One Piece Capitolo 1040: l’Omelia del Reverendo

14874

IL MILLE

QUARANTA

[Mt 26,14-16]

F R A T E L L I!

Allora uno dei Dodici Membri della ciurma di JoyBoy chiamato Zounisha, andò dai sommi sacerdoti della Grande Alleanza (di stronzi) e disse «quanto mi volete dare perché io ve lo consegni?» E quelli gli misero in mano 30 miliardi di Berry in argento. Da quel momento, l’elefante cercava l’occasione propizia per consegnarlo».

Che reverendo sarei se non citassi il Vangelo in una mia Omelia?

Zounisha è Giuda Iscariota, l’apostolo traditore che vendette il suo Gesù per trenta denari. Ma a differenza sua, che si impiccò per la vergogna, l’elefante millenario fu costretto a vagare per secoli finchénon avesse scontato la pena.

Finché non fosse arrivato qualcuno con il potere di perdonarlo. Qualcuno con cui potesse mettersi in contatto.

BENVENUTI A TUTTI

Io sono il reverendo e oggi non mi va di fare un’introduzione lunga, articolata e piena di stronzate. Probabilmente sarà un’Omelia più corta.

Probabilmente.

Di solito non programmo mai nulla, cerco di farmi prendere dal momento. Ecco perché se siete qui per la prima volta, a fine lettura potreste pensare che io sia pazzo.

E che questo articolo sia il delirio di un malato di mente che ha bisogno di scrivere parolacce e porcate gratuite.

Sappiate che è tutto vero. Qualsiasi cosa voi pensiate di me e dell’Omelia, avete ragione.

Cazzo, alla fine sto facendo comunque un’introduzione lunga e piena di stronzate.

Vedrete. Ne dirò altre.

Cominciamo?

Siamo anche su Twitch. Ogni sera (tranne il sabato) alle 21:00 parliamo con voi di One Piece e di altri fumetti

Signori,

SI VA!

Questo capitolo è suddiviso in tre parti

MINIAVVENTURE

BIG MOM

ZOUNISHA

Partiamo dalla prima:

Mi stanno piacendo, ormai lo sapete. Queste miniavventure hanno un ottimo potenziale perché vanno a coprire la parte di Whole Cake Island che non abbiamo visto.

Capitolo 901. Tutti si sacrificano per permettere a Rufy di fuggire, compreso il Germa 66. C’è la probabilità che vedremo anche una forma pensiero in cui Jinbe riesce a fuggire lasciando la famiglia di Sanji completamente inguaiata nelle mani della vecchia pazza.

MA LA REDENZIONE È DIETRO L’ANGOLO

Tutte le miniavventure hanno un lieto fine, una conclusione “giusta” per i personaggi che la stanno vivendo. Quindi sarà sicuramente una sorta di redenzione del Germa che fuggirà da Totland e troverà una nuova strada, una nuova politica da seguire.

Sono davvero curioso. Ci avete pensato che queste sono le ultime miniavventure di Wano? Le prossime che leggeremo avverranno in un’altra saga.

Segnatevi questo numero: capitolo 1055, finisce Wano.

BOOOM!

C’è il tempo per strutturare il combattimento Rufy-Kaido, c’è il tempo per un ipotetico flashback dei Rocks e per fare qualche rivelazione selvaggia arrapante.

15 capitoli. E finisce la saga.

Queste dovrebbero essere le prossime uscite. A fine maggio abbiamo il capitolo 1050, quindi a luglio ci sarà il 1055.

Che dite, questa calda estate sarà alleviata dal freddo della Scandinavia?

Il capitolo si apre esattamente da dove l’avevamo lasciato.

BIG MOM

Molti potrebbero pensare che sia stata sconfitta in questo capitolo ma voglio provocarvi.

No.

BIG MOM È STATA SCONFITTA NEL 1039

Il 1040 di questa settimana è servito a due cose:

– allontanare Linlin (adesso vi spiego perché)

– farle parlare di Roger

Lo so, è un’affermazione senza senso. Tecnicamente la targhetta della vittoria l’abbiamo vista in questo, non in quello precedente.

Avete ragione. Però la mammona non è mai stata un pericolo per Kid e Law nel 1040. Mai. E lo dimostra il suo Soul Pocus.

Se sono arrivati al punto di non temere neanche il nemico che hanno di fronte, vuol dire che è tutto sotto controllo. Non rappresenta più una minaccia.

Questo capitolo è servito per accompagnare il personaggio alla porta e farle fare un’uscita trionfale.

Mentre la settimana scorsa abbiamo visto uno scontro tra due fazioni che davano e ricevevano colpi, nel 1040 no.

Non era più una battaglia, era un’esecuzione.

Infatti Big Mom non si è mai alzata da terra, è sempre rimasta alla mercé dei colpi dei due ToyBoys. Ha provato ad usare l’Haki del Re Conquistatore ma senza successo.

Oda ha arricchito un combattimento che già di suo era stato incredibile. Charlotte Linlin è uscita di scena nel miglior modo possibile.

E badate bene, anche l’essere sfuggita ad una possibile cattura è geniale. Se fosse rimasta lì a terra, sarebbe stato brutto da vedere perché avrebbe ridicolizzato il personaggio.

Il lettore non deve vedere l’imperatrice in uno stato pietoso. Anche in questo capitolo, Big Mom ha sorriso, ha provato a reagire con le unghie e con i denti.

Sparire tra le fiamme dà la sensazione che non sia finita qui.

Non vediamo nulla di lei. Il personaggio rimane con grosso punto interrogativo.

Voglio aggiungere un’ultima cosa: non crediate neanche per un istante che possa inseguire Rufy in un’ipotetica saga futura sui vichinghi.

Nel caso in cui dopo Wano ci fosse Elbaf, Big Mom non farà di nuovo quello che ha fatto a Wano. Oda è come Paganini, non ripete.

E se lo fa, deve esserci una spiegazione plausibile che non vada ad appesantire la trama.

Gestire due imperatori è tremendo, lo abbiamo visto. Il maestro l’ha fatta arrivare sulle coste del Paese, poi le ha tolto la memoria perché sarebbe stata ingestibile al massimo della sua forma. L’ha portata a Udon, le ha ridato la memoria ma l’ha incatenata in modo che RIMANESSE ingestibile.

Di nuovo

E nel momento in cui poteva scatenarsi, ecco che arriva l’alleanza con Kaido. Il terzo stratagemma per evitare che distruggesse Wano.

Big Mom appena arrivata aveva due nemici, l’uomo di gomma e l’uomo dragone. Unendosi all’uomo dragone ha convogliato tutte le sue forze verso l’uomo di gomma, evitando di distruggere la casa dell’uomo dragone.

Capite il casino che ha dovuto fare Oda?

Non credo che voglia ripetere l’esperienza in futuro con l’ennesimo imperatore che approda su un’isola a fare danni.

BIG MOM È ANDATA

Non può arrivare ad Elbaf perché verrebbe sconfitta per la terza volta. E il lettore, nonostante tutto, deve percepire un’aura di potenza nel personaggio.

Perde (politicamente) a Totland, poi lo fa a Wano e poi a Elbaf? Sarebbe troppo.

Inizierebbe a scricchiolare la percezione positiva che abbiamo di Big Mom.

E non va bene. Questa donna anche da sconfitta deve continuare a fare paura nelle saghe successive. Un terzo KO avrebbe l’effetto opposto nella percezione dei lettori.

Ora manca solo un tassello, il più importante. Poi possiamo dire di conoscere tutto ciò che c’è da sapere su di lei

A 28 ANNI

Fregna come non mai che si ingroppava Kaido diciottenne. E Shiki guardava dalla fessura della porta col cazzo in mano.

ROGER

Big Mom parla di lui. E quando succede, tutti noi analizziamo anche la virgola per capire. Ma ovviamente possiamo fare solo congetture.

Per ora.

Cerchiamo di essere sintetici, ho detto che sarà un’Omelia breve, non voglio rimangiarmi la parola.

Cos’è il One Piece? Dov’è? Ma soprattutto…

HA A CHE FARE CON WANO?

Insieme al tradimento di Zounisha, è la frase più interessante del capitolo. In realtà non dovrebbe scandalizzarci più di tanto, sappiamo che questo Paese è importantissimo per la macro-trama del manga.

Però un conto è se lo diciamo noi poveri stronzi davanti ad una webcam, un conto è quando lo dice un pezzo grosso di questo calibro.

Sentire che siamo vicini al One Piece, che manca poco, fa una certa impressione. La struttura dei dialoghi è cambiata rispetto alle prime saghe. Ora il maestro ci butta una rivelazione praticamente ad ogni capitolo.

E noi ci stiamo abituando alle bombe che lancia.

Il Gomu Gomu, Zounisha ex-membro di JoyBoy, Loadstar, il frutto misterioso di cui parlano gli Astri, il nome “One Piece” non è stato dato da Roger, i Lunaria… e altri che in questo momento mi sfuggono.

Wano è il calderone supremo dentro cui riversare i misteri più misteriosi.

Prima avrebbe rivelato uno solo di questi in 100 capitoli. Sentire Big Mom che rosica è interessante. E si incazza col re dei pirati dicendo che voleva saperne di più, che è troppo faticoso e che poteva renderla più facile, anziché morire senza dire un cazzo.

Bellissimo.

Come ho detto nella scorsa Omelia, lei non accetta tutto questo. Ha perso tempo rincorrendo un tesoro irraggiungibile e adesso le nuove generazioni fanno a gara con lei.

FRUSTRAZIONE

Riesco a percepirla. È tangibile in Big Mom quella voglia di rivalsa. Chiedeva insistentemente a Pudding se il suo terzo occhio si fosse svegliato, così da poter leggere i Poneglyph.

E Pudding si lamentava perché si sentiva sfruttata. Non era una figlia, per sua madre era una bambola, un oggetto da pettinare e trattare con cura ma pur sempre un oggetto.

Per anni l’imperatrice ha cercato di scovare questo tesoro ma con scarsi risultati. Ora arrivano questi stronzi e le tolgono tutto. Era già successo a Whole Cake Island con l’umiliazione da parte di Rufy, ora di nuovo.

COSA SUCCEDERÀ ALLA MAMMONA?

Domanda interessante. Io prevedo due alternative:

– Viene recuperata dai suoi figli

– Viene catturata e imprigionata a Impel Down

La prima ipotesi è quella che preferisco. In questo modo dai un senso agli altri figli che sono venuti a Wano e non hanno fatto LETTERALMENTE un cazzo.

Ma proprio un cazzo.

Quindi la prendono e la portano a casa. Sapete cosa sarebbe interessante? Se Big Mom passasse dalla storia principale alle miniavventure.

Sappiamo che a volte questa piccola finestra sul mondo non avviene contemporaneamente alla storia principale, ma stavolta si potrebbe fare!

Immaginate: Big Mom è stata sconfitta, viene recuperata dai figli e con la coda tra le gambe tornano a Totland. Nel frattempo i figli di Jajji (e Jajji) sono fuggiti e adesso l’imperatrice si ritrova nelle miniavventure a ricostruire mattone dopo mattone Whole Cake Island.

Il finale non mi piace molto, sa di rassegnazione. Forse è persino peggio del suo arrivo a Elbaf. Ci vorrebbe un colpo di scena.

Ma comunque l’ho buttata lì, non fateci troppo caso. È un flusso di pensieri, magari domani rileggo questa parte e mi prendo a schiaffi da solo.

SECONDA OPZIONE: IMPEL DOWN

Ho sempre detto che Big Mom rispetto a Kaido si presta benissimo a stare in prigione. Oda stesso non ha avuto problemi a legarla con catene di agalmatolite

Non sarebbe strano pensare che possa andare nella prigione di Alcatraz. Starebbe come Doflamingo a non fare un cazzo e a leggere i giornali. Fine un po’ sottotono.

La cosa migliore sarebbe stata la morte, ma quella la escludiamo per direttissima. Oda non ammazza i personaggi terziari, figuriamoci lei.

VINCITORI: TOYBOYS

Se si rifacesse lo stesso scontro, allo stesso modo, vincerebbero comunque Kid e Law. Hanno dimostrato una grandissima fermezza di spirito soprattutto sul finale, non provando alcuna paura dinanzi al Soul Pocus.

Stupendo.

Così come è stupendo il colpo di Law. Ecco a cosa mi riferivo quando parlavo di “arricchimento”. Dopo il capitolo scorso pensavo che Oda avesse dato tutto.

Mi sbagliavo.

La Room permette di imitare anche altri frutti. Con Corazon la faccenda è molto facile perché entrambi i poteri hanno la stessa veste grafica.

E dato che riesce a manipolare e creare la materia, elimina le onde sonore.

In pratica ora è come se possedesse due frutti.

Prima di procedere oltre e andare verso il gran finale, parliamo di lui

RORONOA ZORO

Lo abbiamo visto solo per una vignetta. Ma tanto basta.

La teoria di Brook cosplayer del Mietitore crolla miseramente. A meno che non abbia imparato il teletrasporto sul pianeta Yardrat, lo abbia usato per spaventare lo spadaccino e subito dopo tornare con Robin.

Le ipotesi si restringono a due:

DI TESTA: allucinazione dovuta ai farmaci dei Visoni

DI CUORE: è lo spirito della Enma che annerisce permanentemente la lama

Ora veniamo a noi.

ULTIMA PAGINA

Zounisha ha tradito JoyBoy

Zounisha era un membro della sua ciurma

Bisogna tirare fuori lei, l’unica, inimitabile…

Quale di queste vi piace di più? Scrivetelo nei commenti così la prossima volta uso solo quello.

Allora, iniziamo a parlare con i numeri

800 ANNI FA

Quindi siamo alla fine del secolo buio.

I cento anni di vuoto sono iniziati 902 anni fa e conclusi, ovviamente, 802.

È interessante che Roger, a Laugh Tale, si riferisse a JoyBoy parlando proprio di 800 anni fa.

Ma non è tutto. Roger dice un’altra cosa che sicuramente vi piacerà…

Azz!

QUINDI…

Il crimine di Zounisha è stato commesso LO STESSO ANNO in cui l’ultima persona ha messo piede a Laughtale fino all’arrivo di Roger.

Ovviamente l’ipotesi più acclamata è che quell’uomo fosse JoyBoy. Ma proviamo ad ipotizzare.

DI QUALE CRIMINE STIAMO PARLANDO?

Io la faccio semplice:

SCHIERARSI DALLA PARTE DEL NEMICO

E far perdere la guerra condannando più razze all’esilio. Visoni e uomini-pesce vivono ai margini della società mentre i Lunaria sono stati annientati.

Zounisha potrebbe essere stata costretta dalla Grande Alleanza a tradire il suo compagno. Magari l’hanno ricattata.

Mi piace pensare che fosse stata costretta. Rimane un personaggio positivo che sa bene di aver commesso un enorme peccato e accetta di volerlo espiare.

Deve essere stato un duro colpo per JoyBoy vedere un suo compagno attaccarlo nella guerra finale. E forse grazie a questo cambio di fazione, perdere addirittura la guerra.

Zounisha ha un potere d’attacco incredibile. In pochi secondi ha sbaragliato le navi di Jack. In una battaglia è sicuramente l’ago della bilancia decisivo.

Voglio volare con la fantasia, sapete che non lo faccio quasi mai. Ma qui parliamo di roba succosa, quindi seguitemi con questo discorso.

Ogni epoca ha il suo JoyBoy. Colui che si fa carico del fardello della vecchia Era e si occupa di traghettare il mondo verso quella successiva.

In pratica è l’uomo più progressista della storia.

V per Vendetta di Alan Moore insegna che l’anarchia (intesa nella sua accezione dispregiativa, cioè “caos” e non come la intendeva Bakunin) a volte è utile perché grazie ad essa si può costruire una democrazia più illuminata.

Fare terra bruciata e permettere alle sue ceneri di rinascere come un’Araba Fenice.

Quindi la guerra è inevitabile per spazzare via il vecchio e far entrare il nuovo. JoyBoy era il generale alla testa di un esercito enorme. Se parliamo di “nakama”, quindi di compagni, allora la deduzione è semplice

JOYBOY ERA UN PIRATA

E se ci pensate, è l’unica soluzione logica. I Rivoluzionari sono un’istituzione moderna, nata (forse) con Dragon, quindi qualche decennio fa.

La Marina e il Governo Mondiale sono stati creati immediatamente dopo la fine dei cento anni, quindi dopo la sconfitta di JoyBoy.

L’unica istituzione rimasta è quella della pirateria, la sola all’epoca in grado di fronteggiare l’oligarchia della Grande Alleanza.

E magari sapete cosa vi dico?

JOYBOY STAVA VINCENDO

Così come vincerà Rufy. Io vedo questi due personaggi uniti da un filo rosso. Ma mentre Cappello di Paglia avrà compagni che non lo tradiranno, l’altro ragazzone di 800 anni fa ha avuto questa sfortuna.

Sulla scacchiera, Zounisha è la Donna, la Regina, il pezzo più potente nelle mani del Re. Se sacrifichi la Donna, ci sono altissime probabilità che tu abbia perso la partita.

A meno che tu non sia Sherlock Holmes e non stia giocando contro Moriarty in Svizzera. In quel caso potresti anche vincere.

Ma non in questo caso.

JoyBoy ha perso per colpa di Zounisha che ha condannato il Grande Regno.

Sappiamo che Momonosuke riesce a parlarle, quindi forse i Kozuki avevano un legame con questi animali antichi.

Stavo pensando…

TOKI

No, non è a Wano, rassegnatevi. Volevo dire un’altra cosa. La moglie di Oden apparteneva al clan Amatsuki e sappiamo che SICURAMENTE si trovava durante i cento anni.

Quindi forse Zounisha potrebbe aver commesso un crimine nei confronti di questo/questi clan

I Kozuki sono stati gli scalpellini che hanno creato i Poneglyph (tra cui la lettere di scuse che JoyBoy ha chiesto espressamente per la principessa sirena dell’epoca) e avevano un legame con la razza dei Visoni, popolo esiliato dal resto del mondo e costretto anche lui a vagare sul dorso di Zounisha.

Come vedete sto parlando a spezzoni.

Mancano diversi tasselli per poter definire un quadro generico.

Ma date queste premesse, sono sicuro che già durante questa saga avremo altre informazioni. Ormai Oda ha preso il bellissimo vizio di raccontare qualcosina.

E noi siamo una community intelligente, lo dirò sempre. Non siamo come quegli altri che fanno video sul vuoto cosmico.

Noi italiani portiamo contenuti in media più alti rispetto alle altre community.

Sono sicuro che a fine Wano ci saranno altri piccoli tasselli che mancano.

E sono sicuro che noi avremo indovinato qualcosa.

Lo sento.

P.s.: non sono riuscito a fare un’Omelia più corta.

11 commenti su “One Piece Capitolo 1040: l’Omelia del Reverendo”

  1. Salve Rev, innanzitutto bellissima omelia come al solito, riesce sempre a tenermi incollato al telefono con quello che scrivi. Detto ciò, che ne pensi se big mom fosse imprigionata ad Impel Down e i suoi figli la liberassero, sarebbe un escamotage narrativo per far ritornare magari personaggi come Doflamingo in un’ipotetica battaglia finale che immagino prenderà l’intero mondo di One piece o comunque quello principale.

    Rispondi
  2. La cosa che mi è piaciuto dell’attacco di Law è che R Room probabilmente sta per Rocinante Room.
    Comunque non è detto che il crimine di Zounisha sia stato tradire Joy Boy, anzi, magari il suo crimine è stato proprio quello di essere stato suo alleato ed è stato punito dal resto del mondo.
    Comunque voto per “Timeline Hub”, ormai YouPorn non se lo caga più nessuno

    Rispondi
  3. 1big mom non può finire ad impel down , non riuscirebbero a contenerla, perciò deve morire entro la fine del manga, come kaido. Quindi o é precipitata in acqua o verrà sommersa da una frana e morirá li (oppure potrebbe trovare sotto wano qualcosa di interessante per capire almeno mezzo di sti ottanta misteri del cazzo che ci sono in questo manga). 2 secondo me joyboy c’entra direttamente con la creazione dei sassi grossi, perché i suoi ereDi devono svelarne il contenuto. Probabilmente joyboy era un pirata che come Rufy si faceva moltissimi amichetti, come lo shogun di wano, zunesha e la principessa Poseidon. Un giorno, capendo che avrebbero perso la guerra, joyboy dettò al suo compagno kozuki la storia del mondo perché un giorno tutto il mondo la scoprisse, poi muori e quelli della sua ciurma che sopravvissero diedero origine alla famiglia D. Comunque, bell’omelia P.S. bellissimo il logo stile Adventure Time

    Rispondi
  4. Salve, Reverendo

    Per quanto riguarda il logo della timeline, io voto la prima opzione. Quella rosa con i cuoricini

    Capitolo Biggu Mamu: ovvio che non muore. Anche perché altrimenti Nami rischierebbe di perdere Zeus.
    Secondo me la mammona verrà recuperata dai suoi figli ma tornerà permanentemente nel suo stato di O-Lin. Molto probabilmente non verrà a Elbaf, ma comunque dovrà venire fuori cosa successe veramente alla Casa delle Pecorelle, in un modo o nell’altro. Hai qualche idea?
    E un’esplosione nucleare (è proprio il caso di dirlo) di quelle dimensioni avvolta nel silenzio più totale è impressionante

    Hiyori si è rimessa la maschera. Dai che la fine del serpentone è vicina

    Passiamo a Zunesha: sono d’accordo con te sul fatto che abbia tradito Joyboy nel momento decisivo. Secondo me non è stata costretta, ma manipolata, un po’ come Squardo a Marineford. Quando si rese conto di quanto era stata ingenua, Zunesha, distrutta dai sensi di colpa, si fece volontariamente schiavizzare dall’utilizzatore del frutto di Tama all’epoca per non dimenticare mai la sua stupidità. Che ne dici, ci può stare?

    Rispondi
  5. Buona Domenica, Reverendo
    Parto col dire che alla prima occhiata il capitolo mi aveva deluso, dopo aver letto la prima pagina mi era venuto da dire: ” ecco Oda ci ha trollati di nuovo, farà rialzare Big Mom per allungare il Brodo rovinandoci una perfetta conclusione”. Andando avanti con la lettura pian piano però mi sono ricreduto. Il capitolo riesce a dare una degna conclusione allo scontro enfatizzando la forza e la determinazione di Kid e Law senza sminuire l’imponente presenza della mammona. Mi è molto piaciuto l’enfasi sul ricordo del suo mentore (Cora-san) nell’attacco di Law poiché da profondità al personaggio e inoltre essendo una tecnica dagli effetti limitati non contraddice ciò che il chirurgo aveva detto nel capitolo scorso( il mio prossimo attacco sarà l’ultimo a causa del consumo di energie). Inoltre l’attacco serviva soprattuto per eliminare l’influenza di big mom sull’ambiente circostante, bloccando il solo pocus e impedendole di dare ordini agli homies. Infatti Misery non si è bloccata perchè non aveva ordina ( Zunisha per intenderci) ma perché era disorientata dall’essere stata tagliata da Law (tra l’altro nello stesso modo in cui Zoro tagliò Monet a Punk Hazzard). L’unica cosa che non capisco è come Kid riesca a prolungare la sua Railgun per almeno 3 minuti buoni (tempo dei dialoghi tra il primo e il secondo Damned Punk) visto che per definizione è un colpo singolo ad alta potenza non un Laser . A meno che il risveglio non gli permetta di Caricare l’arma con il magnetismo circostante in modo simile a Magneto della Marvel. Poi la caduta di Big mom e il suo monologo interiore sono fantastici (con tanto di Kenzobo che si fa piccolo piccolo per la paura). Da la colpa a Roger di averli abbandonati in balia dei novellini senza avergli dato un vero indizio su dove fosse il fantomatico tesoro. Si sente tutta la frustrazione di una veterana che ha combattutto per 60 anni per poi essere superarta dai moscerini (come li chiama lei ) senza però aver mai sfiorato la vetta, quella vera formata da Roger e Barbabianca.
    E proprio su quest’ultimo ci sono dei rimandi interessanti nel modo in cui si pone la stessa big mom che sembra citare il modo in cui si poteva l’uomo-terremoto a Marineford. ” Io sono Big Mom” “pensate che basti questo a farmi fuoro” interessante parallelismo.
    Inoltre guardando le immagini che accopagnamo il monologo ci sono degli accostanmenti particolari: quando parla di coas c’é la piazza in subbuglio, quando parla di mocciosi di talento appare zoro ( ?) e quando parla dei veterani si vedono broock e robin.

    Rispondi
  6. E’ vero che Oda tende a non uccidere nessuno ma se pensiamo a Barbabianca, forse la morte è l’unico destino degli imperatori dell’epoca di Roger, che senso ha destituire gli imperatori che non sono riusciti a raggiunere il one piece e lasciarli in vita nella nuova era.

    Rispondi

Lascia un commento