi immortalità che è fattibile, infatti rimangono due opzioni estremamente valide.

      Per immortalità non si intende quella fisica, non parliamo di quello che voleva fare Doflamingo ma immortalità dell’anima, una cosa che Roger e Oden dissero prima di morire.

      Rispondi
  6. Lo definirei anche un Capitolo D. Cuore.
    Mi è piaciuto dalla prima lettura, e questo dice tanto visto che l’ho letto in francese e metà delle cose non l’ho capita, ma più lo rileggo e più mi piace proprio perché è scritto col cuore.
    Un cuore grande quanto quello di Cappello di Paglia.
    È sempre stato il mio personaggio preferito;
    Luffy è IL personaggio, uno dei più controversi, divertenti, stupidi, profondi, emozionanti che mi sia mai stato raccontato.
    Rubber lo amavo da bambina su Italia1 (quando ancora non ti prendevano in giro se lo chiamavi così) e mi faceva tanto ridere;
    mi piace tantissimo anche adesso, da “adulta”, perché continua a farmi ridere ma mi fa anche piangere (piango facilmente).
    Quegli occhi a palla che aprono e chiudono IL MILLE, chi non vorrebbe un amico, un nakama con quegli occhi?
    Che già al primo sguardo vedono chi sei, i tuoi sogni e che, ad ogni sguardo successivo, credono in te.
    Rubber, Rufy è così. E lo sappiamo, lo sanno tutte le persone, in questo capitolo e non, che sono sull’isola grazie a lui:
    i suoi compagni che hanno scelto di seguire uno strano ragazzino;
    i suoi fratelli che lo amano da sempre e Yamato che lo ammira ancor prima di conoscerlo;
    i suoi avversari, ora alleati, che combatteranno al suo fianco, pur non avendo ancora capito perché;
    perfino un’imperatrice è qui per “il moccioso”;
    e tutti gli abitanti di Wano che prima hanno creduto in Oden ed ora in Luffy-taro.
    Perché lui da valore a tutti.
    Da valore anche alle persone scartate, che per la società sono usa-e-getta, i bambini, gli anziani nei forzieri, o i cagnolini.
    Luffy è il pezzo (piece- one piece, ok brutta battuta) più importante di questa storia che non ha mai preteso di essere superiore agli altri,
    ma una base, un rifugio sicuro su cui appoggiare i propri sogni, di cui fidarsi e a cui affidarsi.
    E non so cosa o chi diventerà ma so chi è stato e continuerà ad essere dentro e fuori questo straordinario manga.
    Tutto questo sermone per dire che, sì, il capitolo mille doveva essere esattamente questo:
    Un omaggio a MONKEY D. LUFFY, COLUI CHE DIVENTERÀ IL RE DEI PIRATI.

    P.S. Scusa la lunghezza Rev, ma mi hai fatto innamorare ancora una volta di One Piece. Grazie. <3

    Rispondi
    • Il tuo commento mi piace tantissimo perché rimane coerente con la prima frase.

      D. Cuore.

      Parli del capitolo ovviamente ma lo descrivi utilizzando la tua stessa chiave di lettura. In questo commento fai un’analisi “D. Cuore”.

      E seppur Rufy non sia il mio personaggio preferito, non posso che apprezzare (e ringraziare) questo tuo punto di vista. Si vede che hai scritto di getto, come se il fiume di parole ti fosse uscito tutto insieme.

      Mi piace quando un contenuto, qualsiasi esso sia, un libro, un articolo, un commento, un discorso, viene fatto col cuore, con l’anima.

      Quindi cara mia, grazie a te. E non preoccuparti per la lunghezza del testo. E’ stato un piacere leggerlo =)

      Rispondi
  7. Inizialmente ho letto le scan del capitolo per farmi una mia idea, ieri ho seguito la Blind su Twich con te e gli altri Imperatori e Shichibukai della community OP Italia ed ho ascoltato le opinioni a caldo degli esperti, oggi ho riletto il cap 1000 con la tua OTTIMA OMELIA che descrive perfettamente il capitolo.

    Ammetto che le mie aspettative erano diverse, un flashback dei Rocks per la mia smania di conoscere lo storico dei personaggi oggi di primissimo piano era forte, ma allo stesso tempo il totale tombale (cit,) parallelismo tra la volontà di Gol D Roger e del nostro Rufy D merda (in senso buono) è l’ultimo tassello che serviva a mettere Rufy su un piano finalmente superiore, adesso è pronto per la corsa allo ONE PIECE ed al suo vero sogno di diventare…….. Il RED ROC in Gear Third rappresenta un “!” sulla vecchia storia di One Piece. Oggi è nato il 5° Imperatore signori… ed alle sue spalle solo i migliori della Next Generation.. Mi aspetto sul tetto a breve anche X Drake e Hawkins, mentre le 2 calamità a mio avviso vanno bene con Marco e Sanji fino a fine scontro al piano di sopra.

    P.S. Rivoluzionari, Marina, ex Shichibukai…. chi interverrà nella guerra??

    Rispondi
    • Salamanca Family? Fan di Breaking Bad? Ahahahahah!!

      Non credo che interverranno i Rivoluzionari, troppo impegnati a risolvere i loro problemi internazionali. Marina? Neanche, abbiamo già Drake che funge da infiltrato e da “occhi” che comunicano tutto all’esterno. Shichibukai? Beh, anche loro hanno problemi grossi da risolvere. Se ricordi, sono stati braccati dalla nuova arma di Vegapunk, quindi dalla Marina.

      Parallelamente a Onigashima e Wano, la Marina e gli Shichibukai più i Rivoluzionari con il Governo Mondiale, stanno combattendo le loro guerre.

      Rispondi
  8. Se Marco si portasse sul tetto King e Queen vincerebbe di diritto il premio del co*lioncino d’oro. A questo punto Queen-Sanji (che è rimasto senza avversario), e Marco-King.

    Che nel diario di Oden ci sia scritto tutto noi lo sappiamo già. Nel bellissimo 967, vediamo la narrazione del diario soffermarsi proprio su cosa fosse il grande tesoro, la D, e il secolo vuoto; ovviamente le didascalie si interrompevano, ma facevano intendere chiaramente che Oden avesse riportato il tutto. Ora, l’unica possibilità era che alcune pagine fossero state bruciate nel castello, ma le parole di Yamato sembrano confermare che ancora oggi ci sia riportata ogni cosa. Questo non va contro a nulla, semplicemente perché Yamato non entrerà mai in ciurma, e stesso dicasi per Momonsuke che come giusto che sia, sarà l’unico altro a leggerlo. Ripeto: a Rufy non serve un Oden, perché ha già Robin. Yamato non entrerà. Yamato vuole andare per i mari? Lo farà sicuramente, ma non con rubber e company.

    Rispondi
  9. Bella teoria quella del nuovo colpo in Gear Fourth con uccello mitologico. Sono convinto che potrebbe essere collegato alla Fenice. Non vedo l’ora di vederlo!!!

    Rispondi
  10. Le mosse di Rufy hanno tutte il nome di un’arma da fuoco. Il red hawk mi pare fosse un revolver, mentre cercando su Google red rock salta fuori il nome di un ditta che produce fucili di precisione.
    La vignetta del pugno a Kaido mi ricorda un’altra scena dello scontro Goku/Vegeta, quando attiva il kaioken x3 e gli tira un bel cazzotto sul muso scendendo in picchiata.
    In quello scontro c’era un tizio con la spada presente, il buon vecchio Yajirobei; credo sarà quello il ruolo di Zoro in questo scontro, altro che King, un taglio a Kaido e poi gonfiato come una zampogna. Tra l’altro anche il ciccione non sapeva volare e veniva lanciato con una fastball special (citazione per i fan degli xmen, eh eh)…

    Sulla frase di Rufy punto su una cosa banale: diventerò il più felice del mondo.
    In fondo Rufy è la reincarnazione di Joyboy e Joy vuol dire gioia.

    Rispondi
    • Bella il riferimento a Dragon ball/Zoro… sulle armi di fuoco sono ignorate in materia quindi interessante… mentre su Luffy “sarò il più felice al mondo” perfetto davvero… solo che Luffy è già felice di sé

      Rispondi
  11. Ciao Rev ottima omelia
    Capitolo celebrativo di Luffy e ci sta. Ripete cose che tutti i lettori avevano già sentito e questo ha creato più di un dissenso, però sinceramente io mi sono immaginato Oda tipo bambino che vuole finalmente riconoscere al suo protagonista il posto che merita e penso che lo abbia fatto anche abbastanza bene, per quanto io non sappia nulla di tecniche narrative e altro. Lo dico perché da quel che ho inteso, è partito con tutte le menate classiche, dal flashback di Ace, il suo sogno che lo accomuna al re dei pirati e tutte le sfumature di Luffy che già conosciamo bene e qui ci siamo, possiamo anche lamentarci della banalità, ma penso che Oda volesse rimarcare il fatto che fino alle ultime pagine sono sempre suoi alleati a credere in Luffy come erede del re dei pirati (quindi la vecchia trama), ma anche se non è niente di nuovo sotto il sole, aiuta ad esaltare la vera novità del manga a mio avviso, ovvero quella faccia finale di Big Mom che davanti alla sagoma di Luffy vede l’ombra di Roger, quindi in qualche modo il riconoscimento da parte di un’imperatore del suo valore e del pericolo che è per tutti loro. Il capitolo finisce con l’ormai trita e ritrita frase “diventerò il re dei pirati”, ma questa volta grazie a questo ha una valenza del tutto nuova. E se da una parte è tutto indirizzato a consacrare Luffy, ci noto anche un doppio fine: premettendo che non ho mai creduto che nel 1000 si sarebbe parlato dei Rocks, per come finisce il capitolo, con quest’ombra di Roger davanti a BM, adesso non mi stupirei che sia anche un rimando alla fine del 999 e di conseguenza un occhiolino a un possibile flashback dei Rocks, che potrebbe anche aiutere a far riacquistare ai 2 imperatori un pò di sacralità persa negli ultimi tempi e aumentare l’hype dello scontro. Detto questo mi butto perché la mia memoria non mi aiuta con la timeline, ma una possibile comparsa di Dragon a God Valley potrebbe starci?

    Rispondi
  12. Ho letto più volte il capitolo per poter trovare qualche “contenuto extra”, qualche sorpresa, qualcosa di nascosto ma estremamente importante all’interno del Cap.1000, ma niente. Credo sia proprio così, un capitolo importantissimo per Oda che lo ha creato, storico per i Managaka e per tutti gli appassionati, ma di fatto non ha nessuna importanza nella storia che stiamo leggendo, non ha importanza per i personaggi e per i fatti quindi perchè sorprendere noi a scapito della narrazione?
    Credo comunque , come molti si aspettano, che ci saranno dei capitoli dedicati ai Rocks e credo che avverrà prima della sconfitta dei due (o uno) imperatori e non dopo; questo perchè a mio avviso BM e Kaido hanno bisogno di un background per spiegarne la storia, i poteri e magari le debolezze.
    Per Barbabianca non fu proprio così ma lui era l’uomo più forte al mondo, al pari di Roger, e soprattutto doveva morire eroicamente e solo dopo aver imparato ad amarlo ci è stato raccontato di più; questo in genere infatti vale per i “buoni” mentre per i “cattivi” si tende sempre a raccontarne la storia prima della morte/sconfitta.
    Spero e credo che la storia dei Rocks ci sarà raccontata nel Volume 100 oltre ad altre incredibili risposte e novità ( sennò altri 10 anni di OP) perchè il Volume 100 potrebbe essere un evento ritenuto più importante in Giappone e magari un intero volume (il 100) sarebbe l’opportunità per dare una svolta incredibile alla storia.

    Rispondi
  13. Omelia fantastica, ma non sono d’accordo su tutto.
    Libertà ed immortalità non sono affatto aspirazioni risibili o “da bambini”, anzi, sono valori che risiedono intimamente nell’animo di qualunque persona, obiettivi che tutti, a meno di non essersi arresi alle avversità della vita, inconsciamente perseguono e desiderano più di ogni altra cosa.
    Essere pirata, poi, è proprio lo stile di vita che più si avvicina all’essere veramente liberi, oltre qualsiasi condizionamento o imposizione; solcare i mari è dominio sul proprio destino. Come potrebbero, quindi, Baffibianchi ed Ace, ma anche Sabo, ridere o definire sciocchi e da immaturi sogni di libertà?!
    Per l’immortalità il discorso è simile, in quanto da considerarsi come la forma assoluta di indipendenza ed autonomia, l’eliminazione del vincolo ultimo: la morte. Per di più, nel mondo di One Piece, la possibilità di evitare la dipartita fisica è, a tutti gli effetti, concreta. Intesa come immortalità spirituale o ideologica, invece, avrebbe poco senso, essendo strettamente legata a fama e gloria, aspetti che non interessano a cappello di paglia.
    Inoltre, sia Rufy che Roger hanno già apertamente dichiarato la propria volontà di essere più liberi di chiunque altro, non avrebbe senso censurare le parole che il re dei pirati rivolge a BB ed Oden; mentre per ottenere la vita eterna sarebbe più semplice plagiare Law ed indurlo al suicidio piuttosto che dichiarare guerra al mondo intero.
    Quale sia il vero intento che muove Rufy e che spinse Roger non riesco ancora a decifrarlo completamente, potrebbe essere molte cose o nessuna. Spero solo che Oda non voglia ascrivere tutti i misteri ad un fato predeterminato, alla profezia dei “20 anni dopo” o ad infiniti cicli di reincarnazione tra portatori della “D”, anche se, francamente, mi sembra ormai tardi…

    Rispondi
  14. Ciao Rev….ciao ragazzi. Capitolo 1000….mi è bastato solo il titolo “Rufy Capello di Paglia”. Dopo 1000 e ripeto 1000 capitoli, nonostante tutte le opinioni personali del mondo intero, Oda ci meraviglia sempre…quantomeno a me. Dopo 20 anni sono qui davanti ad attendere il capitolo successivo e quello successivo e quello successivo ancora…..questo vuol dire che stiamo parlando di un qualcosa che va oltre un semplice manga. Mie personali riflessioni a parte, ricordiamoci sempre che sono 18 pagine e in queste 18 pagine non penso che Oda potesse/volesse rilevare tutti i segreti di OP e terminare l opera con questo capitolo. Il capitolo 1000 lo vedo come te….un numero diciamo qualsiasi, ma con maggiore aura mistica rispetto agli altri,  ma ripeto, sono sempre 18 pagine. La mia domanda è: “cosa ho trovato in queste 18 pagine?” Ho trovato la consacrazione di un personaggio che ci portiamo avanti da 20 anni e più. Un personaggio che abbiamo visto la prima volta che faticava a sconfiggere Kuro ed ora,man mano che la storia va avanti, lo troviamo di fronte a 2 imperatori ( riportiamoci a venti anni fa quanta paura facevano quelle due figure in ombra dietro a barbabianca e shanks) e lui, oggi, gli passa in mezzo senza nessuna paura, senza nessun timore né tantomeno nessuna riverenza. Passa in mezzo a loro fiero e consapevole che prima o poi, Kaido e Big Mom cadranno. Cadranno loro e cadrà tutto quello che rappresentano e cioè il passato. Davanti a loro le supernove, la nuova generazione….il futuro. Un ciclo finisce ed un altro ricomincia. Chi si aspettava un flashback fi ACE a tutta pagina, chi si immaginava il capitolo 1000 con i Rocks in prima pagina oppure la Marina e/o Rivoluzionari e chi più ne ha più ne metta si aspettava male. Io da OP non mi aspetto niente, attendo solamente con impazienza il capitolo successivo. Che ognuno di noi abbia il proprio personaggio preferito questo è sacrosanto…..ma il protagonista è lui, solo lui, e con questo capitolo è stato onorato e consacrato a dovere. . Concludo dicendo che: Yamato T-Rex mi piace e calza, il Red mitologico mi piace e calza….fantasticare e fare teorie è sempre bello. Staremo a vedere il futuro come si rivelerà…..nel frattempo rimango soddisfatto del capitolo tanto atteso. Capitolo 1000 titolo: “Rufy Cappello di Paglia” e questo dice tutto. Grazie sempre per la tua consueta omelia e per le vostre delucidazioni sempre preziose. Mi raccomando, dal prossimo capitolo ricominciaremo con le nostre teorie D. Merda che tanto ci piacciono ? Al prossimo appuntamento ?

    Rispondi
    • Un giorno troverò dei compagni più in gamba di voi, scoverò il più grande tesoro del mondo e diventerò il re dei pirati! — Rufy ai pirati di Shanks • altro È il mio sogno… ecco perché non mi importa morire per esso. Con la prima frase potrebbe starci l’immortalità…. essere ricordato in eterno… ma con la seconda a Luffy non interessa di morire pur di realizzare il suo sogno… libertà? Può darsi… o forse è qualcosa di semplice che si può vedere solo con gli occhi di un bambino

      Rispondi
  15. Il capitolo 1000 è stato da capitolo 1000… soprattutto se si considera il titolo…. davvero Suuupeer!!! Bellissima omelia ed anche gli approfondimenti sempre ottimi… grazie Rev!!! Immortale e libero? Teoria che combaciano perfettamente… su Luffy non saprei… libero ci sta benissimo, sarò ricordato in eterno ci sta… e se dovesse essere qualcosa d’altro… bah… sicuramente qualsiasi cosa sia, piccola o grande, sarà immensa detta da Luffy ed in passato da Roger!!! Su Red Roc.. concordo con Te, se si delinea questa piramide… e come animale mitologico sarebbe detto di pancia “la fenice” … immortale (che risorge dalle proprie ceneri) e leale a chi si affida a lei. Mentre se il Red Rock (fosse Rock)… dato che non vedo sagome di uccelli… e mettendo su google vengono caricati i bracciali di ace “pietra rossa gomma”… però qualora fosse Rock, la teoria sull’attacco Roc sarebbe perfetta futuramente!!! Non vedo l’ora di seguire la prossima omelia ed ovviamente il capitolo della carica dei 1001(Crudelia de Mom e Kaido Le Pelt)!!! Auguroni di cuore per un sereno e sempre pieno di sorprese gioioso 2021!!!

    Rispondi

Lascia un commento